pubblicato il3 giugno 2017 alle 23:54

Balle di fieno sequestrate tra Cassino e Sant’Elia, agricoltore falcia nonostante il divieto

Cassino – Balle di fieno sequestrate in località Pantanelle. Nonostante il divieto, un agricoltore aveva mietuto il fieno facendone grosse rotoballe. Fieno che sarebbe andato ad alimentare animali nonostante il forte e fondato sospetto che potessero contenere sostanze tossiche dovute all’inquinamento che caratterizza la zona.

Siamo tra Sant’Elia Fiumerapido e Cassino divenuta tristemente nota per conservare nelle sue viscere rifiuti di ogni genere, dalla natura mai pienamente accertata. Accertata, invece, la presenza di sostante tossiche nelle falde acquifere tanto da spingere il comune di Sant’Elia Fiumerapido ad emettere una ordinanza di dievieto di coltivazione.

Ieri, un agricoltore, nonostante tale divieto, stava realizzando le rotoballe. L’intervento dei carabinieri è servito a fermalo e il successivo intervento dei vigili urbani di Sant’Elia è servito per sequestrare le balle. Una vicenda che dovrebbe stare a cuore a tutti ma di cui si occupa con grande passione l’attivista ed ambientalista Edoardo Grossi che continua a battersi per evitare che la pericolosa condizione non finisca dimenticata e che su quella terra, si continui a coltivare.

Ermanno Amedei

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07