Giorno: 24 maggio 2017

24 maggio 2017 0

Ciacciarelli (Fi) Sospensione servizio Cad Cassino. Pazienti lasciati per giorni senza assistenza domiciliare

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Riceviamo e pubblichiamo dal coordinatore Provinciale FI, Pasquale Ciacciarelli, la seguente nota “Non è tollerabile che gli utenti del Centro Assistenza Domiciliare della città di Cassino abbiano visto sospendersi improvvisamente, senza alcun preavviso, il servizio che spetta loro, per giorni. Si tratta di pazienti non deambulanti, in modo permanente o temporaneo, perlopiù in età avanzata, affetti da disabilità o da gravi patologie, i quali necessitano di costante assistenza domiciliare, di esami essenziali, necessari, quali i prelievi sanguigni, per poter tenere sotto controllo il decorso della patologia. Ebbene, il servizio viene sospeso in quanto una unità infermieristica non si è resa disponibile, causa malattia. Ciò che lascia disarmati è che la Asl non abbia provveduto celermente alla sostituzione del personale, optando per la sospensione del servizio, un servizio essenziale, come illustrato pocanzi, non preoccupandosi affatto di avvertire le famiglie dei pazienti, le quali avrebbero potuto attivarsi per ricercare a loro spese una soluzione tampone, momentanea, che potesse garantire una continuità, in attesa che il servizio venisse ripristinato. Il caso in esame è soltanto la punta dell’iceberg, in quanto disservizi continui nell’ultimo anno si sono registrati nel servizio di trasfusione domiciliare che per mesi è stato attivo grazie ad una sola unità infermieristica, con conseguenti prestazioni erogate a fasi alterne, arrecando anche in questo caso inconvenienti ai pazienti. Mi chiedo come possa una Asl non garantire continuità nelle cure, nell’assistenza a pazienti già gravemente compromessi, senza ricorrere ad un piano d’emergenza, necessario in caso di mancanza del personale”.

24 maggio 2017 0

Alternanza scuola lavoro, gli studenti della Caboto di Gaeta si confrontano con la Capitaneria di Porto

Di admin

Gaeta – L’Istituto Superiore “G. Caboto” di Gaeta ha ospitato l’incontro tra il Dirigente Scolastico Salvatore Di Tucci ed il Comandante della Capitaneria di porto di Gaeta Andrea Vaiardi. Gli studenti hanno tracciato così un bilancio del progetto di formazione che li ha visti impegnati da febbraio a maggio, a seguito di un protocollo d’intesa siglato tra la Capitaneria di porto e l’Istituto Nautico, che ha dato attuazione al progetto “Alternanza scuola – lavoro” del Ministero dell’Istruzione, a favore dei giovani studenti delle classi del 3° e 4° anno. Un proficuo confronto fra la Scuola e la Capitaneria di Porto, che rinnova i tradizionali rapporti sinergici tra l’Istituto Nautico e l’Autorità marittima.

La presenza del Comandante Vaiardi è stata occasione per gli alunni del Nautico di confrontarsi direttamente con il Comandante del porto in ordine alla loro breve esperienza in Capitaneria ed al percorso formativo della nuova generazione di personale marittimo. Gli studenti nel corso dei loro interventi hanno inoltre apprezzato e sottolineato quelli che sono stati i punti di forza del progetto: l’apprendere e sviluppare l’acquisizione di competenze professionali, una formazione poliedrica in grado di riqualificarsi nel tempo mediante la conoscenza delle norme, regole e attività legate al cluster marittimo, consolidare la propria identità personale, incrementando la consapevolezza individuale, abituarsi ad una autovalutazione delle proprie attitudini professionali e caratteriali,

Il Preside Di Tucci, nel corso del suo intervento, ha manifestato soddisfazione per l’esito del percorso formativo e sottolineato l’importanza del progetto che si avvia positivamente alla conclusione. Il  progetto è stato strutturato in due moduli.

Nella prima fase, il segmento del percorso di formazione prevedeva cinque conferenze in aula, presso l’Istituto “Caboto”, della durata di tre ore. Le tematiche trattate riguardavano l’organizzazione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera: gli alunni hanno così potuto approfondire le conoscenze della “risorsa mare”, attraverso la descrizione dei compiti del Corpo.

La seconda fase prevedeva invece la conoscenza della realtà operatività della Capitaneria di porto.

Gruppi di 5 studenti delle classi coinvolte, sotto la guida di un Ufficiale individuato quale Tutor, sono stati ripartiti settimanalmente tra le varie sezioni della Capitaneria di porto di Gaeta ed hanno avuto modo di approfondire l’esperienza rispetto a quanto appreso durante le mirate conferenze.

Per i risultati positivi conseguiti, il progetto sarà riconsiderato allo scopo di rinnovarlo anche per il prossimo anno scolastico.

 

24 maggio 2017 0

“Festa dello Sport” all’Istituto Comprensivo Sant’Elia Fiumerapido

Di admin

Sant’Elia Fiumerapido – Si conclude domani (25 maggio) con una festa dello sport, il Progetto “Sport di classe” promosso dal MIUR in collaborazione con il CONI  e rivolto a tuti gli alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Sant’Elia Fiumerapido.

La manifestazione prenderà inizio alle ore 15.00 con una staffetta che partirà dalla Scuola Primaria “F. Arpino” di Sant’Elia F.R. per giungere presso la Villa Comunale. Qui, in perfetto stile olimpico, ci sarà l’accensione della fiaccola alla presenza delle autorità.

Quindi il corteo di alunni, genitori, docenti e personale della scuola si dirigerà verso il campo sportivo “Vincenzo Pomella” dove inizierà la festa dello Sport.

La manifestazione sarà occasione per tutti di vivere i valori dello sport, inteso come rispetto delle regole, degli altri e di se stessi, valorizzazione delle diversità e delle unicità, fratellanza, uguaglianza, lealtà ed integrazione.

articolo successivo

24 maggio 2017 0

Controlli del Nas in due esercizi a San Giorgio. Sequestrati 40 kg di alimenti sospetti

Di redazionecassino1

San Giorgio a Liri – Nella mattinata odierna, a San Giorgio a Liri, i militari della locale Stazione, congiuntamente a quelli del N.A.S. di Latina, nel contesto delle attività finalizzate al controllo della sicurezza alimentare, segnalavano alle competenti autorità amministrative il gestore di un’attività commerciale.

A seguito di un controllo eseguito nella giornata, all’interno dell’attività i militari sequestravano due frigoriferi contenenti circa 40 kg di prodotti alimentari privi dei contrassegni di rintracciabilità, inoltre procedevano alla contestazione amministrativa per aver il titolare omesso di variare la registrazione sanitaria (DIA).

24 maggio 2017 0

Sicurezza sul lavoro, sanzionati e denunciati, dai Carabinieri, i rappresentanti legali di due imprese

Di redazionecassino1

Cassino – Nella giornata di ieri, nell’ambito di predisposti servizi volti a contrastare l’abusivismo edilizio, nonché la sicurezza sui cantieri, i militari della Compagnia di Cassino, coadiuvati da personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Frosinone, deferivano in stato di libertà i Rappresentanti legali di due ditte, per violazione delle norme della sicurezza sui lavori, di cui al Decreto Legislativo 81/2008, mentre erano in corso lavori edili presso un cantiere del cassinate.

Nel corso dei controlli, gli operanti accertavano che era stata omessa l’installazione di idonei parapetti e tavole fermapiedi sul vano ascensore e sulla scala interna dell’immobile in costruzione.

Per tali violazioni, inoltre, i prevenuti venivano sanzionati con ammende complessivamente dell’ammontare di Euro 3.726,00.

foto repertorio

24 maggio 2017 0

Violento temporale su Cassino, pioggia, forte vento con lampi e tuoni

Di redazionecassino1

Cassino – Il cielo si è oscurato quasi a tempo di record, nubi nere dense di pioggia hanno coperto  la città in breve tempo. Ci sono voluti pochi minuti e…giù acqua, vento, tuoni e lampi hanno riportato impovvisamente il tempo atmosferico indietro di mesi. E’ quanto si sta verificado in questi minuti a Cassino. Una pioggia torrenziale oltre al forte vento ha scatenato un violento nubifragio. Immancabili le conseguenze alla circolazione, fra strade allagate e pozzanchere, oltre naturalmente alla ricerca, per chi era in strada a piedi, di un riparo dalla pioggia.

 

24 maggio 2017 0

Continua il sogno del Basket Ferentino under 18 superata anche la Fortitudo Bologna

Di redazionecassino1

Continua il sogno del Basket Ferentino nell’interzona under 18 Elite di Cecina. Sotto gli occhi di Lorenzo Benvenuti e degli ex Massimo Bulleri e Saverio Mazzantini, i giovani amaranto colgono un successo prestigioso superando anche la Fortitudo Bologna con una prova maiuscola. Domani alle ore 12 la FMC affronterà la Dinamo Sassari  nella sfida decisiva per la qualificazione alle Finali Nazionali.

I gigliati non partono benissimo in attacco ma Capuani fornisce buone indicazioni e sblocca i suoi, dall’altra parte la Fortitudo inizia fin da subito a sfruttare i centimetri dei suoi lunghi per raccogliere preziosi rimbalzi offensivi. Ferentino comunque va al primo riposo sul +3 (18-15) ma in avvio di secondo periodo Bologna riesce anche a passare in vantaggio, prima che un timeout di coach Iacozza rimetta a posto le cose. Al rientro in campo, infatti, i ciociari alzano l’intensità della loro difesa e recuperano diversi palloni, tramutati in canestri in contropiede soprattutto da Mastrangeli che fissa il punteggio sul 38-29 all’intervallo. Dopo la pausa lunga la Effe prova a tornare sotto ma la reazione amaranto arriva immediatamente e consente di toccare anche il +15, poi gli emiliani aggiustano la mira dall’arco e riescono a limitare i danni al -12 del 30′. Nel quarto periodo la FMC sembra in grado di controllare senza particolari patemi, mantenendo il distacco sempre intorno alla 15 lunghezze fino a 4′, a questo punto però la stanchezza inizia a farsi sentire e consente ai fortitudini di tentare l’ultimo assalto. A respingerlo ci pensa Renzi che insacca triple importanti e permette ai ciociari di gettare lo sguardo alla sfida di domaniAggiungi un nuovo appuntamento per domani contro i sardi.

Risultato finale: Basket Ferentino 72 – Fortitudo Bologna 66 Parziali: 18-15, 20-14, 19-16, 15-21 Ferentino: Dell’Uomo 2, Suriano 1, Capuani 14, Mastrangeli 21, Datuowei 11, Stirpe 2, Stazi, Aatata 6, Lauretti, Calicchia, Bondatti N., Renzi 15. Coach: Iacozza Fortitudo: Cappelli 14, Mandini 17, Zanetti 7, Negrini 1, Pontrelli 2, Youbi 8, Bonazzi 2, Casarini 2, Prunotto 2, Raspanti, Laghetti 8, Zucchini 3.

Foto F.  Savelloni

24 maggio 2017 0

Cade dal tetto di un capannone su cui lavorava, ferito un 39enne

Di redazionecassino1

Cassino – Un uomo di 39 anni è rimasto gravemente ferito mentre, questa mattina, lavorava sul tetto di un capannone nella zona industriale di Cassino. Nell’incidente sul lavoro l’operaio si è procurato un trauma da schiacciamento toracico ed è stato elitrasportato d’urgenza all’Umberto I di Roma. Al vaglio degli inquirenti le cause di quanto accaduto

24 maggio 2017 0

Soldi falsi sull’Autostrada a Cassino, arrestati due uomini campani

Di admin

Cassino – Sorpresi sull’autostrada con soldi falsi. E’ accaduto questa notte sull’A1 Roma Napoli, nel tratto che attraversa il comune di Cassino dove a vigilare sono gli uomini della Sottosezione di Polizia stradale diretta dall’ispettore Giovanni Cerilli.

Nella loro rete è finita una Mercedes Classe A che viaggiava verso Nord con a bordo due cittadini italiani residenti in Campania.

Nel corso delle verifiche gli agenti hanno trovato circa 2.500 euro in banconote da 50 euro tutte rigorosamente false, nascoste in vari punti della macchina. La valuta è stata sequestrata e i due sono stati arrestati.

Ermanno Amedei

24 maggio 2017 0

Sequestrato patrimonio di 30 milioni ai Fratelli Crupi

Di redazionecassino1

Latina – Un sequestro di beni per 30 milioni di euro è stato eseguito questa mattina dai Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, supportati dai Comandi Arma territorialmente competenti, nelle province di Arezzo, Caserta, Crotone, Latina, Napoli, Padova, Perugia, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Venezia e Vibo Valentia. Il decreto di sequestro è stato emesso in data 21.03.2017 dal Tribunale di Latina – Sezione Penale nei confronti dei fratelli Vincenzo e Rocco Crupi. Si tratta di una misura di prevenzione che prevede il sequestro finalizzato alla confisca di beni, riconducibili ai Crupi. L’operazione ha riguardato 13 società operanti nel settore florovivaistico, 36 terreni agricoli, 22 abitazioni, 7 locali adibiti ad esercizi commerciali, 21 fabbricati/magazzini, 2 alberghi, 1 centro sportivo, 33 veicoli, 26 conti correnti bancari. L’attività costituisce la naturale prosecuzione dell’operazione denominata “Krupy” che il 28 settembre 2015 aveva portato all’esecuzione di 19 provvedimenti di fermo di indiziato di delitto, emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Roma, nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, ricettazione in concorso ed associazione di carattere transnazionale pluriaggravata. I provvedimenti dell’epoca erano scaturiti da un’articolata attività d’indagine avviata dai Carabinieri di Latina nel mese di maggio 2012, coordinati dalla D.D.A. di Roma, che ha operato in collegamento investigativo con altre Direzioni Distrettuali Antimafia, con il coordinamento della Direzione Nazionale Antimafia e in costante collaborazione con l’A.G. e la polizia olandese (National Crime Squad), che aveva consentito di accertare l’operatività nel capoluogo pontino di un sodalizio, capeggiato dai fratelli Crupi, collegato a una delle più potenti e pericolose cosche della ‘ndrangheta, i “Commisso” di Siderno (Rc), dedita all’importazione di ingenti quantitativi di cocaina dall’Olanda attraverso la propria ditta “Krupy s.r.l.”, con sede legale a Roma e base operativa a Latina, che aveva assunto una posizione di assoluto rilievo nel commercio florovivaistico tra l’Italia e l’Olanda. nel corso dell’intera operazione erano inoltre stati tratti in arresto in flagranza di reato 3 persone, sequestrando circa 17 chili di cocaina, 20 tonnellate della cioccolata ricettata a Latina e 15 sul territorio olandese. Parallelamente alla predetta attività investigativa sono stati svolti accertamenti di tipo patrimoniale,  in collaborazione con il “Nucleo Antifrode” – Agenzia delle Entrate – di Roma che consentiva di documentare la riconducibilità ai fratelli Crupi dei predetti beni. La straordinaria articolazione del patrimonio del sodalizio indagato ha impegnato per più di un anno i militari operanti in un’analisi di particolare complessità, dal momento che i beni erano stati abilmente “spalmati” su 13 province del territorio nazionale ed in molti casi intestati a fidati prestanome senza collegamenti evidenti con i vertici dell’organizzazione criminale. Solo la certosina analisi dell’enorme mole di dati raccolti e l’incrocio con le risultanze investigative ha consentito di comprovare la connessione dei fiduciari con i fratelli Crupi i quali spesso avevano occultato i legami societari con avanzate operazioni finanziarie effettuate mediante istituti in paesi off-shore. Il Tribunale di Latina ha accolto appieno la richiesta, avanzata Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia sulla scorta degli accertamenti del Nucleo Investigativo disponendo il sequestro di tutti i beni dei fratelli Crupi. L’udienza per la decisone, in contraddittorio tra le parti, in ordine alla misura patrimoniale nonché all’applicazione di quella personale della sorveglianza speciale nei confronti dei fratelli CRUPI Vincenzo e Rocco e è stata fissata per il 18.07.2017 dinnanzi al Tribunale di Latina – Sezione Penale.