pubblicato il10 aprile 2017 alle 11:39

Basket: Ferentino, una vittoria che assicura la permanenza in A/2

Una vittoria che assicura matematicamente la permanenza in Serie A2. La FMC Ferentino batte Agropoli con grande autorità e coglie i due punti che mettono in cassaforte la salvezza con 80 minuti di anticipo: i gigliati sono così certi di giocare nel secondo campionato nazionale per la sesta stagione consecutiva.
Match sempre nelle mani della squadra di casa che piazza l’allungo decisivo nel terzo quarto, tornando dagli spogliatoi con una difesa che concede poco o nulla agli avversari mentre dall’altra parte la coppia Radic – Gigli dà il via al break che di fatto chiude la gara con largo anticipo.

Dopo il toccante momento dedicato al ricordo del giovane Emanuele Morganti, con tutto il palasport in piedi ad applaudire, la FMC parte con Imbrò, Musso, Raymond, Radic e Benvenuti mentre Agropoli risponde con Romeo, Contento, Delas, Carenza e Langford.

Gli amaranto insaccano il primo canestro della gara con Radic dal post basso ma Agropoli trova subito il ritmo giusto e colpisce dall’arco con Romeo e Carenza, portandosi sul 2-8. Il neo entrato Carnovali sblocca Ferentino dal perimetro e poco dopo Imbrò lo imita per il pareggio, anche Contento s’iscrive a referto dalla lunga distanza ma la FMC passa a condurre per la prima volta (15-13) grazie ad altri cinque punti della coppia Carnovali – Imbrò. Si scalda anche Raymond che insacca una tripla e un gioco da quattro punti ma Romeo risponde presente prima con un jumper e poi con la bomba sulla sirena che fissa il punteggio sul 24-22.

In avvio di secondo periodo Ferentino piazza un break di 6-0 avviato dall’antisportivo subito da Musso e proseguito dai lay up di Radic e Carnovali, toccando anche il +7. La reazione dei campani arriva immediatamente con Carenza e Langford ma la gara si è accesa definitivamente, tanto che pure Musso e Delas trovano il fondo dalla retina dall’arco senza però che l’equilibrio si schiodi (35-33 poco prima della metà del quarto). Gli esterni ciociari vanno al ferro con facilità ma i due stranieri di Agropoli tengono le due squadre incollate; nel finale Raymond e Musso consentono alla FMC di tornare negli spogliatoi con sette lunghezze di margine (47-40).

I gigliati ripartono forte nella ripresa: subito un parziale di 7-0 per aggiornare il massimo vantaggio sul +14 (54-40). Agropoli prova a rispondere con un gioco da tre punti di Langford e una penetrazione di Contento ma Radic e Gigli continuano a dominare nel pitturato, mettendo in mostra una grande intesa e tenendo la FMC abbondantemente oltre la doppia cifra di distacco. Il gap fra le due formazioni si dilata ulteriormente fino a superare le 20 lunghezze quando anche Imbrò e Carnovali tornano a segnare, costringendo coach Finelli al timeout sul 67-45 a 3’ dall’ultimo riposo. La sospensione però non cambia le cose, si va all’ultimo riposo sul 69-49.

La frazione conclusiva vede le due squadre rimanere a secco per oltre 3′ prima che Carnovali sblocchi il punteggio, poi anche Radic e Musso contribuiscono ad allargare la forbice: gli amaranto arrivano fino al +29 lasciando gli ospiti senza realizzazioni per più di metà periodo. Nel finale coach Paolini dà ampio spazio alla panchina, facendo esordire in prima squadra anche il giovane Aatata, senza che la FMC riduca il distacco dagli avversari.

TABELLINI

Risultato finale: FMC Ferentino 86 – Basket Agropoli 56
Parziali: 24-22, 23-18, 22-9, 17-7
Ferentino: Guarino n.e., Radic 15, Musso 21, Gigli 6, Ianuale, Datuowei, Imbrò 9, Carnovali 20, Aatata, Bertocchi, Benvenuti, Raymond 15. Coach: Paolini
Agropoli: Soloperto 2, Langford 10, Delas 9, Silvestri n.e., Santolamazza n.e., Romeo 12, Contento 10, Amanti, Carenza 7, Lepre, Marra 6. Coach: Finelli

foto F. Savelloni

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07