Giorno: 13 settembre 2017

13 settembre 2017 0

Belmonte …. Quando il tempo si fa gusto

Di redazionecassino4
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

BELMONTE CASTELLO – Sabato 16 settembre torna a Belmonte Castello la manifestazione “Quando il tempo si fa gusto” anni passati, un evento che mira a valorizzare tradizioni, antiche arti, cultura, sapori, mentre dame in costume faranno da cornice alla promozione dei piatti tipici e dei prodotti dei campi. Giunta alla XIX edizione, la kermesse è organizzata dall’Unione Coltivatori Italiani di Frosinone, , in collaborazione con l’associazione culturale ricreativa il Campanile e il comune di Belmonte Castello. Il caratteristico borgo medioevale del paese tornerà come tutti gli anni passati a rivivere una giornata particolare a partire dalle 18,00, con l’inaugurazione della manifestazione. Faranno da cornice, numerosi stand espositivi che riproporranno all’attento pubblico i migliori prodotti tipici e biologici della Ciociaria e gli artigiani con l’esposizione dei loro bellissimi lavori. Alle ore 19,00 l’apertura degli stand gastronomici in cui saranno preparati: bruschetta, tagliolini e fagioli, gnocchi al tartufo, panini, caserecce al cabernet Doc, ravioloni ricotta e orapi, pizze fritte e mortadella, pizze, salsiccia e broccoli, dolci, spezzatino di vitello allo zafferano, tacconelle sfumate al merlot con salsiccia, polenta al sugo con spuntature, arrosto di maiale, frittura di pesce al cartoccio, vino e altro ancora. Alle 20,30 le vie e le piazzette del borgo antico si animeranno fino a notte fonda con l’esibizione di gruppi itineranti in costume, spettacoli musicali e balli. I gruppi con postazione fissa saranno: Folkaenema, Leo Meglio Band, Covato Band, D.J. Ludovico, Ugo Band, Mario Vettese, One Man Band e Vincent Style. Mentre i gruppi itineranti: Piccolo Laboratorio Popolare, Terra Nostra, Organetti Band, Gruppo Folk la Ciociara dei Monti Aurunci. E’ previsto un utilissimo servizio navetta all’uscita della superstrada di Belmonte Castello. “L’Unione Coltivatori Italiani, – precisa il presidente provinciale Carlo Medagli – organizza questa manifestazione al fine di promuovere e valorizzare il nostro territorio con la riscoperta delle vecchie tradizioni e degli antichi mestieri sia nell’artigianato, nella cultura e in agricoltura, favorendo la migliore organizzazione e la commercializzazione del prodotto locale”.

13 settembre 2017 0

In classe con la droga il primo giorno di scuola, sequestrata marijuana a Cassino

Di admin

CASSINO –  A scuola il primo giorno con la droga. A Cassino, nel giorno inaugurale dell’anno scolastico, gli agenti del commissariato diretto dal vice questore Alessandro Tocco, in collaborazione con le unità cinofile antidroga della Polizia di Stato, hanno attenzionato due Istituti Scolastici della Città Martire. Nel corso dell’attività, che rientra nell’ambito della capillare e costante azione preventiva finalizzata a scoraggiare l’uso di sostanze stupefacenti, con particolare riguardo agli ambienti scolastici, sono stati sequestrati circa 10 grammi di marijuana, occultati nell’intercapedine di un termosifone, all’interno di un’aula. Nella stessa mattinata, sono state effettuate anche due perquisizioni domiciliari, una delle quali con esito positivo. Sono stati infatti recuperati circa due grammi di marijuana che un cittadino del Gambia, ospite di una cooperative di accoglienza, aveva celati in bocca, nel tentativo di eludere il controllo. Lo stesso è stato segnalato alla Prefettura di Frosinone per detenzione ad uso personale di sostanze stupefacenti.

13 settembre 2017 0

In viaggio con mezzo chilo di hashish, tre giovani fermati a Ceprano

Di admin

CEPRANO – Circa mezzo chilo di hashish sono stati sequestrati ieri dai carabinieri di Ceprano nel corso di un controllo stradale nei pressi del casello A1.

Gli uomini coordinati dal Luogotenente Falena hanno dimostrato grande fiuto investigativo nel fermare una vettura su cui viaggiavano tre giovani, due ragazzi e una donna, tutti originari di Piglio.

Nel corso del controllo alla Ford Fiesta sono stati trovati i panetti della droga e, oltre al sequestro, è scattato anche il fermo dei tre in attesa di stabilire le posizioni di ciascuno.

I carabinieri di Ceprano si confermano attenti controllori del territorio. Ermanno Amedei

13 settembre 2017 0

Omicidio o malore? Indagini a 360 gradi sulla morte di Emanuele Bove – FOTO

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – E’ sul trama al volto e alle condizioni del cuore di Emanuele Bove che si concentrano le indagini dei carabinieri

del reparto operativo di Frosinone comandati dal Colonnello Andrea Gavazzi

Il 40enne di Sant’Anderea del Garigliano è stato trovato morto ieri sera in via Roma non molto distante dalla sua autovettura danneggiata.

Il parabrezza della Peugeot 208 parcheggiata era stato sfondato da quello che poteva sembrare un colpo d’ascia, così come il lunotto posteriore. Lui era uscito di casa dicendo ai familiari che sarebbe andato a prendere un caffè con gli amici, poi, alle 23 circa, qualcuno lo ha trovato agonizzante sull’asfalto e ha avvisato l’ambulanza. Gli operatori giunti sul posto non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. Sul volto era evidente la ferita al setto nasale ferita ma non è certo che sia stata quella la causa del decesso. Ancora troppi i punti oscuri della vicenda ad iniziare dai danneggiamenti alla sua vettura.

Emanuele è descritto da tutti come un uomo per bene, senza problemi di sorta. Non aveva a che fare con droga o alcool. Il danneggiamento della sua auto, però deve avere una spiegazione.

Chi e perché gli ha danneggiato l’auto?

Le ipotesi sono due: lo scambio di persona o qualcosa legata alla vita privata della vittima, magari una relazione. Comunque pare che lui non fosse presente mentre qualcuno gli rompeva parabrezza e lunotto dell’auto e che si sia accorto dei danni solamente al suo ritorno poco prima delle 23.

Come si è ferito e perché è morto?

Le ipotesi, anche in questo caso sono due: un malore nel vedere l’auto danneggiata con conseguente caduta oppure, data la lontananza dall’auto, l’inseguimento di qualcuno che riteneva responsabile con conseguente scontro fisico. Il medico legale che ha svolto l’ispezione cadaverica non avrebbe trovato altri traumi oltre a quello facciale ma per accertare le cause del decesso si dovrà attendere l’esito dell’autopsia.

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli

 

13 settembre 2017 0

Uomo morto a Sant’Andrea, è ancora mistero

Di admin

SANT’ANDREA DEL GARIGLIANO – La luce del sole non ha ancora dissolto il mistero sulla morte di E. B. 40 anni di Sant’Andrea del Garigliano.

Il suo corpo è stato trovato ieri sera in via Roma nel centro del Paese a qualche centinaio di metri dalla sua auto, con alcune ferite. La Peugeot ha il parabrezza e il vetro posteriore rotto. Sul posto, sono arrivati i carabinieri della compagnia di Frosinone e quelli del Reparto provinciale di Frosinone. Al momento non si esclude nessuna pista anche se gli investigatori restano abbottonati

Ermanno Amedei

Foto Antonio Nardelli