Giorno: 26 maggio 2017

26 maggio 2017 0

Basket serie D play off: Seconda vittoria esterna per la Pallacanestro Veroli, superata anche la Rent Max Roma Eur

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La gara che si è disputata Mercoledì 24 Maggio alle ore 21.00 presso la struttura capitolina della Rent Max Roma Eur termina con il risultato di 72-86 a favore dei giallorossi. Seconda vittoria esterna per la Pallacanestro Veroli che dà prova di essere una grande squadra: dopo il parquet della Nomen espugna con autorità anche quello del Rent Max Roma Eur concedendosi un match point per la C Silver previsto per il 28 Maggio alle ore 20.30 presso il Chiappitto di Alatri. Una gara molto ben giocata dalla squadra di Coach Fiorini, quella di mercoledì sera, perfetta in attacco nel primo tempo e concentrata nella ripresa con un Giorgio Fiorini che segna in scioltezza i primi due canestri giallorossi. Dalla parte opposta invece c’è un Gai difficile da marcare e un Liberti in gran forma ma Veroli quando alza i ritmi fa male. Allungo ulteriore al rientro con Vinci (6-15), nonostante una tripla di Gai che trascina i suoi alla risalita con i soliti velocissimi ribaltamenti, insieme ad un’importante bomba di Caricchia nell’ultimo minuto del primo quarto che tiene i biancorossi ad un solo possesso di distacco al primo intervallo. Il match è bello e anche molto intenso ma le percentuali si abbassano in avvio di seconda frazione, soprattutto quelle dei romani che subiscono nei primi 3’30” un 7-0 targato principalmente Frusone, che comincia a far valere la sua fisicità. Arrivano anche 5 punti di un ottimo Giorgio Fiorini a far dilagare gli ospiti (18-33), poi una tripla a testa di Gai e Nardulli sembrano poter sbloccare l’inerzia ma la squadra di Coach Fiorini mantiene lucidità e divario in doppia cifra, in una fase con parecchi canestri. Tra i giallorossi buono anche l’impatto dei subentrati Iannarilli e soprattutto Mauti. Veroli torna sul più 15 (33-48) a 1′ dall’intervallo lungo grazie a 5 punti in fila di Marco Fiorini: i romani si scoraggiano subendo un libero da Frusone e soprattutto l’ultimo perfetto contropiede di Mauti, che ribalta momentaneamente anche il -16 dell’andata. Una gran linea di fondo di Vinci porta anche il più 20 (gioco da tre punti) in apertura di ripresa. I padroni di casa sono comunque rientrati sul parquet con altro piglio specie in difesa, pressando molto alti e risalgono grazie ad un Gai che scalda ulteriormente la mano. Dalla parte opposta due bombe di Giorgio Fiorini pesano come macigni nonostante anche Gai continui a segnare da oltre l’arco. La truppa di Talluto non molla e prova a restare aggrappata al risultato. Una bomba di Liberti fa esplodere il pubblico, malgrado i punti da recuperare siano ancora 12, Gai però segna la sua sesta e il divario va sul -1. Giorgio Fiorini con esperienza respinge dalla lunetta il tentativo di rimonta avversario. La sfida Gai-Giorgio Fiorini perde temporaneamente quest’ultimo visto il quarto fallo commesso su un gioco da tre punti proprio del numero 3 biancorosso, gli ospiti tra l’altro cominciano a perdere lucidità in attacco come dimostrano un paio di possessi oltre i 24”. Marco Fiorini allora prova a caricarsi la squadra sulle spalle, anche se una bomba di Gianluca Barbato abbatte la doppia cifra di divario dimostrando più che mai che la gara è ancora aperta. Veroli tiene intatte le distanze anche se a metà ultimo quarto arriva il quinto fallo di Giorgio Fiorini, ma ora i romani sembrano pagare lo sforzo della rincorsa con un sussulto importante che però arriva da Costa (69-77). Qui però è ancora Marco Fiorini a respingere gli avversari con 5 punti in fila. Nel finale i ciociari riallungano fino al più 16 dell’andata con i contropiedi di Mauti e Velocci, che fissa le 14 lunghezze di margine finali. La partita si chiude con il risultato di 72-86 per i giallorossi che, Domenica 28 Maggio, alle ore 20.30 presso il Chiappitto di Alatri, giocheranno l’ultima gara per ottenere la promozione in Serie C Silver. Un meraviglioso percorso quello fatto dalla neonata Società che merita di coronarlo nel migliore dei modi, magari con un bel tifo al seguito, come nelle favole con lieto fine. Se il destino non sarà quello auspicato possiamo sicuramente dire che è stato un gran successo. La Società ha bisogno del supporto dei tifosi giallorossi, dei tanti che vorranno e potranno, per questo importante momento.

 

RENT MAX ROMA EUR VS PALLACANESTRO VEROLI 2016 72-86

Tabellini: Fiorini Giorgio 27, Fiorini Marco 20, Frusone 10, Vinci 9, Iannarill 2, Velocci 4, Mauti 14 Lella, Fontana G., Magnone, Igliozzi.

Coach: G.Fiorini.

26 maggio 2017 0

Tragedia dell’Arandora Star- a Picinisco una delegazione di soldati veterani britannici per commemorazione

Di redazione

Picinisco-Lunedì 29 maggio grande commozione in occasione della visita di una delegazione di soldati veterani britannici, che saranno a Picinisco per commemorare la tragedia dell’Arandora Star. Su questa nave da crociera, trasformata in nave militare in occasione del secondo conflitto bellico, furono caricati circa mille cittadini italiani e tedeschi residenti nel Regno Unito, ritenuti potenziali spie e nemici delle forze alleate. Erano destinati alla prigionia in Canada, dove però non arrivarono mai perché la nave fu affondata da un sommergibile tedesco nell’Atlantico settentrionale, provocando la morte di 865 persone. “Tra questi ricorda il sindaco Marco Scappaticci – anche numerosi piciniscani; ben 22 trovarono la morte in quelle acque gelide e burrascose. In proporzione Picinisco è stato il comune più colpito. A loro va il nostro ricordo e riconoscenza. Sono Philip e Paolo Coppola, Alfonso e Donato Crolla, Francesco e Silvestro DAmbrosio, Lorenzo, Michele e Pasquale di Marco, Aristide e Cesidio di Ciacca, Giacinto Frattaroli, Francesco Gargaro, Umberto e Vittorio Mancini, Gaetano Pacitti, Paul Pelosi, Luigi Perella, Ferdinando Pompa, Ernesto Roffo, Pasquale Tuzi ed Enrico Valvona. In loro memoria, lunedì mattina, la delegazione di veterani britannici sarà ricevuta in municipio dall’Amministrazione Comunale per poi trasferirsi dinanzi al monumento ai caduti, nel largario del Parco Montano, dove sarà deposta una corona d’alloro, alla presenza degli alunni delle scuole e delle varie autorità civili e militari.

26 maggio 2017 0

Picinisco- Attestato di Civica Benemerenza al Maresciallo capo dei carabinieri della locale stazione Fabio Santanastaso

Di redazione

Picinisco– Nell’ultimo consiglio comunale della legislatura 2012-2017, stamattina, l’Amministrazione comunale ha proceduto all’approvazione del rendiconto finanziario 2016, unico punto all’ordine del giorno. Al termine della seduta, il sindaco Marco Scappaticci ha consegnato un attestato di Civica Benemerenza al Maresciallo capo dei carabinieri della locale stazione, Fabio Santanastaso, per la pregevole attività profusa in qualità di comandante della Stazione dei Carabinieri dal 23 dicembre 2002 al 15 gennaio 2016 con generoso altruismo, grande professionalità, estrema disponibilità e concreta efficacia a favore della popolazione di Picinisco. Un riconoscimento importante segno di stima e di ammirazione.

26 maggio 2017 0

Due pullman in fiamme a Lenola e Maenza. Passeggeri salvi grazie alla prontezza degli autisti

Di redazione

Due pullman sono andati distrutti oggi in due diverse occasione avvenuti. La prima a Maenza sulla via Carpinetana intorno alle ore 12.00 La seconda a Lenola sulla strada provinciale poco dopo le 14.30. La prontezza degli autisti ha evitato il peggio. Infatti si sono accorti subito del rogo riuscendo a far scendere e allontanare tutti i passeggeri prima che le fiamme avvolgessero i mezzi. I Vigili del fuoco di Terracina e di Fondi hanno spento gli incendi ma i pullman sono andati distrutti.

26 maggio 2017 0

Tragico incidente a Ciampino. Un morto e due feriti gravi

Di redazione

Un morto e due feriti gravissimi, questo il bilancio di un incidente stradale avvenuto questa notte a Ciampino in via Mola Cavona all’incrocio con via Doganale. Intorno all’una, il conducente 35 enne tunisino di una Ford Focus ha preso il controllo dell’auto salendo sul cordolo della rotatoria e ribaltandosi. Nell’auto viaggiavano altri due uomini del posto: un 29enne ed un 39enne. Per il 29enne purtroppo non c’e’ stato nulla da fare. Gli altri due sono stati portati in ospedale, a Frascati e a Tor Vergata, entrambi in codice rosso. l’uomo che era alla guida è risultato positivo ad alcool e droga ed è stato denunciato per omicidio stradale. Ai rilievi hanno lavorato i carabinieri della tenenza di Ciampino. Foto d’archivio

26 maggio 2017 0

Appartamento distrutto dalle fiamme a Subiaco. Anziano salvato dalla badante

Di redazione

Forse all’origine di un incendio che ha devastato un appartamento c’è un mozzicone di sigaretta acceso caduto sul letto. Nella casa sita a Subiaco vivevano un anziano 78enne e una badante. Le fiamme sono divampate intorno alle 3 nella camera da letto dell’uomo e nel giro di pochi secondi il rogo si è propagato dalle lenzuola al mobilio e, solamente la prontezza della badante dell’uomo che dormiva in una stanza adiacente, ha evitato il peggio. La donna infatti è riuscita a prendere l’anziano che aveva difficoltà a camminare e a trascinarlo fuori in sicurezza. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri. Al momento l’appartamento non risulta essere agibile. Foto d’archivio

26 maggio 2017 0

“La Banda Don Bosco Città di Cassino” sabato concerto in Vaticano

Di redazionecassino1

In sette anni di vita hanno raggiunto importanti traguardi, ma quello più significativo lo coroneranno sabato mattina, quando varcheranno la soglia della Basilica di San Pietro in Vaticano. Il conto alla rovescia è iniziato per i 60 giovani musicisti della Banda Don Bosco Città di Cassino che sabato, diretti dal M° Marcello Bruni, suoneranno a San Pietro in Vaticano in occasione del Pellegrinaggio di famiglie e bambini ospitati in strutture di accoglienza e casa famiglia organizzato dalla fondazione TABOR. Ad accompagnare la Banda e la nutrita delegazione cassinate sarà il primo cittadino di Cassino Carlo Maria D’Alessandro. I componenti del complesso bandistico animeranno la celebrazione religiosa celebrata dal cardinale Angelo Comastri. “Da S.Pietro a S.Pietro, potremo dire – sottolinea il M° Bruni – in quanto il complesso cassinate è nato e opera proprio nella parrocchia di S.Pietro a Cassino. Sabato – continua il Direttore – varcherà la soglia della Chiesa più importante al mondo e avrà l’onore di suonare in Vaticano. Un traguardo raggiunto in silenzio, grazie ai tanti anni di attività fatta in modo professionale e serio. Sarà una grande emozione per noi e per i nostri ragazzi che sicuramente segnerà i nostri cuori. Di sicuro – continua sempre il M° Bruni – torneremo a casa più ricchi di una nuova esperienza anche perché oltre al luogo sacro, animeremo una messa dove saranno presenti ragazzi malati, coetanei dei nostri”. “Il mio ringraziamento – conclude il M° Bruni – va a chi ha permesso ciò: al Presidente della fondazione Tabor Pietro Trifari, ai genitori e ai musicisti della Banda Don Bosco che, insieme al presidente Francesco Bruni, a tutti i maestri credono e lavorano per un progetto unico qual è la Banda Don Bosco. Un pensiero va a Don Fortunato che ci ha permesso in soli sette anni di raggiungere palcoscenici così importanti”.

26 maggio 2017 0

Semifinale playoff serie B Nazionale. La Virtus Cassino cede a Napoli, ma… solo in gara 5

Di redazionecassino1

Napoli batte Cassino.

Cinque partite, ci sono volute cinque partite, ovvero tutta la serie , fino in fondo alle sfide possibili da regolamento per decretare chi dovesse accedere alla finale del Tabellone C del Campionato Nazionale di Serie B. L’ha spuntata Napoli al termine di una gara dura , maschia e combattuta solo per tre quarti quando al termine del terzo quarto sulla sirena Panzini ha tirato per il possibile meno 8 fallendo la conclusione dai 6.75. Si era in quel momento sul 66 a 55 per i padroni di casa.

“Ha vinto Napoli con merito” ha commentato a fine gara la Presidentessa della BPC Virtus Cassino, la dott.ssa Donatella Formisano “Nonostante tutto, fino ad ora ho preferito il silenzio, troppo facile cadere nelle provocazioni e nelle sterili polemiche, in questa serie sono state strumentalizzate e travisate parole, situazioni e tanto altro che , se e quando riterrò opportuno, puntualizzerò e deciderò di chiarire”.

“Da Presidente della Virtus Cassino, desidero ora più che mai essendo noi di Cassino fuori dalle competizioni sportive, quindi lontano da insulti, inopportune critiche , aggressioni di tutti i generi e altro , manifestare il mio pensiero. Sportivamente complimenti alle due società e alle due squadre del nostro girone arrivate in finale nel tabellone C di questi playoff della Serie B Nazionale, ovvero Cuore Napoli Basket e Palestrina ! Due grandi squadre che per organizzazione, determinazione e strutture di riferimento meritano sicuramente l’accesso alla serie A2. Due società che abbiamo avuto l’onore e il piacere di incontrare in campionato; con Palestrina abbiamo vinto sempre in semifinale lo scorso anno ( 3 a 1 ),mentre con Napoli in semifinale quest’anno, sconfitti sol in gara 5. Come è curioso il destino” prosegue il massimo dirigente cassinate.

“Le nostre due grandi avversarie, in due anni consecutivi in semifinale ora si affronteranno tra loro e peccato che solo una di loro due potrà andare a Montecatini a disputare le final four per l’accesso alla serie superiore. Come sempre il verdetto al campo e i complimenti in anticipo ad entrambe le società, ai rispettivi Presidenti e alle loro squadre supportate da tifoserie numerose e appassionate nonché da grandi e confortevoli strutture ! Sarà sicuramente uno spettacolo di basket e di pubblico !!!Complimenti e auguri….” conclude la presidentessa del sodalizio cassinate al termine della gara.

 

Napoli dunqeu si è aggiudicata questa appassionante e combattutissima serie di semifinale assestando il colpo decisivo al PalaBarbuto, tra le mura amiche solo in gara 5.

Il Cuore Napoli Azzurro comanda la gara a partire dal secondo quarto e stacca il pass per la finale. La Virtus infatti cede a 4′ dall’intervallo e di fatto non riesce più a rientrare, pagando anche le serate storte al tiro di Panzini e Petrucci, oltre ai problemi di falli che limitano Bagnoli a soli 12 minuti sul parquet. Dall’altra parte, invece, viene fuori dal cilindro di coach Ponticiello, Barsanti che piazza giocate, 6 su 9 al tiro da tre punti , importanti per lanciare la fuga dei suoi dopo essere stato ingabbiato dalla difesa rossoblu nelle prime quattro gare della serie.

Si chiude così una stagione esaltante per la Virtus, che va vicina alla seconda finale consecutiva ma soprattutto è stata capace di far innamorare di questo sport la Città Martire, stregata da un gruppo che comunque si è dimostrato sempre solidissimo.

Primo quarto scoppiettante al Pala Barbuto con entrambe le squadre che trovano la via del canestro, da vicino e da lontano, con grande continuità. Napoli e Cassino si scambiano la testa dell’incontro nei primi minuti, al 5’ sono i padroni di casa che provano ad allungare con le triple di Visnjic e Nikolic che valgono il +5. I rossoblu però non si fanno spaventare e si affidano a un grande Petrucci (12 nel primo quarto) per agganciare e sorpassare prima che la nuova bomba di Nikolic fissi il 29-28 dopo 10’.

Nella seconda frazione ancora in evidenza Visnjic che tiene avanti i suoi nonostante il buon impatto di Valesin dalla panchina, utilissimo per tenere in scia la Virtus. Si segna meno rispetto all’avvio di gara e i rossoblu restano senza canestri per gli ultimi 4’ del primo tempo, Maggio invece sblocca il Cuore che va all’intervallo sul +10 (48-38).

Ad inizio ripresa gli ospiti provano a rientrare ma tre conclusioni pesanti in rapida successione firmate da Barsanti mandano in orbita i campani che toccano il +18. Valesin e Del Testa tengono a galla la BPC, poi Sergio prova a ricucire ma un’altra bomba della guardia azzurra tiene a distanza di sicurezza Cassino che comunque va all’ultima pausa sul -11. Nel quarto periodo però ai rossoblu manca la forza per rientrare e Napoli scappa via sulle ali dell’entusiasmo, infliggendo alla truppa di Vettese una punizione troppo pesante per quanto visto in questa serie.

 

Cuore Napoli – BPC Virtus Cassino 90-69

Parziali: 29-28, 19-10, 18-17, 24-14

Cuore Napoli: Visnjic 23 (6/8, 2/5), Barsanti 21 (1/1, 6/9), Nikolic 16 (3/7, 2/2), Maggio 13 (1/6, 2/7), Murolo 7 (1/1, 0/1), Mastroianni 6 (3/5, 0/5), Marzaioli 2 (1/1, 0/0), Rappoccio 2 (0/1, 0/0), Matrone 0 (0/3, 0/0), Ronconi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 22 / 28 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Visnjic 9) – Assist: 20 (Nikolic 6)

All. Ponticiello

BPC Virtus Cassino: Nicolò Petrucci 14 (1/3, 2/4), Maurizio Del Testa 13 (2/6, 1/4), Biagio Sergio 10 (1/4, 1/5), Duilio Ernesto Birindelli 9 (2/5, 1/3), Gianluca Valesin 7 (3/4, 0/1), Lorenzo Panzini 6 (1/3, 1/4), Valerio Marsili 6 (3/4, 0/0), Simone Bagnoli 2 (1/4, 0/0), Renato Quartuccio 2 (0/0, 0/4), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 23 / 26 – Rimbalzi: 28 8 + 20 (Biagio Sergio 7) – Assist: 12 (Maurizio Del Testa 5)

All. Luca Vettese