Giorno: 16 ottobre 2017

16 ottobre 2017 0

Stalking a Cassino, divieto di avvicinarsi alla ex per 24enne veneto

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – I carabinieri di Cassino hanno notificato ad un 24 enne, residente in Veneto, un’ordinanza del Tribunale di Cassino con la quale, concordando con le risultanze investigative, disponeva la misura cautelare del divieto di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex-compagna. Il giovane, durante la convivenza con la donna, aveva più volte posto in essere condotte violenti atte a ledere l’integrità fisica, psicologica e morale della donna, al punto di rendere impossibile la convivenza.

16 ottobre 2017 0

Forzavano serrature auto per razziare negli abitacoli a Frosinone, arrestati due stranieri

Di admin

FROSINONE – Erano diventati l’incubo degli automobilisti che lasciavano le auto parcheggiate nelle aree pubbliche di Frosinone. La Squadra Volante della Questura stava da tempo sulle tracce di due ladri. Il modus operandi del “duo” del furto era sempre lo stesso: a bordo di un’utilitaria perlustrava la città attenzionando il veicolo parcheggiato da “ripulire”, con il conducente pronto alla fuga appena il suo complice aveva messo a segno il colpo. Questa mattina la dinamica si ripete, ma le urla di un bambino attirano l’attenzione di un poliziotto che, libero dal servizio, si mette all’inseguimento dei due allertando immediatamente il 113 della Questura. L’operatore dirama prontamente la nota di ricerca alle Volanti presenti sul territorio, coordinando abilmente un intervento congiunto che, nel giro di pochi minuti, ha permesso di bloccare i malviventi, precludendo loro ogni via di fuga. Accompagnati in Questura per gli accertamenti di rito, i due, un rumeno ed un albanese rispettivamente di 21 e 25 anni, sono tratti in arresto, con l’accusa di furto aggravato in concorso. I due, “vecchie conoscenze” della Polizia, dovranno rispondere anche di ricettazione, in quanto trovati in possesso di 4 telefonini di illecita provenienza, di cui 2 sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

16 ottobre 2017 0

Droga ed estorsione a Terracina, indagini per i 18 arresti partono da denuncia di madre coraggio

Di admin

TERRACINA – I Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, con il supporto di unità antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Roma Santa Maria di Galeria e la copertura aerea di un velivolo del Reparto Elicotteri Carabinieri di Pratica di Mare, sin dalle prime ore dell’alba, hanno dato esecuzione a 18 ordinanze di misure cautelari personali. I provvedimenti restrittivi (12 custodie cautelari in carcere e 6 agli arresti domiciliari) sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale di Latina, Dott.ssa Mara Mattioli, su richiesta del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina, Dott.ssa Luigia Spinelli, nei confronti di altrettanti soggetti accusati dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (art. 73 D.P.R. 309/90) ed estorsione (art. 629 c.p.). Le indagini, condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Terracina, comandata dal capitano Margherita Anzini, sono state intraprese alla fine del 2015 muovendo dalla denuncia presentata da una madre preoccupata dalle continue richieste estorsive di cui era vittima il figlio. I primi accertamenti hanno consentito di raccogliere pregnanti elementi informativi in capo ad un gruppo criminale impegnato nella gestione della piazza di spaccio di sostanze stupefacenti: hashish, marijuana e soprattutto cocaina. Un attento monitoraggio dei soggetti finiti sotto la lente degli investigatori ed il successivo sviluppo dei riscontri venuti in rilievo ha consentito, grazie anche al portato probatorio delle indagini tecniche frattanto effettuate, di comprovare l’operatività – nel territorio dei comuni di Fondi, Priverno, Aprilia e, più specificatamente, Terracina, la città del Tempio di Giove (da cui ha appunto preso il nome l’operazione) – la piena enucleazione di identità, ruoli e schemi dei soggetti attinti dalle misure cautelari personali, alcuni dei quali risultavano gravati da precedenti o pendenze penali, anche per reati specifici, nonché la fedele ricostruzione delle dinamiche di spaccio, delle rotte e dei canali di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti. Fondamentale è risultata la rapida comprensione del linguaggio criptico e dei particolari codici di comunicazione tra gli indagati. Particolarmente efficace si è dimostrata la metodica messa a sistema dagli indagati nella prospettiva di sollecitare il pagamento dei debiti di droga. I morosi, infatti, venivano pesantemente minacciati e malmenati per farli rientrare dai loro debiti, arrivando anche a costringerli ad accedere a delle forme di finanziamento, addirittura attraverso la predisposizione di documentazione falsa per avallare la solo solvibilità. Molti i riscontri obiettivi raccolti durante il periodo oggetto d’indagine. Tra questi, oltre alla denuncia in stato di libertà di alcuni giovani del luogo, anche l’arresto di sette soggetti, tra cui due dei destinatari delle odierne ordinanze restrittive, colti nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Durante l’arco temporale delle investigazioni, inoltre, sono stati sequestrati, complessivamente, circa 160 grammi di cocaina, 15 di hashish e 5 di marijuana; mentre ammonta a 2.600 il denaro sottoposto a sequestro quale provento dell’attività di spaccio. Nel corso dell’operazione uno dei soggetti colpiti da ordinanza è stato altresì tratto in arresto nella flagranza del reato di detenzione illegale di sostanza stupefacenti in quanto trovato in possesso di 45 grammi di hashish. I destinatari delle misure cautelari in carcere sono stati associati alla casa circondariale di Latina, fatta eccezione per uno che, per reati specifici, si trovava già ristretto presso la casa circondariale di Cassino, dove continuerà a permanere, ed un secondo che, invece, è stato condotto presso il carcere di Siena, poiché da circa un anno si era trasferito in quella provincia.

16 ottobre 2017 0

Armi e droga a Fiuggi, quattro denunciati

Di admin

FIUGGI – I finanzieri della Tenenza di Fiuggi hanno sequestrato 4 pugnali con lame da 20 centimetri, 3 sciabole con lame da 60 centimetri, 1 freccia da balestra con punta in metallo, 2 munizioni, di cui una per fucile marca Winchester ed una a salve, diversi grammi di hashish e marijuana, due bilancini, oltre a sostanza da taglio e materiale per la suddivisione in dosi e confezionamento della sostanza stupefacente. Le risultanze investigative e gli elementi acquisiti nel corso delle perquisizioni domiciliari hanno consentito agli inquirenti di identificare come responsabili 4 persone, che sono state così deferite all’Autorità Giudiziaria di Frosinone, in concorso di reato, per detenzione abusiva di armi e munizioni nonché per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

16 ottobre 2017 0

A1, chiusura per manutenzione il casello autostradale di Ceprano

Di admin

CEPRANO – “Autostrade per l’Italia comunica che sulla A1 Milano-Napoli, dalle ore 22:00 di domani, martedì 17 ottobre, alle ore 6:00 di mercoledì 18, sarà chiusa l’entrata della stazione di Ceprano, verso Roma, per lavori di manutenzione. In alternativa si consiglia di utilizzare l’entrata della stazione autostradale di Frosinone. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti “My Way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21 attivo 24 ore su 24″. Lo si legge in una nota della Società autostrade per l’Italia.

16 ottobre 2017 0

Uccide il ladro in casa a Latina, avvocato indagato: non volevo colpirlo

Di admin

LATINA – Si chiamava Domenico Bardi e aveva 41 anni l’uomo di Napoli che ieri ha perso la vita mentre, a quanto sembra, stava rubando con due complici, in una casa in via Palermo a Latina. Per la sua morte è indagato per eccesso colposo di legittima difesa, l’avvocato 47enne, figlio del padrone della casa derubata, che ha esploso i colpi mortali da una pistola. Il professionista ha raccontato al magistrato che lo ha ascoltato fino alle tre di notte, che poco prima delle 17, ha ricevuto il messaggio di allarme dalla casa del padre. Il “volumetrico” indicava la presenza di qualcuno sul balcone della camera da letto. E’ quindi andato ad accertarsi di quanto stava accadendo portando con se una pistola regolarmente detenuta. Avrebbe fatto un giro esterno della casa arrivando sotto al balcone e sorprendendo uno dei malviventi con funzione di “palo” il quale, insieme ad un altro complice si sarebbero fatti minacciosi. Sempre secondo la versione fornita agli inquirenti, l’avvocato avrebbe esploso alcuni colpi di pistola con l’intenzione intimidatoria per spaventare i due colpendo e uccidendo, però, a suo dire involontariamente, il terzo malvivente che scendeva da una scala. Una ricostruzione per verificare la quale gli agenti della squadra mobile di Latina stanno indagando con l’ausilio della polizia scientifica. Ermanno Amedei

16 ottobre 2017 0

Spaccio di droga ed estorsione a Terracina, 18 arresti

Di admin

TERRACINA – Alle prime ore dell’alba di oggi la Compagnia CC di Terracina – con il supporto dei Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, di due unità antidroga del Nucleo Cinofili e la copertura aerea di un velivolo del Reparto Elicotteri – hanno eseguito 18 ordinanze di custodia cautelare, di cui 12 in carcere e 6 agli arresti domiciliari. Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione i reati contestati. Nel corso delle operazioni di perquisizione, una dei destinatari è stata arrestata in flagranza di reato per detenzione di hashish. Foto Repertorio

16 ottobre 2017 0

SERIE C SILVER – Pallacanestro Veroli 2016 battuta Nova Basket Ciampino 75 – 73

Di redazionecassino1

Vittoria strepitosa della Pallacanestro Veroli 2016 e del suo meraviglioso pubblico che ha incoraggiato la squadra fino alla fine. La gara che si è disputata Domenica 15 Ottobre, alle ore 17.30, presso la tensostruttura di Casamari termina con il risultato di 75 – 73 alla fine di una partita e di un supplementare da brividi.

Una rimonta da – 16 in poco meno di 9 minuti al termine della gara fa esplodere l’entusiasmo in campo e sugli spalti. Veroli parte subito bene, giocando in velocità e mettendo in grossa difficoltà gli avversari che fanno della forza fisica la loro arma migliore. I giallorossi volano subito sul + 6 ma è solo un fuoco di paglia perché i romani ricuciono lo strappo al termine del primo quarto. Alla ripresa del secondo quarto Ciampino schiera in campo Binetti e la musica cambia: Veroli inizia a subire, soprattutto in difesa, la fisicità dei lunghi avversari ma resta a contatto grazie alle giocate di Vinci e Velocci e alla vena realizzativa di Fiorini Marco. Per Veroli entrano Lauretti N. e Celani D. che dimostrano di saper stare in campo e di aver allungato le rotazioni dei ciociari. Intervallo lungo sul -2. L’intensità dei padroni di casa scende e Ciampino trova gli spazi per far valere tutta la sua esperienza: i romani iniziano a bucare con continuità la difesa di casa, sia dentro l’arco che dalla linea da tre punti. Black-out dei giallorossi e fine terzo quarto su un significativo – 16. Al rientro qualcosa scatta nella testa e nell’orgoglio della squadra verolana. Iniziano infatti 10 minuti da brividi, una vera e propria impresa. Veroli infatti, con l’agonismo e la testa giusta entra in campo determinata ad iniziare una rimonta epica, bomba e penetrazione con fallo subito per Fiorini G., bomba di Fiorini M. e ancora bomba a tabellone di Velocci. Ciampino chiama il time-out ma la musica non cambia, Veroli difende il “fortino” con le unghie e con i denti. Sul 58-60 per Ciampino arriva la bomba del sorpasso di Fiorini G. che fa letteralmente esplodere la tensostruttura di Casamari. Il pubblico esplode e sprona la squadra a tener duro, il coro “Veroli Veroli” si alza sugli spalti ed è un’emozione da pelle d’oca. Ciampino però non ci sta ed all’ultimo secondo dell’ultimo quarto insacca 2 liberi del pareggio che portano le squadre al supplementare.

A questo punto però Veroli non ha paura e risponde colpo su colpo alle giocate dei romani. Celani recupera due palle difensive ed in attacco innesca bene le giocate di Velocci e Fiorini M. A due minuti dalla fine viene fischiato il 5º fallo di Binetti su un ottimo Frusone ed i ciociari ci credono ancora di più. Vinci sulla successiva azione d’attacco realizza in contropiede ed a 35 secondi dal termine Celani segna su rimbalzo offensivo. 75-73. I giallorossi portano a casa la vittoria nel modo più bello ed emozionante uscendo tra gli applausi dei loro sostenitori. Prossimo appuntamento Domenica 22 Ottobre, alle ore 17.30, presso la tensostruttura di Casamari.

 

PALLACANESTRO VEROLI 2016 vs NOVA BASKET CIAMPINO 75 – 73

Tabellini: Fiorini G. 20, Fiorini M. 19, Frusone C. 4, Vinci L. 9, Velocci G.17, Celani D. 6, Iannarill N.i, Lauretti N., Mauti G. n.e., Lella L. n.e., Fontana G. n.e., Igliozzi M. n.e., All. Rotondo.

16 ottobre 2017 0

Quattro formazioni a guidare i rispettivi gironi

Di redazionecassino1

Terzo turno nel torneo di Eccellenza con due sole formazioni ancora punteggio pieno: Caira che si impone di misura, 1 a 0, su Canceglie Sora e la Sangermanese che supera i padroni di casa di Cervaro per 0 a 3. A tre lunghezze di distanza Ducato Sora che ha la meglio con un punteggio tennistico, 7 a 1, alla Sordella; i Tordoni Pontecorvo che vincono il confronto con DS Dodici per 4 a 3 e Canceglie fermato da Caira. Battuta d’arresto per la Longobarda sconfitta in casa, 1 a 2, da Amatori Aquino. In Promozione due le squadre a punteggio pieno, Collecedro che, in casa, batte la formazione campana del Moscuso per 3 a 0 e Amatori Terelle che conquistano i tre punti sul terreno dei padroni casa del Belmonte 1 a 2. Nuova sconfitta, casalinga, per Drink Team Duff (nella foto)contro Niemoslive per 0 a 2. Svanito l’exploit della prima giornata del torneo. Non vanno oltre il pareggio a reti inviolate Janula C.F.C. e Labbirra nello scontro diretto. In fondo alla classifica pareggiano, 2 a 2, Amatori Colfelice e Caffè Reale.

F. Pensabene