pubblicato il5 luglio 2017 alle 16:19

Da Pontecorvo a piazza Montecitorio per proteggere il peperone dop e i prodotti ciociari. Rotondo e Belli in prima linea

Questa mattina a Roma per la protesta contro il Ceta c’erano molti cittadini e rappresentanti dei comuni italiani al fianco della Coldiretti con l’obiettivo di impedire che venga messo in atto un meccanismo ritenuto potenzialmente dannoso per i pregiati prodotti italiani. Anche da Pontecorvo è partita una delegazione per far sentire il proprio no.
“Tutelare i prodotti ciociari, in primis il peperone Dop è un dovere di ogni rappresentante istituzione che ama la propria terra e tiene al futuro dei produttori agricoli, per questo stamattina assieme alla Coldiretti abbiamo fatto sentire la nostra voce in piazza Montecitorio”. A dichiararlo in una nota il sindaco Anselmo Rotondo e l’assessore all’agricoltura Nadia Belli che stamattina ha rappresentato il comune nella manifestazione a Roma. “Se venisse ratificato dal Parlamento l’accordo con il Canada qualsiasi produttore potrebbe imitare i prodotti Igp e Dop, tra essi il nostro peperone. Siamo e saremo al fianco di chi vuole favorire la crescita del prodotto e avverseremo in tutte le sedi chi, invece, intende affossarlo”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07