Giorno: 28 luglio 2017

28 luglio 2017 0

A Piumarola è… Beer Festival 2017. Appuntamento al Laghetto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Due giorni dedicati al divertimento, alla buona musica e soprattutto alla buona birra. Sabato 29 luglio e domenica 30 tutti al Laghetto di Piumarola, Villa Santa Lucia, per il Beer Festival. Anche quest’anno infatti i ragazzi dell’associazione La Combriccola hanno organizzato un interessante programma. Sabato 29 a partire dalle ore 21.30 concerto di Radici Popolari. Domenica invece si inizia alle ore 15.30 con il torneo di briscola. Per la serata musica e balli con Emidio e la sua band. Un appuntamento quello del Beer Festival da non perdere, dunque. N.C.

28 luglio 2017 0

Piano Forte … da Beethoven ai Beatles. Attesa per l’evento del 5 agosto a Gaeta

Di redazione

Sabato 5 agosto 2017, ore 21.30, lo scenario spettacolare della Terrazza Borbonica (Scuola Nautica Guardia di Finanza) farà da suggestiva cornice all’evento Piano Forte … da Beethoven ai Beatles. Nuovo appuntamento con la Musica da Camera della Rassegna “Estate Musicale di Gaeta” XLVI edizione, organizzata dall’Associazione Musicale San Giovanni a Mare, in collaborazione con Scuola Nautica Guardia di Finanza, Pro Loco Gaeta, Accademia Musicale di Formia, e con il patrocinio del Comune di Gaeta. Protagonisti dell’imperdibile serata due giovani pianisti di grande talento e di fama internazionale Sun Hee You e Marco Ciampi, che interpreteranno brani di Chopin, Liszt, Debussy, Beethoven, Gershwin, Gulda Play, Kapustin, Piazzolla, The Beatles. La pianista Sun Hee You è tra i più interessanti talenti emergenti. La critica loda la sua passionalità alla tastiera fondata su una profonda serietà artistica e professionale. Sin dal suo debutto con l’Orchestra Yangeum di Seoul come solista nel secondo Concerto di Beethoven, è riuscita a trasformare le doti di un enfant prodige nella maturità espressiva e tecnica di un’artista completa. Importanti le sue esibizioni e collaborazioni artistiche in Italia e nel mondo. Il suo repertorio spazia dal Barocco al contemporaneo, la struttura della sua musica è classica, ma stile e linguaggio appartengono al jazz. Ben affermato sulla scena musicale internazionale a pieno merito è il pianista Marco Ciampi. Dopo una formazione con docenti di alto profilo artistico, Ciampi ha iniziato giovanissimo la sua carriera concertistica in Europa e in tutto il mondo, esibendosi presso le sale più prestigiose, raccogliendo ampi consensi di pubblico e critica, conquistando ambiti premi internazionali.

28 luglio 2017 0

Anagni: Arrestati gli autori della rapina all’ ufficio postale di Acuto

Di redazione

Tre persone di Anagni sono state arrestate questa mattina perché gravemente indiziate della rapina commessa lo scorso 1° luglio all’ufficio postale di Acuto (Fr). In quella circostanza i tre malviventi, di cui due con pregiudizi di Polizia per rapina, aspettarono l’arrivo del furgone portavalori che doveva consegnare il denaro contante per il pagamento delle pensioni. Dopo la consegna i tre malviventi, a bordo di una Fiat Uno rubata la sera precedente a Ferentino (FR), hanno fatto irruzione all’interno dell’ufficio postale indossando passamontagna e, previa minaccia con coltelli, si sono impossessati delle due sacche consegnate dai vigilanti del furgone portavalori e anche del denaro liquido che era nelle casse dandosi alla fuga. Alcuni anziani accusarono dei malori. I carabinieri attuarono immediatamente il piano antirapina e, poco dopo, hanno rinvenuto la Fiat Uno abbandonata sulla Strada Provinciale 157. Le iniziali difficoltà dovute al malfunzionamento delle telecamere di sorveglianza dell’ufficio postale venivano superate grazie all’ininterrotto lavoro dei militari, i quali attraverso l’attento esame delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza del comune di Acuto constatavano dei movimenti sospetti del conducente di una autovettura tipo Jeep che, prima della rapina, aveva fatto una ricognizione dei luoghi. L’auto era una De Regibus 5 di cui non si riusciva ad identificare alcuno dei 7 numeri della targa. Attraverso un delicato lavoro di ripulitura del “frame” delle immagini delle telecamere di video sorveglianza posto in essere dai colleghi del RACIS di Roma, sono riusciti ad evidenziare le prime due lettere grazie alle quali si è arrivati al proprietario dell’auto che non aveva mai avuto alcun problema con la giustizia. Si scopriva, quindi, che detta autovettura era spesso guidata dalla sua compagna che vive ad Anagni. Pertanto, attraverso indagini tecniche, pedinamenti, osservazioni e controlli, si riusciva a scoprire che gli autori della rapina ad Acuto, che aveva loro fruttato oltre 100.000 euro, erano la sua compagna, P. S. – napoletana del 1970 trapiantata in Anagni – che aveva il compito di fare l’autista ed attendere i complici a bordo della macchina pulita, R. A. – napoletano del 1975 anche lui residente in Anagni – e T. E. – albanese del 1992 domiciliato nella Città dei Papi – entrambi con pregiudizi di Polizia per rapina. Il provvedimento di Fermo di indiziato di delitto firmato dal Pubblico Ministero dottor Adolfo Coletta si è reso necessario in quanto i tre malviventi si stavano organizzando per commettere a giorni una rapina, anche con l’uso di armi da fuoco, negli uffici postali di Anagni e Serrone (FR). Il P.M., dottor Coletta, condividendo la tesi investigativa degli uomini del Nucleo Operativo della Compagnia collaboratori dai colleghi della Stazione di Acuto, al fine di evitare che detti rapinatori perpetrassero dette azioni delittuose e per evitare inutili probabili conflitti a fuoco con i militari emetteva il decreto di fermo. Nel corso dell’operazione di Polizia Giudiziaria è stata rinvenuta la somma complessiva di Euro 12.000,00 in denaro contante e, celata all’interno dell’abitazione di S. P., una pistola Beretta con relativo munizionamento risultata oggetto di furto commesso nel gennaio 2015 a Maddaloni (CE), tutto sottoposto a sequestro. L’arma rinvenuta sarà sottoposta ad approfonditi accertamenti per verificare se è stata utilizzata anche in altri episodi delittuosi. Gli arrestati sono stato tradotti presso le Case Circondariali di Roma Rebibbia e Frosinone a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Foto d’archivio

28 luglio 2017 0

Francesco Totti, la nuova vita dell’ultimo Re di Roma

Di admin

ROMA – Immaginatelo entrare in campo nel pre-partita, all’Olimpico, in giacca e pantaloni. Senza gli scarpini, senza sulla schiena quel n.10 indossato per 25 lunghi anni e che mai più alcun altro oserà indossare, che la società ritiri o meno quel magico numero. Francesco Totti ha lasciato il campo, il calcio ma non Roma. Non la Roma, l’amore della sua vita, il primo e per certi versi il più grande: perché per lei ha rinunciato a molto più soldi, decisamente più titoli, individuali ma soprattutto di squadra.

Totti ha esordito in A nel 1993, ci ha giocato fino al 2017, senza mai cambiare casacca: nel frattempo che lui scendeva sui prati verdi di tutta Europa ed Italia con gli stessi colori cambiavano 16 governi, 6 Sindaci di Roma, 4 Presidenti della Repubblica e addirittura 3 Papi. Alcuni numeri (Fonte Sports.bwin.it) raccontano in modo incredibile quanto realizzato dal Pupone, come i 180 giocatori dei 551 scesi in campo nell’ultimo campionato italiano che nemmeno erano nati quanto Totti esordiva in A con la casacca giallorossa.

Oggi la sua vita è cambiata, anche se sempre tra le cinta di Trigoria. Sarà quel collante fra società, costantemente lontana in America ed il campo, con un rapporto coi giocatori che nessuno meglio di lui può conservare, a partire da quello che finalmente non è più l’eterno Capitan Futuro. Daniele De Rossi lo ha detto chiaramente, sente sempre Francesco ed il suo contributo anche se fuori dal campo può continuare ad essere importante, nel far capire che vuol dire giocare a Roma e nella Roma, di quanto sia diverso emotivamente e professionalmente rispetto a qualsiasi altra piazza. Di come “vincere 1 scudetto a Roma equivale a vincerne 10 altrove”.

Ha segnato 250 gol in Serie A, secondo marcatore di tutti i tempi dopo Piola. Sono passati quasi 9 mila giorni dal suo esordio al giorno del commovente addio, quando si è ammainata l’ultima bandiera rimasta al mondo, raccontando una storia unica e che ha strappato lacrime a lui, tifosi capitolini ed appassionati tutti. Ha vinto veramente poco, ma due trofei bastano ed avanzano a gratificare uno dei maggiori talenti della storia del calcio: lo Scudetto del 2001 ed il Mondiale nel 2006. Non ci doveva nemmeno essere, ci è sempre stato, superando l’infortunio shock di pochi mesi prima con l’Empoli.

Nell’immaginario collettivo è il numero dieci, il fantasista, l’eroe, il capitano e la bandiera: tutto questo è volato via nel pomeriggio romano del 28 maggio, quando fra la commozione generale ha avuto luogo l’addio al calcio più “straziante” che si sia mai visto nello sport. 25 anni di amore, 307 gol per la stessa maglia, solo 5 trofei ma qualcosa che non può essere quantificato e durerà per sempre: la venerazione di una città intera, il riconoscimento e la stima infinita da tutto il pianeta, di colleghi e tifosi tutti.

clicca

28 luglio 2017 0

Auto esce di strada in A1 tra Ceprano e Pontecorvo. Un ferito

Di redazione

Si è verificato questa mattina un incidente stradale in A1 nella corsia sud, al km 657/600, prima di Pontecorvo. Una polo, con una coppia a bordo, è uscita di strada per cause al vaglio ed è finita nella cunetta. Il conducente fortunatamente è rimasto illeso, mentre la moglie ha riportato qualche ferita apparentemente non grave ed è stata soccorsa e trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Ceprano. Natalia Costa

28 luglio 2017 0

Coppia di giovani escursionisti dispersi a Pescosolido, soccorsi dal CNSAS del Lazio

Di admin

PESCOSOLIDO – Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto nel pomeriggio di ieri nei pressi di Pescosolido (Fr) per recuperare una coppia di escursionisti finiti in una zona impervia dopo aver smarrito il sentiero.

I due, un ragazzo di 30 anni residente a Roma e una ragazza di 26 anni residente ad Opi, erano partiti nella mattinata di ieri da Pescosolido con l’intenzione di percorrere il sentiero escursionistico Q8. Dopo alcune ore di cammino, non rendendosi immediatamente conto di aver sbagliato percorso, sono finiti in una zona impervia con salti di roccia di diversi metri.

I due, consapevoli di non poter proseguire autonomamente e non riuscendo a tornare indietro sui propri passi, hanno contattato il 112 fornendo delle informazioni sommarie sulla propria posizione.

Il 112 ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e ha garantito, durante tutto l’intervento, il contatto telefonico d’emergenza tra i tecnici CNSAS e i due escursionisti.

Ad intervenire sul posto una squadra di tecnici del CNSAS della stazione di Cassino che dopo alcune ore di ricerca li ha raggiunti nel Vallone Lacerno, un canyon molto conosciuto dagli escursionisti della zona. I due sono stati quindi imbracati dai tecnici del CNSAS, recuperati con tecniche specifiche del Soccorso Alpino e ricondotti a piedi alle loro auto.

28 luglio 2017 0

Prende il padre a martellate, arrestato 22enne di Boville

Di admin

BOVILLE ERNICA – I Carabinieri  di Boville Ernica hanno arrestato un 22enne, già censito alla banca dati per reati  contro il patrimonio, furto, lesioni e stupefacenti, responsabile del reato di tentata estorsione aggravata nei confronti del proprio genitore.

Il giovane, secondo la ricostruzione fatta dai militari dell’Arma, armato di un martello ha picchiato il padre di anni 52, colpendolo più volte, provocandogli ferite su diverse parti del corpo giudicate guaribili in quindici giorni dai sanitari dell’Ospedale di Frosinone.

foto repertorio

28 luglio 2017 0

Caccia al cagnolino sull’A1 ad Anagni, salvato da morte certa e sventato il rischio incidenti

Di admin

ANAGNI – Negli ultimi giorni le Sale Operative della  Polizia Stradale di Frosinone e del COA – Centro Operativo Autostradale, erano state allertate con diverse segnalazioni circa la presenza di un cane di piccola taglia sulla carreggiata Nord della tratta autostradale  tra il comune di Frosinone e quello di Anagni (FR)  ma, nonostante i vari interventi, le pattuglie non riuscivano a rintracciare il povero animale.

Ieri mattina, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, mentre transitava inA/1, in prossimità del km.625 nord, ricadente nel territorio del comune di Frosinone, avvistava l’animale dietro il guard-rail.

Gli operatori della Polizia Stradale subito si avvicinavano cautamente e riuscivano a prendere il cagnolino prima che si infilasse in un cunicolo di scolo, nei pressi della banchina.

L’animale molto provato per la mancanza di cibo e per lo stress subito per i notevoli rumori e la velocità dei veicoli in transito,  veniva portato immediatamente presso la sede della Sottosezione Polizia Stradale,  dove veniva nutrito e poi consegnato all’E.N.P.A. di Frosinone che provvedeva alla visita del veterinario e a prenderlo in custodia in attesa di un prossimo affidamento.

28 luglio 2017 0

Videogiochi, quali benefici per l’uomo?

Di admin

ROMA – In una società sempre più tecnologizzata e moderna, di videogiochi ne esistono davvero di molteplici tipi. Ormai quest’ultimi possono  davvero essere suddivisi e classificati in varie e infinite categorie. Ce ne sono alcuni che si distinguono  per la loro capacità, peculiarità e caratteristica di produrre benefici cerebrali.

Si parla costantemente di dipendenza, ma c’è pure l’altra faccia della medaglia, quella positiva. Per esempio uno dei vantaggi è, senza alcun dubbio, la maggiore reattività, ossia dei migliori riflessi. Un qualcosa che sicuramente non guasta mai a qualsiasi età. Simone Kühn, scienziato superiore del Center for Lifespan Psychology del Max Planck Institute for Human Development, ha affermato che “mentre studi precedenti hanno mostrato le differenze nella struttura cerebrale dei videogiocatori, uno studio dimostra invece il collegamento causale diretto tra il videogioco e un incremento volumetrico del cervello. Questo prova che aree specifiche del cervello possono essere allenate attraverso i videogiochi”. Parole molto chiare.

Vari studi inoltre tendono a sottolineare come i videogiochi potrebbero aiutare a contrastare patologie gravi come l’Alzheimer o il Parkison. Continuando con questo ragionamento, va detto che in un recente numero della rivista Journal of Play (2014) è stato pubblicato un articolo in cui i ricercatori Adam Eichenbaum, Daphne Bavelier e C. Shawn Grenn hanno raccolto e riassunto alcuni importanti risultati che dimostrano gli effetti positivi e duraturi dei videogames sui processi mentali di base quali la percezione, i processi visivi di base, la flessibilità mentale, l’attenzione, la memoria e il processo decisionale. Ci si riferisce soprattutto a giochi d’azione, ossia dove occorre muoversi rapidamente e prendere decisioni importanti in pochi secondi. Alla base di tutto ci sono indubbiamente grande strategia e intelligenza. Si tratta ovviamente di studi sperimentali, ma molti risultati sono, senza alcun dubbio, molto sorprendenti e stupefacenti. Inutile nasconderlo.

Molti videogiochi, come per esempio Clash of Clans, portano a combinare effetti visivi, tattili e uditivi (Fonte Ilsentiero.net). Tutto ciò comporta dunque l’attivazione di più aree cerebrali. Insomma, per concludere ciò che si può dire è che gli effetti, siano essi positivi o negativi, dipendono dall’uso che se ne fa.

Un abuso può, senza alcun dubbio, creare danni e pericoli, ma un utilizzo intelligente e moderato ha dei benefici non indifferenti, a partire anche da un miglioramento nell’apprendimento. Roba non da poco. E di questo non si può non tenerne conto. Ci sono studi a confermarlo, testimoniarlo e dimostrarlo. La scienza ha parlato, si potrebbe dire. Bisogna saperne fare buon uso.