pubblicato il4 agosto 2017 alle 21:15

Frosinone, prosegue la valorizzazione immobiliare del Piano

Proseguono gli interventi destinati alla valorizzazione immobiliare, previsti nell’ambito del Piano di Gestione “Fosinone Alta”. Ad annunciarlo una nota stampa. Il primo step, già annunciato lo scorso aprile con relativo avviso pubblico rivolto, inizialmente, a 10 partecipanti (8 le richieste giunte, 6 ammesse), si concretizzerà mediante cosiddetto staging, una tecnica di marketing che consiste nella promozione dell’immagine delle unità immobiliari per favorirne la vendita o l’affitto nel tempo più breve e al miglior prezzo. Il Piano, fortemente voluto dall’amministrazione Ottaviani allo scopo di riqualificare la parte alta della città, rilanciandone, nello stesso tempo, il tessuto economico, è stato realizzato da un gruppo di professionisti di concerto con gli uffici del settore della governance, del patrimonio, del bilancio e della cultura del Comune di Frosinone, coordinati dall’assessore Rossella Testa. La scadenza del nuovo avviso pubblico, rivolto ai proprietari di immobili siti al piano terra con classificazione catastale C1 nella zona inclusa nel Piano, è fissata al 16 ottobre. Verranno prese in considerazione le domande pervenute in ordine di acquisizione al protocollo; l’ammissibilità delle istanze verrà valutata da apposita commissione. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi allo 0775 265573 o 265603 oppure visitare lo spazio dedicato al Piano sul sito www.comune.frosinone.it. A conclusione della procedura, è previsto un Open day con i proprietari degli immobili ammessi all’intervento. “Con la concretezza che contraddistingue l’operato dell’amministrazione Ottaviani – ha dichiarato l’assessore al centro storico, Rossella Testa – stanno proseguendo, come programmato, gli interventi previsti dal Piano di Gestione. Lo staging costituisce un primo step che si aggiunge all’incentivo, mai realizzato prima, per favorire la locazione degli immobili commerciali: il Comune di Frosinone, con l’approvazione del bilancio 2017, ha infatti ridotto l’aliquota Imu dal 10,6 per mille all’8,6 per mille sui fabbricati già locati o che verranno locati, che insistono sull’area individuata dal Piano. L’obiettivo è chiaro: produrre sviluppo e rivitalizzare il tessuto economico, sociale e culturale dell’intera città”. “Il Piano di Gestione – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – si inserisce all’interno di una visione ampia e globale della riqualificazione del centro storico, partita nella precedente consiliatura. Dopo aver acquistato il teatro Vittoria, nel 2013, abbiamo riaperto ed acquisito anche il teatro Nestor, una delle realtà teatrali più grandi in assoluto dell’Italia centrale, con una serie di rappresentazioni ed eventi che generano utenza e frequentazione anche prima e dopo i singoli spettacoli. Il Teatro tra le Porte, rassegna teatrale estiva attualmente in corso in piazza Valchera in cui registra presenze da record, e il Festival dei Conservatori di musica, trampolino di lancio di levatura ormai europea apprezzatissimo dal pubblico, sono ormai entrati nel patrimonio collettivo culturale e sociale della parte alta e dell’intero capoluogo. La lista degli interventi è corposa e ancora lunga: basterebbe pensare alla istituzione e riqualificazione della sede permanente dell’Accademia di Belle Arti all’interno del palazzo Pietro Tiravanti o all’operazione di recupero e valorizzazione dei murales di via Ciamarra per avere la dimensione di come il grande cambiamento sia ormai consolidato”.

© ilpuntoamezzogiorno.it - vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini

Tags: , , , ,



Ultime notizie

... sto caricando ...

Mostra più notizie

Direttore responsabile: E. Amedei - © Ilpuntoamezzogiorno.it - Tutti i diritti riservati - Iscrizione registro stampa tribunale di Cassino n° 3/07 - decreto n° 78/07