Giorno: 3 settembre 2017

3 settembre 2017 0

Aquino: Contrada San Marco vince il Palio 2017

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Aquino: La contrada San Marco vince la quarta edizione del Palio della Contea di Aquino. Una vittoria al cardiopalma che ha visto un pareggio finale tra la Contrada San Marco e L Crucela. Consultato il regolamento è stata data la vittoria ai bianco blu. Urla di gioia e soddisfazione hanno caratterizzato i momenti della proclamazione. Gli atleti della contrada vincitrice si sono lanciati nella piazza a raccogliere gli applausi e gli onori per la bella vittoria. Avvincenti tutti i giochi che nelle tre serate del Palio hanno divertito le tantissime persone accorse in piazza San Tommaso. Giochi della tradizione come il tiro alla fune, la carriola, lo stroncone, suona la campana, corsa con i sacchi, lava i panni alla forma, corsa con la botte, il tutto per una allegra edizione che riunisce moltissimi appassionati del Palio e non solo. Anche quest’anno impeccabile il servizio dei carabinieri, della polizia municipale, della Croce Rossa e dell’organizzazione tutta. N.C.

3 settembre 2017 0

Aereo precipita e prende fuoco lungo via Appia, km90: 5 feriti, 2 gravi

Di redazionecassino1

Il Cesna 182 I-scap è precipitato alle ore 13 circa in un campo lungo la via Appia, al chilometro 90, nel territorio tra Sonnino e Pontinia.

L’aereo era decollato poco prima dall’aviosuperficie del Frasso al miglio 55, precipitando dopo breve tempo per cause ancora da accertare, anche se dalle prime ipotesi si evince che il velivolo abbia urtato un filo dell’alta tensione in fase di decollo.

L’aereo ha poi preso fuoco. Cinque le persone ferite, due delle quali, tra cui il pilota, in gravi condizioni e soccorse da due eliambulanze mentre le altre tre persone a bordo sono state prelevate dai mezzi del 118. Oltre al pilota erano a bordo dei paracadutisti. Sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia stradale e le squadre di vigili del fuoco. L’Agenzia nazionale sicurezza volo ha aperto una inchiesta e effettuato nel pomeriggio un sopralluogo condotto dai propri periti.

3 settembre 2017 0

Frosinone: Raccolta differenziata, Ottaviani “Al via il porta a porta”

Di redazione

Dopo la firma del contratto, registratasi la scorsa settimana, con il nuovo gestore della società De Vizia, il servizio di raccolta di rifiuti solidi urbani e di spazzamento delle strade comunali, centrali e periferiche, sta per subire una trasformazione epocale. La raccolta differenziata, infatti, avverrà con il sistema del porta a porta sul 100% del territorio comunale, con l’intento di arrivare, nei prossimi 6 mesi, a superare la quota del 50% di rifiuto differenziato, con intuibili vantaggi in termini di sostenibilità del ciclo chiuso dei rifiuti prodotti a livello domestico e commerciale. Già dal prossimo mese di ottobre, dunque, è prevista la partenza delle campagne formative, pubblicitarie e dimostrative, sia nelle scuole che nelle abitazioni e presso i condomìni, per illustrare le nuove modalità di espletamento del servizio, per i prossimi 5 anni di gestione. “La portata della innovazione che sta per partire in città – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – investirà l’intero territorio comunale e, quindi, avrà bisogno, per i primi periodi, della necessaria start-up e del cambio di mentalità da parte anche dei più recalcitranti. Il passaggio alla differenziata con il porta a porta, comunque, verrà supportato anche dall’ausilio di due isole ecologiche mobili, che faciliteranno il cambio di passo e di approccio culturale il quale implicherà, necessariamente, una forte collaborazione tra l’amministrazione comunale e le singole utenze. Del resto, la storia insegna che le grandi rivoluzioni, anche quelle ambientali, partono sempre dai cittadini e dal loro modo di porsi, rispetto agli interessi della collettività”.

3 settembre 2017 0

Cassino: Truffa on the road, la Polizia di Stato denuncia una persona

Di redazione

Il personale del Commissariato di Cassino ha denunciato un cittadino rumeno responsabile del reato di truffa. Ha offerto l’acquisto di un iphone 7 plus ad un poliziotto libero dal servizio. Quando ormai pensava di aver intascato facilmente altri 300 euro, un cittadino rumeno si è ritrovato con le manette ai polsi. Sono da poco passate le 13.00 quando un Ispettore in borghese del Commissariato di P.S. di Cassino viene avvicinato da uno pseudo venditore che, ignaro di chi fosse il suo interlocutore, con fare garbato e professionale gli propone l’acquisto di un iphone 7 plus per la modica somma di 300,00 euro; l’ultimo pezzo di uno stock dice il proponente per rendere più credibile l’affare. Il “cliente”, fiutando immediatamente la fregatura, sta al gioco; si mostra interessato “all’affare” chiedendo ulteriori spiegazioni tecniche e, soprattutto, se avesse altri pezzi da poter far acquistare anche ai suoi famigliari. Allettato da tanta grazia, il rumeno tira fuori dal suo piccolo magazzino portatile, uno zainetto, un secondo telefono ed a quel punto l’Ispettore, con la scusa di chiamare casa per farsi portare il denaro contante, fa avvicinare una pattuglia della “Squadra Volante”. Per il rumeno, residente in un campo nomadi romano, quello che doveva essere l’affare del giorno, si è trasformato in un attimo nella beffa dell’anno. Accompagnato in Ufficio per la compiuta identificazione, il venditore on the road è stato denunciato per tentata truffa e proposto per il Foglio di Via Obbligatorio. Accertamenti tecnici sui due telefoni sono in corso da parte degli agenti del Commissariato di P.S. di Cassino.

3 settembre 2017 1

Tratto Frosinone-Mare: multe salate ma manca la segnaletica, centinaia i ricorsi

Di redazionecassino1

Una raffica di multe ha raggiunto gli automobilisti che hanno percorso il tratto Frosinone-Mare nel territorio di Sonnino (km 7,758), ignari del sistema di controllo della velocità con il «tutor», per il quale l’ingresso del tratto è controllato coprendo una distanza di 1.507 metri prima dell’uscita.

Sotto accusa il Comune di Sonnino, autore dell’installazione del sistema in quel tratto, fra l’altro tutto rettilineo, con limite massimo fissato a 90 km all’ora senza tuttavia la presenza di opportuna segnaletica che informi della presenza del tutor.

Di fatto esiste soltanto un generico segnale a indicare «Controllo elettronico della velocità», normalmente usato dagli agenti per il controllo istantaneo con le cosiddette “macchinette”.

Il malcontento degli automobilisti non ha tardato a farsi sentire, tanto più che fra questi c’è chi, percorrendo di consueto il tratto, ha ricevuto più multe in pochi giorni, con cifre che partono dalle 50€ alle più salate oltre i 900€.

I ricorsi, che ammontano a circa 400, sono stati presentati al Prefetto di Latina e sono stati tutti accolti. Che sia stato un mero tentativo, da parte del Comune, di impinguare le casse a danno dei conducenti più spericolati – come i più ritengono – o la semplice negligenza, i ricorsi sono destinati ad aumentare, a scapito del Comune stesso.

Giulia Guerra