Giorno: 8 giugno 2017

8 giugno 2017 0

Tragedia a Cassino, muore il lavoratore colto da malore

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino– Non ce l’ha fatta il lavoratore colto da malore questa sera in una pizzeria, nel centro di Cassino. L’uomo, purtroppo è morto poco fa. A nulla sono valsi i tentativi di ranimarlo, prima, e di salvargli la vita sccessivamente da parte dei sanitari e degli opratori del 118 intervenuti. Le sue condizioni sono apparse subito molto serie già all’arrivo dei soccorritori.Gli operatori hanno tentato per oltre un’ora di salvargli la vita anche attraverso la ventilazione assistita, ma senza successo.  Sul posto anche una pattuglia della polizia del Commissariato di Cassino, mentre si attende l’rrivodel magistrato. Il dramma, purtroppo, si è trasformato in tragedia.

F.P.

8 giugno 2017 0

Dramma in centro a Cassino, giovane lavoratore di una pizzeria colto da malore

Di redazionecassino1

Cassino – Erano da poco passate le 21.30, quando un lavoratore di una nota pizzeria di Cassino, in via De Nicola, è stato colto da malore.  L’uomo si è accasciato al suolo ed è stato soccorso dai clienti presenti nel locale che hanno chiamato i soccorsi. Sul posto tempestivamente si è portata un’ambulanza del 118. Gli operatori hanno provveduto a rianimare il giovane effettuando il massaggio cardiaco. La situazione è apparsa subito molto critica, tanto da indurre gli operatori stessi alla ventilazione assistita. Ancora in corso le operazioni per tentare rianimarlo. Sul posto anche una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Cassino.

F. P.

8 giugno 2017 0

Spaccio di droga nel bagno del bar a Ferentino, la questura sospende licenza

Di admin

 

Ferentino – “La Questore di Frosinone ha emesso un provvedimento di sospensione dell’autorizzazione amministrativa all’esercizio di attività commerciale, nei confronti del titolare di un bar di Ferentino”. Lo si legge in una nota della questura.

“La chiusura  dell’attività, disposta per un tempo pari a 7 giorni, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, è scaturita da una segnalazione dell’Arma dei Carabinieri, conseguente ad una operazione di polizia giudiziaria finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.Il 27 maggio scorso, infatti, i militari, nel corso del controllo del locale e dei suoi avventori, rinvenne nella toilette diverse dosi di cocaina.

A motivare l’adozione del provvedimento l’abituale frequentazione dell’esercizio pubblico da parte di persone con precedenti di polizia, in particolare in materia di sostanze stupefacenti, come emerso dai controlli delle Forze dell’Ordine. Tra le criticità rilevate dal personale della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura, la possibile reiterazione dell’attività di spaccio.

L’adozione dell’atto vuole essere un chiaro segnale per chi, anche nell’esercizio di un’attività commerciale, non rispetta le regole onon si adopera per farle rispettare, nonché la risposta puntuale della Polizia di Stato al bisognodi sicurezza dei cittadini.

Ancora una volta l’attività di coordinamento delle Forze di Polizia è risultata vincente nella prevenzionedi azioni illecite sul territorio provinciale”.

8 giugno 2017 0

Massimo Vespia nominato Coordinatore Nazionale della FNS CISL

Di admin

Lazio – “Il già Segretario Regionale Generale della FNS CISL Lazio, Massimo Vespia, nel corso del III Congresso Nazionale della Federazione Nazionale della Sicurezza svoltosi  al Grand Hotel Duca d’Este di Tivoli ( 5 – 8 giugno 2017), e’ stato nominato Coordinatore Nazionale”. Lo si legge in una nota sindacale della FNS CISL.

“La diretta collaborazione con la Segreteria Nazionale della FNS CISL di Vespia, unitamente alla nomina di altri  nuovi Coordinatori Nazionali, nasce dall’esigenza di fornire maggiori risposte al personale e alle strutture territoriali dell’Organizzazione Sindacale. Nel corso dello svolgimento dei lavori, tra l’altro, e’ stato riconfermato alla guida del sindacato più rappresentativo dei lavoratori in divisa, il segretario nazionale generale uscente, Pompeo Mannone, che verrà affiancato da un altro vigile del fuoco reatino, Giovanni Alfredini, in qualità di Segretario Nazionale”.

8 giugno 2017 0

Spaccio di droga in centro, quindi misure cautelari a Fondi

Di admin

Fondi – Quindici ordinanze di misure cautelari sono state eseguite questa mattina dai carabinieri di Terracina a Fondi nel corso di una operazione antidroga svolta con il supporto di unità Cinofili di Roma Santa Maria di Galeria. I provvedimenti restrittivi, suddivisi in 9 custodie cautelari in carcere, 2 custodie cautelari agli arresti domiciliari e 4 persone sottoposte ad obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale di Latina, Dott. Pierpaolo Bortone, su richiesta del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, Dott.ssa Luigia Spinelli, nei confronti di altrettanti soggetti accusati, del reato di traffico di sostanze stupefacenti.

Dal mese di marzo 2016, la Tenenza Carabinieri di Fondi, muovendo da alcuni spunti investigativi rivenienti da altra attività di indagine – incrociati anche con le specifiche denunce di avventori, commercianti e residenti del centro storico, in particolare nella zona del Corso Appio Claudio – ha raccolto interessanti elementi informativi in capo a due gruppi di criminali operanti nel territorio del Comune di Fondi, impegnati nella gestione della piazza di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare “eroina”.

Un attento monitoraggio dei soggetti finiti sotto la lente degli investigatori ed il successivo sviluppo dei riscontri venuti in rilievo hanno consentito, grazie anche al portato probatorio delle indagini tecniche frattanto effettuate, la piena enucleazione di identità, ruoli e schemi dei soggetti attinti dalle misure cautelari personali, molti dei quali risultavano gravati da precedenti o pendenze penali, anche per reati specifici,  nonché la fedele ricostruzione delle dinamiche di spaccio, delle rotte e dei canali di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti.

Fondamentale è risultata la rapida comprensione del linguaggio criptico e dei particolari codici di comunicazione tra gli indagati.

Ad esempio, per meglio definire la quantità di stupefacente necessaria al fabbisogno della piazza fondana, venivano utilizzate frasi convenzionali quali “stasera siamo a cena in 10, 15 o 20?”. Mentre i luoghi in cui i soggetti si incontravano per scambiarsi lo stupefacente erano quattro, tutti ricompresi nel territorio comunale, ed erano convenzionalmente noti come “kiwi” (via Fosso di Lenola), “ulivi” (via Fianca), “fontana” (località campo Boario) e “fiume” (località via Goffa).

Sorprendente, per altri versi, si è invece dimostrata la capacità di “mutua assistenza” messa a sistema dagli indagati che, al bisogno, nella prospettiva di ovviare alla temporanea indisponibilità di stupefacente, si rifornivano reciprocamente della sostanza occorrente, dimostrando capacità gestionali e dinamiche imprenditoriali degne di migliori propositi.

Molti i riscontri obiettivi raccolti durante il periodo oggetto d’indagine. Tra questi, oltre alla denuncia in stato di libertà di alcuni soggetti del luogo, anche l’arresto di tre dei destinatari delle odierne ordinanze di misure cautelari, tra cui una donna di 45 anni e due uomini di 42 e 30 anni, colti nella flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, nonché attività di sequestro di sostanza stupefacente del tipo eroina e di metadone.

Nel corso delle operazioni di perquisizione effettuate nell’ambito del medesimo quadro operativo, i militari operanti, inoltre, hanno arrestato uno dei destinatari della misura cautelare in carcere anche nella flagranza del reato di detenzione  sostanza stupefacente, poiché sorpreso in possesso di circa 28 grammi di marijuana e di oltre 6 grammi di cocaina.

8 giugno 2017 0

Siglata l’intesa tra Comune e associazione Ars Interamna per la promozione turistico-culturale

Di redazionecassino1

Cassino – E’ stata siglata questa mattina, presso la Sala Restagno del Palazzo Municipale la Convenzione di intesa tra il Comune di Cassino e l’Associazione Culturale Ars Interamna, per la promozione delle attività turistico-culturali, rivolte tanto alla popolazione locale, quanto all’incremento dei flussi turistici italiani e stranieri già presenti all’interno della realtà cittadina. Presenti alla conferenza stampa il Sindaco di Cassino, Ing. Carlo Maria D’Alessandro, l’Assessore alla Cultura, Dott.ssa Nora Noury, Dom Luigi Maria Di Bussolo, Monaco di Montecassino, l’On. Mario Abbruzzese, Il Presidente dell’Associazione Ars Interamna, Dott. Antonio Evangelista  e la Storica e Critica d’Arte Dott.ssa Elena Gradini

Per l’occasione all’interno degli spazi del Municipio, che conducono dall’atrio sino alla Sala Restagno, è stato allestito un Percorso artistico caratterizzato da opere d’arte contemporanea realizzate da prestigiosi artisti internazionali e locali, secondo i più diversi e molteplici linguaggi espressivi, quali pittura, scultura, videoarte e installazioni.

“Vogliamo instaurare un dialogo con tutte le realtà territoriali che punta a costruire sinergie capaci di implementare l’offerta turistica e culturale – ha detto il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – della città attraverso la valorizzazione delle peculiarità locali e l’utilizzo dell’innovazione tecnologica, oggi più che mai indispensabile per un’adeguata competitività. Con l’associazione culturale Ars Interamna c’è stata sintonia sin da subito e abbiamo deciso di sancire ufficialmente un rapporto collaborativo. Ringrazio quindi i rappresentanti del sodalizio e tutti gli artisti che ne fanno parte perché sono convinto che ci daranno una grossa mano per permettere alla nostra città di tornare ad essere punto di riferimento culturale di tutto il Lazio Meridionale”.

“Lo scopo di questa intesa è pertanto quello di incentivare, sensibilizzare e attirare i cittadini, già partecipativi, verso le future iniziative culturali, mediante un approccio multidisciplinare rivolto a tutte le fasce di pubblico. – ha detto, invece, l’Assessore Nora Noury – Scopo dell’intesa è dunque la realizzazione di eventi ad alto profilo qualitativo – culturale che al loro interno riescano a promuovere realtà già avviate e favorirne delle nuove, sotto diversi profili.  Il comune di impegnerà a mettere a disposizione le proprie strutture immobili e tecnologiche. L’associazione si impegnerà a valorizzare ogni firmo di arte esistete sul territorio, promuovendo manifestazioni culturali che esaltino i talenti della città, utilizzando proprie risorse professionali e le strutture disponibili, specie per quanto attiene l’accoglienza e l’assistenza, ma anche predisponendo attività di informazione.

“La cultura rappresenta un elemento importante per lo sviluppo della città di Cassino e di tutto il Lazio Meridionale. – ha detto il consigliere regionale, Mario Abbruzzese – Queste iniziative rappresentano azioni significative per creare progetti di sintesi volti ad alimentare una vera e propria economia culturale. Serve un intesa forte per mettere in rete tutte le ricchezza storiche, religiose, culturali e artistiche che esistono già naturalmente sul territorio. Si tratta quindi di esaltare le potenzialità di un’area e sviluppare un vero e proprio marketing territoriale. L’azione del Comune di Cassino è sempre stata rivolta a questo obiettivo ed ora con l’ausilio dell’associazione Ars Interamna, sono convinto potrà incominciare sul serio a lavorare allo sviluppo culturale della città”.

Dom Luigi Maria Di Bussolo, intervenuto a rappresentare l’Abbazia di Montecassino, ha evidenziato come l’Abate Donato e la Comunità Monastica abbiano a cuore l’arte, la cultura ma anche la sinergia con il territorio che va promosso e sostenuto puntando sulle eccellenze locali, senza mai perdere di vista il quadro nazionale ed internazionale in cui possono e devono inserirsi.

“L’installazione luminosa del maestro Rotelli, – proseguito Di Bussolo – del quale l’Abbazia ha già ospitato una mostra qualche mese fa, sarà l’espressione più alta di quanto si può fare quando l’arte e la cultura sposano le nuove tecnologie e mostrerà Montecassino in una veste diversa agli occhi di chi è piacevolmente abituato a vederla nel bianco della sua pietra che contrasta così deciso con l’azzurro del cielo. Ben vengano dunque queste sfide che coinvolgono le tante e diverse realtà presenti sul nostro territorio, capaci di puntare così in alto senza timore di sembrare piccoli tra i grandi ma, al contrario, con la consapevolezza di avere tanto da dire”.

“Ars Interamna – ha detto il presidente Antonio Evangelista – è da tempo impegnata a promuovere maestri di fama internazionale, pone l’attenzione su altrettanto validi artisti del Lazio meridionale, convergendo sempre più i propri sforzi per farli conoscere e farne apprezzare le opere, specchio della cultura e delle tradizioni della nostra terra. Un mio ringraziamento particolare va a tutti gli artisti che ci aiutano attraverso i loro lavori a promuovere questo settore che senz’altro può diventare importante anche dal punto di vista economico.

Pertanto la collaborazione con il Comune è di notevole interesse pubblico, avendo il fine di valorizzare e rendere più fruibile il patrimonio turistico e culturale legato principalmente ad aspetti artistici, storici, religiosi, folklorici e artigianali”.

Ecco le Opere dell’Esposizione d’Arte Contemporanea “PREQUELS”

             Andy Warhol – Marilyn

             Mario Schifano – Ortobotanico

             Mario Schifano – Ora esatta

             Manuel Campus – Terremoto

             Valerio Pittiglio – Il Ratto di Diogene

             Viviana Faiola – Spazio – Tempo senza vento

             Valerio Pittiglio – Videoarte e una +

             Paz Blandina  – Trump

             Fausto Cubello – San Sebastiano

             Raimondo Carretta “Carrai” – Primavera

             Raimondo Carretta “Carrai” – Impercettibile mondo delle cromie

             Luciano Tocci – Dalla serie: Emozioni – Vibrazioni

             Luciano Tocci – Dalla serie: Inno alla Vita

             Manuel Campus – Lucio Battisti

 

8 giugno 2017 0

Riqualificato il giardino di piazza Toti, inaugurato dall’Amministrazione comunale

Di redazionecassino1

Cassino – Prosegue la riqualificazione urbana nell’ambito del progetto “Adotta un giardino” coordinato dal consigliere comunale con delega al decoro urbano, Angelo Panaccione. Nel corso della mattinata di ieri sono stati consegnati ed inaugurati il giardino di piazza Enrico Toti. Presente alla cerimonia l’Amministrazione comunale. “Oggi abbiamo restituito un’altra area verde alla nostra città” ha detto il sindaco D’Alessandro. “Il progetto “Adotta un giardino” ci sta dando la possibilità di valorizzare e riqualificare zone della città che in questi ultimi anni sono state soggette al degrado e all’incuria. Quest’area è dedicata a Enrico Toti – ha proseguito il Primo Cittadino – un patriota italiano che combatté nelle file dei Bersaglieri durante la prima guerra mondiale da soldato irregolare. Ringrazio per la presenza la sezione di Cassino dell’associazione Nazionale dei Bersaglieri che ogni anno ricorda con degli eventi le gesta di questo eroe.  Voglio ringraziare – ha concluso il sindaco – il consigliere Angelo Panaccione per il grande lavoro che sta facendo insieme al dirigente dell’Area Tecnica e a tutti i dipendenti. Un grazie sentito va a tutte le Aziende che stanno dando un grandissimo contributo per rendere Cassino sempre più bella. Ridare alla città i suoi giardini è senz’altro un gesto di civiltà, una goccia nel mare per riuscire a ritrovare quel senso di comunità ci cui abbiamo spesso parlato. Vi do appuntamento alla prossima inaugurazione tra qualche giorno!”.  “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno lavorato per riportare all’antico splendore questo giardino – ha dichiarato invece il consigliere delegato al decoro Urbano, Angelo Panaccione – che di certo anni addietro non era in queste splendide condizioni, ma, invece, totalmente abbandonato. Un ringraziamento particolare va da parte mia, del sindaco e dell’intera amministrazione comunale, alla Scad srl per aver aderito al progetto “Adotta un giardino” e per aver lavorato senza sosta in questi giorni per riqualificare l’area. Un plauso va anche alla Riscon Termoidraulica per aver ridato vita a questa bellissima fontana. Continueremo ad impegnarci per far si che aree urbane come questa, vengono sottratte al rischio dell’abbandono, della violenza. Il concetto mi sembra abbastanza chiaro”.

 

8 giugno 2017 0

Incontro fra D’Alessandro e i vertici di Acea per stabilire le modalità di consegna dell’acquedotto

Di redazionecassino1

Come da convocazione imposta dall’Ato 5, presso la segreteria tecnico operativa si è svolto, nel pomeriggio di ieri, l’incontro con i vertici di Acea alla presenza del Sindaco, Carlo Maria D’Alessandro, del Responsabile dell’Area Tecnica e del segretario generale per discutere delle sorti dell’acquedotto della città di Cassino.

“Abbiamo parlato delle modalità di consegna – ha detto il primo cittadino – che si effettuerà ufficialmente il 1 di Luglio. Quindi il promo semestre 2017 sarà fatturato ancora dal Comune di Cassino. Nell’ultima settimana di giugno e nella prima settimana di luglio saranno effettuate le letture dei contatori, mentre entro il 30 settembre dovrà essere definiti, attraverso la costituzione di un’apposita commissione formata dai rappresentanti del Comune, di Acea e dell’Ato, sia il ristoro relativo ad Acqua Campania che un piano di rientro del debito che l’ente ha accumulato dal 2006 fino ad oggi per non aver versato i canoni di depurazione. Attualmente risultano accantonate le somme relative al 2016 e parte del 2015. Mentre dal 2006 a parte del 2015 nulla risulta essere stato accantonato dalle precedenti amministrazioni. Purtroppo questo costituisce un debito forte da parte del Comune, di cui dobbiamo prendere atto, causato sempre dall’inerzia di chi in qualche modo ci ha preceduto.

Inoltre ho chiesto l’impegno di Acea per aprire uno sportello polifunzionale dedicato all’utenza al centro di Cassino in grado seguire da vicino tutti i processi e le eventuali criticità che riguarderanno il passaggio al nuovo gestore. E’ un atto fondamentale anche perché la nostra città è un punto di riferimento per il Lazio Meridionale e quindi Acea non può sottrarsi ad allestire un ufficio distaccato facile da raggiungere con tutti i mezzi anche dai comuni limitrofi. In ultima istanza ho chiesto la redazione di un piano di investimenti che dovrà essere pronto prima della consegna dove Acea dovrà prendere un impegno serio e concreto sugli interventi da realizzare sulla rete idrica della città di Cassino. Un aspetto importantissimo quest’ultimo su cui non transigeremo.

Nell’incontro è stata comunque manifestata da entrambe le parti la volontà di risolvere tutti i contenzioni in essere tenendo ben presente che quello che conta è riuscire a garantire un servizio adeguato a tutti cittadini”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

 

8 giugno 2017 0

Fiuggi- Consegnato defibrillatore alla Polizia di Stato

Di redazione

Questa mattina presso la sede del Commissariato di Fiuggi è stato consegnato, alla presenza del Questore dr. Filippo Santarelli e del Dirigente dr. Sergio Vassalli, un defibrillatore, con il prezioso contributo della dott.ssa Paola Ferrante, socio del Club Rotary della città termale, e degli “sponsor” Fabiola e Stefano Apponi, Francesco Mattacola ed Angelo Pizzutelli. Il progetto segue il percorso di donazione di defibrillatori e di diffusione della cultura del primo soccorso alle Forze dell’Ordine. A consegnare il defibrillatore, i soci del Club Rotary, dr. Dario Celesti e dr. Pio Pilozzi, oltre alla dott.ssa Paola Ferrante. Da oggi anche gli agenti della Polizia di Stato di Fiuggi potranno utilizzare, qualora ce ne fosse bisogno, un defibrillatore che potrebbe salvare vite umane. Negli ultimi anni il prezioso strumento, in dotazione ad altri equipaggi della Polizia di stato, ha permesso di salvare in Italia diverse persone.

8 giugno 2017 0

San Giorgio a Liri- Incidente sulla 630, auto si ribalta

Di redazione

È avvenuto pochi minuti fa un incidente sulla superstrada 630 in zona San Giorgio a Liri all’ altezza di un distributore carburanti. Per cause da chiarire una Fiat Punto didi colore grigio, vecchio modello, si è ribaltata al centro della carreggiata. L’ auto era condotta da un operaio fca che probabilmente si stava recando al lavoro per il turno pomeridiano. Seguiranno aggiornamenti. Prestare attenzione nel percorrere l arteria stradale.