Giorno: 9 giugno 2017

9 giugno 2017 0

Investimento a Campo Leone, treni fermi a Roma Termini. Pendolaari sulle banchine

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Roma – Disagi per i pendolari diretti a sud che, da oggi pomeriggio, affollano la stazione Termini di Roma. Il blocco della linea ferroviaria per Napoli, via Latina, causata da un investimento a Campo Leone, ha fatto annullare diverse corse e centinai di viaggiatori sono rimasti fermi sulle banchine della stazione in attesa che i treni tornassero a viaggiare. Alle 18 la situazione era ancora critica e l’insofferenza dei viaggiatori era palpabile. In molti satavno valutando mezzi alternativi. La situazione tornerà normale solamente in tarda serata.

 

9 giugno 2017 0

La moglie lo trova in una casa di appuntamento e scoppia la lite

Di redazionecassino1

Fondi – Sorprende il marito in una casa di appuntamenti e scoppia la lite. E’ accaduto ieri sera a Fondi (Lt) dove gli agenti di polizia sono dovuti intervenire in centro per la lite tra una coppia. La donna, convinta che il marito la tradisse con qualche prostituta, aveva seguito il marito fin sotto l’abitazione ove l’uomo si sarebbe dovuto incontrare con un’altra donna. Da lì  nasceva l’acceso diverbio con il coniuge messo alle strette ed in evidente imbarazzo davanti a tanti curiosi  in strada. Gli Agenti di Polizia, placati gli animi affinché la situazione non degenerasse e  identificate le persone presenti,  sono riusciti con  astuzia a farsi aprire il portone e  salire nell’appartamento indicato, al fine di verificare l’effettiva presenza di donne intente a prostituirsi. Difatti, all’interno dell’appartamento è stata trovata una donna di nazionalità Dominicana di 31 anni in abiti succinti che davanti all’evidenza dei fatti, ha ammesso di lavorare in quella casa da qualche giorno per incontrare clienti. Venivano pertanto controllati i documenti della predetta al fine di verificare la sua posizione sul territorio nazionale ma senza rilevarne irregolarità. La donna è stata inviata a lasciare quell’abitazione essendo residente in provincia di Piacenza, cosa che ha fatto senza indugio, per non incorrere in più gravi sanzioni. Ulteriori accertamenti sono in corso sulla proprietà dell’abitazione controllata.

9 giugno 2017 0

Controlli sugli autolavaggi, sequestrato un impianto

Di redazionecassino1

Cassino – Nella mattinata odierna, personale del Commissariato di P.S. di Cassino, in collaborazione con le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine “Lazio” di Roma e della Polizia Provinciale – Distaccamento di Cassino, nell’ambito della capillare e costante azione di controllo del territorio, ha ispezionato  quattro  autolavaggi   ubicati in Cassino. Nel corso delle ispezioni, sono state controllate le autorizzazioni comunali, il rispetto delle norme edilizie ed urbanistiche, nonché la regolarità della cessione dei fabbricati e le autorizzazioni allo scarico delle acque reflue. Sono stati identificati sei cittadini egiziani, intenti al lavaggio di veicoli, i  quali sono stati segnalati alla Direzione Territoriale dell’Ispettorato del Lavoro di Frosinone per la verifica sulla regolarità dei rispettivi rapporti di lavoro. Uno degli impianti visitati è stato sottoposto a sequestro preventivo ed il titolare è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino  per violazioni in materia di scarico delle acque reflue provenienti dal servizio igienico e dall’impianto di depurazione istallato a servizio dell’autolavaggio stesso. Ai titolari degli impianti è stata anche contestata la mancanza di autorizzazione commerciale e segnalati al Sindaco di Cassino per i provvedimenti di competenza, che potranno concludersi con l’ordinanza di chiusura degli esercizi commerciali. Sono in corso ulteriori accertamenti sulla corretta gestione dei rifiuti e lo smaltimento delle acque reflue.

Foto di repertorio

9 giugno 2017 0

Max Biaggi, cosciente e vigile dopo l’incidente in pista

Di redazionecassino1

Latina – Max Biaggi è cosciente, vigile ed orientato dopo l’incidente sulla pista del Sagittario a Latina. Il motociclista romano è stato portato in elisoccorso dal personale del 118 all’ospedale San Camillo con traumi vari dopo la caduta. Il campione si trovava sul tracciato del Sagittario per allenarsi in vista di domenica 11 giugno, per la gara degli Internazionali di Supermoto nella classe Onroad. Secondo le prime informazioni non è in pericolo di vita.

9 giugno 2017 0

Venafro: Rinvenuto nel torrente Rava un esemplare di tartaruga dalle guance rosse

Di redazione

Venafro- I Carabinieri Forestali, hanno rinvenuto nei pressi del torrente Rava, nella zona del venafrano, un esemplare di tartaruga dalle guance rosse “Trachemys Scripta Elegans”, genere tutelato dalla convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione. L’esemplare, appartenente all’ordine delle testuggini, deve il soprannome orecchie rosse, alle due macchie presenti ai lati della testa. E’ originaria del centro e del sud degli Stati Uniti, valle del Mississipi, dall’Illinois al golfo del Messico. L’animale è stato sottoposto a sequestro e affidato in custodia all’ufficio territoriale Carabinieri per la biodiversità di Isernia, mentre sono in corso indagini finalizzate ad identificare la persona che deteneva l’esemplare che poi ha successivamente abbandonato.

9 giugno 2017 0

Isernia: Premiati per le attività svolte sul territorio i Comandanti delle Stazioni Carabinieri di Isernia e Capracotta

Di redazione

In occasione della celebrazione del 203° Anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, tenutasi presso la Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso, il Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, Generale di Brigata Michele Sirimarco, per l’impegno quotidiano profuso dalle Stazioni dell’Arma dislocate capillarmente su tutto il territorio, ha premiato anche due Comandanti di Stazione poste sotto la giurisdizione del Comando Provinciale di Isernia. Si tratta del Maresciallo Aiutante Michele Zampini, Comandante della Stazione di Isernia e del Maresciallo Ordinario Alfredo Abbruzzese, Comandante della Stazione di Capracotta. Nella motivazione del “premio Comandante di Stazione 2017”, consegnato materialmente dai sindaci dei rispettivi comuni, si legge che quali acuti osservatori delle dinamiche sociali, attenti custodi dei delicati equilibri che interessano il territorio di competenza, vicino ai bisogni della gente e baluardo di sicurezza delle comunità, hanno interpretato il ruolo di Comandante di Stazione con generosa disponibilità, straordinaria sagacia ed eccezionale vigore, meritando la gratitudine della popolazione e il plauso dell’istituzione.

9 giugno 2017 0

Ciacciarelli: Strada provinciale 628 Leuciana. Non si può scherzare con la sicurezza stradale

Di redazione

Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dal coordinatore provinciale di Forza Italia, Pasquale Ciacciarelli “Nessuna risposta dalla Provincia in merito alla richiesta da me inviata di operare un’urgente messa in sicurezza della strada provinciale 628 Leuciana, arteria nevralgica, tra i comuni di Pontecorvo, Castrocielo, Aquino e del tratto legante i comuni di Pontecorvo e Pico. L’arteria in oggetto, per sua stessa morfologia, è caratterizzata dalla presenza di curve estremamente pericolose, di lunghi rettilinei, teatro di frequenti infrazioni, di violazioni del codice della strada, dell’inosservanza dei limiti di velocità, che in prossimità di tornanti, soprattutto in presenza di manto bagnato, possono rivelarsi estremamente pericolosi, direi fatali, per i mezzi in transito. Un rischio aggravato dall’elevato traffico, anche di mezzi pesanti, dovuto alla presenza del casello autostradale Pontecorvo Castrocielo ed alla vicinanza dell’indotto Fca. Nella lettera inviata, circa un mese fa, chiedevo un intervento immediato di messa in sicurezza dell’asse viario, considerata la presenza di centri abitati ed esercizi commerciali, al fine di garantire la sicurezza sia dei mezzi in transito, sia dei pedoni. Posso, a questo punto, dichiarare che la Provincia di Frosinone è totalmente assente in termini di gestione della sicurezza stradale, considerata l’evidente pericolosità testimoniata dai gravi incidenti che con frequenza hanno interessato l’arteria in oggetto, e considerata la cecità mostrata dinanzi alla mia sollecitazione. La legge Del Rio ha fortemente penalizzato le province, ma l’immobilismo, la paralisi a cui assistiamo è inaccettabile, in particolar modo se vi è in gioco la sicurezza dei cittadini. Un tema, quello della sicurezza stradale, particolarmente caldo, oggetto di battaglie da parte di associazioni che operano sul territorio, al fine di sensibilizzare gli automobilisti al rispetto delle regole della strada, ma accanto al buon senso, al rispetto delle norme, ed al monitoraggio operato dalle forze dell’ordine, vi deve essere come prerequisito fondamentale il contributo degli enti locali, vocati alla messa in sicurezza ed alla manutenzione delle arterie, pertanto esorto l’ente provinciale ad attivarsi per risolvere l’annoso problema della viabilità nella suddetta area”.

9 giugno 2017 0

Cassino- Blitz negli autolavaggi, controlli a tappeto

Di redazione

Scattano blitz controllo della polizia e ispettori Asl ed polizia provinciale nelle attività di autolavaggio autolavaggio. L’attenzione in particolare in questo momento è su quelli gestiti da egiziani. Nelle ultime settimane la città martire si è trovata al centro di una faida tra egiziani per i prezzi del servizio in questione e proprio per le strade di Cassino in due occasioni si è assistito a risse e momenti di grande tensione che hanno visto anche alcuni feriti. In questi istanti sono in corso indagini e controlli mirati su tutta l’attività con specifico riguardo dello scarico delle acque reflue. Intanto ad un autolavaggio sarebbero stati apposti i sigilli per alcune irregolarità.

9 giugno 2017 0

Piedimonte al voto. Appello di Ferdinandi: “Governeremo lontani dalle vecchie logiche politiche”

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano – Ultime battute di una lunga e articolata campagna elettorale del candidato a primo cittadino di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi. Il leader della lista numero 2, Piedimonte#ORA, ha dato il massimo, non ha lasciato nessuno indietro e lo ha fatto con l’umiltà e la serietà che lo contraddistinguono nei rapporti personali, sul lavoro, con gli amici e soprattutto con la squadra dei dodici candidati consiglieri che lo accompagneranno fino al voto di domenica 11 giugno prossimo. Tante le iniziative che il trentacinquenne avvocato ha messo in cantiere: oltre 40 appuntamenti con i cittadini attraverso il Tour dell’Ascolto, iniziativa che lo ha visto impegnato in un lunga campagna di ascolto fra la gente, in giro su tutte le zone della città, per raccogliere direttamente dai suoi concittadini idee e proposte necessarie per la stesura del programma. Ma non si è accontentato, Ferdinandi ha voluto che quelle idee raccolte direttamente dal confronto con la popolazione si trasformassero in proposta e da qui la necessità di dedicarsi ad altre 15 tappe del “Tour della Proposta”, manifestazione che è stata indispensabile per presentare, viso a viso, ai cittadini di Piedimonte San Germano il programma elettorale di Piedimonte#ORA, articolato in 12 punti e con tre progetti che verranno realizzati nei primi cento giorni di governo: Piedimonte “Città dell’Industria”, “Guerra e Pace” e l’osservatorio sulla salute pubblica e dell’ambiente, “Teniamoci d’Occhio”. Ad avvalorare l’importanza che Ferdinandi ha voluto dare ai contenuti del suo programma, è stata realizzata un’altra iniziativa: il “Banco delle Idee”. Per cinque martedì i sostenitori della lista n.2, in occasione del mercato settimanale, hanno raccolto, gomito a gomito con giovani, anziani, lavoratori, pensionati, imprenditori, agricoltori, commercianti e famiglie altre proposte e idee che sono confluite nel programma di governo 2017-2022. Confronto, ascolto, vicinanza, unità e una squadra coesa sono stati alla base di un gruppo di giovani professionisti, preparati e concreti nei fatti e che hanno dimostrato di amare il loro paese e vogliono mettersi a disposizione per farlo crescere. “L’amore che nutro nei confronti della Terra in cui sono nato – ha sottolineato Ferdinandi – mi ha spinto ad assumere in prima persona la guida di un progetto civico di cambiamento forte e concreto per Piedimonte. La mia azione di governo sarà tutta incentrata all’attenzione ed all’impegno delle tante cose da fare. Per questo più volte ho annunciato che, una volta Sindaco, lascerò il mio incarico al Comune di cassino per dedicarmi h24 alla mia città. Mi sono perché credo in alcuni valori, quelli fondamentali della democrazia e voglio lasciare indietro quelle logiche di potere che per troppi anni hanno impedito lo sviluppo del nostro territorio. Penso al valore dell’ascolto, del dialogo, allo scegliere insieme le soluzioni, all’aiuto verso chi è in difficoltà, al sostegno dei nostri imprenditori, commercianti, artigiani, operai, agricoltori, famiglie, giovani, anziani. Penso ai principi che devono ispirare chiunque si metta al servizio della propria comunità: correttezza, trasparenza, meritocrazia e visione del futuro”. Parole forti e ricche di significato, pronunciate da chi ha sempre investito sul suo territorio e che sicuramente sarà all’altezza del ruolo. Parole lontane da un vecchio modo di fare politica e da chi pensa a progetti faraonici, forse irrealizzabili, dimenticandosi delle problematiche che la cittadinanza vive nella quotidianità. “Vinceremo questa importante sfida – ha aggiunto Ferdinandi – perché Piedimonte San Germano, grazie al supporto di tantissimi cittadini, vuole voltare pagina e guardare al futuro. L’ho percepito sin dalle prime battute di questa campagna elettorale, perché solo io e la mia squadra abbiamo avuto il coraggio di confrontarci direttamente con la popolazione e lo abbiamo fatto in tempi non sospetti, quando tutti pensavano che eravamo solo un gruppo di sprovveduti. Oggi posso affermare che non è così e che saremo noi a dover scegliere le strategie future per un buon governo della città. Piedimonte#ORA è l’unica forza in campo che può andare ad amministrare questo territorio, perché lavorerà per il bene comune con una visione moderna e dinamica”. Ultimo appello al voto per Ferdinandi che ha condotto una campagna elettorale dai toni moderati e che si è lasciato indietro pettegolezzi, polemiche e tutti quelli che hanno tentato di gettare fango su di lui e la sua squadra. “Lavoriamo insieme – Ha concluso Ferdinandi – per rendere Piedimonte San Germano bella, sicura, efficiente: una realtà capace di coniugare le esigenze degli anziani con quelle dei giovani. Una cittadina in grado di offrire e creare opportunità di lavoro alle nuove professioni ma che non perda di vista il mondo delle piccole e medie imprese, degli artigiani, dei commercianti e degli agricoltori. E’ per questi motivi che chiedo a tutti di sostenere con forza il mio progetto politico-amministrativo, che non lascerà nessuno indietro”. Questa sera, la lista n.2 Piedimonte#Ora Ferdinandi Sindaco, chiuderà la sua campagna elettorale in Piazza Municipio, a partire dalle ore 20.30.

9 giugno 2017 0

Il nuovo singolo di Luisa Corna “Angolo di cielo” scritto arrangiato e prodotto da Marco Colavecchio e Marco Poggioni

Di admin

Cassino – La carriera artistica dell’autore arrangiatore e produttore Marco Colavecchio continua collezionando grandi successi. Dopo il successo del brano scritto lo scorso anno per i Dear Jack dal titolo “ossessione” ed il singolo di Paolo Vallesi, “Il bello che c’è”, quest’anno per Marco è un anno davvero speciale.

Continua l’avventura  in tour con Paolo Vallesi da 9 lunghi anni come bassista arrangiatore e direttore artistico. Con lo stesso Vallesi, dopo la partecipazione a Sanremo in duetto con Amara con il brano “Pace”, esce con un nuovo album di inediti  dal titolo “Un filo senza fine” ed è proprio il brano scritto con Marco Colavecchio e Pio Stefanini che dà il titolo al nuovo album di Paolo e che sarà il nuovo singolo dell’estate 2017; brano che dà  anche il titolo al live tour “Un filo senza fine”.

Il tour toccherà tutte le più grandi città italiane ma non è l’unico a cui partecipa Marco dato che il cantautore cassinate è anche in tour con una storica band “I Nuovi Angeli“ di cui ricordiamo successi come “Singapore”, “Donna felicità” e tanti altri. Marco Colavecchio, inoltre, è l’attuale produttore, arrangiatore e direttore artistico con Marco Poggioni per un lavoro discografico si  Luisa Corna.

Oggi (9 giugno), esce anche il nuovo singolo della Corna, artista che Marco segue da tre anni duettando con lei in tutta Italia. Il nuovo lavoro “Un angolo di cielo”, è un brano scritto da Marco Colavecchio, Luisa Corna, Gabriele Oggiano e Pio Ledda. Gli arrangiamenti sono dello stesso Marco così come la produzione insieme a Marco Poggioni, storico produttore di Marco Masini e tanti altri artisti. Ma non solo, Colavecchio insieme a Pio Stefanini ha anche mixato il brano che dà il nome al live tour di Luisa Corna. “Un angolo di Cielo” Tour porterà  concerti in molte città italiane.

Per Marco Colavecchio, poi, ci sono delle grandi novità artistiche di nuovi brani e nuove produzioni che vi sveleremo a breve. Un successo meritato per il cantautore cassinate il cui sforzo è proteso anche per dare spazio e visibilità a musicisti della propria città; infatti nel singolo di Luisa Corna ha fatto suonare la chitarra di Francesco Cardillo e la batteria di Silvio Francomaro.