Giorno: 26 luglio 2017

26 luglio 2017 0

Pusher, come si nasconde la droga e dove la si spaccia

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Negli ultimi mesi i nuclei delle Forze dell’Ordine hanno intensificato in zona i controlli nella lotta ad alcol e sostanze stupefacenti, soprattutto nel napoletano, nel basso Lazio e nella zona di Isernia. Colpisce prendere atto che i luoghi più sensibili a tali fenomeni siano, nella maggior parte dei casi, strutture e aree pubbliche come cinema, centri commerciali, abitazioni – spesso nel cuore della città, persino ospedali e parchi frequentati dai più piccoli. Proprio ieri ad Isernia, nei pressi dell’ospedale cittadino, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno fermato un 25enne del posto, e rinvenuto nell’auto su cui viaggiava un vano segreto ricavato nella portiera anteriore sinistra. Al suo interno nascondeva un involucro contenente diverse dosi di hashish. Sempre ad Isernia, ancora droga all’altezza del cinema Lumiere, dove le Forze dell’Ordine hanno bloccato un 23enne in possesso di alcune dosi di marijuana. In entrambi i casi la droga rinvenuta è finita sotto sequestro, mentre i due giovani dovranno rispondere di detenzione illegale di sostanze stupefacenti.

Particolarmente interessanti poi i metodi ideati per nascondere l’illecita merce, alcuni frutto di un’impegnata elaborazione poi realizzata attraverso ingegnosi lavori manuali. A Roma solo 4 anni fa, nel 2013, la Polizia locale scoprì 240 grammi di cocaina nascosta in un paio di zeppe che una donna calzava tranquillamente seduta in un autobus diretto in Germania (fonte leggo.it). A Castel di Guido invece, un giovane romano di 31 anni utilizzava delle calamite per nascondere la droga, attaccate alla carrozzeria della sua auto, a tre giorni fa risale il fermo dagli agenti del Reparto Volanti della Questura, con 11 dosi di cocaina già confezionate. Da BlogSicilia.it apprendiamo la scoperta di droga ed armi per un valore di 150.000€ in un luogo davvero al limite dell’immaginazione: il cimitero di Catania. Dall’Italia agli Usa i trucchetti si fanno più assurdi e paradossalmente divertenti: un rapporto dell’aeroporto JFK di New York, datato 2005, rivelava come un corriere avesse nascosto 40 “tasselli” di eroina sotto la parrucca, in sottili bustine direttamente attaccate al cuoio capelluto, sfruttando la propria calvizie. Al di là del buffo dietro la beffa in tali episodi, un ruolo determinante è svolto da internet: basta una breve ricerca per ritrovarsi in siti che consigliano i luoghi in cui nascondere droga e illeciti, corredati da foto e istruzioni ben precise, mentre sul famoso Wikihow, piattaforma Wikipedia ideata per mostrare agli utenti processi pratici per risolvere i problemi più disparati, troviamo addirittura dei consigli su come sbarazzarsi dell’odore di marijuana. A questo proposito la Polizia Postale dovrebbe intervenire con la chiusura o per lo meno il controllo di tali piattaforme e provvedere affinché non siano rese visibili ai minori, i soggetti sicuramente più incuriositi e facilmente ingannabili da menti pericolose e attivamente operative nell’ambito del crimine.

Giulia Guerra

26 luglio 2017 0

Riunione dei sindaci per la risoluzione contrattuale con Acea

Di redazionecassino1

Cassino – Si è svolta questo pomeriggio presso la Sala Giunta del comune di Cassino la riunione dei primi cittadini che hanno votato a favore della risoluzione contrattuale con il gestore del servizio idrico integrato. L’incontro era stato convocato dal Sindaco Carlo Maria D’Alessandro lunedì scorso. Presenti i Comuni di Alvito, Boville Ernica, Cassino, Casalvieri, Ceccano, Coreno Ausonio, Fiuggi (Commissario prefettizio), Frosinone, Guarcino, Monte San Giovanni Campano, Picinisco, Pofi, Pontecorvo, Roccasecca, San Giovanni Incarico, San Vittore del Lazio, Settefrati e Strangolagalli. Altri primi cittadini hanno comunicato la loro assenza per impegni istituzionali precedentemente presi e per lo svolgimento dei rispettivi Consigli Comunali, ma hanno dato pieno sostegno al Sindaco D’Alessandro per continuare il percorso intrapreso.

“E’ stata una riunione molto proficua – ha commentato il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro al termine dell’incontro – Vogliamo dare un supporto amministrativo e legale all’Ato 5 per quanto riguarda gli atti relativi alla risoluzione contrattuale, votata dalla conferenza dei sindaci a dicembre scorso ed impugnati da Acea dinanzi al Tribunale amministrativo regionale. E’ fondamentale che la costituzione in giudizio sia fatta in maniera puntuale e articolata nella sostanza. Vogliamo quindi offrire pieno sostegno a quella che poi dovrà essere l’azione volta a difendere l’assemblea dei primi cittadini e l’ambito territoriale ottimale favorevolmente rispetto alla risoluzione contrattuale ai sensi dell’articolo 34 della convenzione.

Proseguiamo dunque il percorso iniziato il 13 dicembre dello scorso anno. Proponendo di fronte ad un impugnativa da parte del gestore una costituzione ad adiuvandum rispetto a quella che farà l’Ato 5.

Siamo pronti a portare avanti questa battaglia con determinazione per riuscire a ripubblicizzare l’acqua in questo territorio dopo anni di vessazioni e disservizi”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

 

26 luglio 2017 0

Alla guida sotto l’effetto della cocaina, denunciato 27enne a Frosinone

Di admin

FROSINONE – Nel corso di servizi  finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dei reati di natura predatoria  e  relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti, la Squadra Volante  ferma e controlla un’utilitaria, con a bordo due persone,  in transito sulla Monti Lepini. Gli agenti identificano conducente e passeggero, rispettivamente di 27 e 40 anni, residenti nell’hinterland frusinate e con precedenti anche in materia di sostanze stupefacenti.

I poliziotti decidono pertanto di precedere  a perquisizione veicolare, con il rinvenimento di un sacchetto di cellophane contenente 0.44 grammi di cocaina. Alla luce di quanto emerso, il conducente viene sottoposto, presso il locale nosocomio, al narcotest, che da esito positivo.

Scatta la denuncia per guida sotto l’effetto di sostanza stupefacente, nonché la segnalazione al Prefetto per detenzione  di sostanza stupefacente ad uso personale. Inoltre,  nei confronti di  conducente e passeggero  viene avviato anche il procedimento amministrativo del Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Frosinone.

26 luglio 2017 0

Ragazzo disabile bloccato in ascensore a Frosinone, interviene la polizia

Di admin

FROSINONE – In una calda mattina d’ estate,  una madre ed un figlio, portatore di handicap, stanno rincasando. Il loro rientro, però, improvvisamente  si arresta al primo piano dello stabile dove risiedono: è sopraggiunto un problema al montascale sul quale è  seduto l’adolescente.

La donna cerca  aiuto, sollecitando anche la manutenzione, ma ogni tentativo resta vano. Dopo quasi due ore  di estenuante attesa,  la madre decide di fare l’ultimo tentativo, segnalando questa volta  la difficile situazione al numero di emergenza 113 della Questura.

La nota viene immediatamente diramata alle Volanti presenti sul territorio che prontamente giungono sul posto. Costata la situazione di emergenza, i poliziotti, senza perdersi d’animo, trasportano il giovane a braccio fino al 4 piano.

26 luglio 2017 0

Tentano il furto ad Anagni ma vengono messi in fuga dai carabinieri

Di admin

ANAGNI – Il furto tentato all’interno di una attività commerciale di Anagni è stato sventato dai carabinieri comandati dal maggiore Camillo Meo. – E’ accaduto questa notte quando il vicinato del locale commerciale ha informato la centrale operativa di un furto in corso.

I militari appena giunti nei pressi del luogo indicato,  hanno notato i malfattori  all’esterno di un noto esercizio commerciale mentre tentavano di praticare un foro su una parete perimetrale posteriore dell’esercizio stesso e,  rendendosi conto del sopraggiungere della pattuglia dell’Arma, si sono allontanati prontamente a bordo di una autovettura scura di grossa cilindrata riuscendo a dileguarsi malgrado le serrate ricerche alle quali hanno partecipato anche i carabinieri della limitrofa Stazione di Sgurgola e personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Anagni.

Sul posto sono stati rinvenuti numerosi arnesi atti allo scasso tra cui una sega circolare ed una bombola a gas,  contestualmente sottoposti a sequestro  ed oggetto di approfondimenti investigativi.

26 luglio 2017 0

Incidente stradale ad Ausonia tra suv e camion, tre feriti

Di admin

AUSONIA – Nello schianto tra una macchina ed un camion da cava, sono rimaste ferite tre persone. L’incidente stradale è avvenuto poco dopo mezzogiorno ad Ausonia sulla via Ausente.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Castelforte che hanno dovuto mettere in sicurezza i mezzi per permettere agli operatori del 118 di soccorrere i feriti.

I rilievi del sinistro sono ancora al vaglio delle forze dell’ordine per stabilire come il suv, su cui viaggiavano le persone rimaste ferite, possa essersi scontrato con il camion e di chi le responsabilità.

Ermanno Amedei

26 luglio 2017 0

Cassino: Fiotech, il sindaco sollecita riapertura conferenza dei servizi

Di redazione

Il Sindaco del Comune di Cassino Carlo Maria D’Alessandro scrive di nuovo al presidente della Regione Lazio, all’assessore all’Ambiente e alla Direzione Regionale Territorio, Urbanistica, Mobilità e Rifiuti, per sollecitare la riapertura della conferenza dei servizi per ridiscutere l’iter amministrativo di concessione dell’autorizzazione integrata ambientale per la realizzazione di un impianto di stoccaggio e il trattamento di rifiuti sanitari pericolosi e non pericolosi in via Cerro Antico. “Mi spiace constatare che nonostante la disponibilità acclarata dall’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio, Mauro Buschini, nel question time relativo alla riunione di Consiglio Regionale del Lazio in data 20 Giugno 2017, di ridiscutere l’iter amministrativo riguardante l’AIA rilasciata alla società Fiotech, non ci sia stato nessun atto che abbia certificato il vero interesse da parte degli organi preposti a svolgere questo fondamentale riesame della casistica in questione ha dichiarato il primo cittadino, Carlo Maria D’Alessandro .- Un atteggiamento scorretto non solo nei confronti dell’istituzione che mi onoro di rappresentare, avendo inviato nota ufficiale senza aver avuto nessun tipo di riscontro dopo un mese, ma anche delle centinaia di cittadini che hanno richiesto, apponendo singolarmente la loro firma, che sia scongiurato il pericolo della realizzazione di ulteriore impianto di stoccaggio rifiuti nel territorio. Si tratta di cittadini che risiedono in prossimità del luogo in cui dovrebbe sorgere la struttura, ovvero nelle contrade Cerro Antico, Cerro Tartari, Solfegna, Colosseo e area industriale in genere. Pertanto stante il lasso di tempo intercorso e alla luce della raccolta firme effettuata dagli abitanti della zona interessata, depositata presso la segreteria del Comune, ed alla luce della copiosa documentazione trasmessa con la nota precedete, ho reiterato la richiesta di riapertura della conferenza dei servizi, come del resto annunciato in sede di question time dallassessore competente più di un mese orsono”. Ha concluso Il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.