pubblicato il24 aprile 2017 alle 19:42

“Premio al Lettore 2017”: a Ferentino vincono i lettori

Grande mattatore Marco Presta, direttamente dal “Ruggito del Coniglio” di Radio 2

Ferentino –  Un’edizione appassionata questo Premio al Lettore 2017, grazie alla presenza di tanti bambini lettori e a una comunità che, sempre più numerosa, partecipa ai progetti culturali e ai tanti servizi multimediali che il Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco offre. Una rete che coinvolge più di 300.000 abitanti, che – con più di venti biblioteche – copre oltre il 50% della provincia di Frosinone, collaborando nella promozione della lettura con scuole, enti culturali, istituzioni.

Ha aperto la manifestazione 2017 Danilo Collepardi, presidente del Sistema delle Biblioteche che, dopo aver salutato i presenti e fatto i complimenti ai vincitori – sempre più vincitrici – del Premio al Lettore, si è soffermato sulla funzione sociale dei libri, ancora più importanti oggi, nell’era di internet e dei social network. Il libro come strumento che serve ad “aprire le menti”, capace di dare ai ragazzi quella formazione culturale decisiva per difendersi nella civiltà digitale dell’immagine.

Anche il presidente della provincia di Frosinone, nonché sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo – che ha fatto gli onori di casa – ha sottolineato il servizio che svolgono le biblioteche e i bibliotecari, promotori di cultura e divulgatori di conoscenza, elementi decisivi per combattere brutti fenomeni come quello che recentemente è accaduto ad Alatri. Pompeo ha concluso il suo intervento con un appello rivolto ai giovani della provincia affinché rispettino il ricco patrimonio naturale storico e culturale di questa terra, così ingiustamente descritta dai media in questi giorni.

La premiazione ha visto un simpatico siparietto tra il presentatore David Fischanger, dei Gatti Ostinati, e l’ospite Marco Presta, che conduce la divertente trasmissione de “Il Ruggito del Coniglio”, ogni mattina da più di vent’anni, su Radio Due. “La radio è una forma di letteratura perché stimola la fantasia e l’immaginazione proprio perché non si vede. Come la lettura di un libro – ha affermato Presta – e noi da anni coinvolgiamo in radio il pubblico per raccontare storie semplici, mai banali nelle quali ci riconosciamo un po’ tutti. Decisiva è la leggerezza e l’ironia che caratterizzano il popolo italiano.” Stimolato da Fischanger, Presta ha poi parlato del suo maestro Enrico Vaime con il quale iniziò, citando poi grandi nomi come Ennio Flaiano e Dino Buzzati prima di cimentarsi in una coinvolgente lettura animata con il bravo Fischanger a fargli da spalla, con una platea molto divertita“.  La lettura non è una cosa da intellettuali, serve per vivere come mangiare” è il messaggio finale del simpatico Marco Presta. Infine la premiazione per tutti i vincitori Senior e Junior che, oltre ad un attestato di partecipazione, hanno ottenuto un buono acquisto in libri e un bel portapenne in ceramica personalizato. L’appuntamento per tutti gli appassionati è per il prossimo anno.

   

 

 

 

 

 

 

 

 

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07