Giorno: 26 giugno 2017

26 giugno 2017 0

Scandalo Montecassino, rinviato a giudizio l’ex abate Pietro Vittorelli

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino – La calda estate diventa infuocata per l’ex abate di Montecassino Pietro Vittorelli che, oggi, è stato rinviato a giudizio dal tribunale di Roma.

Una competenza territoriale dovuta al luogo in cui sarebbe stato commesso il reato di appropriazione indebita contestato al prelato, consumato ai danni dello Ior, l’Istituto per le Opere Religiose.

Lo scandalo esplose nell’autunno del 2015, circa un anno dopo le dimissioni per motivi di salute, dell’allora Abate e vescovo Vittorelli, quando alla guida dei benedettini c’era già l’attuale abate Ogliari chiamato a traghettare la millenaria abbazia in anni bui. Coinvolto nell’indagine della guardia di Finanza, anche il fratello del’ex Abate, professionista residente in Lombardia.

Furono tutti i dettagli emersi dalla vita parallela di Vittorelli a gettare nello sconcerto i fedeli. Una vita privata i cui limiti, tra droghe e sesso, si spinsero ben oltre il consentito per chiunque, figuriamoci per il 191esimo successore di San Benedetto. Oggi, nonostante la difesa pubblica di alcuni, il tribunale di Roma ha stabilito che l’Ex Abate  di Montecassino Pietro Vittorelli finisse sotto processo per appropriazione indebita di soldi che, invece di essere usati per opere pie, sono stati spesi, secondo gli inquirenti, per una vita lussuriosa.

Ermanno Amedei 

26 giugno 2017 0

Giovane ubriaco devasta il pronto soccorso e aggredisce i carabinieri. È accaduto ad Aversa

Di redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa (CE), in quel centro, hanno proceduto all’arresto, in flagranza di reato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, interruzione di servizio pubblico e minaccia, di un cittadino rumeno di 27 anni domiciliato a San Cipriano d’Aversa (CE).

I militari dell’Arma, prontamente intervenuti presso il pronto soccorso dell’ospedale “G. Moscati” di Aversa, hanno bloccato l’uomo che, in stato di ebbrezza alcolica, stava dando in escandescenza senza alcun apparente motivo, scagliandosi contro i sanitari e danneggiando alcune suppellettili del nosocomio. Alla vista dei carabinieri, l’ uomo ha inveito contro di essi, aggredendoli e colpendoli con calci e pugni che cagionando lesioni a due militari. Lo stesso è stato accompagnato agli arresti domiciliari in attesa rito del giudizio direttissimo.

26 giugno 2017 0

Cassino: Ospedale S.Scolastica. “Nuovo polo di eccellenza in chirurgia nel Lazio”. Dati incoraggianti

Di redazione

Buono il bilancio per la sanità locale per quanto concerne l ospedale Santa Scolastica di Cassino con particolare riferimento all’attività di chirurgia. Lo si apprende da una nota Asl con la quale viene spiegato che “I primi sei mesi del 2017 hanno confermato il sensibile cambio di passo dell’attività chirurgica dell’ospedale Santa Scolastica oltre le più rosee aspettative. Con l’arrivo del nuovo Direttore della UOC di Chirurgia Generale, il Dott. Roberto Santoro, il nostro Presidio Ospedaliero si è affermato in breve tempo come centro di alta specializzazione per la chirurgia oncologica e la chirurgia laparoscopica. L’attività ha avuto un incremento del 30 % con circa 500 interventi nel primo semestre, ed in particolare si sono osservati interventi di chirurgia maggiore oncologica e chirurgia laparoscopica avanzata ad alta complessità mai eseguiti prima nel nostro Distretto, quali interventi per tumori maligni del fegato e del pancreas quali le resezioni epatiche e la duodenocefalopancreasectomia che finora costringevano i pazienti a recarsi in centri della Capitale. Grande impulso è stato dato anche alla chirurgia laparoscopica avanzata. Oltre al trattamento delle patologie del colon retto si sono eseguite per la prima volta procedure per il trattamento dei tumore del rene, surrene, utero e dello stesso fegato, nonché per la patologia funzionale del giunto esofagocardiale. Per la prima volta si è anche osservato un significativo flusso di pazienti che dalla Capitale e dalle altre province limitrofe raggiungono il Santa Scolastica per ricevere prestazioni di così alto livello”.  “Dal mio arrivo a Cassino- spiega il Dott. Roberto Santoro- ho riscontrato intorno a me grande entusiasmo e voglia di riscatto da parte di tutti i colleghi ed infermieri. Sono sorpreso di essere riuscito in così poco tempo a riprodurre tutte le procedure complesse che fanno parte della mia esperienza chirurgica e di cui i pazienti di questo bellissimo territorio avevano necessità. Potere effettuare queste procedure di alta specializzazione a Cassino è stata una enorme soddisfazione per me e tutti gli operatori che hanno contribuito a raggiungere questi risultati. È da sottolineare aggiunge che tutto ciò è stato possibile ad “isorisorse”, con la grande professionalità e il rinnovato entusiasmo di tutti gli operatori. Ormai l’Ospedale Santa Scolastica è un Polo di eccellenza ed è proiettato nel futuro. Confidiamo tutti nell’arrivo delle giuste risorse e mezzi -conclude il Dott. Santoro- per poter continuare con questo passo a vantaggio della importante comunità che merita di poter contare su un grande Ospedale >>. 

26 giugno 2017 0

Cassino: Festa di fine Ramadan. Ieri centinaia di musulmani nei pressi della stazione ferroviaria

Di redazione

Cassino- Si sono dati appuntamento ieri mattina presto molti musulmani in piazza Garibaldi nei pressi della stazione ferroviaria. Tutti insieme per celebrare la festa di fine Ramadan che li ha visti rispettare il digiuno per circa un mese ogni giorno dall’alba al tramonto. Un periodo di forte devozione caratterizzato da molteplici aspetti, non limitati prettamente al digiuno alimentare e che rappresenta uno dei cinque pilastri dell’Islam. Per il momento di preghiera, di festa e di pace il folto gruppo di fedeli si è riunito rispettando la tradizione. La cerimonia si è svolta in assoluta serenità e non sono stati registrati problemi di alcun tipo. Stupore invece da parte di alcuni cittadini del cassinate che soprattutto attraverso i social network hanno diffuso foto e commenti circa l’evento. Qualche polemica è stata espressa circa la scelta di far svolgere ed autorizzare in quel luogo la cerimonia. In tutto il Mondo a celebrare la festa di fine Ramadan sono state circa 1.6 miliardi di persone. Natalia Costa Nella foto alcune pietanze consumate nelle famiglie per la festa.

26 giugno 2017 0

Allarme bomba in tribunale a Cassino, palazzo evacuato per un’ora

Di admin

Cassino – Allarme bomba in tribunale a Cassino. Non è una novità. Di tanto in quanto accade che con una telefonata anonima alla questura, qualcuno avverte di una imminente esplosione nel palazzo di giustizia di piazza Labriola.

Questa mattina, la telefonata è arrivata alle 8.30 e, come ogni volta, non viene presa alla leggera. Gli agenti di polizia del commissariato di Cassino, i carabinieri e i vigili del fuoco.

Hanno evacuato lo stabile effettuando una veloce ma capillare bonifica riscontrando per fortuna, anche in questo caso, che si è trattato di un allarme finto. Alle 9.40, nel palazzo sono tornati ciascuno alle proprie attività. Intanto la polizia procede per procurato allarme.

Ermanno Amedei

26 giugno 2017 0

Ancora droga nel Cassinate, sequestrati due etti di hashish a Sant’Elia

Di admin

Sant’Elia Fiumerapido – Un rigagnolo del fiume di droga che arrivava dalla Campania con il corriere arrestato la scorsa settimana da Polizia e Carabinieri a Cassino, sembra essere stato intercettato a Sant’Elia, Fiumerapido. Il malvivente portava chili di stupefacente in una delle due ville del cassiante oggetto di perquisizione e dove sono tate rinvenute armi, e da lì, la droga veniva con cautela ripartita nei centri di spaccio minori. Uno di questi potrebbe essere quello che ieri è stato scoperto dai carabinieri a Sant’Elia Fiumerapido.

I militari  impegnati nell’operazione coordinata dal comando provinciale di Frosinone, coadiuvati dal Nucleo Cinofili di Santa Maria di Galeria (RM), hanno arrestato un 39enne di Sant’Elia Fiumerapido (già censito per reati specifici, contro il patrimonio ed altro) per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’uomo, sottoposto a perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di due panetti di hashish abilmente nascosti in un mobile dell’abitazione, rinvenuti solo grazie alla presenza del cane antidroga Pedro, che ne fiutava la presenza. La sostanza stupefacente del peso complessivo di 194 grammi è stata sottoposta a sequestro unitamente ad un coltello artigianale, trovato con evidenti residui di stupefacente sulla lama, nonchè una mazza da baseball. Stante la flagranza del reato, l’uomo è stato tratto in arresto ed al termine delle formalità di rito tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino.