Giorno: 29 agosto 2017

29 agosto 2017 0

Violenza sessuale sull’A1, titolare di una griffe “ci prova” con la modella

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Sono le 15.23 di ieri pomeriggio quando una 22enne, professione modella, disperata, chiede aiuto ad un suo amico tramite WathsApp: un uomo la sta molestando.

La giovane riferisce, tramite chat, in grande stato di agitazione,  di  transitare, per motivi di lavoro, in A1 direzione Nord, nel territorio di Ceprano, a bordo di una berlina condotta da un autista, mentre  al suo fianco, nel sedile posteriore, c’è il titolare di una nota griffe italiana che tenta in tutti i modi un approccio fisico.

Il ragazzo, ricevuta questa preoccupante confessione, contatta immediatamente la linea di emergenza 113, riferendo la difficile situazione che stava vivendo la 22enne.

Scatta subito un piano di intervento urgente coordinato : dalla Sala Operativa della Questura viene predisposta immediatamente una poliedrica squadra con agenti della Polizia Stradale, delle Volanti e della Squadra Mobile, che impiegapersonale femminile “specializzato” appartenentealla Sezione  “Reati contro la persona, in danno dei minori e reati sessuali”.

In  considerazione che a pochi chilometri da dove la 22enne è localizzata c’è un’area di servizio, si consiglia alla giovane, contattata dalla Polizia con i necessari accorgimenti, di fingere un malore e di chiedere, pertanto, una sosta alla prossima area di servizio, che è quella nel territorio di Anagni.

Un’attività di osservazione e pedinamento permette di monitorare la situazione: agenti in divisa ed in borghese si posizionano in modo tale da non destare sospetti cosi che l’uomo acconsente alla pausa – viaggio.

La  ragazza, abilmente “attenzionata” dai poliziotti, scende dall’auto  e si dirige verso la toilette, mentre i suoi compagni di “viaggio”  sono fermati ed identificati.

Dopo gli accertamenti di rito, per il titolare della ditta di moda, un 70enne campano, scatta la denuncia per il reato di violenza sessuale.

29 agosto 2017 0

Siccità, rubinetti a secco da mesi: a Formia la gente blocca la Flacca

Di admin

FORMIA – Con una manifestazione di protesta per l’acqua che arriva con il contagocce, centinaia di formiani sono scesi in strada oggi a Formia bloccando la via Flacca.

L’importante arteria è quella che dal sud pontino collega con la provincia di Frosinone e la vicina Campania e i disagi della strada chiusa per diverse ore sono stati pesanti soprattutto per i turisti pendolari dell’entroterra.

La carenza idrica ha caratterizzato quasi interamente l’estate e la tensione tra la gente di tutto il territorio è palpabile. Oggi Formia ha raccolto anche i manifestanti dei comuni vicini di Gaeta Itri e Spigno tutti accomunati dallo stesso problema e dal malcontento nei confronti del gestore Acqualatina.

29 agosto 2017 0

Wally 145, il nuovo superyacht di Marco Tronchetti Provera

Di admin

DALL’ITALIA – Gli amanti del mare conoscono quella sensazione di libertà che solo una barca a vela può dare. Se a questa barca aggiungiamo anche una serie di comfort forse l’idea potrà convincere anche gli amanti della montagna.

Marco Tronchetti Provera, V.P. di Mediobanca, conosce bene questa sensazione e ai più attenti ai gossip non saranno sfuggite le sue fotografie sulla barca a Portofino, in compagnia di sua moglie Afef.

Ma Provera è un uomo sportivo, cosa abbastanza visibile anche nel suo aspetto: in inverno lo sci, in estate la barca a vela e qualche volta un posto d’onore allo stadio, naturalmente durante le partite dell’Inter, altra sua passione. L’imbarcazione Wally 145 non sarà quindi la prima a vedere l’imprenditore nelle vesti di armatore. Nell’estate del 2002 la Wally 105 fu varata dai cantieri Cnb di Fano, una barca lunga 32,83 metri, con impianti di alta tecnologia studiati da Luca Bassani e disegnati da GermanFrers.

Bassani e Frers anche questa volta sono riusciti ad assecondare le esigenze di Provera. Il primo, per i non addetti al settore, è il patron della Wally Yachts, un marchio della nautica iper hi-tech (particolare simpatico è il nome mutuato da Wallygator, un coccodrillo presente nei cartoni animati di Hanna e Barbera); mentre GermanFrers è un architetto e velista argentino, progettista – tra le altre cose – di alcune imbarcazioni dell’America’s Cup, come l’italiana Il Moro di Venezia nel 1992. Insomma, l’A.D. di Pirelli anche questa volta ha voluto il meglio.

Questa barca da sogno sarà consegnata nel maggio del 2019, la sua realizzazione è stata affidata agli stabilimenti di Massa Carrara di Persico Marine, e anche in questo caso parliamo di un eccelso cantiere di barche hi-tech.

La 145 piedi sarà quindi lunga circa 44 metri e consentirà anche di fare dei veri e propri viaggi intorno al mondo. Per la verità, secondo le dichiarazioni di Frers “la barca doveva essere ancora più lunga ma contrariamente a quanto accade di solito, le dimensioni si sono ridotte durante la fase di progettazione, a vantaggio delle prestazioni e della marinità. Sono state condotte ampie ricerche per contenere i pesi e ottenere nel contempo un ambiente piacevole e ampio, tre diverse aree coperte e un sistema molto sofisticato per la movimentazione delle vele. Il rapporto superficie velica/dislocamento è più alto rispetto a quello dei maxi-yacht di simile categoria”.

Bastano già queste poche parole per desiderare un gioiello del genere, una barca veloce “ma stabile e potente anche in condizioni di vento forte”.

Senza scendere troppo nei dettagli tecnici, le altre caratteristiche di questa Wally sono il desk saloon e il pozzetto poppiero ribassato, i due elementi si trovano quindi sullo stesso piano e gli armatori possono concedersi un po’ di privacy mentre si godono il contatto con il mare.

Per quanto riguarda gli interni, la grande area prevede due letti, due bagni, uno studio e due cabine armadi.

In questo spazio è possibile accogliere fino a 6 persone, disposte in tre cabine; mentre l’equipaggio avrà quattro cabine doppie collocate a prua.

Se non abbiamo la possibilità di concederci in gioiello simile vale la pena sperare di diventare almeno ospiti di Provera, altrimenti non ci resta che sognare a occhi aperti mentre ammiriamo la Wally 145 ancorata al porto di Portofino. Come dicevamo, quest’anno il nome di Marco Tronchetti Provera è stato legato anche in un altro modo al mare, poiché il marchio Pirelli è stato main sponsor del Team Emirates New Zealand, durante l’edizione del 2017 dell’America’s Cup.

La più grande gara mondiale di competizione velistica si è svolta dal 26 maggio al 26 giugno alle Bermuda, in questo caso è stato il timone a portare la P lunga del colosso milanese. Se può sembrarvi strano non associare il marchio milanese ai motori pensate a tutte le altre partecipazioni di Pirelli in sport come lo sci (mondiali), hockey, il baseball con di Dodgers di Los Angeles e, ovviamente, l’impegno che dura ormai da vent’anni con l’Inter.

Secondo Marco Tronchetti Provera “La sponsorizzazione del Team Emirates New Zealand si aggiunge al già ampio portafoglio di collaborazioni e partnership sportive di primo piano che Pirelli, leader nelle fasce alte di mercato, è andato arricchendo sempre più negli ultimi mesi, anche al di fuori delle competizioni motoristiche, con l’obiettivo di rafforzare il posizionamento del brand nei segmenti prestige e premium”.

In ogni caso, la squadra della P lunga è riuscita a togliere il premio dalle mani dell’Oracle Team USA, merito forse anche della trovata dei neozelandesi di installare su ogni lato dell’imbarcazione una bici, inserendo nel loro team anche un campione di ciclismo.

29 agosto 2017 0

Incendio di Monte Cairo, vigili del fuoco schierati a protezione del rifugio Le Casermette

Di admin

TERELLE – Con le prime luci dell’alba sono tornati al lavoro i mezzi aerei sui fronti di fuoco della Ciociaria. Nel cassinate, l’incendio di Monte Cairo, dopo cinque giorni di attività, arrivato ormai ai castagneti di Terelle. I vigili del fuoco di Cassino si sono schierati a protezione del rifugio Le Casermette.

A Guarcino, invece, le lingue di fuoco si avvicinano agli impianti della stazione sciistica di Campo Catino. Ancora attivi gli incendi di Morolo e Supino che, ieri, sono arrivati ad alcune abitazioni ma che oggi sembrano spinti verso l’alta montagna.

 

 

29 agosto 2017 0

Pontecorvo: Aprirà lunedì 18 settembre l’asilo nido comunale

Di redazione

Ad annunciarlo l’Assessore Armando Satini e il Sindaco Anselmo Rotondo, di concerto con il Responsabile dell’Ufficio Tecnico che sta seguendo accoratamente il problema e ritiene di poter rispettare i tempi della risoluzione. “All’esito del distaccamento di intonaci nei locali dell’asilo nido comunale, abbiamo subito attivato una serie di indagini e controlli al fine di capire quali interventi eseguire per ripristinare al più presto il servizio, garantendo la sicurezza e la serenità delle operatrici e delle famiglie che usufruiscono del servizio. Nonostante la difficoltà di reperire interlocutori esperti nel periodo feriale, possiamo affermare che la struttura riaprirà con tutti gli interventi necessari, sia internamente all’edificio, che sul terrazzo dello stesso. In particolare, all’interno della struttura si interverrà con opere di messa in sicurezza consistenti nel risanamento degli elementi deteriorati, sia strutturali che di finitura, mediante l’utilizzo di prodotti certificati ed altamente qualificati e garantiti da società specializzate nel settore (come Mapei, Fassa Bortolo, Kerakoll ecc.). Contestualmente, all’esterno si interverrà con l’intera revisione dell’impermeabilizzazione ed isolamento del terrazzo, unitamente all’adeguamento degli scarichi di deflusso, al fine di garantire la più totale efficienza della protezione dagli agenti atmosferici ed eliminare ogni infiltrazione. Inoltre, verranno eseguite prove di carico sulle strutture portanti e sui solai, onde constatare l’efficienza di carico e la tenuta. Infine, le verifiche e i lavori di ripristino e messa in sicurezza continueranno anche su zone non direttamente toccate dalla caduta di intonaci. Tutti i lavori effettuati termineranno con le relative certificazioni di legge e lunedì 18 settembre l’asilo nido comunale aprirà nel rispetto degli standard di sicurezza. Tutto quanto rappresentato sarà curato dal nostro Ufficio Tecnico, che sta lavorando sulla questione a pieno ritmo e con la massima priorità. Le polemiche e le strumentalizzazioni montate sul caso le lasciamo ai detrattori e a quanti credono nella mistificazione e nella menzogna. Tante ne sono state dette e molte altre ancora sono state scritte sui social da persone che forse speravano di strumentalizzare questo imprevisto. A queste persone non intendiamo rispondere perché, evidentemente, non hanno a cuore il problema e amano solamente la polemica e la guerra mediatica. Diversamente, a noi preme ricordare che abbiamo operato e stiamo operando con coscienza ed immedesimazione, come se i bambini dell’asilo nido comunale fossero figli di tutti noi. Posticipare l’apertura di qualche giorno è stato necessario, quanto inevitabile: abbiamo affrontato il problema sotto ogni punto di vista, l’abbiamo fatto ponderando ogni soluzione percorribile, coinvolgendo diversi esperti e società, affrontando il problema con la massima premura e attenzione. Siamo sicuri che l’apertura dell’asilo avverrà nel termine detto e che i locali saranno sicuri ed idonei”.

29 agosto 2017 0

Multate e allontanate, a Cassino carabinieri a caccia di prostitute

Di admin

CASSINO –  Il contrasto alla prostituzione a Cassino si fa stringente. I carabinieri della locale compagnia, si sono concentrati sulle strade maggiormente interessate dal fenomeno e hanno cercato tra gli appartamenti del centro dove si concentravano le segnalazioni più credibili. Sulla strada consortile Fiat, dove ragazze per lo più straniere si ritrovano per attirare clienti di passaggio o abituali, tre giovanissime due di nazionalità rumena ed una albanese, sono state denunciate per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità di P.S., e multate ciascuna di 400 euro. Le stesse inoltre erano già state allontanate in precedenza con foglio di via obbligatorio.

Una 49enne, invece, residente nel napoletano, già censita per reati inerenti allo sfruttamento della prostituzione, è stata controllata presso un appartamento di Cassino, unitamente ad altre tre donne di nazionalità straniera, risultate tutte dedite alla prostituzione. Nella circostanza la stessa è stata proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. Gli operanti procedevano altresì al controllo di un cliente che in evidente imbarazzo cercava di nascondersi. Inoltre, una delle tre straniere, trovata non in regola con i documenti di soggiorno, è stata invitata a presentarsi presso la Questura di Frosinone per regolarizzare la sua posizione in Italia. Allo stato sono in corso accertamenti di natura patrimoniale per verificare la regolarità dei contratti d’affitto nonché le probabili responsabilità dei proprietari nel reato di favoreggiamento alla prostituzione. In fine, venivano controllate altre 4 abitazioni del centro abitato, sospettate essere luoghi di prostituzione.