Giorno: 21 giugno 2017

21 giugno 2017 0

Cassino: Consiglio comunale e polemiche. Sul caso Acea si infiamma piazza De Gasperi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino- È in corso presso la sala consiliare l’assise civica che dalle prime battute è apparsa estremamente tesa. Moltissimi i cittadini presenti sia in aula che nella piazza davanti al palazzo municipale. A surriscaldare gli animi il caso Acea e dunque la cessione dell’acquedotto cittadino. Presenti De Sanctis e Palma del comitato No Acea. Dalla cittadinanza arriva al governo della città la richiesta di non scendere ad accordi per l’acquedotto eeanzi anzi partire con azioni di forza. Una difesa che alza i muri della protesta serrata e che non intende scendere a compromessi. Intanto il consiglio comunale, che prevede la discussione di 11 punti, ha visto il sindaco leggere una relazione sul primo anno di attività e la tensione è salita alle stelle. L’assise è stata anche sospesa per alcuni minuti. Al momento in piazza ci sono tanti cittadini che aspettano notizie che possano prevedere la sinergia tra comune e comitato per la scelta da affrontare. Si attende di conoscere quale indirizzo politico il sindaco vorrà dare a questo punto alla battaglia.

21 giugno 2017 0

Emergenza incendi, evacuate case nel viterbese: chiesto intervento protezione civile

Di admin

Viterbo – Circa 50 persone sono state fatte evacuare dai vigili del fuoco a Sant’Angelo di Roccalvecce nel Viterbese.

Un vasto incendio ha minacciato alcune abitazioni e il fumo ha invaso il centro abitato tanto che, a scopo precauzionale, i vigili del fuoco hanno fatto evacuare una decina di abitazioni. Sul posto stanno operando quattro squadre oltre a mezzi aerei.

La situazione incendi nel viterbese è complessa. Dal primo pomeriggio un vasto incendio sta interessando Montefiascone in località Madonnelle. Il rogo ha tre fronti e sta incenerendo macchia mediterranea, campi di grano e, anche in questo caso, sta minacciando abitazioni. Chiesto l’intervento della Protezione Civile.

21 giugno 2017 0

Maturità, Miur distante o distratto: “farcisce” programmi di autori classici e poi “tira fuori” Caproni

Di admin

Dall’Italia – Volti stanchi, unghie rosicchiate e qualche ripensamento: è così che si presentano gli studenti dopo aver affrontato oggi la prima prova scritta della maturità 2017.

Escono dalle rispettive scuole man mano, nella maggior parte dei casi dopo 5 delle 6 ore previste per lo svolgimento della prova. A proposito delle tracce, pur essendo molteplici, le opinioni si rivelano simili – e similmente critiche – sul brano di Giorgio Caproni. É stata di fatto scelta per l’analisi del testo la lirica “Versicoli quasi ecologici”, tratta dalla raccolta Res Amissa dell’intellettuale livornese vissuto a cavallo tra le due guerre. Una figura lontana e dai banchi di scuola e dalla visione culturale media, che evidenzia ancora una volta il distacco del mondo del Miur da quello dei ragazzi e della scuola come realtà. Già, perché un Ministero capace di scrivere sulla pagina del proprio sito internet “traccie” è lo stesso a rivelarsi un bambino che gioca con la letteratura, non un’istituzione capace di valutare i propri allievi su quanto essa stessa abbia deciso di impartire. Si potrebbe giustamente ribadire che uno studente dopo 5 anni dovrebbe essere in grado di svolgere un’analisi testuale. Basti pensare al fatto che per realizzarla al meglio persino i critici letterari abbiano bisogno di basarsi sulla vita e sul pensiero dell’autore considerato, dunque come potrebbe un alunno condurre un lavoro del genere su un autore escluso dai testi scolastici?

Non sorprende dunque sapere che i coraggiosi ad intraprendere questa traccia, secondo le testimonianze dei giovani cassinati, sono stati solo una piccola percentuale, dai 3 ai 5 su classi di 25/30 persone. Ben più favore ha ricevuto la proposta sulla tecnologia, che ha coinvolto alunni soprattutto fra gli istituti tecnici e i licei scientifici. Tra i licei umanistici, il prediletto è stato il saggio di ambito artistico/letterario sul rapporto uomo-natura. Discreta l’adesione alla tipologia B, riguardante Montecassino, contro i pronostici che la davano fra i favoriti nel territorio. Non resta dunque che sperare in una rivalutazione dei propri metodi da parte del Ministero dell’Istruzione, che comprenda l’esame dei programmi proposti e dei limiti culturali imposti ai cittadini del domani. Per citare Orwell nell’opera 1984 ” (…) l’ignoranza è forza” Giulia Guerra

21 giugno 2017 0

L’esempio Montecassino irrompe nell’esame di maturità. Sacco: “Memory Hole per ricordare la pagina più nefasta”

Di admin

Cassino – Montecassino irrompe negli esami di maturità con una traccia che innesta efficacemente le distruzioni in genere, anche quelle causate dai terremoti, e la forza di ricostruire. Un esempio estremamente positivo quello dell’abbazia Benedettina, ma anche della città che ne ha condiviso le sorti, che questa mattina si è presentato ai maturandi in questa maniera:

“Montecassino ha subito invasioni e assedi, incendi e crolli per terremoti. Più volte è stato distrutto. L’ultima volta nel 1944 quando gli alleati — che lì nella battaglia contro i tedeschi hanno perso migliaia di soldati — sotto pressione dell’opinione pubblica anglo- americana decidono di raderlo al suolo. Convocano a pochi chilometri di distanza tutti i corrispondenti di guerra e, praticamente in diretta, danno il via al bombardamento a tappeto che riduce in macerie il monastero.”Succisa virescit”: una dozzina di anni dopo Montecassino è in piedi. Ricostruito con una tempestività che oggi sembra incredibile ma che dice parecchio sulla vitalità di un’Italia appena uscita dal conflitto e decisa non solo a rimettere in piedi la produzione industriale ma determinata a conservare e valorizzare il suo patrimonio culturale. Una sfida, per certi versi, analoga a quella che ora, dopo il terremoto, ci troviamo ad affrontare nell’Appennino, cuore e spina dell’intero Paese. (Giorgio Boatti, La Repubblica, 31 ottobre 2016)”

“Tutti i maturandi di Italia hanno potuto leggere l’importante articolo di Boatti che dalle pagine di Repubblica aveva sottolineato il valore d’identità nazionale che riveste il bombardamento di Montecassino”.

Dichiara Dante Sacco del Progetto Summa Ocre.

“Non è un caso che tra le prove di italiano sia stato scelto il nostro territorio che ha rappresentato il volano di ricrescita dell’Italia post bellica. Bisogna quindi sottolineare che il recente successo londinese del progetto Memory Hole e le future e possibili applicazioni possono essere un nuovo volano per l’economia in memoria del bombardamento e della pagina più nefasta che ha vissuto il mondo intero negli anni quaranta del novecento”.

Ermanno Amedei

21 giugno 2017 0

Piedimonte San Germano: Ferdinandi presenta la squadra di governo

Di redazione

Questa mattina nella sala consiliare “Bruna Bellavista” del comune di Piedimonte San Germano, il neo eletto sindaco Gioacchino Ferdinandi ha presentato la sua squadra di governo, ovvero ha comunicato i nomo dei quattro assessori. Leonardo Capuano sarà vicesindaco e assessore con delega alla manutenzione, rifiuti, cultura e politiche giovanili. Marialisa Tomassi sarà assessore con delega alla pari opportunità, ambiente, politiche sociali e scuola. Vincenza De Bernardis sarà assessore al patrimonio, al trasporto pubblico locale, alle politiche del lavoro e alla sicurezza. Valerio D’Alessandro sarà assessore allo sport, personale, commercio e attività produttive. Le materie non ancora assegnate saranno demandate ai consiglieri comunali e rese note lunedì prossimo alle ore 18.00 quando si svolgerà il primo consiglio comunale. Nella foto, Ferdinandi con alcuni dei consiglieri e candidati dell’ultima tornata elettorale.

21 giugno 2017 0

Borgo in festa a Scattaruggini di Veroli, cucina e musica nel cuore di Ciociaria

Di admin

Veroli – Sabato all’insegna della crespella quello che si sta organizzando a Scattaruggini con l’iniziaativa Borgo in Festa.

La manifestazione porta il timbro di qualità dell’associazione Amici della Crespella che dalla località San Francesco, si sforza con iniziative di questo genere, a mantenere vive le tradizioni ciociare. Sabato, a Scattaruggine, è previsto il percorso enogastronomico a cominciare dalle ore 20.

Oltre ai piatti tradizionaali ciociari, nel borgo completamente pedonale, sono previste degustazioni e musica tradizionale.

Ermanno Amedei

21 giugno 2017 0

Maturità 2017: Oggi la prima prova, tracce interessanti

Di redazione

Questa mattina, trascorsa la difficile e sofferta notte prima degli esami, i maturandi si sono ritrovati ad affollare i portoni di licei ed istituti scolastici per affrontare la prima prova. Le tracce sono state rese note come da prassi con un sistema ormai collaudato e sicuro, il plico telematico con successiva trasmissione della password per l’apertura. La prima prova, uguale per tutti, ha riservato ai giovani studenti la poesia di Giorgio Caproni per l’analisi del testo; il periodo degli anni 50 e 60 per il tema storico tra il boom economico e la ricostruzione; le nuove tecnologie e lavoro, robotica, futuro, per il tema scientifico; la natura tra minaccia e idillio in arte e letteratura argomento da analizzare con il saggio breve artistico e letterario. A disposizione dei maturandi della documentazione precisa che sarà di ausilio per la redazione dei temi, saggi o articoli di giornale. Ben 12.691 le commissioni al lavoro per 25.256 classi. 505.686 i candidati iscritti all’esame tra interni ed esterni.  I ragazzi hanno scelto tra le tracce proposte e a loro disposizione ci sono 6 ore per realizzare un lavoro ben fatto. Non resta che augurare a tutti in bocca al lupo. N.C.

21 giugno 2017 0

Orso Wojtek, la fondazione polacchi plaude: “Ma si pensi anche all’accesso agli altri monumenti”

Di admin

Cassino – “Abbiamo appreso che il Sindaco D’Alessandro ha annunciato che sarà realizzato a Cassino un monumento all’orso Wojtek“. Lo scrive in una nota l’architetto Pietro Rogacien Presidente della Fondazione  Museo Memoriale di Montecassino.

“Questa iniziativa – continua la nota – non può che rallegrarci e siamo grati al Signor Sindaco per averla promossa. L’idea di ricordare con un Monumento la storia dell’orso soldato del 2° Corpo d’armata polacco è senz’altro una bella idea, a patto che sia contestualizzata nella tragica vicenda del 2° Corpo polacco, ai più sconosciuta. Se non inquadrato nella giusta prospettiva storica, infatti, l’episodio dell’orso Wojtek rischia di restare solo una simpatica curiosità. Siamo dunque compiaciuti della promessa di realizzare questo nuovo Monumento. Nello stesso tempo, però, ci piacerebbe che l’Amministrazione comunale di Cassino dedicasse più attenzione ai Monumenti polacchi che già esistono a Cassino da più di settant’anni e che sono tanto cari all’intera nazione polacca. Nella zona dell’Albaneta di Montecassino vi sono i tre Monumenti realizzati nel 1946 dal 2° Corpo polacco, che sono stati dichiarati “beni culturali” ai sensi della legge italiana e che peraltro hanno urgente bisogno di interventi di manutenzione.

A questo proposito il 27 marzo scorso abbiamo scritto una lettera al Sindaco di Cassino per chiedere il ripristino della strada pubblica Albaneta, in modo da creare le condizioni per una piena, pubblica fruibilità dei Monumenti polacchi, attualmente quasi inesistente. A tutt’oggi non abbiamo purtroppo avuto alcuna risposta”.