Giorno: 19 maggio 2017

19 maggio 2017 0

Piedimonte, affitta uno Chalet per Capodanno a Roccaraso: ma è truffa

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano – Un 52enne residente nel hinterland partenopeo, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato dai carabinieri di Piedimonte San Germano per il reato di truffa aggravata. L’uomo, tramite un annuncio pubblicato su un noto sito internet di vendite online, si è fatto versare da un 38enne del luogo, su una carta “Postepay” la somma di euro 280 quale anticipo per l’affitto di un appartamento sito in Roccaraso (AQ), poi risultato inesistente, nel periodo delle festività di fine anno 2016.  Nel corso dell’attività di P.G. svolta, i militari operanti accertavano che sulla citata carta Postpay vi erano numerosi altri accrediti di somme di danaro, versate sempre a titolo di caparra per affitti di appartamenti, chalet e villini in varie località turistiche montane e balneari, versamenti su cui i militari stanno cercando di far luce.

 

19 maggio 2017 0

Infermiera investe due anziani nel parcheggio dell’ospedale: muore 81enne

Di admin
Ariccia – Ha fatto retromarcia senza accorgersi dei due anziani che stavano passando. La tragedia si è consumata ieri nel parcheggio dell’ospedale Spolverini di Ariccia poco dopo le 13. L’infermiera aveva appena finito il suo turno di lavoro e nell’uscire dal parcheggio con la sua Fiat 500 ha investito la coppia di anziani: 81 anni lei e 89 anni lui. Entrambi sono rimasti feriti ma la donna era nelle condizioni più gravi a causa di un trauma cranico. Immediatamente è stata elitrasportata al Policlinico Universitario di Tor Vergata dove, ha riferito la Asl Roma 6, è deceduta. Il marito, invece è stato ricoverato ad Albano per la frattura di una gamba. “Oltre a rinnovare la vicinanza ai parenti dei due anziani – si legge in una nota della Direzione Aziendale dell’Asl Roma 6 – sono in corso accertamenti per comprendere la dinamica dei fatti”.

19 maggio 2017 0

Fermati con 4 chili di hashish, arrestati tre stranieri

Di admin

Latina – Quattro chili di hashish e tre arresti è il bilancio di una operazione antidroga svolta dalla polizia di Latina. Due cittadini marocchini e una cittadina albanese, tutti regolarmente in Italia e con un lavoro, sono stati arrestati questa mattina dagli agenti della questura perché trovati in possesso di un ingente quantitativo di droga. Un primo ritrovamento di hashish, i poliziotti lo hanno fatto nella Toyota Ajgo fermata nella zona delle autolinee. La Volante era ferma per controlli ai ragazzi che salivano e scendevano dai pullman quando gli agenti hanno notato la vettura che, alla vista dei colori d’istituto della polizia, ha cambiato direzione di marcia. Raggiunta e fermata, a bordo c’erano i due uomini marocchini, uno pizzaiolo e l’altro muratore. Senza precedenti e in regola con i permessi di soggiorno, gli agenti si sono comunque insospettiti per la presenza di una borsa, all’interno della quale hanno trovato 23 panetti di hashish per un peso complessivo di 1,5 chili. La perquisizione si è estesa anche ai domicili dei due e, in una circostanza, nella casa abitata anche da una cittadina albanese, i poliziotti hanno trovato nascosti nel guardaroba della donna altri 45 panetti della stessa droga per un peso di 2,5 chili. Tutto lo stupefacente è stato sequestrato e i tre sono stati arrestati.

19 maggio 2017 0

Vaccini, firmato il decreto legge: ecco cosa prevede

Di admin

Roma – Il Consiglio dei Ministri ha approvato oggi il decreto sui vaccini. Così il Governo è intervenuto definitivamente sulla vicenda che era arrivata a monopolizzare anche i talk show.

Il Ministero della Salute comunica in una nota le novità del decreto legge.

1) Vengono dichiarate obbligatorie per legge, secondo le indicazioni del Calendario allegato al Piano nazionale di prevenzione vaccinale vigente (età 0-16 anni) e in riferimento alla coorte di appartenenza, le vaccinazioni di seguito indicate: a) anti-poliomelitica; b) anti-difterica; c) anti-tetanica; d) anti-epatite B; e) anti-pertosse; f) anti Haemophilusinfluenzae tipo B; g) anti-meningococcica B; h) anti-meningococcica C; i) anti-morbillo; j) anti-rosolia; k) anti-parotite; l) anti-varicella. 2) Tali vaccinazioni possono essere omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate e attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta. 3) In caso di violazione dell’obbligo vaccinale ai genitori esercenti la responsabilità genitoriale e ai tutori è comminata la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500,00 a euro 7.500,00. Le sanzioni vengono irrogate dalle Aziende Sanitarie. 4) Anche nella scuola dell’obbligo, il dirigente scolastico è tenuto a segnalare alla ASL competente la presenza a scuola di minori non vaccinati. La mancata segnalazione può integrare il reato di omissione di atti d’ufficio punito dall’art. 328 c.p. 5) Il genitore o l’esercente la potestà genitoriale sul minore che violi l’obbligo di vaccinazione è segnalato dalla ASL al Tribunale dei Minorenni per la sospensione della potestà genitoriale. 6) Non possono essere iscritti agli asili nido ed alle scuole dell’infanzia, pubbliche e private, i minori che non abbiano fatto le vaccinazioni obbligatorie. In tal caso, il dirigente scolastico segnala, entro 5 giorni, alla Azienda sanitaria competente il nominativo del bambino affinché si adempia all’obbligo vaccinale. 7) Anche nella scuola dell’obbligo, i minori che non sono vaccinabili per ragioni di salute sono di norma inseriti dal dirigente scolastico in classi nelle quali non sono presenti altri minori non vaccinati o non immunizzati. 8) Se un bambino ha già avuto le patologie indicate deve farsi attestare tale circostanza dal medico curante che potrà anche disporre le analisi del sangue per accertare che abbia sviluppato gli anticorpi. 9) A decorrere dal 1° giugno 2017 il Ministero della salute avvia una campagna straordinaria di sensibilizzazione per la popolazione sull’importanza delle vaccinazioni per la tutela della salute. Nell’ambito della campagna, il Ministero della salute e il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca promuovono, dall’anno scolastico 2017/2018, iniziative di formazione del personale docente ed educativo e di educazione delle alunne e degli alunni, delle studentesse e degli studenti sui temi della prevenzione sanitaria e in particolare delle vaccinazioni, anche con il coinvolgimento delle associazioni dei genitori. 10) Le misure del decreto entrano in vigore dal prossimo anno scolastico”.

19 maggio 2017 0

Spacciatori a 16 anni, la polizia a Latina ferma due pusher minorenni

Di admin

Latina – Due spacciatori minorenni sono stati sorpresi dagli agenti della questura di Latina nei pressi del piazzale dei Bonificatori con 15 bustine di marijuana. Si tratta di due italiani di 16 e 17 anni Da giorni la Volante monitorava la zona dove era stato segnalato uno strano movimento di giovani. E scattato quindi il blitz. I giovanissimi alla vista degli agenti hanno tentato di fuggire e di liberarsi della droga lanciandola tra i cespugli del vicino giardino, ma sono stati bloccati dai poliziotti. Le successive perquisizioni nei domicili dei due ragazzi hanno permesso il rinvenimento di ulteriore 10 bustine di droga e bilancini di precisione per confezionarla. Per i due è scattata la denuncia per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

19 maggio 2017 0

Il Roma Pride scalda i motori, l’organizzazione: “I nostri corpi superano i confini del binarismo di genere”

Di admin

Roma – “A poche settimane dal corteo del Roma Pride 2017, che si terrà sabato 10 giugno, le Associazioni riunite nel Coordinamento Roma Pride lanciano il documento politico, la piattaforma rivendicativa e lo slogan della manifestazione. Lo slogan quest’anno è Corpi senza confini”. Lo si legge in una nota del coordinamento Roma Pride. “Nella loro molteplicità e diversità, – spiega nella stessa nota Sebastiano Secci, portavoce del Roma Pride – i nostri corpi superano i confini imposti dal binarismo di genere, da modelli e ruoli stereotipati di femminilità e di mascolinità, dal perbenismo, dalle norme e dalle classi”. “A seguire, – prosegue la nota – entro pochi giorni, partirà la campagna di comunicazione del Roma Pride con il claim ‘Scopriamoci’. L’invito che viene fatto a tutte e tutti coloro che riconoscono nel Roma Pride una grande manifestazione di liberazione e di lotta è quello di scoprirsi e unirsi alla grande Parata di sabato 10 giugno. Tanti i punti della piattaforma rivendicativa: laicitá, autodeterminazione, accesso alla Gpa, fecondazione eterologa per singole e coppie lesbiche, il matrimonio egualitario, la tutela della salute attraverso seri programmi di informazione e prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili, lotta a omofobia, lesbofobia, bifobia e transfobia, per citarne alcuni. Il 10 giugno il Roma Pride sarà in piazza, ancora una volta, in un’invasione pacifica che vedrà insieme persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali e transgender, queer, intersessuali ed eterosessuali unite dalla certezza che il reale cambiamento sia possibile solo se c’è qualcuno disposto a spingere per ottenerlo. Noi e i nostri ‘Corpi senza confini’ ci saremo”.

Immagine tratta dal sito www.romapride.it

 

19 maggio 2017 0

Sentenza Tar, cambio nel consiglio comunale di Alatri: fuori Mastracco e dentro Borrelli

Di admin

Alatri – Annullata l’elezione a consigliere comunale di Alatri di Angelo Mastracco e dichiara eletto Gianluca Borrelli. Così è stato deciso in camera di consiglio nella sezione distaccata di Latina del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentato da Borrelli.

Le elezioni a cui il fatto giudiziario fa riferimento è quello del 5 giugno 2016. Il ricorrente, candidato della lista “Alleanza per Altri, ad una riconta dei voti, ha ottenuto due preferenze in più rispetto, quindi 393, rispetto alle 391 che gli venivano attribuiti e, per questo, scavalca l’ultimo degli eletti, Angelo Mastrocco, candidato per la lista “Socialisti e riformisti per Alatri”.

19 maggio 2017 0

Stazione Termini in tilt, incendio alla centrale che regola il traffico dei treni

Di admin

Roma –  Almeno due ore di Caos alla Stazione Termini di Roma dove, oggi pomeriggio alle 19 circa, il cortocircuito alla centralina che regola la circolazione dei treni in entrata e in uscita dalla stazione, ha mandato il principale snodo ferroviario del Paese.

A quanto si apprende il fumo provocato dal cortocircuito ha fatto scattare il dispositivo di sicurezza. Sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del Fuoco che hanno messo in sicurezza l’impianto. Nessuno è rimasto ferito. Intanto, però, i disagi provocati dai ritardi sono stati enormi e hanno riguardato i viaggiatori di tutti i treni, dai regionali alle Frecce.

 

19 maggio 2017 0

Cassino – Una triangolare di calcio multiculturale per dire no al razzismo

Di Antonio Nardelli

Cassino – Tutti allo stadio per dire no al razzismo e alle leggi speciali volute dai ministri Minniti e Orlando.

E’ stato questo lo spirito dell’iniziativa riuscitissima e fortemente voluta e promossa dall’Asia Usb, dall’associazione Quis Contra Nos e Partizan Cassino.

Ieri si è svolta nel campo 2 del Salveti una triangolare di calcio multiculturale per gridare insieme basta razzismo, basta discriminazioni.

A scendere in campo sono stati una ventina di ragazzi di colore che vivono nel Cassinate e tanti attivisti, tifosi e appassionati del Cassino calcio.

Al termine delle tre partite sono state consegnate delle targhe ricordo. Tanta l’emozione e la gioia tra pubblico e partecipanti che si sono salutati con la promessa di ripetere l’iniziativa nei prossimi mesi.

Antonio Nardelli

19 maggio 2017 0

Difficile entrare in chiesa e fare la madrina di cresima a Sant’Apollinare se sei disabile

Di redazionecassino1

Sant’Apollinare – Chiesa vietata ai disabili a Sant’Apollinare, è quanto denuncia, Rita Giorgio, disabile del Comune della Valle dei Santi. “È dal 2014 – scrive Rita Giorgio – che cerco di abbattere ogni barriera architettonica cercando di far rispettare le pendenze di legge, quelle giuste, necessarie ai disabili per muoversi in autonomia nella chiesa di Sant’ Apollinare, e non solo in questa, ma anche per le tante chiese del nostro territorio, compresa l’abbazia di Montecassino. Un anno fa circa un ragazzo mi scelse come madrina di cresima, richiesta che accolsi con felicità – prosegue Rita – ma sapevo delle difficoltà che avrei avuto per entrare in chiesa, visto che mi muovo su una sedia a rotelle. È una battaglia, quella contro le barriere architettoniche, che porto avanti anche in altre zone del mio comune per renderlo accessibile a tutti, in applicazione delle norme di legge esistenti. Del resto persino papa Francesco si è pronunciato in tal senso. Se sono riuscita a svolgere la mia missione di madrina il 14 maggio scorso, lo devo solo all’aiuto portato dai volontari dell’Unitalsi presenti quel giorno e che mi hanno permesso di entrare in quella chiesa e partecipare alla funzione assolvendo alla mia missione di madrina. Vorrei ricordare a tutti che i disabili sono persone all’altezza di essere madrine o padrini nelle cresime e nei battesimi oltre a testimoni di nozze come ogni altra persona. Episodi come quello che ho vissuto domenica scorsa mortificano la nostra condizione, violano precise disposizioni di legge, nel rispetto delle pendenze, ma soprattutto non rispecchiano le volontà espresse dalle Autorità religiose, ad accettare la richiesta di “amicizia” che il Signore ci invia ed a “condividere” il suo messaggio di amore. Faccio quindi appello a S.E. Mons. Antonazzo e ai sindaci, soprattutto a quello di Sant’Apollinare, ad un gesto di rispetto e civiltà non solo nelle chiese – conclude Rita Giorgio – ma in tutti i luoghi pubblici, abbattendo le barriere architettoniche, realizzando le giuste pendenze che consentano ai disabili di muoversi in modo autonomo, rendendoli persone libere al pari di tutti gli altri cittadini”.

L’episodio increscioso cui la nostra lettrice è stata vittima, risolto solo attraverso l’aiuto dei volontari, rappresenta l’ennesima violazione di precise norme di legge statali, le foto del resto documentano ampiamente la situazione. Rappresentano, inoltre, la totale indifferenza da parte di autorità pubbliche e, in questo caso anche religiose,nel seguire le precise disposizioni di quelle e, delle tante altre esistenti risalenti alla fine degli anni ’80, negli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Una pratica di intervento troppo spesso diffusa e che incrementa il disagio di persone già quotidianamente alle prese con mille problemi, in cui le barriere architettoniche costituiscono l’aspetto più diffuso, vergognoso e indegno di un Paese civile, che non trova soluzione per la mancata applicazione delle sanzioni nei confronti dei responsabili e dei trasgressori previste da quelle disposizioni di legge!

F. Pensabene