Giorno: 24 agosto 2017

24 agosto 2017 0

Giovane prostituta 24enne, residente a Frosinone, muore per un malore sulla Monti Lepini

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Prossedi – Una giovane donna 24enne di Frosinone è morta la notte scorsa lungo la via dei Monti Lepini, in prossimità del comune di Prossedi. Dai primi accertamenti sembra trattarsi di una prostituta residente a Frosinone. Un primo esame esterno sul corpo della giovane ha evidenziato la presenza di diverse ecchimosi. Il sospetto è che la donna possa essere stata picchiata durante un incontro con un cliente, come lei stessa avrebbe raccontato ai parenti quando si è sentita male. La giovane si trovava in auto con due parenti, una donna e il suo convivente di nazionalità egiziana, e stava tornando verso Frosinone quando ha avvertito un malore, probabilmente in seguito alle percosse subite, non è riuscita più a respirare ed è morta. I sanitari del 118 allertati dai parenti e dal personale di un hotel del luogo, intervenuti sul posto non hanno potuto fare altro che accertarne la morte. Gli inquirenti indagano su tutte le possibili ipotesi del decesso

 

24 agosto 2017 0

Emergenza incendi, la Uil Vigili del fuoco chiede un tavolo di confronto

Di redazionecassino1

Frosinone – Subito un tavolo di confronto con Regione, Provincia e tutti gli enti che si occupano di far fronte all’emergenza incendi sul territorio ciociaro. A chiederlo è il segretario regionale Uil Vigili del Fuoco Mario Pirri (in foto) in prima linea nella difesa dell’ambiente martoriato da centinaia di roghi: “Si tratta di una stagione drammatica – riferisce Pirri – perché la serie degli incendi è infinita e non concede tregua anche a causa del grande caldo e della mancanza di piogge. Il personale dei vigili del fuoco lotta ma è in difficoltà a causa dell’insufficienza di uomini a disposizione del corpo che costringe a turni massacranti di 12-14 ore. Chiediamo al governo di prendere la situazione in mano e aprire a nuovi concorsi perché siamo stanchi di elogi e pacche sulle spalle ma vorremmo un aiuto concreto. Molti di noi sono ancora impegnati ad Amatrice e Ischia, e questo prosciuga le forze a disposizione considerando anche l’errato impiego degli volontari della protezione civile chiamati, troppo spesso, a presidiare sagre e manifestazioni”. Per evitare il ripetersi di una stagione così drammatica occorre fare prevenzione e pianificare l’emergenza. “E’ fondamentale – spiega Pirri – che Comuni, Regione e Provincia, diano finalmente vita ad una concertazione per far fronte alle difficoltà. E’ indispensabile che i territori si dotino di vasche antincendio dove prelevare l’acqua per dare modo ai mezzi aerei di accelerare le operazioni e non perdere minuti preziosi per andare a pescare acqua lontano dai luoghi colpiti dalle fiamme. Occorrerebbero più elicotteri e mezzi a disposizione dei vigili del fuoco ma – sottolinea Pirri – l’aspetto più importante resta la prevenzione. A fianco delle vasche antincendio dovrebbero essere realizzate piste tagliafuoco sui monti e andrebbero puliti i boschi perché, per i pompieri, è spesso impossibile entrarci e raggiungere i roghi. Una prevenzione che andrebbe pianificata partendo dalla stagione invernale per arrivare pronti, in estate, ad affrontare l’eventuale emergenza”. Gli incendi hanno divorato gran parte del patrimonio verde della provincia di Frosinone e in inverno potrebbero esserci altri sviluppi drammatici: “Lì dove non ci sono più alberi e piante – evidenzia il segretario Uil Vigili del Fuoco – c’è il rischio di alluvioni e inondazioni quando arriveranno le piogge perché l’acqua non troverà ostacoli avanti a sé. Potrebbe essere la conseguenza di questa terribile stagione e per questo il tavolo di confronto, che noi della Uil chiediamo da tempo, è più che mai urgente e necessario”.

24 agosto 2017 0

Leonardo Ortenzi neo allenatore della N.B.Sora 2000

Di redazionecassino1

Leonardo Ortenzi è stato ufficializzato nei giorni scorsi come nuovo capo allenatore della N.B.Sora 2000. L’ex allenatore del Lamezia, Latina, Formia, Reggio Calabria Trapani e Palermo. Continuerà il lavoro svolto  lo scorso anno da Maurizio Polidori al quale la società volsca rivolge un ringraziamento  per tutto ciò che ha fatto, e gli augura un grande in bocca al lupo per il suo futuro”.

Coach Leonardo Ortenzi, come già detto, sarà il nuovo coordinatore, tecnico e valorizzatore del progetto dei volsci. Allenatore serio, bravo e preparato, è reduce dall’esperienza al settore giovanile dell’Aquila Palermo.

Lo sviluppo del settore giovanile, è una delle prerogative della società volsca, prova ne è l’utilizzo periodico e continuato di diversi giovani biancoceleste nella Serie C Gold dello scorso campionato, grazie al lavoro svolto da coach Polidori. Da diverse stagioni, le ambizioni del progetto della società ciociara, hanno portato così a questa scelta. “Sarà una stagione incentrata sulla valorizzazione dei nostri ragazzi, ma anche sulla competitività a livello senior”. La dirigenza ciociara sta già operando in tal senso per allestire una squadra in grado di essere competitiva ma anche di dare spettacolo, per attirare sempre più persone al PalaPanico.

Il roster che sarà a disposizione di coach Ortenzi conterà un mix di senior e under, che saranno rappresentati comunque da volti nuovi. “Senz’altro non c’erano contratti pluriennali da rispettare, quindi non abbiamo ad oggi accordi da cui ripartire. L’idea sarà quella sposata alcuni anni fa di lanciare molti giovani promettenti, affiancandogli elementi di esperienza, cercando di costruire una squadra che dia battaglia e che possa creare una simbiosi con la piazza, che è rimasta la seconda realtà ciociara del Basket, oltre a cassino. Mi piacerebbe che i tifosi, vedendo l’impegno in campo della squadra, possano immedesimarsi nei giocatori – rivela il Dirigente Damiano Carrozzo. Arriveranno giovani dal settore giovanile, e  come  già annunciato sulle nostre pagine ufficiali, diversi giovani dall’estero e nazionali come l’ala Lorenzo Del Rio classe 1998 proveniente dalla A.P.D Alter 82 Piossasco. I serbi  Nikola Bulatovic, classe 1999, Zoran Radonjić classe 1999, Aleksa Tomanovic classe 1999, Arnel Ambeskovic classe 1999.

Diamo quindi un grosso bocca al lupo a coach Ortenzi e ai ragazzi del roster della C Gold e U20 Ecc.

 

24 agosto 2017 0

Emergenza sangue, la Asl Frosinone fornisce i numeri: “Ecco come stanno le cose !”

Di redazionecassino1

Frosinone – Il 30 Luglio scorso un giornale locale titola: “Carenza sangue, scorte a picco” e subito, il giorno dopo (1 Agosto 2017), su un altro quotidiano uno dei politici più inclini ad apparire sulla stampa – forse muovendosi da notizie non verificate e non da dati/fonti ufficiali – dando per scontato che la ASL fosse priva di scorte e che il territorio avrebbe scontato una “emergenza sangue” in Agosto aggiunge: “ASL poco lungimirante”.

Probabilmente dando credito a quanto riportato nei due articoli precedenti, nel fine settimana scorso un audio anonimo ha inondato i social network – grazie anche all’opera precipitosa e deontologicamente eccepibile di una testata (?) on-line – lanciando un appello alla donazione per una paziente definita “terminale” ed affermando che vi era una urgente necessità di sangue per una presunta carenza nel territorio.

Fermo restando che sulle eventuali responsabilità dell’accaduto – sia in senso sanitario che mediatico – l’Azienda USL di Frosinone sta valutando quali azioni legali attivare, siamo fortemente interessati – e ci appelliamo alla sensibilità delle Redazioni – a far giungere ai cittadini messaggi corretti e fondati.

PER IL FABBISOGNO DI SANGUE ECCO COME STANNO LE COSE.

La nostra ASL non ha carenza di sangue perché – grazie alla sensibilità dei cittadini ed operatori, alla preziosa e fattiva opera della rete di Associazioni dei donatori nonché alla efficace conduzione del SIMT (Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale) – il nostro territorio si trova in una condizione di autosufficienza rispetto al fabbisogno di sangue.

Questo non significa che si può abbassare la guardia ma, anzi, visto il virtuoso esempio di cui la Ciociaria in questo settore può vantarsi in ambito regionale, siamo certi che i dati che seguono costituiranno un ulteriore incentivo alla crescita delle donazioni.

Ed allora ecco i numeri, estratti dal Sistema Informativo dei Servizi Trasfusionali (SISTRA) del Ministero della Salute:

 

OSPEDALE F. SPAZIANI FROSINONE – FROSINONE (FR) – Data: 17/08/2017 09:00 Movimenti con altri Servizi Trasfusionali – Anno: 2016 Servizio Trasfusionale Valore Acquisizione Valore Cessioni Saldo Totale 50.699,00 7.373,00 -43.326,00

 

OSPEDALE F. SPAZIANI FROSINONE – FROSINONE (FR) – Data: 17/08/2017 08:54 Movimenti con altri Servizi Trasfusionali – Anno: 2017 Servizio Trasfusionale Valore Acquisizione Valore Cessioni Saldo Totale 497,00 167.270,00 166.773,00

 

I valori economici sono stati determinati da quanto segue:

 

  I° Semestre 2016 I° Semestre 2017 ∆ ∆% Donatori Totali 4.963 6.042 + 1.079 + 22% AVIS Prov.leFrosinone 3.009 4.527 + 1.518 + 45% EMA Nino Manfredi 235 331 + 96 +40% ADSPEM* 2 247 + 245 +245% FRATRES 277 318 + 41 +15%

 

*ADSPEM ha iniziato l’attività convenzionale nel II semestre 2016

 

L’aumento sensibile di donazioni, dunque, ha fatto sì che da una situazione del 2016 di carenza rispetto al fabbisogno del territorio (con costi pari a 43.000 euro) oggi – con i dati riferiti a tutto Luglio 2017 – siamo passati ad avere un “surplus” che ha determinato un  rientro economico di +166.000 euro.

Chi parla di emergenza sangue in provincia di Frosinone dice cose che non rispondono a verità!

Infine si precisa che il Servizio Sanitario, e quindi anche la ASL di Frosinone, è dotato di reti e strutture per le emergenze che non affidano ai “social” appelli e allarmi ma agiscono con canali istituzionali e “voci ufficiali”.