Giorno: 25 luglio 2017

25 luglio 2017 0

Formia – “Festival del Teatro Classico”, ultimo appuntamento nel segno di Aristofane. Sabato 29 in scena “Le donne al Parlamento”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La satira irriverente di Aristofane anima l’ultimo appuntamento dell’edizione 2017 del “Festival del Teatro Classico”. Sabato 29 luglio alle ore 21.30 presso l’area archeologica di Caposele va in scena “Le donne al Parlamento”, capolavoro del commediografo greco, adattato e diretto da Vincenzo Zingaro, direttore artistico della kermesse prodotta dal Comune di Formia e quest’anno gemellata con il prestigioso “Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2017”.

In occasione del 25esimo anniversario della sua nascita, la compagnia “Castalia” porta in scena uno spettacolo unico, divertente, graffiante, poetico. Il genio di Aristofane offre un’illuminante occasione di riflessione sul rapporto conflittuale tra individuo e società. Al centro della commedia ci sono temi di sconvolgente attualità: la partecipazione femminile al potere politico, la parità dei diritti, la corruzione, l’uguaglianza sociale. In un’Atene sfiancata dalla guerra, in uno stato di sbando materiale e spirituale, l’autore immagina che le donne, stanche dell’inettitudine degli uomini, della loro incapacità di costruire un mondo giusto, attuino un “colpo di stato” e assumano il potere. Una volta al governo, decidono di mettere tutto in comune, abolendo la proprietà privata e la famiglia. Tutti attingeranno in parti uguali al patrimonio collettivo, amministrato dalle donne, che avranno in comune tutti gli uomini e potranno fare figli con chiunque. L’utopia protofemminista dell’eroina Prassagora non potrà realizzarsi, però, e, in un’esplosione di contraddizioni e comicità, il grande sogno si trasformerà in un incubo grottesco.

Lo straordinario allestimento di Vincenzo Zingaro restituisce la ricchezza dei molteplici aspetti contenuti nell’opera, recuperando l’atmosfera originale della commedia, soprattutto attraverso l’uso delle maschere (create dal celebre “Carboni Studio” di cui ricordiamo il sodalizio con Fellini). Uno spettacolo imperdibile per chiunque voglia immergersi nel meraviglioso mondo della commedia antica e affrontare un viaggio alla ricerca delle nostre origini.

Lo spettacolo è stato rappresentato con successo presso il Teatro Arcobaleno (Centro Stabile del Classico) di Roma e in diversi Festival Nazionali come quelli di Ostia Antica, Pompei, Avella e Nocera e parteciperà al “Calatafimi Segesta Festival Dionisiache 2017”.

Adattamento e Regia: Vincenzo Zingaro Con Annalena Lombardi, Fabrizio Passerini, Ugo Cardinali, Rocco Militano, Piero Sarpa, Laura De Angelis, Sina Sebastiani, Mario Piana. Maschere: Carboni Studio – Musiche: Giovanni Zappalorto Costumi: Emiliana Di Rubbo – Scene: Vincenzo Zingaro – Disegno luci: Giovanna Venzi

Per informazioni sullo spettacolo chiamare l’Ufficio Cultura del Comune (0771.778622 / 0771.778398). Biglietti: €10 in prevendita presso Gran Caffè Tirreno (via Vitruvio 238), bar La Perla (Largo Paone 9), Ufficio IAT (piano terra palazzo comunale) fino alle ore 18 del giorno di spettacolo e €15 presso il botteghino all’area archeologica di Caposele, aperto dalle ore 20.30 nei giorni di spettacolo.

25 luglio 2017 0

Ceccano: Spaccio di droga, 33enne in manette

Di redazione

Oggi a Ceccano i militari della locale Stazione Carabinieri traevano in arresto in flagranza di reato un 33enne del luogo, già censito per reati della stessa natura, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.

Gli operanti a seguito di una perquisizione d’iniziativa eseguita presso l’abitazione del prevenuto, trovavano nella disponibilità dello stesso e sequestravano oltre 20 grammi di stupefacente del tipo “hashish” ed un bilancino elettronico di precisione. I Carabinieri interrompevano così, ancora una volta, l’attività criminosa del giovane recidivo. L’uomo, al termine delle formalità di rito, secondo quanto disposto dall’Autorità Giudiziaria del capoluogo, veniva collocato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa del giudizio direttissimo. Foto d’archivio

25 luglio 2017 0

Frosinone, Cinema sotto le stelle: il programma

Di redazione

Tutto pronto per la nuova edizione del Cinema sotto le stelle, la manifestazione realizzata grazie al contributo dell’assessorato alla cultura del Comune di Frosinone guidato da Valentina Sementilli e al coordinamento del consigliere delegato ai grandi eventi, Gianpiero Fabrizi.

Le proiezioni inizieranno alle 21.30 alla Villa Comunale; grazie all’accordo tra gestore e amministrazione, anche quest’anno, l’evento avrà un costo di ingresso pari a 2,50 euro.

Questo il calendario dei film: lunedì 31 luglio sarà la volta della tenera commedia campione d’incassi “Famiglia all’improvviso”, mentre il 1° agosto tornerà la sgangherata banda guidata da Edoardo Leo nell’acclamato “Smetto quando voglio masterclass”. Il 2 agosto spazio ad Alessandro Siani con “Mister Felicità”, il 3 a “Beata ignoranza”, con Alessandro Gassman e Marco Giallini. Il 4 agosto sarà in cartellone “Inferno”, con Tom Hanks, dal bestseller di Dan Brown; il 5, “Alla ricerca di Dory”, film d’animazione per tutta la famiglia; il 6, “La la land”, con Ryan Gosling ed Emma Stone, film vincitore di ben sei premi Oscar; il 7, “La bella e la bestia”, rivisitazione Disney della classica fiaba; l’8 agosto la Villa ospiterà “Poveri ma ricchi”, con Christian De Sica; il 9, “L’estate addosso”, di Gabriele Muccino; il 10, “Io prima di te”, film sentimentale campione d’incassi in tutto il mondo; l’11, “Lasciati andare”, commedia brillante con uno straordinario Toni Servillo; il 12, “Oceania”, un’avventura targata Disney che emozionerà gli spettatori di ogni età; il 13, “Moonlight”, film drammatico e intenso a cui l’Academy ha assegnato ben tre statuette; la leggerezza sarà la cifra distintiva, invece, della pellicola del 14 agosto, “Bridget Jones’ s Baby”, terzo capitolo della saga, con Renée Zellweger, Colin Firth e Patrick Dempsey. Si continuerà con le proiezioni il 15 agosto (“Rosso Istanbul”, di Ferzan Özpetek), il 16 (“La cena di Natale”, con Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti), il 17 (“Fortunata”, di Sergio Castellitto con Jasmine Trinca e Stefano Accorsi), il 18 (“Logan – The Wolverine”, con Hugh Jackman), il 19 (“Baby boss”, commedia d’animazione della Dreamworks), il 20 (“Sully”, diretto da Clint Eastwood, con Tom Hanks), il 21 (“Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar”, quinto capitolo della saga con Johnny Depp), il 22 (“Come diventare grandi nonostante i genitori”, dalla serie televisiva “Alex & Co.”), per concludere la stagione il 23 agosto con “La tenerezza”, di Gianni Amelio, con Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno e Micaela Ramazzotti.

25 luglio 2017 0

Medaglia mondiale di bronzo per Joe, il colonnello atleta

Di redazionecassino4

CASSINO – Un piccolo comitato di accoglienza, un corteo festante verso il Municipio e qui l’incontro con le autorità e la consegna di un riconoscimento dal sindaco. Il rientro a Cassino per Giuseppe Campoccio, medaglia di bronzo ai World ParaAthletics Championships di Londra, è stato emozionante. E’ stata la moglie dell’atleta paralimpico, Cristiana, ad organizzare la sorpresa, un gruppo di familiari ed amici che lo hanno atteso al casello autostradale di Cassino, armati di bandiere italiane. E come la sedia a rotelle non impedisce al marito di gareggiare e vincere, un infortunio al ginocchio e la stampella non hanno impedito a lei di guidare la delegazione di accoglienza accompagnata anche da una vettura dei vigili urbani. Appena l’auto di Campoccio è uscita dal casello, vedere sua moglie e le persone più care e commuoversi è stato un solo istante. Con gli occhi lucidi ha salutato tutti e poi il corteo di auto e moto è partito verso il Comune. Tra lo stupore dei passanti, la sorella che lo attendeva sul percorso per gridargli “grande Joe” e la piccola cerimonia in Municipio è trascorsa la mattinata. Il sindaco Carlo Maria D’Alessandro ha voluto riceverlo nell’aula consiliare, dove alla presenza di rappresentanti di tutte le forze dell’ordine della città, gli ha consegnato l’ennesima medaglia. Questa volta ha scelto quella del 50esimo anniversario di San Benedetto Patrono d’Europa. “Questa volta ci accontentiamo del Bronzo – ha esordito il primo cittadino – ma la prossima volta ci aspettiamo l’oro”. Ha dato poi la parola all’atleta cassinate che ha raccontato delle difficoltà con la pedana che non gli hanno consentito di ottenere risultati migliori che certamente erano alla sua portata. Si è dovuto “accontentare” di un lancio da 9,60 e di un terzo posto nella categoria “lancio del peso F33” dietro all’algerino Kardjena ed al tedesco Scheil. Un risultato in ogni modo interessante e che gli è comunque valsa una medaglia di bronzo. Ora il pensiero è già agli Invictus Games di Toronto di fine settembre dove il Colonnello Campoccio parteciperà sempre indossando con orgoglio la divisa sportiva dell’Esercito Italiano e dove, glielo auguriamo di cuore, potrebbe ottenere altre importanti vittorie. Da domani è già pronto ad allenarsi per questa nuova entusiasmante avventura. Valentina Prato

25 luglio 2017 0

Anagni: Aggressione dello scorso maggio a tifosi juventini, emesse 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di ultras del Napoli

Di redazione

Eseguite dalla Polizia di Stato 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di ultras del Napoli. Sono state eseguite stamattina, da personale della Digos della Questura di Frosinone e della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, coadiuvato dalla Digos della Questura di Napoli, nell’ambito del secondo filone di indagine dell’operazione “Macula”, perquisizioni e 4 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti “ultras” del Napoli Calcio emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone dott. Antonello Bracaglia Morante, su proposta del Sost. Proc. Vittorio Misiti, della Procura della Repubblica di Frosinone. I fatti risalgono all’ 1.30 circa del 15 maggio scorso, quando un gruppo di sette tifosi della Juventus residenti nella provincia di Brindisi – di rientro dalla trasferta di Roma e viaggianti a bordo di un furgone a noleggio – mentre sostavano per rifornimento presso l’impianto ENI dell’area di servizio autostradale “La Macchia Ovest”, in territorio di Anagni, venivano violentemente aggrediti con calci, pugni e bastoni e venivano fatti oggetto di lancio di petardi e torce fumogene da un altro gruppo di circa venti tifosi ultras del Napoli Calcio – lì sopraggiunti e di rientro dalla trasferta di Torino. Terminata l’aggressione fisica, i violenti si impossessavano anche delle borse all’interno del furgone su cui viaggiavano i tifosi juventini, contenenti denaro, documenti ed altri oggetti personali, e si allontanavano dal luogo dell’evento a bordo di alcuni veicoli. Tutti gli aggrediti hanno dovuto far ricorso alle cure dei sanitari presso il nosocomio di Frosinone, con referti per lesioni dai 2 agli 8 giorni s.c. Nei giorni immediatamente successivi, su delega del Sostituto Procuratore dr. Vittorio Misiti, sono state eseguite, in territorio di Napoli e Caserta, perquisizioni domiciliari a carico di alcuni degli identificati, nel corso delle quali è stato rinvenuto materiale vario comprovante la diretta responsabilità in merito ai reati contestati. L’attività info investigativa ha portato già lo scorso 16 giugno, nel primo filone dell’operazione “Macula”, all’esecuzione delle prime tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti ultras. Successivamente, le risultanze investigative dell’attività di polizia giudiziaria hanno condotto all’identificazione di altri 4 ultras, coinvolti nella violenta aggressione nell’area di servizio “La Macchia” Il G.I.P., nell’adottare il provvedimento restrittivo anche nei loro confronti, ha accolto in toto la tesi investigativa, ravvisando la consumazione dei reati di rapina e lesioni aggravate. La complessa attività di indagine, condotta dagli uomini della Digos della Questura Frosinone e dagli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, avvalendosi anche delle immagini dell’impianto di videosorveglianza dell’area di servizio e del sistema di video sorveglianza dello Stadio “Grande Torino” del capoluogo piemontese – dove gli indagati avevano assistito all’incontro di calcio Torino vs Napoli – , ha permesso di identificare gli altri 4 “ultras” responsabili della violenta aggressione e destinatari delle odierne misure; sono tutti partenopei di età compresa tra i 19 e 41 anni. Il Giudice dott. Antonello Bracaglia Morante, nel recepire le risultanze delle attività di indagine, nell’emettere i provvedimenti cautelari, ha osservato che: sono “ i fatti di inaudita, immotivata ed anche preordinata violenza di branco , pretestuosamente occasionata da barbariche contrapposizioni di soggetti che dissimulano sotto l’usbergo del tifo calcistico pulsioni criminali di ragguardevole spessore” E, ancora, “gli indagati sono stati parte attiva di un grave fatto delittuoso di gruppo, senza nemmeno preoccuparsi, protetti dalla forza del “branco”, della ragionevole possibilità di essere individuati dai videosistemi di sorveglianza e sicurezza di cui sono notoriamente dotate le autostrade. La scelta del tutto casuale del bersaglio della violenza ‘strada facendo’, con il solo elemento distintivo dell’appartenenza delle vittime ad una schiera di tifosi “avversari”, evoca scenari inquietanti da “Arancia Meccanica” di cinematografica memoria (si rammenti la preordinazione, la rapidità ed il coordinamento dei gesti violenti di almeno venti persone, che le immagini ben descrivono).”

25 luglio 2017 0

Aggressione ai tifosi della Juventus ad Anagni, altri guai per i supporter del Napoli

Di admin

FROSINONE – Dopo l’esecuzione, lo scorso 16 giugno, di  tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti “ultras”  del Napoli,   è proseguita senza sosta l’attività info-investigativa per l’identificazione dei restanti “ultras” concorrenti nell’aggressione, in danno di tifosi juventini, presso l’area di servizio “La Macchia Ovest” , nel territorio di Anagni.

Dalle prime luci dell’alba di oggi è in corso la seconda fase dell’operazione  “Macula” condottadagli uomini della Digos della Questura di  Frosinone  e della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, coadiuvati dalla Digos della Questura di Napoli, con  l’esecuzione di misure cautelari e perquisizioni nei confronti di  altri ultras.