Giorno: 25 ottobre 2017

25 ottobre 2017 Non attivi

Incendio al termocombustore, fiamme sotto controllo grazie a 400 litri di schiumogeno

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

SAN VITTORE DEL LAZIO  – Oltre 400 litri di schiumogeno, sono serviti per mettere sotto controllo l’incendio  all’interno del Termocombustore di San Vittore del Lazio. Le fiamme divampate all’interno del capannone dove viene scaricato il materiale combustibile plastico sono state domate solamente in superficie. I vigili del fuoco dovranno procedere con le operazioni di smassamento per spegnere anche le fiamme che cofano all’interno del mucchio. Una operazione che durerà tutta la notte. Intanto ci si interroga su che tipo di danno all’ambiente possa aver provocato il denso fumo che si è sprigionato nella combustione. Pare che lo stabilimento continua a funzionare.

Ermanno Amedei     

25 ottobre 2017 Non attivi

Incendio in corso nel termocombustore di San Vittore del Lazio

Di admin

SAN VITTORE DEL LAZIO – Incendio in atto al termocombustore di San Vittore del Lazio. Squadre di vigili del fuoco stanno arrivando sul posto per domare un rogo che si è sviluppato all’interno dell’impianto di termovalorizzazione.

L’incendio che si è sprigionato all’interno del Termocombustore die San Vittore del Lazio sta riguardando un grosso cumulo di materiale plastica nel punto in cui i bilici lo scaricano nell’impianto. Le fiamme sono altissime e oltre ai sitemi antincendio dell’impianto sono al lavoro i vigili del fuoco del distaccamento di Cassino, un’autobotte di supporto e, sul posto sta arrivando anche un carro schiuma.

Ermanno Amedei

25 ottobre 2017 Non attivi

Arrestato dai carabinieri un 54enne cassinate per maltrattamenti in famiglia

Di redazionecassino1

Cassino – Nella mattinata odierna, i militari della  Compagnia di Cassino,  nell’ambito di attività predisposte e coordinate dal superiore Comando Provinciale, volte al controllo del territorio, traevano in arresto un 54enne del cassinate, già censito per gli stessi reati, per maltrattamenti e lesioni personali nei confronti della moglie convivente.

I militari, intervenuti presso l’abitazione dei coniugi, a seguito di richiesta al 112, constatavano la presenza del figlio minorenne della coppia, il quale riferiva che rincasando aveva incrociato il padre allontanarsi velocemente a bordo della sua utilitaria e che, dopo aver aperto la porta di ingresso, trovava la madre distesa sul pavimento esanime, dolorante per l’aggressione subita dal coniuge e non in grado di potersi alzare. L’uomo veniva immediatamente rintracciato e dopo i primi accertamenti, dichiarato in arresto.

Sul posto erano presenti alcuni congiunti della donna, i quali riferivano di essere giunti in soccorso della medesima e di averla trovata vistosamente sanguinante e con il volto tumefatto, in quanto era stata colpita più volte alla testa ed al viso dal marito, lamentando inoltre problemi di respirazione, in quanto l’uomo l’aveva stretta al collo.

La vittima, prontamente soccorsa da personale del 118, dopo le prime cure del caso veniva trasportata a bordo dell’ambulanza presso l’Ospedale Santa Scolastica di Cassino, ove visitata dai sanitari veniva giudicata guaribile in 10 giorni s.c..

Gli stessi congiunti riferivano, inoltre, di essere particolarmente preoccupati della situazione, poiché le aggressioni da lei subite erano quotidiane, sia sotto il profilo psicologico, sia  fisico e che temevano per la sua incolumità. Già in passato infatti, l’uomo si era reso responsabile di aggressioni verbali e percosse nei confronti della coniuge, per le quali la stessa aveva sporto varie denunce per atti persecutori e lesioni personali.  Per tale motivo, veniva emessa dall’A.G. una misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla coniuge e dai figli, misura successivamente revocata a seguito di remissione della querela da parte della donna.

L’arrestato veniva  ristretto presso la Casa Circondariale di Cassino, in attesa del rito direttissimo.

25 ottobre 2017 Non attivi

Firmata una convenzione per il ripristino della sicurezza stradale e della viabilità post incidenti sulle strade comunali

Di redazionecassino1

Cassino –  E’ stata firmata, alla presenza del Vice Sindaco Carmelo Geremia Palombo, del Comandante della Polizia Locale del Comune di Cassino, Vincenzo Nardone e dei rappresentanti delle aziende interessate, la convenzione per il ripristino della sicurezza stradale e della viabilità post incidenti sulle strade comunali.

“Per la prima volta il comune di Cassino si dota di questo importante strumento per la sicurezza dei cittadini e per la tutela dell’ambiente. Le procedure che riguardano il presente provvedimento, infatti, sono essenzialmente tre: – ha detto il Vice Sindaco Palombo – l’intervento standard, ossia le attività di ripristino della sicurezza stradale e reintegra delle matrici ambientali, compromesse dal verificarsi di incidenti stradali che comportino l’aspirazione dei liquidi inquinanti versati e il recupero dei detriti solidi dispersi in dotazione funzionale dei veicoli, sul sedime stradale. Poi sono previsti gli interventi con perdita di carico”, ossia l’attività di ripristino delle condizioni di sicurezza stradale e di reintegra delle matrici ambientali, a seguito del verificarsi di incidenti stradali che comportino la perdita di carico da parte di veicoli trasportanti coinvolti, se ricorre la possibilità di recuperare i costi delle compagnie assicurative del responsabile civile.

Infine ci sono gli interventi senza individuazione del veicolo responsabile, ossia gli interventi standard eseguiti normalmente ancorché in assenza dell’individuazione del veicolo il cui conducente abbia causato l’evento e, quindi, della possibilità di recuperare i costi delle compagnie assicurative, con costi ad esclusivo carico della ditta interveniente.

La concessione avrà la durata di sei mesi, non avrà costi per il Comune di Cassino. In questo periodo di tempo sarà elaborato un bando per la gestione del servizio.

Quando la Polizia Municipale riceverà una telefonata al centro operativo per la segnalazione di un sinistro stradale, immediatamente avvertirà come da convenzione la società incaricata che interverrà subito per la pulitura della strada e il ripristino delle carreggiate.

Si tratta di un servizio di vitale importanza che riguarda direttamente la sicurezza degli automobilisti e dei cittadini”. Ha concluso Carmelo Palombo.

 

25 ottobre 2017 Non attivi

Tre Istituti Comprensivi in visita al Comune, ricevuti dal sindaco D’Alessandro

Di redazionecassino1

 

 

 Cassino – Questa mattina il sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro ha accolto una delegazione dei tre istituti comprensivi della città martire giunta per consegnare l’invito alla Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza promossa da UNICEF, un evento che si terrà il prossimo 20 novembre presso

“Che gioia stamattina! – ha dichiarato il sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Lorenzo, Alessia, Elisa, Michele e tutti gli altri bambini sono venuti a chiedermi di partecipare alla Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Ho accettato con grande piacere il loro invito e, felice dalla visita e della curiosità che i piccoli avevano nei loro occhi, abbiamo improvvisato una breve visita nei luoghi in cui svolgo ogni giorno il mio lavoro di primo cittadino.

Mi sono divertito molto a trasmettere loro, anche solo per un attimo, il senso di responsabilità che deriva dallo stare seduto sulla poltrona del sindaco, in Sala Giunta o nei banchi del Consiglio Comunale, nella sala dedicata al sindaco della ricostruzione Gaetano Di Biasio

Quei volti emozionati, le loro domande e la loro soddisfazione mi hanno fatto capire quanto è importante insegnare alle nuove generazioni il senso delle istituzioni. Credo proprio che troverò il modo di ripetere questa bella esperienza e coinvolgere, via via, tutti i bambini della nostra città. Stiamo pensando di dare alle scuole e quindi ai bambini ed ai ragazzi, la possibilità di seguire da vicino i lavori del consiglio comunale. Un modo per avvicinare le nuove generazioni alle istituzioni in periodo storico particolare che porta i giovani a disinteressarsi della politica e della gestione amministrativa di un ente come il Comune “. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria d’Alessandro.

:

 

25 ottobre 2017 Non attivi

Possedeva sostanze stupefacenti, frusinate denunciato dalla polizia finisce ai domiciliari

Di redazionecassino1

Frosinone – Nell’ ambito del controllo effettuato presso le abitazioni di coloro i quali sono sottoposti agli arresti domiciliari, gli agenti della “volante 1” hanno proceduto a perquisizione di un appartamento di un uomo frusinate sottoposto agli arresti domiciliari in quanto, dalla sua abitazione, proveniva un fortissimo odore di sostanza stupefacente, verosimilmente riconducibile all’ odore emanato dalla cannabis.

Data esecuzione alla perquisizione, dunque, sono stati rinvenuti e sequestrati 15,15 grammi di marijuana, custoditi in un involucro di cellophane e debitamente occultati tra gli indumenti riposti nell’ armadio della sua camera.

A questo punto, gli uomini dell’ UPGSP, hanno accompagnato l’ uomo presso gli uffici della Questura dove è stato sottoposto a fotosegnalamento, denunciato in stato di libertà e immediatamente riportato presso il domicilio ove risulta tutt’ora in regime degli arresti domiciliari.

Ancora una volta, gli agenti della Questura di Frosinone, hanno dimostrato notevole intuito investigativo anche dinnanzi alle scuse più disparate propinate dal malvivente al fine di evitare la punizione della condotta illegale.

 

 

25 ottobre 2017 Non attivi

Degenera una discussione, la Polizia interviene e sequestra sei fucili e due pistole

Di redazionecassino1

Frosinone – Una discussione per futili motivi  tra padre e due figli degenera ed interviene la Polizia in seguito a segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113. L’episodio si è verificato nella parte bassa del capoluogo. Giunti prontamente sul posto, valutata la situazione, gli agenti della Squadra Volante allertano  i sanitari per un malessere accusato dall’anziano genitore e per un evidente stato di agitazione del figlio 42enne. Nel corso dei dovuti accertamenti emerge che quest’ultimo detiene  regolarmente pistole e fucili. I poliziotti decidono allora di procedere, nella circostanza, al un sequestro preventivo. Nell’abitazione del 42enne viene rinvenuto soltanto 1 fucile con 99 cartucce.

Mancano altre armi. I familiari riferiscono allora che  5 fucili e 2 pistole erano stati già tolti dalla disponibilità del loro congiunto in quanto si erano già verificati episodi simili. Anche per queste armi si procede comunque a sequestro.

25 ottobre 2017 Non attivi

La bellezza si fa industria e cresce col Web

Di redazionecassino1

Redazionale – Il settore della bellezza in Italia appare in ottima forma e grande espansione: in un contesto industriale e produttivo dove ancora si fanno sentire le conseguenze della crisi, nel mondo della cosmesi invece le prospettive di sviluppo per questo settore appaiono rassicuranti, grazie a una crescita strutturale migliore rispetto agli altri settori del panorama made in Italy.

Un corso specifico. Al di là dei dati numerici che vedremo a breve, basta citare un fatto “pratico” che testimonia l’importanza e la centralità di questo mercato, non solo per quanto attiene il lato business: presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore è partito infatti il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Cosmetologiche, e in vari Atenei di Italia stanno seguendo questo esempio (anche perché, secondo recenti stime, l’80 per cento dei laureati in queste materie riesce a trovare occupazione in breve tempo).

10 miliardi di euro di fatturato. Abbiamo parlato di numeri, per cui ecco i principali: il settore beauty incassa oltre 10 miliardi di euro all’anno, con le esportazioni che rappresentano una voce davvero importante, generando un introito di poco inferiore ai 4 miliardi euro, e un impatto del 12 per cento per quanto riguarda l’export. E se negli ultimi anni si è tornati, dopo periodi di calo costante legati anche alla crisi economica, a comprare anche in luoghi fisici come profumerie, erboristerie e farmacie, il canale che segnala la crescita maggiore è quello dello shopping online.

Il boom della cosmetica online. L’impatto di app e ecommerce ha infatti dato una spinta importante al business della bellezza, e lo shopping online mantiene da due anni un ritmo di crescita a due cifre, vicino al 20 per cento l’anno, e un totale che sfiora i 200 milioni di euro. In dettaglio, secondo le analisi contenute in uno studio curato da Ermeneia e nelle elaborazioni statistiche del Centro Studi Cosmetica Italia, le transazioni di cosmetici sulle varie piattaforme online sono più di 250 milioni e coinvolgono 17,5 milioni di individui.

Obiettivo risparmio con i codici sconto. Secondo gli esperti, il Web viene scelto dagli italiani soprattutto per risparmiare nell’acquisto dei prodotti più cari; un trend che spiega anche la diffusione delle promozioni delle piattaforme di codici sconto dedicate proprio al mondo della cosmetica e della bellezza, infatti non tutti sanno della possibilità di questo ulteriore risparmio: grazie al codice pormozionale Kiko di 5€ valido fino al 10 ottobre 2017 è possibile risparmiare ulteriormente sui prodotti di bellezza nel noto portale milanese.

Chi compra prodotti di bellezza online. Curiosamente, tra i quattro milioni di utenti italiani che acquistano prodotti di cosmetica attraverso le app e lo smartphone la maggior parte è rappresentata da uomini: le indagini rivelano che sono loro i più “fedeli” agli acquisti, con metodologie piuttosto comuni e cadenze regolari. L’analisi più approfondita ha anche fatto emergere come 4,7 milioni di utenti hanno effettuato almeno un acquisto di un prodotto di bellezza negli ultimi sei mesi (in qualsiasi modalità), ma anche che esiste una fetta consistente di popolazione che compra in maniera più frequente.

I prodotti più acquistati. Esistono infatti degli acquirenti abituali di cosmetici e affini, che comprano in media tre o più prodotti ogni novanta giorni spendono circa 100 euro: questa quota di utenti è la più attiva sul Web e arriva  a generare addirittura il 91 per cento del valore complessivo degli acquisti online italiani legati a questo comparto. Guardando infine il carrello della spesa, gli articoli più richiesti sono quelli che riguardano la cura del corpo, a cominciare da deodoranti e antitraspiranti, ma sono molto richiesti anche i prodotti per il viso e i trattamenti specifici per i capelli.

 

25 ottobre 2017 Non attivi

Con i calzini, tra la vita e la morte, nel parcheggio dell’ospedale di Cassino

Di admin

CASSINO – Una mattina come tante. Infermieri, operatori, medici e tecnici trovano posto nei parcheggi dell’ospedale. Gradualmente e in modo ovviamente casuale cominciano ad arrivare gli utenti pronti per le prestazioni sanitarie, i parenti dei ricoverati con borse di beni necessari e qualche rivista utile alla noia necessaria della corsia. Così ogni giorno, così tutte le mattine al Santa Scolastica di Cassino. Questa quotidianità di file e ricerche del parcheggio è comunque interrotta dalle richieste spesso insistenti di giovano e non, imbonitori che si improvvisano parcheggiatori o venditori di calzini in “filo” o accendini per il dottore. La verità dei fatti li fa riconoscere in pendolari dell’improvvisazione che, lasciando Napoli al mattino, giungono a Cassino con borsoni neri alla ricerca di una giornata purtroppo fatta di espedienti. La chiacchiera più ovvia, ascoltata da chi scrive nel parcheggio dell’ospedale, è la seguente: “Meglio qua che a far danni a Napoli!” Oppure: “sono comunque padri di famiglia e vanno aiutati!” Ed allora davanti a tali affermazioni universalistiche e pregne di filantropia comoda i più accettano e i tanti fanno finta di nulla tra un “dottò vulite i calzini” ed un “prego il parcheggio sta libero!” … il tutto condito da una docile se non scontata richiesta di un caffè pagato ed un “a vostro buon cuore!”.

Ma talvolta si vede qualcosa di fastidioso e inopportuno. In un ospedale ci si arriva sempre e comunque per la “Vita”.

La vita che arriva in caso di nascita; la vita da tutelare in caso di malattia; la vita che va e non torna più in caso di morte.

I tre casi sono comunque reali e necessari e attengono a quella sfera privata ed ad una intimità che non deve e non può essere interrotta dal primo imbonitore o parcheggiatore che ti segue enucleando problemi e storie di ipotetiche famiglie piene di figli e vecchie ed infami storie.

Questo è uno sfogo non contro le persone in quanto tali e per cosa fanno. Non disturba neanche il folklore della cadenza dialettale e del colorito e sfrontato senso di appartenenza alla metropoli partenopea. Qui si vuole chiedere giusto quel tanto di buon senso e rispetto umano che il luogo di vita e di morte chiede.

In un ospedale ci si entra in punta di piedi nel rispetto dei tanti che vi lavorano e dei tanti che, da pazienti, vi dimorano. Cari venditori ambulanti, cari parcheggiatori, basterebbe un po’ di educazione e un po’ di buon senso per non far inalberare chi cerca un parcheggio o chi va in ospedale talvolta per gioire, a volta per piangere.

A chi scrive spetta raccontare e sottolineare l’umanità varia di una mattinata al Santa Scolastica. Ad altri spetterebbe verificare quella sequela di norme, codici ed permessi che porterebbero a definire il parcheggiatore e l’ambulante “autorizzati o non”. GrEg

25 ottobre 2017 Non attivi

Bridgestone, ecco le mosse per mantenere il primato internazionale nelle gomme

Di redazionecassino1

Redazionale – La casa produttrice leader al mondo continua a investire molto in ricerca e sviluppo, per assecondare le crescenti richieste degli automobilisti, soprattutto in Europa. Ecco le ultime mosse della Bridgestone per restare in cima alla classifica per fatturato e modelli.

È da anni ormai la regina incontrastata del mercato dei produttori di pneumatici, con un fatturato complessivo che, nell’ultima annualità, ha superato i 27 miliardi di euro (provenienti per circa l’83 per cento direttamente dal business delle gomme, per auto e moto): ma per restare in cima non bisogna mai fermarsi, e difatti la Bridgestone ha appena annunciato le prossime strategie per continuare lungo questa strada. 

Investimenti in Europa. Il primo focus è sul Vecchio Continente, dove il brand giapponese ha deciso di investire 266 milioni di euro per aumentare la capacità produttiva di tre fabbriche (Burgos in Spagna e Poznan e Stargrad in Polonia) nel corso dei prossimi cinque anni, con l’obiettivo di concludere i lavori entro l’inizio del 2022. Oltre all’espansione, il piano prevede di ottimizzare anche le linee produttive già presenti, utilizzando “la più avanzata tecnologia produttiva disponibile nei sistemi dei veicoli autonomi e con macchinari ad alta capacità”, come si legge nel comunicato ufficiale dell’azienda.

All in sulla Turanza T005. Questa mossa servirà a Bridgestone a rispondere in modo agile alla domanda in continua crescita di prodotti premium, a cominciare dalla gomma Turanza T005, il nuovo pneumatico touring su cui si sta concentrando l’attenzione dell’azienda, che non esita a definirlo un prodotto “fondamentale” destinato a rappresentare “la famiglia di punta per i prossimi cinque anni, andando ad equipaggiare veicoli con ruote da 14 a 21 pollici, ovvero berline, compatte e SUV“.

Le nuove tecnologie. Parola di Davide Viancino, Direttore Commerciale Consumer Products Bridgestone Europe South Region, che si è anche soffermato sulle prossime novità in cantiere, come la tecnologia Driveguard, che consentirà alle auto dotate di TPMS di proseguire il viaggio per altri 80 chilometri a una velocità massima di 80 chilometri orari dopo una foratura, e che dovrebbe essere presto adottata anche sulla gamma Turanza.

Uno sguardo al catalogo Bridgestone. L’obiettivo evidente è mantenere la leadership di mercato anche nei prossimi anni, rispondendo alle crescenti richieste ed esigenze degli automobilisti. Già oggi, la gamma del produttore nipponico riesce a coprire un’ampia fetta di mercato, anche dal punto di vista del budget, come si può vedere leggendo le informazioni tecniche e il listino proposto sulla pagina di euroimportpneumatici.com dedicata al catalogo delle gomme per auto Bridgestone.

Il legame con la Porsche. Tornando al tema “europeo”, bisogna anche sottolineare un’altra notizia che conferma e rinsalda il legame tra il gruppo giapponese e i produttori comunitari, perché la casa tedesca Porsche ha scelto proprio la Bridgestone come fornitore di pneumatici per la terza generazione del modello Porsche Cayenne, uno dei più diffusi SUV del Vecchio Continente. Per la precisione, la colossale vettura calzerà delle gomme Dueler H/P Sport con cerchi di misure da 19” e 20”: la differenza di dimensione assicura, secondo le spiegazioni di Porsche, a migliorare la stabilità e la dinamica di guida in curva.

Un riconoscimento di prestigio. Il vicepresidente di Bridgestone OE Europe, Christophe De Valroger, ha dichiarato che l’azienda è orgogliosa della scelta in primo equipaggiamento per “questa auto iconica. Portare a termine questo progetto per uno dei produttori di auto più esigenti a livello mondiale è per noi un grande riconoscimento. Questo è un esempio della qualità dei nostri prodotti, della nostra leadership nelle tecnologie per lo sviluppo dei pneumatici e della forza della nostra partnership con Porsche”.