Giorno: 30 ottobre 2017

30 ottobre 2017 Non attivi

Giovane truffato per 14mila euro con la promessa di vendita di telefoni e materiale informatico

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Paliano – Nella giornata odierna, i militari della locale Stazione a seguito delle indagini connesse ad una denuncia-querela presentata da un giovane del luogo, deferivano in stato di libertà un 31enne ed un 25enne, entrambi residenti nell’hinterland della capitale e censiti per reati contro la persona, il patrimonio e gli stupefacenti, poiché resisi responsabili di truffa aggravata continuata in concorso.

Nel corso delle indagini, gli operanti raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti dei suddetti. Infatti, i prevenuti, in concorso tra loro, paventando l’imminente apertura di un sito internet per la vendita on line di telefonini e materiale informatico, raggiravano il malcapitato inducendolo a versare in loro favore, mediante ricariche “postepay” e pagamenti “western union”, l’ingente somma di oltre 14.000 €uro in cambio della promessa della costituzione di una società cointestata che avrebbe gestito le vendite, mai realizzatasi.

 

30 ottobre 2017 Non attivi

Investe un’anziana mentre attraversava la strada, 41enne alla guida con tasso alcolemico superiore al limite

Di redazionecassino1

Paliano – Nella mattinata odierna i militari della locale Stazione Carabinieri, al termine degli accertamenti conseguenti ad un sinistro stradale, deferivano un 41enne di Anagni, già censito per furto e ricettazione, per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Lo stesso, nella serata del 29 ottobre, mentre transitava in Ferentino alla guida della propria autovettura, non si avvedeva di un’anziana del luogo che stava attraversando la sede stradale, investendola. L’anziana, a seguito delle ferite riportate, veniva trasportata presso l’Ospedale di Frosinone e ricoverata a seguito dei traumi riportati.

Valutata la dinamica dell’incidente, gli operanti richiedevano nei confronti del prevenuto i previsti  esami tossicologici, in esito ai quali lo stesso risultava positivo con un tasso alcolemico ben superiore al limite consentito.

Nella circostanza, la patente di guida veniva ritirata.

30 ottobre 2017 Non attivi

Rubano la “carta post mat” ad una anziana e fanno acquisti, denunciati dai carabinieri figlia e nipote

Di redazionecassino1

Sant’Apollinare – Nella giornata odierna i militari della locale Stazione Carabinieri, a conclusione di indagini intraprese a seguito di una querela sporta da una 80enne della zona, circa il furto della sua carta “bancoposta” ed il relativo ammanco dal conto corrente di €uro 7.130,00, deferivano in stato di libertà una 44enne (già censita per reati contro il patrimonio e la persona) ed un22enne, entrambi familiari conviventi della vittima, per il reato di furto aggravato.

Nell’occorso, la denunciante si recava presso l’ufficio postale per pagare alcune bollette mediante la carta “bancoposta” e nell’effettuare la transazione veniva a conoscenza dall’impiegato che il suo conto era stato quasi del tutto prosciugato e non era possibile effettuare l’operazione. L’anziana alquanto meravigliata richiedeva l’estratto conto, venendo a conoscenza di numerosi prelievi e pagamenti effettuati con la suddetta carta, che lei disconosceva. Quindi si recava immediatamente presso il Comando Arma suindicato denunciando l’accaduto.

Le indagini avviate dagli operanti consentivano di appurare che il furto della “post mat” era stato perpetrato dalla figlia e dal nipote, entrambi con lei conviventi. Infatti, i predetti, dopo aver sottratto il bancoposta ed il codice segreto, avevano prelevato in più occasioni dagli sportelli ATM di vari uffici postali del circondario la somma contante di €uro 4.300,00 nonché effettuato acquisti di merce sui circuiti pos per altri 2.830,00 €uro.

Veniva accertato, inoltre, che i prevenuti avevano acquistato una moto e materiale accessorio presso un rivenditore di Cassino, pagando con la carta sottratta alla vittima.

30 ottobre 2017 Non attivi

Pusher nigeriano arrestato dalla Polfer nel tratto Anagni – Fiuggi

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella giornata di ieri, personale della Polfer di Frosinone mentre sta effettuando un servizio di scorta ad un treno sulla tratta ferroviaria di competenza, effettua il controllo di un passeggero, un ventiduenne di nazionalità nigeriana, nei pressi della stazione ferroviaria di Anagni-Fiuggi.

Il giovane, domiciliato in un centro di accoglienza per profughi di Colleferro, appare agitato ed insofferente al controllo di polizia.

Dai controlli esperiti, nelle banca dati interforze emergono, inoltre, pregiudizi penali a suo carico; i poliziotti decidono di procedere ad una perquisizione personale che porta al rinvenimento, indosso al ragazzo, di un involucro contenente quella che risulterà essere “marijuana del peso di 205 grammi.

Il ventiduenne è stato arrestato; dovrà rispondere dinanzi all’Autorità Giudiziaria del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al vaglio della Polizia di Stato anche la posizione del giovane sul Territorio Nazionale.

 

30 ottobre 2017 Non attivi

La Valle di Comino conquista il pubblico di Fieracavalli Verona

Di redazionecassino1

Verona – Da Fieracavalli Verona parte il rilancio turistico della Valle di Comino. Un  progetto ambizioso e di respiro internazionale quello che verrà presentato in occasione dell’edizione 2018 di Fieracavalli Verona, in programma dal 26 al 29 ottobre. La XIV Comunità Montana Valle di Comino ha voluto con forza sostenere l’Associazione Ippica Atina, in occasione del più importante evento espositivo del Paese. A confermare questo impegno la presenza in fiera del Presidente dell’ente montano, Antonio Iannetta, dei soci dell’Associazione Ippica Atina Fabio Tamburrini e Mario La Rocca, di Loreto Policella, Presidente del Gal Versante Laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo. Uno stand dedicato al turismo della Valle di Comino nel quale sono stati promossi i Comuni ricadenti nella XIV Comunità Montana, l’Associazione Ippica Atina, il Gal Versante Laziale del Parco Nazionale di Abruzzo, i Cavalieri dei Tratturi della Valle di Comino e i rappresentanti dell’Associazione Monta Americana Belmonte Ranch: tutti uniti per un progetto “Verona Summer Tour Valle di Comino”, il cui brand “Terre di Comino” promette di creare una sinergia fattiva fra i vari comuni mediante una rete di collaborazioni, portando sul territorio oltre 30mila visitatori che, attraverso i percorsi turistici equestri, visiteranno le aziende produttrici della Valcomino, vanto ed eccellenza di queste meravigliose aree naturalistiche, portandole all’attenzione di un pubblico internazionale . Questo è stato possibile grazie alla visibilità di Fieracavalli Verona, con il supporto fondamentale della  XIV Comunità Montana, dall’Associazione Ippica Atina, in collaborazione con il Gal Versante Laziale del Parco Nazionale di Abruzzo; senza dimenticare il sostegno della Regione Lazio, della Provincia, della Camera di Commercio di Frosinone. Il futuro del territorio ha visto la posa della prima pietra miliare.

 

 

30 ottobre 2017 Non attivi

Omicidio Morganti: ordinanza di custodia cautela in carcere per Franco Castagnacci

Di redazionecassino1

Frosinone – Il Reparto Operativo – Nucleo Investigativo, in collaborazione con personale della Compagnia di Frosinone, Alatri ed Anagni, oggi, ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Frosinone, dott.ssa  Ida Logoluso, su richiesta della locale Procura, Dott. De Falco  – Dott. Coletta – Dott. Misiti, nei confronti di Castagnacci Franco, originario di Alatri (FR) cl. 67, censurato (attualmente già detenuto presso la Casa Circondariale di Velletri per reati di droga). Lo stesso è ritenuto responsabile di concorso in omicidio volontario, poiché implicato nella feroce aggressione che ha cagionato il 26 marzo scorso, in conseguenza delle gravissime lesioni procurate, la morte, in Alatri, di Emanuele Morganti.  A carico del Castagnacci, al pari di quanto già evidenziato nei confronti degli altri tre soggetti sottoposti a fermo nei giorni successivi al grave evento, sono emersi, nel corso di articolata e complessa attività investigativa espletata dai militari del Comando Provinciale Carabinieri di Frosinone e diretta dai Pubblici Ministeri assegnatari dell’inchiesta, gravi indizi di colpevolezza circa il suo attivo coinvolgimento nel violento delitto, concretizzatosi: nella partecipazione all’aggressione di Emanuele subito dopo che era stato portato fuori dal locale; nell’averlo inseguito sino alla parte alta della piazza, dove il giovane aveva tentato di fuggire, braccandolo e continuando a colpirlo; nell’aver, immediatamente dopo, impedito ad un giovane, trattenendolo con forza,  di accorrere in soccorso di Emanuele che, nel frattempo, dopo essersi liberato da lui, veniva affrontato ed aggredito dai tre indagati già sottoposti al regime detentivo che ne causavano, infine, la morte. Il provvedimento cautelare si è reso necessario alla luce della condotta collaborativa tra l’arrestato e gli ulteriori tre indagati per l’intera fase dell’aggressione; per la  rilevantissima pericolosità desumibile dal comportamento particolarmente crudele e dall’accanimento della condotta realizzata in danno della giovane vittima nonché per prevenire il concreto rischio di inquinamento di prove consistenti nel pericolo che il prevenuto possa continuare a subornare o minacciare i testi, come emerso durante le indagini, per favorire la propria posizione e quella del figlio.

30 ottobre 2017 Non attivi

La casa di halloween a Cassino, novità da “paura”

Di admin

CASSINO – Una intera casa “vestita” con i personaggi che meglio rappresentano Halloween. L’iniziativa della famiglia Pallucci di Caira da anni, ormai richiama davanti alla loro casa nella frazione di Cassino, centinaia di curiosi. In via Marino Fardelli, di fronte al cimitero tedesco, Paolo e Nadia Pallucci trasformano le pareti esterne della loro casa in una mostra di ogni simbologia della festa pagana. Pipistrelli, teschi, demoni e fantasmi, oltre alle immancabili ragnatele. Tutto quello che serve per esorcizzare la paura. Una passione, quella della famiglia Pallucci che incuriosisce grandi e piccoli che arrivano anche da fuori provincia per ammirare e scoprire le novità.

Ermanno Amedei

30 ottobre 2017 Non attivi

Bruno Della Corte: “Disastroso sostituire l’assessore Tauwinkelova con un territorio invaso da discariche abusive”

Di redazionecassino1
Voci insistenti di avvicendamenti in seno alla compagine amministrativa che guida la città si rincorrono da tempo. Molt i nomi che circolerebbero sull’assegnazione degli incarichi. Fra i tanti che dovrebbero lasciare il posto di assessore, a detta dei bene informati, ci sarebbe anche Dana Tauwinkelova, attualmente responsabile del settore manutenzione e ambiente. Le reazioni non si sono fatte attendere. Fra le tante si registra quella di Bruno Della Corte, presidente dell’associazione ” Il sole splende per tutti” che affida la sua valutazione sulla vicenda della sostituzione dell’assessore Tauwinkelova ad un breve comunicato. ” Non sono io che posso entrare in merito a rimpasti di governo, dell’amministrazione Cassinate, – scrive Della Corte –  ma in qualità d’ispettore ambientale nominato da questo esecutivo politico, e facente parte di un gruppo di volontari che interfacciano con l’assessore Dana Tauwinkelova, che  sta dando tutta se stessa, per eseguire il suo compito, riqualificare il territorio invaso dall’immondizia, e dalle molteplici discariche ereditate dalle passate amministrazioni. Dai molteplici evasori della T.A.R.S.U. dall’obbrobrio che si verifica tutti i giorni ai raccoglitori di indumenti locati in tutta la città, a i carrellati del secco residuo condominiali, pieni di ogni che senza essere differenziato…..Per me è disastroso sostituire una così valida persona, nel bel mezzo di un cambiamento sperato dalla maggioranza dei cassinesi”. Stando alle dichiarazioni del presidente del sodalizio cassinate non resta che attendere le decisioni che arriveranno, se arriveranno, nelle prossime settimane.
30 ottobre 2017 Non attivi

Terminata la prima fase del progetto “Capoclasse energetico” domani la conferenza stampa

Di redazionecassino1

Cassino – Si svolgerà domani martedì 31 ottobre 2017, alle ore 10,30 nella sala Restagno del comune di Cassino, la conferenza stampa per la conclusione della prima fase relativa al Progetto “Capoclasse energetico” promosso dagli assessorati all’Innovazione tecnologica, Ambiente e Cultura.

Un’iniziativa a cui hanno aderito tutte le Scuole dell’obbligo (elementari e medie), gli Istituti superiori: Liceo Socio-Pedagogico e Liceo Artistico, i Dipartimenti DIEI e DICEM di Unicas, UNICAS con la Delega SCIRE nell’ambito dell’iniziativa “Smart Cassino. L’Università per un nuovo modello di città”.

Interverranno il Sindaco del comune di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, il Magnifico Rettore dell’Università di Cassino, Giovanni Betta, l’assessore all’Innovazione Tecnologica, Paola Verde, l’assessore all’Ambiente, Dana Tauwinkelova, l’assessore alla Cultura, Nora Noury, la Prof.ssa Giulia Orofino, delegata SCIRE, i Prof. Stefano Chiaverini e Marco Dell’Isola rispettivamente dei dipartimenti DIEM e DICEM della Facoltà di Ingegneria UNICAS e le dirigenti scolastiche Filomena De Vincenzo del Liceo “M.T.Varrone” e Pietro Pascale dell’Istituto “A. Righi”.

“Oggi si chiude la prima fase di questo importante progetto. – ha detto l’assessore Paola Verde – Si è concluso l’iter formativo dei ragazzi degli istituti scolastici che hanno aderito al progetto che, a loro volta, a breve insegneranno ad altri studenti quello che hanno recepito sul risparmio energetico.

Nelle ore di lezione sono stati toccati temi come l’efficientamento energetico degli edifici, le problematiche riscontrate in questo settore nella nostra nazione, le biomasse e il risparmio di energia elettrica nelle azioni che facciamo tutti i giorni a scuola

Un futuro sostenibile per la nostra società passa anche attraverso la conoscenza e la razionalizzazione delle risorse energetiche di cui disponiamo”.

“Stiamo parlando di un progetto innovativo che sicuramente, nel tempo, potrà portare benefici tangibili alla nostra comunità – ha detto il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro – Partiamo dai giovani con lo scopo di far arrivare nelle nostre famiglie le buone usanze per il risparmio energetico. Stimolando l’adozione di nuovi stili di vita dei cittadini si riesce a garantire il risparmio economico, il risparmio, come in questo caso, dell’energia consumata, la riduzione dei rifiuti e contemporaneamente si migliora la qualità della vita delle persone”.

 

30 ottobre 2017 Non attivi

Cassino – Polizia di Stato: è “guerra” continua allo spaccio, altro arresto

Di redazionecassino1

Cassino – Continua l’intensa e costante azione della Polizia di Stato nella provincia di Frosinone finalizzata alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.

A Cassino, nell’ambito di servizi mirati, la Squadra Volante del Commissariato con il prezioso ausilio delle unità cinofile antidroga ha attenzionato le zone della città considerate a “rischio”.

Nel corso dei controlli, il fiuto di Yago  ha scovato   tra via  Torricella e via Montemaggio hashish e cocaina, dal peso complessivo di circa 17 grammi, come verificato successivamente presso i laboratori di Polizia Scientifica.

Nelle vicinanze anche materiale per il confezionamento con un bilancino di precisione.

La  caccia al “tesoro” però non si arresta: Yago segue la sua pista e conduce i poliziotti nei pressi di un rudere dove vengono rinvenuti  3 panetti di hashish,circa 300 grammi, oltre a 87 grammi di cocaina e materiale per il confezionamento.

Gli  agenti, valutata la situazione, decidono di lasciare strategicamente il “bottino”,    allontanandosi  dal luogo ad una distanza tale da non suscitare sospetto ma al  tempo stesso idonea per l’attività di osservazione.

L’intuito investigativo si rivela vincente: di lì a poco arriva  un giovane uomo che, senza indugio, si dirige verso il “nascondiglio”  dove aveva sistemato  il “malloppo” per recuperarlo. “Polizia” viene intimato subito dagli agenti che stavano appostati. Vistosi scoperto il malfattore abbandona il suo “guadagno” e si da alla fuga.  Rincorso, viene prontamente bloccato ed accompagnato presso gli uffici del Commissariato per gli accertamenti di rito: è un cassinate di 26anni. Scatta l’arresto per detenzione ai fini di spaccio.