Giorno: 15 giugno 2017

15 giugno 2017 0

Sì ferisce accidentalmente ad una mano mentre si esercita al poligono di Pontecorvo

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Pontecorvo – Una guardia giurata si è ferita ad una mano mentre si esercitava nel poligono sezione tiro a Segno Nazionale di Pontecorvo (Fr). L’uomo, questa mattina, per cause ancora al vaglio dei carabinieri intervenuti, accidentalmente è stato attinto ad una mano da un colpo esploso dalla pistola che stava usando.

Il proiettile gli ha perforato il palmo. Immediatamente è stato soccorso e trasportato in ospedale a Cassino dove i medici hanno stabilito una prognosi di 30 giorni. I militari che indagano hanno sequestrato l’arma e le cartucce ma nessun rilievo è stato fatto al poligono.

Ermanno Amedei

15 giugno 2017 0

Domani sera il concerto dei B52 a Piumarola

Di Antonio Nardelli

Villa Santa Lucia – C’è grande attesa per il concerto del gruppo B52 al Maranà risto pub di Piumarola.

Aspettando il grandissimo evento a Modena Park, il gruppo Cresciuti a Pippe e Vasco ha organizzato la serata con tutti i fan di Vasco Rossi con la famosissima cover band dell’artista rock.

Appuntamneto da non perdere quindi a Piumarola dalle ore 20 di domani.

15 giugno 2017 0

Prende a martellate il figlio, 54enne arrestato per tentato omicidio a Sabaudia

Di redazione

Nella tarda serata del 14 giugno 2017, in Sabaudia (Lt) i militari locale stazione traevano in arresto un 54 enne del luogo. Nel corso di una lite ha preso a martellate il figlio 28enne. I carabinieri di Sabaudia sono dovuti intervenire ieri sera e hanno arrestato un 54enne per tentato omicidio. L’uomo, presso la propria abitazione, durante la cena, a seguito di acceso diverbio per futili motivi si è scagliato contro il proprio figlio, colpendolo alla testa con un martello e cagionandogli gravi lesioni. Il malcapitato immediatamente trasportato all’ospedale di Latina è stato giudicato guaribile in 40 giorni. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale Latina. Foto d’archivio

15 giugno 2017 0

Ciacciarelli, A Sant’ Apollinare convegno su Caccia ed agricoltura. Piano abbattimento cinghiali e fondi per sviluppo rurale

Di redazione

Riceviamo e pubblichiamo da Pasquale Ciacciarelli “Martedì 13 giugno ha avuto luogo presso la sala polivalente del comune di Sant’Apollinare il convegno targato forza italia dal titolo “caccia e agricoltura, un legame indissolubile” . Abbiamo ritenuto opportuno affrontare il problema dell’emergenza cinghiali che sta investendo il nostro territorio, causa di numerosi incedenti stradali, una seria minaccia all’incolumità dei cittadini, data l’aggressività degli esemplari. Ebbene, vi è bisogno di un piano regionale che autorizzi gli Atc fr2 all’abbattimento dei sopra citati animali, in collaborazione con le forze di polizia e le autorità preposte, in quanto le soluzioni tampone, quali gli allontanamenti, già messi in atto, pur risultando al momento efficaci, non risolvono definitivamente il problema, che continua a ripresentarsi. Occorre iniziare a guardare la caccia non solo come sport, ma come una possibile risorsa per il territorio. I cacciatori sono gli ultimi custodi delle bellezze naturalistiche del nostro territorio, dotati di una profonda conoscenza dei nostri sentieri montani, delle nostre pianure, di ogni angolo recondito, pertanto meritano maggior considerazione di quanto avuta finora, sull’esempio di altri paesi dell’Unione Europea che riescono a coniugare l’attività venatoria al sociale, con la distribuzione di carni ai meno abbienti, accanto alla distribuzione della stessa nella ristorazione, con tornaconto economico per gli stessi cacciatori. È il momento che anche nel nostro Paese si cambi passo e si inizi ad operare con lungimiranza, traendo profitto dalle risorse finora trascurate che il territorio offre. È stata l’occasione per fare informazione circa i fondi per l’agricoltura, in una terra, la nostra, non soltanto a vocazione industriale, ma anche a vocazione agricola, ricca di aziende agricole che hanno sperimentato colture tipiche quali il peperone Dop di Pontecorvo, la marzolina di Esperia, il fagiolo cannellini di Atina, il nostro olio extra Vergine d’oliva, e che hanno visto numerosi giovani fare ritorno all’agricoltura, valorizzando le risorse rurali del territorio. Tra gli intervenuti, ha preso parola Gianluca Mignacca, il quale, in qualità di amante della caccia e di conoscitore delle risorse agricole, naturali del territorio, ha esposto i disagi arrecati dalla libera circolazione di cinghiali, sia a persone, sia all’agricoltura, dati gli episodi denunciati dai contadini, sottolineando la necessità di un piano di abbattimento”.

15 giugno 2017 0

Isernia: Furti e droga, blitz dei Carabinieri, quattro persone denunciate e sequestro dosi di cocaina

Di redazione

Nel corso di una serie di interventi eseguiti dai Carabinieri in varie zone della provincia di Isernia, quattro persone sono state denunciate per furto aggravato, interruzione di servizio pubblico e reati in materia di stupefacenti. Nel dettaglio, a Monteroduni, un 40enne, pregiudicato isernino, è stato identificato e denunciato alla competente Autorità Giudiziaria dai militari della locale Stazione, in quanto riconosciuto responsabile del furto avvenuto nel corso della notte, ai danni di un’attività commerciale, dal quale erano state asportate circa quaranta pedane in legno, mentre a Colli al Volturno, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 30enne, pregiudicato di Caivano in provincia di Napoli, per un furto ai danni di un’altra attività commerciale dove erano state asportate due telecamere del sistema di videosorveglianza ed altra merce per il valore complessivo di circa un migliaio di euro. Sul conto dei due pregiudicati finiti nella rete dei Carabinieri sono in corso ulteriori indagini al fine di accertare il loro eventuale coinvolgimento in altri furti commessi nei giorni scorsi, in particolare nella zona del venafrano. Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 18enne di origine nordafricana per il reato di interruzione di servizio pubblico. Il giovane che era salito a bordo di un autobus di linea, alla richiesta del controllore di esibire il biglietto vidimato per la corsa, nonostante né fosse sprovvisto, si rifiutava di scendere dal mezzo, causando l’interruzione del regolare servizio di linea. Solo all’arrivo della pattuglia di Carabinieri, scendeva dal mezzo consentendo così la ripartenza dell’autobus. Infine a Sesto Campano, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 35enne, pregiudicato di Pozzuoli, in provincia di Napoli, in quanto trovato in possesso di un involucro contenente dosi di cocaina. La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre sono in corso ulteriori indagini per accertare il canale di rifornimento dello stupefacente e a chi fossero destinate le dosi rinvenute. Per il momento il pregiudicato dovrà rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti.

15 giugno 2017 0

Aquino: Approvato il Progetto Esecutivo per la Rotatoria sulla Casilina da Via Roma. Partito l’iter per il finanziamento regionale

Di redazione

Mentre proseguono i lavori per la realizzazione della rotatoria situata allo svincolo tra la Casilina e l’Aeroporto, l’amministrazione comunale di Aquino, presieduta dal Sindaco Libero Mazzaroppi, nei giorni scorsi, ha approvato un Progetto fondamentale e strategicamente importante per il quale è stato formalmente richiesto un finanziamento alla Regione Lazio. Con due atti deliberativi, nr. 74 del 24.maggio.2017 e nr. 75 del 30.maggio.2017, licenziati in soli sei giorni dalla Giunta Comunale, è stato dato il via libera alla progettazione preliminare, prima, e definitiva, poi, che prevede la Messa in Sicurezza del pericolosissimo incrocio che da Via Roma, dopo il sottopassaggio ferroviario, immette i veicoli sulla Casilina. Il progetto prevede il completamento dello svincolo nei pressi dell’area industriale ed artigianale del Comune di Aquino mediante la realizzazione di una Rotatoria che avrà, quale funzione essenziale, il transito in sicurezza. La spesa preventivata si aggira intorno ai 394 mila euro complessivi di cui circa 267 mila destinati ai lavori. Il Sindaco della Città di San Tommaso Libero Mazzaroppi, con questa interessante proposta ha voluto partecipare all’Avviso Pubblico, emanato dalla Regione Lazio, che dà la possibilità agli Enti Locali di richiedere la concessione delle agevolazioni e delle provvidenze che favoriscono la realizzazione di aree attrezzate per gli insediamenti produttivi di cui alla legge regionale nr. 60 del 1978. Con l’atto deliberativo approvato, la Giunta, oltre a rendere esecutivi i progetti, ha di fatto autorizzato il Sindaco ad inoltrare la richiesta di finanziamento. In questi anni – ha dichiarato visibilmente soddisfatto il primo cittadino Mazzaroppi – non c’è stata, da parte nostra, nessuna sottovalutazione del problema connesso alla sicurezza del bivio della Casilina. Infatti, dopo aver sistemato l’annoso e atavico disagio causato dagli allagamenti del sottopassaggio ferroviario, oggi perfettamente e indiscutibilmente sicuro, cui abbiamo dedicato tantissimi sforzi amministrativi e dato priorità assoluta, abbiamo puntato l’obiettivo verso una progettualità che potrà risolvere anche la problematica connessa a questo svincolo. Per questo – prosegue Mazzaroppi – siamo orgogliosi di aver puntato e focalizzato le nostre attenzioni su questa opera che riteniamo assolutamente essenziale e strategicamente valida.

15 giugno 2017 0

Maestre dell’Infanzia protestano davanti al Miur: “Basta precariato, vogliamo stabilizzazione”

Di redazione

“Siamo partite da diverse regioni d’Italia per chiedere il riconoscimento dei nostri diritti”. Lo dice Valdolina Santilli del comitato tutela Precarie scuola Infanzia Gae (Graduatoria ad esaurimento). Questa mattina, un gruppo di circa cento manifestanti si è ritrovato davanti alla sede del Miur a Trastevere per chiedere la stabilizzazione che attendono mediamente da 17 anni. “Rappresentiamo le maestre della scuola dell’infanzia che hanno vinto il concorso tra il 1999 e il 2000. Il problema riguarda tutte le regioni d’Italia che qui sono oggi rappresentate. Chiediamo il potenziamento della scuola dell’infanzia, così come ci era stato promesso, e la nostra stabilizzazione dato che ormai siamo definite precarie storiche”. Si sentono discriminate rispetto ad altre categorie di lavoratori. “Le promesse di potenziamento della nostro settore sono rimaste solamente parole a differenza di altri settori dove i potenziamenti sono stati fatti e i precari assorbiti”. Il gruppo di manifestanti non è sindacalizzato e per questo, per poter manifestare, hanno dovuto chiedere permessi non retribuiti o giorni di ferie.

15 giugno 2017 0

Impennata di permessi di soggiorno in provincia di Frosinone, nel 2017 oltre 750 in più rispetto al 2016

Di redazionecassino1

Sono 3551 i permessi di soggiorno rilasciati nei primi cinque mesi dell’anno in provincia di Frosinone primi cinque mesi dell’anno dall’ufficio immigrazione della questura di Frosinone. I dati forniti dalla questura confermano un aumento dell’attività svolta sia sotto il profilo amministrativo sia in termini di prevenzione e repressione delle attività illecite. Nello stesso periodo dello scorso anno, i primi 5 mesi del 2016, i permessi di soggiorno sono stati 2800. Le etnie maggiormente rappresentative sono Albania, Marocco, Egitto, Tunisia, Cina Popolare. Particolarmente impegnativo, poi, il lavoro svolto dall’Ufficio Immigrazione in materia di espulsioni: nei primi 5 mesi di quest’anno sono stati notificati 38 decreti di espulsione dal Territorio Nazionale (nel periodo corrispondente  del 2016 ne sono stati notificati 20) con provvedimento prefettizio. In particolare, a seguito dei precedenti provvedimenti sono stati emessi: 2 decreti di allontanamento a cittadini comunitari, 33  ordini a lasciare il Territorio Nazionale e 3 accompagnamenti alla Frontiera con scorta fino al Paese di destinazione (Tunisia, Nigeria, Ghana) Inoltre, l’Ufficio Immigrazione si occupa, con il coordinamento della Prefettura, della gestione dei profughi assegnati a questa provincia a seguito degli sbarchi avvenuti negli ultimi tempi: le etnie maggiormente rappresentative sono Nigeria, Gambia, Mali, Senegal, Guinea. Il personale dell’Ufficio Immigrazione, diretto dal Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato dr. Giuseppe Di Franco – membro permanente della Commissione Territoriale – , proseguirà con impegno continuo e costante l’attività di prevenzione e di contrasto del fenomeno dell’immigrazione irregolare.

Ermanno Amedei

15 giugno 2017 0

A Cassino parte la 10ª edizione del torneo open di tennis “Memorial Mario Monfreda”

Di redazionecassino1

Come da tradizione anche quest’anno il prestigioso torneo di tennis “Memorial Mario Monfreda”, singolo maschile a importanza nazionale, viene ospitato dalla struttura sportiva Sporting Club di Cassino. Nelle giornate che vanno dall’8 di giugno al 18, si sfideranno 60 campioni provenienti da tutta Italia e dall’estero, come nel caso dell’argentino Patricio Heras, 500 ATP nella classifica internazionale, che sembra il favorito di quest’anno, classificato 2.1. Fra gli italiani ricordiamo Pierdario Lo Priore, Andrea Paciello e il cassinate Giacomo Cerbo, leader favorito della Città Martire che proprio questa sera sarà in gara. Il vincitore si aggiudicherà l’ambito premio di 3000€, rimasto quasi invariato negli anni. Il torneo, organizzato dalla Scuola Tennis di Gianluca Petrucci col patrocinio della Federtennis Lazio, è aperto a tutti con limitazione alle classifiche da 4-3 a 2-1. Partendo dai 4-3, chi avanza si confronta con coloro di classifica più alta, sino ad arrivare, a eliminazione diretta e non quindi a gironi, ai quarti di finale.

Giulia Guerra