Giorno: 4 maggio 2017

4 maggio 2017 0

Trasportavano bombe molotov, tre giovani arrestati dalla Guardia di finanza del Capoluogo

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Frosinone – Finanzieri della Compagnia di Frosinone, la scorsa notte, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato tre persone trovate in possesso di due bombe del tipo molotov e di altro materiale utile al confezionamento di ordigni incendiari, occultate all’interno dell’autovettura sulla quale viaggiavano. In particolare, le Fiamme Gialle ciociare, in piena notte, lungo la S.S. Monte Lepini – direzione Frosinone, durante un servizio di pattugliamento in attuazione del “Dispositivo di contrasto ai traffici illeciti” predisposto dal Comando Provinciale di Frosinone, hanno intervettato un’autovettura Opel Corsa che presentava le targhe anteriori e posteriori illeggibili, procedendo al controllo degli occupanti. Questi ultimi, a seguito di speditivi accertamenti effettuati attraverso la Sala Operativa del Comando Provinciale, sono risultati gravati da numerosi precedenti di polizia per vari reati. Il controllo dell’autovettura ha consentito di rinvenire 2 bottiglie in vetro, costituenti ordigni esplodenti/incendiari (bombe Molotov), verosimilmente pronti all’uso, contenenti liquido infiammabile e munite di innesco, e altro materiale utile per il confezionamento di ulteriori ordigni esplodenti/incendiari. Gli occupanti dell’autovettura – 3 cittadini italiani di circa 25 anni, residenti nella provincia di Roma – sono stati tratti in arresto in flagranza del reato previsto e punito dall’art. 435 del codice penale (fabbricazione o detenzione di materiale esplodente). Nel corso delle operazioni di polizia i Finanzieri ciociari si sono avvalsi della collaborazione di due pattuglie della Polizia di Stato in forza alla Questura di Frosinone, anch’esse operanti nel controllo del territorio.

4 maggio 2017 0

Furto alla Asl di Aprilia, rubata la cassaforte

Di redazionecassino1

Aprilia – Questa notte, i malviventi si sono introdotti all’interno del Cup sfidando il sistema di allarme. In pochi minuti, i ladri sapendo evidentemente cosa cercare, si sono impossessati della cassa portandola via interamente. All’interno vi erano diverse migliaia di euro incassate nella giornata di ieri. Gli stessi uffici erano già stati visitati recentemente e il bottino, nel caso precedente, era stato di 8mila euro. Indagano i carabinieri del Gruppo di Aprilia.

4 maggio 2017 0

Rinnovamento Popolare Cristiano: Michela Del Vecchio interviene sul Piano Urbano del Traffico

Di redazionecassino1

“Finalmente si torna a parlare di problemi concreti per la salute e la vivibilità sostenibile di Cassino. Ignorato fino alla fine dalla precedente amministrazione Petrarcone e oggetto di discussione della campagna elettorale per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale di Cassino, torna in primo piano il Piano Urbano del traffico. Il problema riemerge per un intervento in Consiglio Comunale, con un richiamo quasi pacato fatto dall’opposizione. È dal 2016 che si attende il varo del provvedimento. In particolare, lo si attende dal deposito del PGTU da parte dell’equipe di ingegneri cui fu affidata la redazione del PUT, ma in realtà fino ad oggi nulla è stato detto o fatto per la viabilità cittadina salvo sporadici, ma non esaustivi, interventi per monitorare e controllare l’inquinamento ambientale che ha raggiunto limiti pericolosi di tollerabilità per la salute dei cittadini di Cassino”. Lo sostiene l’avvocato Michela Del Vecchio, vice segretario politico del Lazio di Rinnovamento Popolare Cristiano.

“Nel progetto preliminare sulla viabilità urbana dell’intero centro cittadino – secondo l’avv. Del Vecchio – l’obiettivo per il futuro di Cassino è di una “città partecipata” attrattiva e soprattutto ecosostenibile. Il superamento dei limiti di guardia di polveri sottili ed inquinanti nell’aria in città ha troppo spesso raggiunto limiti di pericolosità estremamente preoccupanti nei mesi passati, per questo occorre una seria e concreta opera che modifichi la viabilità della città soprattutto in centro. Concordo con l’assessore all’Urbanistica, Beniamino Papa, che si è dichiarato disponibile ad aprire la discussione, sul piano del traffico, alla partecipazione dei cittadini oltre che dei gruppi consiliari, in considerazione dei disagi che potrebbero derivare ai cittadini per i cambiamenti nelle abitudini quotidiane”.

Sul tema l’avv. Michela Del Vecchio è molto determinato secondo cui occorre porre in essere azioni volte a cambiare il tessuto veicolare cittadino così da rendere concretamente “sostenibile” l’intera viabilità in città con particolare riguardo a quella pedonale. “Auspico – prosegue l’avv. Del Vecchio – che possa aprirsi un confronto con tutte le componenti della società nella discussione sul PGTU, che veda la partecipazione attiva di esponenti delle associazioni di disabili e degli anziani per rendere la città concretamente a “misura di cittadino” nell’interesse di tutti”.

“Ritengo che una città come Cassino, priva di ostacoli, possa rappresentare un modello anche per altre realtà della nostra regione. Auspico – conclude l’avv. Del vecchio – che nella realizzazione delle isole pedonali, peraltro fra gli obiettivi del programma elettorale del sindaco D’Alessandro, possano trovare realizzazione luoghi di aggregazione e di sviluppo di attività sociali, culturali e non meno che sportive per l’intera comunità cassinate”.

F. Pensabene

4 maggio 2017 0

Bocce che passione: grande partecipazione al “Primo Memorial Nicola Quadrini”

Di redazionecassino1

Isola del Liri – Un grande evento che ha attirato ben 214 atleti provenienti da dieci province e cinque regioni italiane: il 1 maggio al Giardino dello Sport di Isola del Liri si è disputata la gara nazionale indetta dal Comitato provinciale di Frosinone della Federazione Italiana Bocce, in occasione del Primo Memorial Nicola Quadrini, in ricordo del socio scomparso recentemente. La famiglia di Nicola ha inteso ricordarlo così attraverso il gioco che lui più amava. L’incontro, che ha coinvolto un grandissimo pubblico, è stato patrocinato dalla XV Comunità Montana di Arce e dalla Federazione Italiana Bocce e ha visto in campo i big del settore, giocatori di altissimo livello, afferma con orgoglio il presidente del circolo isolano Domenico Saccucci. Tra i big, appunto, la categoria A (Alto Livello) ha visto primeggiare Francesco Santoriello (Bocciofila Enrico Millo, Salerno); dello stesso circolo il secondo classificato Mario Scolletta; il terzo e quarto posto è andato al Circolo Boville di Roma, rispettivamente agli atleti Giuliano Di Nicola e Alfonso Nanni. Questa categoria ha visto la partecipazione di 70 concorrenti. In 144, invece, hanno gareggiato nella categoria B-C. Hanno conquistato il podio Tomassi Umberto e Di Principe Remo (Folgore Cassino); secondi in classifica Polise Giuseppe e Carandente Carmine (Circolo Belvedere-San Rocco, Napoli); il terzo posto è toccato a De Vincenzo Francesco e Tuzzi Stefano (Circolo Primavera, Sora); quarto posto al circolo locale Giardino dello Sport, agli atleti Scala Pietro e Galante Carlo.

Non le tradizionali coppe in premio ai vincitori ma delle bellissime conche di rame, tipiche dell’artigianato locale, molto apprezzate dal pubblico presente. Un’occasione in più – affermano dal circolo Giardino dello Sport – per elogiare e valorizzare il territorio al cospetto di un pubblico nazionale. Oltre a premi in denaro, al termine della gara è stato offerto ai presenti un buffet con prodotti tipici locali della Ciociaria.

4 maggio 2017 0

Albaneta, “Petrarcone amico dei polacchi”: alta onoreficenza all’ex sindaco di Cassino

Di admin

Roma – La gratitutine dei polacchi all’ex sindaco Petrarcone è stata espressa solennemente ieri presso l’ambasciata polacca, nel corso della festa per commemorare il 226esimo anniversario della Costituzione Polacca risalente al 3 maggio 1791, la prima in Europa e la Seconda nel Mondo dopo quella degli Stati Uniti.

L’ambasciatore di Polonia Tomasz Orłowski ha consegnato le onorificenze dello Stato a due grandi amici della Polonia: l’avvocato Giuseppe Golini Petrarcone e il professore Marco Patricelli. Entrambi sono stati insigniti con l’onorificenza dell’Ufficiale nell’Ordine al Merito della Repubblica di Polonia conferita loro dal Presidente polacco Andrzej Dudacome riconoscimento e ringraziamento per l’amicizia e l`impegno in favore della Polonia e dei polacchi. Questa la motivazione e i meriti dell’ex sindaco.

“Giuseppe Golini-Petrarcone, politico, due volte sindaco di Cassino, si è distinto per il suo impegno in favore della memoria dei soldati polacchi che durante la Seconda guerra mondiale lottarono per la liberazione a fianco degli alleati. Oltre mille di questi valorosi soldati hanno perso la vita nella sanguinosa battaglia di Montecassino in cui,sotto la guida del generale WładysławAnders, riportarono una vittoria che cambiò il corso della Seconda guerra mondiale. Grazie all’avvocato Golini Petrarcone una delle piazze di Cassino, antistante il Museo Historiale, fu dedicata algenerale Anders, comandante del 2. Corpo d`Armato Polacco.  L’ex sindaco di Cassino ha sempre compreso e sostenuto gli sforzi della nostra missione diplomatica volti a tutelare e commemorare l’eroismo del 2 Corpo d’Armata Polacca. Ha partecipato attivamente a tutti gli eventi legati alla promulgazione della storia dei soldati polacchi. Il suo appoggio non è mancato anche nelle situazioni in cui avere rispetto per la memoria di coloro che lottarono per la libertà di tutti noi e avere a cuore la ragione e i sentimenti del popolo polacco poteva suscitare dissensi ed esporlo, per la carica da lui ricoperta, a contestazioni. Un esempio per tutti: il suo impegno per garantire il libero accesso e il libero utilizzo delle strade che portano ai monumenti polacchi. L’avvocato Golini Petrarcone ha ben capito che queste strade, pur passando per aree di proprietà privata destinata a attività di carattere economico, non possono rimanere chiuse ostacolando il libero transito verso luoghi così importanti per il nostro popolo”.

I riferimenti palesi sono alla vicenda dell’Albaneta di Montecassino quando, due anni fa, l’affittuario dei terreni dei Benedettini, vi realizzò una iniziativa per accedere alla quale, era obbligatorio pagare un biglietto. Per questo chiuse un cancello realizzato su suolo comunale impedendo anche ai reduci e cittadini polacchi di accedere ai monumenti eretti a ricordo dei loro caduti. La stessa Console polacca, per accedervi, pagò un biglietto di cinque euro. Petrarcone, allora sindaco, la sua giunta e l’allora comandante dei vigili urbani Alessandro Buttarelli, intrapresero iniziative spesso coraggiose, per difendere i luoghi della memoria in cui persero la vita centinaia di giovani polacchi e migliaia di combattenti di ogni nazionalità.

Ermanno Amedei

 

 

4 maggio 2017 0

Frosinone, evade dai domiciliari per minacciare donna: arrestato 35enne

Di redazionecassino1

Frosinone– Evade dai domiciliari per tornare a minacciare la donna con cui aveva litigato. È accaduto ieri sera a Frosinone dove un 35enne è stato arrestato per evasione dagli agenti della Squadra Volante.

La polizia è intervenuta nella zona bassa del capoluogo in seguito a segnalazione dell’aggressione ad una 42enne frusinate. Gli  agenti, giunti sul posto, hanno ricostruito l’accaduto individuando l’uomo che si era reso responsabile del comportamento violento.

E’ un 32enne del luogo sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. I poliziotti hanno proceduto al controllo presso la sua abitazione, senza trovarlo.

Poco dopo è stato richiesto nuovamente l’intervento della Volante in quanto il 32enne, rincasato, stava mettendo in atto comportamenti pericolosi anche per la sua persona, tanto che lo stesso è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari.

Non appena medicato, l’uomo ha abbandonato nuovamente il suo domicilio per recarsi presso l’abitazione della donna che aveva precedentemente aggredito per minacciarla: scatta l’arresto per evasione.

4 maggio 2017 0

Black out al S. Scolastica: solo un intervento tecnico di routine nessun disagio agli utenti

Di redazionecassino1

Cassino – Un intervento tecnico di routine quello che ieri sera ha “spento” l’ospedale Santa Scolastica di Cassino. Dalle 20 alle 24, i tecnici hanno dovuto verificare lo stato dei condensatori di supporto all’impianto. Il nosocomio, però, è stato alimentato dai gruppi elettrogeni, ad eccezione di risonanza magnetica e ascensori. In qualche reparto, però, la comunicazione della black out non era stato recepito o non era arrivato ma dalla Asl assicurano che non vi è stato nessun disagio per l’utenza.

4 maggio 2017 0

Piedimonte al voto. Ferdinandi: “Terzo Settore, istituire in paese una Sala Sistema Permanente”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Sesta tappa per il “Tour della Proposta” del candidato a primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il gruppo capeggiato dal trentacinquenne avvocato è tornato fra i cittadini per presentare progetti, idee e proposte del movimento civico Piedimonte#ORA. Mercoledì 3 maggio, alle ore 19, il tour ha fatto tappa nel Centro Storico di Piedimonte San Germano. Ad accompagnare l’aspirante Sindaco Ferdinandi vi era una dei dodici sostenitori della sua candidatura, Francesca Pannone. E’ stata proprio quest’ultima, davanti ad un folto gruppo di residenti, simpatizzanti e cittadini ad introdurre l’argomento e a presentare il progetto Piedimonte #ORAunita. “Sono convinta che è ormai maturo il tempo in cui bisogna iniziare ad occuparsi seriamente della riqualificazione di tutti i quartieri ma soprattutto del nostro caratteristico centro storico – ha sottolineato Francesca Pannone -. Nella nostra idea di governo del Paese abbiamo in mente importanti progetti di sistemazione della parte alta del paese, innanzitutto risolvendo le criticità presenti sulla mobilità e quindi di vivibilità dei cittadini, specie di quelli anziani. Sono proprio loro che si trovano spesso impossibilitati a muoversi verso la parte bassa per espletare le cose più banali, come ad esempio fare la spesa o pagare una bolletta. Noi non vogliamo assolutamente commettere l’errore di lasciare parte della popolazione in uno stato di parziale isolamento. La nostra idea – ha sottolineato Francesca Pannone – sarà molto attenta alle loro esigenze e il potenziando del servizio navetta esistente, che potrebbe arrivare addirittura fino alla zona commerciale, è sicuramente una soluzione veloce e concreta per migliorare la mobilità di anziani, giovani e madri di famiglia. E a proposito di anziani – ha concluso Pannone – Piedimonte #ORA farà tutto il possibile per far sì, tramite il progetto “Banca del Tempo”, che diventino una risorsa per la nostra comunità, magari impiegandoli in attività sociali al servizio della comunità e favorendo il reciproco scambio di conoscenza, competenza e disponibilità tra generazioni diverse”. Anche il candidato Sindaco ha dimostrato, nel corso della tappa a Piedimonte alta del “Tour della Proposta”, di avere le idee chiare. “Per unire c’è bisogno che tutti facciano la loro parte con spirito di servizio e tanta voglia di fare e bene – ha sottolineato Gioacchino Ferdinandi -. Un ruolo importante in questa partita, oltre alle istituzioni scolastiche, lo dovrà giocare – oltre ovviamente chi amministra – il mondo del Terzo Settore e dell’Associazionismo. E’ per questo che sono certo che l’idea di Piedimonte #ORA di costituire una “Sala Sistema Permanente” fra Comune e organizzazioni di volontariato, dove far confluire tutte le forze del territorio, è di fondamentare importanza. Una rete fra le diverse realtà che dovranno mantenere la propria identità ma allo stesso tempo necessaria per mettere in campo iniziative di prevenzione e saper intervenire nel migliore dei modi in caso di calamità o emergenze. Il nostro impegno sarà nominare un delegato del Sindaco che sarà anche in grado di lavorare ed intercettare tutti quei finanziamenti pubblici utili alla crescita e necessari per continuare ad avere a Piedimonte servizi fondamentali di prevenzione e intervento. Sono convinto – ha concluso Ferdinandi – che il mondo del Terzo Settore e del Volontariato danno un grande contributo e sono da esempio per tutta la popolazione, volontari che non vogliono certo restare spettatori passivi della vita della propria comunità, ma concorrere con le Istituzioni a costruire una società fondata sui valori della solidarietà e dell’unità”.

4 maggio 2017 0

La Virtus Cassino ospita San Severo nella gara di ritorno dei quarti di finale dei playoff

Di redazionecassino1

“Avevamo di fronte una formazione super e noi abbiamo fatto un ottima prestazione, direi fin troppo buona insomma. Perché adesso chiaramente si è creata una situazione pericolosa: quando le cose ti girano così bene, a volte capita a tuo favore a volte può capitare al contrario, poi devi essere pronto alla seconda gara che sarà di per se ulteriormente difficile. Quindi direi …. una partita (sabato scorso, 29 aprile, gara 1 di playoff, Cestistica San severo 89 – BPC Virtus Cassino 69, ndr) in cui ci è andato tutto bene. Però noi siamo stati bravi (chi dice il contrario?, ndr) perché non è che quello che è successo durante la gara è accaduto per caso. E’ accaduto perché erano situazioni che volevamo che accadessero. A noi è andato fin troppo tutto bene mentre dall’altra parte è capitata una giornata storta, hanno avuto un cattivo approccio alla gara (24-22 per San Severo il primo quarto …… o l’approccio alla gara è qualcosa di diverso? ndr) e quindi hanno subito una squadra che al contrario stava bene. Paradossalmente quando si vince così bene può diventare un grosso problema…” Parole e musica di Piero Coen, head coach di Cestistica San Severo, che chiramente mette le mani avanti alla vigilia della gara di ritorno del quarto di finale tra BPC Virtus Cassino e Cestistica San Severo che andrà in scena giovedì 4 maggio 2017 alle ore 20.45 al PalaVirtus di Cassino.

La serie, lo ricordiamo si gioca al meglio delle tre gare, ed è formalmente in mano alla Cestistica San Severo che domani sera espugnando il PalaVirtus raggiungerà le semifinali di questi playoff del Campionato nazionale di serie B come da pronostico e se la vedrà con la vincente dell’altro quarto di finale Cuore Azzurro Napoli – Senigallia (1-0 per Napoli, ndr).

La grande abilità dialettica dell’allenatore dei pugliesi fotografa molto bene la situazione emotiva del match, tutta spostata a Favore dei viaggianti pugliesi.

“Certo. San Severo non deve distrarsi e se la porta a casa la serie.” Esordisce così coach Luca Vettese alla vigilia dell’attesissimo match del PalaVirtus di Cassino.

Un PalaVirtus che accoglie i playoff del Campionato Nazionale di Serie B 2017 e promette di regalare agli spettatori una gara dalle mille emozioni.

BPC Virtus Cassino – Cestistica San Severo rappresenta infatti una delle sfide più affascinanti che i quattro tabelloni di playoff propongono in questo primo turno.

Nel primo scontro, quello del 29 aprile scorso, i pugliesi si sono imposti 89-69, dominando nei due quarti centrali del match. Lì i pugliesi hanno scavato il solco , realizzando un parziale combinato di 38 a 23.

Ed il match del Palasport “Falcone & Borsellino” ha inequivocabilmente confermato che il grande momento dei gialloneri dal perimetro non è assolutamente terminato: 45% con un numero impressionante di realizzazione da oltre l’arco dei 6.75 , ben 18 triple a bersaglio. Ma poi dicono le cronache, c’è stata la BPC che non ti aspetti.

Ma l’allenatore delle V cassinati coach Vettese non si scompone e non perde di vista il proprio obiettivo: “Credo sia stata la prestazione peggiore dell’anno. Peccato sia venuta nei playoff”.

L’allenatore benedettino non fa fatica a riconoscere gli oggettivi meriti degli avversari : “Noi però non l’abbiamo affrontata al meglio” ha dichiarato ”un pò perché loro sono stati davvero capaci e un pò per nostre dimenticanze in specie difensive. Devo poi sottolineare che il mio team stava anche creando e producendo una buona pallacanestro, mettendo spesso e volentieri l’uomo piedi a terra per concludere a canestro; abbiamo sbagliato e molto e loro hanno iniziato a cavalcare l’onda dell’entusiasmo con percentuali altissime. Questo non ci ha sicuramente aiutato nello sforzo di rientrare nel match. Ad ogni modo questo nella pallacanestro può capitare : ci può stare che una partita sia talmente storta; così come ci può stare che loro, che sono ben allenati , molto forti e soprattutto atletici e forti fisicamente in una gara non sbaglino nulla. San Severo ripeto è una squadra forte, che ha aggiunto innesti importanti ad un nucleo che c’era anche la scorsa stagione di sicuro affidamento , pensate a Di Marco , Cecchetti, Cirimbeni, Torresi , Losi e Quarisa oltre al bravo Morgillo”.

“In settimana devo dire che ci siamo allenati benissimo” continua il Vettese pensiero “Dovremo affrontare però la gara del PalaVirtus in modo diverso sotto il profilo dell’atteggiamento. Giochiamo in casa e nel nostro campo abbiamo più certezze, anche se il fattore campo in un playoff conta il giusto. Quello che veramente conta in un playoff è la grinta e la fame. In campionato abbiamo reagito bene dopo tante partite buttate. Io sono tranquillo, mi aspetto dalla squadra una reazione di orgoglio”.

La situazione non preoccupa eccessivamente il tecnico della Virtus: “La sostanza è sempre che dobbiamo vincerne due, com’era all’inizio. Poi sapevamo che una in casa loro dovevamo strapparla. Fosse stata la prima saremmo stati più tranquilli, ma d’altra parte la tranquillità nasconde qualche insidia. Speriamo che essere spalle al muro ci dia una spinta in più”.

Palla a due alle ore 20.45 al PalaVirtus di Cassino di Via De Feo. Due fischietti friulani per l’occasione: Balducci Giuseppe di Valvasone (PN) e Spessot Massimiliano di Fogliano Redipuglia (GO).