pubblicato il10 maggio 2017 alle 10:32

Piedimonte al voto. Ferdinandi e Calao: “Istituiremo subito la Consulta della Cultura”

Piedimonte San Germano – Ultima tappa per il “Tour della Proposta” del candidato a primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il gruppo capeggiato dal trentacinquenne avvocato ha incontrato, in queste ultime settimane, i cittadini in dodici distinte tappe per presentare progetti, idee e proposte del movimento civico Piedimonte#ORA. Il tutto, in vista delle prossime elezioni Amministrative dell’11 giugno, che porteranno al rinnovo del Consiglio Comunale di Piedimonte San Germano.
Venerdì 9 maggio, alle ore 18.30, il tour ha fatto tappa nella zona alta del paese, nel centro storico. Ad accompagnare l’aspirante Sindaco Gioacchino Ferdinandi vi era Claudio Calao. E’ stato proprio quest’ultimo ad introdurre l’argomento e a presentare il progetto Piedimonte#ORAaperta.
“Per Piedimonte “aperta” – ha spiegato lo stesso Calao – intendiamo una città che sappia trarre beneficio dalla cultura, che è all’origine di ogni azione e sovrintende allo sviluppo di ogni società. E’ la cultura la chiave di accesso fondamentale per comprendere il passato, vivere il presente e potersi proiettare verso il futuro. L’identità culturale e storica di Piedimonte San Germano deve essere un bene primario da sviluppare attraverso una vasta tipologia di interventi come la valorizzazione dell’area del Castello Medioevale a fini turistici, magari con la creazione di un percorso storico-culturale e di intrattenimento che coinvolga tutta la città e che abbia l’obiettivo di conservare e preservare la “memoria storica” della nostra cittadina. Ma per fare questo sarà anche necessario – ha continuato Calao – incentivare l’organizzazione di convegni, la stampa di pubblicazioni, l’ammodernamento del portale web e sostenere una serie di iniziative, anche private, volte alla rivalutazione delle radici di Piedimonte magari realizzando anche supporti digitali e interattivi con finanziamenti pubblico o privati in project financing. Una volta al governo della città avremo anche un occhio di riguardo verso la riscoperta dei percorsi escursionistici, come ad esempio il tratto Piedimonte-Villa Santa Lucia-Abbazia di Montecassino, e di quelli religiosi, come il Cammino di San Benedetto. Sarà fondamentale – ha concluso Calao – prevedere dei punti di sosta sul nostro territorio”.
A Claudio Calao ha fatto eco il candidato Sindaco Gioacchino Ferdinandi.
“Sono estremamente convinto – ha affermato Ferdinandi – che la prima necessità per una amministrazione locale che crede nell’importanza della cultura è quella innanzitutto di conoscere l’offerta sul proprio territorio. Per assolvere a questa finalità, sarà fondamentale costituire la Consulta della Cultura, uno strumento strategico per Piedimonte e le sue realtà associative, già adottato da decine e decine di altri Comuni italiani e con grandi risultati. Ma lavoreremo anche per incentivare le occasioni di confronto con forme di espressione artistica contemporanee, perché è dal confronto tra tradizione ed innovazione che può nascere nei cittadini di Piedimonte una migliore consapevolezza della cultura e delle sue trasformazioni nel corso del tempo. Sosterremo, inoltre, tutte quelle iniziative e feste popolari in grado di aumentare realmente la visibilità del nostro Comune e la socializzazione tra i suoi abitanti. Non mancheranno, in tal senso, anche iniziative editoriali che tenderanno ad approfondire la storia del nostro territorio. Infine – ha concluso Ferdinandi – piazze e spazi pubblici dovranno divenire aree di socializzazione e di ritrovo, riorganizzate e fornite di strutture atte a stimolare l’incontro e la condivisione sociale”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07