Giorno: 10 novembre 2017

10 novembre 2017 0

Ricettazione in autostrada: la Polizia denuncia due pregiudicati

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Anagni – Il sistema di antifurto satellitare segnala che una Fiat 500 Abarth sta percorrendo  la A/1 in direzione Sud.

La nota viene diramata alle pattuglie della Polizia Stradale.

Gli agenti della “Giudiziaria”  della Sezione di Frosinone e della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino intercettano una vettura simile ma con targa tedesca che si appresta a svincolare nei pressi del casello di Anagni seguita da un Doblò.

Quando gli agenti insospettiti inseguono la Fiat 500, il furgone Doblò si interpone, impedendo all’equipaggio di Polizia di raggiungerla.

L’escamotage messo in atto non impedisce ai poliziotti di intercettarla.

Poco dopo verrà rinvenuta in un’ azienda agricola  con  centralina utilizzata per la messa in moto,  oltre a  vari documenti per la circolazione.

Un  35enne  nato in Calabria ed 42enne della provincia di Roma, entrambi pregiudicati, dovranno rispondere del reato di ricettazione.

10 novembre 2017 0

Acuto, due persone arrestate. Avevano dosi di droga pronte per lo spaccio e in casa anche una bomba a mano della Prima Guerra Mondiale ed altre armi

Di redazione

Nel pomeriggio di ieri, ad Acuto, i militari della locale Stazione, nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio, traevano in arresto un 37enne (censito per reati amministrativi e in materia di stupefacenti) ed un 21enne (gravato da un divieto di dimora in Roma per atti persecutori e per stupefacenti), entrambi residenti in provincia di Roma e domiciliati in zona, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di armi da guerra e di munizioni nonchè materiale esplodente, in concorso. I predetti, durante un controllo alla circolazione stradale, venivano sorpresi dagli operanti a bordo dell’autovettura di proprietà del 21enne in possesso di grammi 3 di sostanza stupefacente del tipo Hashish, già suddivisa in dosi. La successiva perquisizione eseguita presso il domicilio dei due, permetteva di rinvenire il seguente materiale bellico e stupefacente: – n. 1 bomba a mano del tipo mills, usata durante il 1° conflitto mondiale; – n. 2 baionette da guerra; – n. 50 cartucce da caccia a pallini non denunciate all’Autorita’ di P.S.; – gr. 25 di hashish gia’ suddivisi in dosi; – gr. 4 di marjuana; – due bilancini di precisione; – vario materiale atto al taglio e confezionamento; – la somma contante di €uro 300,00 ritenuta provento di attivita’ illecita. Relativamente al rinvenimento della citata bomba a mano, integra e munita di spoletta, interveniva sul posto una Squadra Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale Carabinieri di Roma, richiesta per l’esigenza, che coadiuvata dai militari operanti e militari dell’Arma locale, ponevano in sicurezza l’ordigno.

Lo stupefacente, unitamente al materiale, nonchè le baionette e l’autoveicolo venivano sottoposti a sequestro.

Gli arrestati, dopo le formalita’ di rito, venivano tradotti presso il proprio domicilio in regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Foto d’archivio

10 novembre 2017 0

Ferentino, 39enne ruba bancomat in palestra e fa shopping sfrenato

Di redazione

Nella mattinata odierna, a Ferentino, i militari della locale Stazione, a seguito di indagini connesse ad una denuncia querela presentata nei giorni scorsi da un cittadino del suddetto centro, deferivano in stato di libertà un 39enne del posto, già censito per reati contro il patrimonio e la persona, per il reato di furto aggravato, ricettazione e frode informatica. Al termine delle indagini, gli operanti raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo che, dopo aver frugato nell’armadietto di una palestra, si impossessava delle credenziali bancarie di un giovane, con cui effettuava vari pagamenti presso numerosi esercizi commerciali, nonché svariate transazioni presso distributori carburante per un totale di €uro 1.000,00. Foto d’archivio

10 novembre 2017 0

Pubblica su “facebook” un post offensivo nei confronti dell’Arma dei Carabinieri. 23enne deferito

Di redazione

Nel tardo pomeriggio di ieri, in Ferentino, i militari della locale Stazione al termine dei prescritti accertamenti, deferivano in stato di libertà un 23enne del capoluogo, censito per reati in materia di stupefacenti (attualmente sottoposto agli arresti domiciliari per essere stato tratto in arresto lo scorso 6 novembre per detenzione illecita di sostanze stupefacenti), per il reato di vilipendio delle Forze Armate. Gli operanti, raccoglievano univoci e coincidenti elementi di colpevolezza a carico del predetto identificandolo quale responsabile della pubblicazione su social network “facebook” di un post offensivo nei confronti dell’Arma dei Carabinieri.

10 novembre 2017 0

Cassino: Maltrattamenti e violenze sulla compagna, 35enne nei guai

Di redazione

A Cassino i militari della locale Compagnia deferivano in stato di libertà un 35enne, già censito per violazioni al codice della Strada, residente nel cassinate, poiché resosi responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia verso la convivente di anni 47. Gli operanti accertavano che l’uomo vessava e maltrattava con violenza fisica e psichica, anche alla presenza dei figli minori, la convivente dall’anno 2010. La donna che mai aveva richiesto l’intervento dell’Arma, sebbene già lo scorso settembre avesse fatto ricorso a cure mediche a seguito delle violenze riportate, senza denunciare il fatto, né aveva mai chiesto l’intervento del 112 per paura di ripercussioni, in questi giorni esasperata dalle continue vessazioni si decideva a sporgere denuncia nei confronti del prevenuto. Foto d’archivio

10 novembre 2017 0

Piedimonte San Germano, Armi e relativa custodia ed autorizzazioni, due persone denunciate

Di redazione

A Piedimonte San Germano, i militari della locale Stazione, a conclusione di indagini esperite a seguito della denuncia di furto di una pistola, sporta da un 81enne del posto, deferivano in stato di libertà lo stesso denunciante poiché aveva omesso di custodire la citata arma in un armadio metallico, così come previsto dalla legislatura in materia. Nell’ambito delle stesse indagini, deferivano altresì un 46enne sempre del luogo poiché a seguito di una perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di una carabina ad aria compressa e di una baionetta innestabile sui fucili d’assalto, essendo sprovvisto di titolo autorizzativo. Foto d’archivio

10 novembre 2017 0

Piumarola in festa per i 40 anni della famosa sagra di San Martino. Degustazioni e prodotti tipici

Di redazione

Villa Santa Lucia-Piumarola- Domani sera le strade della Contrada saranno in festa per la quarantesima edizione della sagra di San Martino. Da ben 40 anni, infatti,l’appuntamento si ripete e sempre con grande successo di presenze. Come tradizione vuole, ci saranno degli stand gastronomici dove sarà possibile degustare ottime pietanze tipiche preparate con cura e rigore da mani sapienti. Polenta, “tagliariegl” e fagioli, coratella, pizza fritta, broccoli e salsiccia, pizza rossa, rigatoni alla amatriciana, spezzatino, patate con salsiccia di fegato, “zuppa a pan sott”, trippetta, capellini alla Antonione Grosso, pane e nutella, penne all’Oca Selvaggia, bruschette, dolci misti, ciambelle fritte e tanto altro ancora. Non mancherà il buon vino novello e la bella musica di Emidio e la sua band. Ad organizzare la manifestazione l’associazione il Laghetto. Hanno collaborato la Pro Loco, l’associazione Io non perdo in memoria di Antonio Costa, associazione la Combriccola, associazione l’Oca Selvaggia. Evento patrocinato dal comune di Villa Santa Lucia. N.Costa

10 novembre 2017 0

La Polizia Stradale festeggia i 70 anni dalla sua istituzione

Di redazione

Questa mattina il capoluogo ha ospitato i festeggiamenti per il 70° Anniversario della Riorganizzazione dei Servizi di Polizia Stradale. A fare gli onori di casa il Dirigente la Sezione Polizia Stradale dr. Vincenzo Lombardo. Premiate le scolaresche che hanno partecipato al concorso “La Polizia Stradale e la Sicurezza”. La Polizia Stradale festeggia i 70 anni dalla sua istituzione. È dal 1947 che il personale della “Specialità” garantisce l’esercizio della libertà di circolazione come bene fondamentale di ogni individuo, nel rispetto della legalità e della sicurezza, anche attraverso il sacrificio dei 369 uomini morti in servizio. L’opera della Polizia Stradale ha ricevuto, inoltre, nel corso degli anni molti riconoscimenti tra cui quattro medaglie d’oro alla Bandiera (una al Valor Civile e tre al Merito Civile) oltre a 35 decorazioni attribuite al personale. Per celebrare i risultati raggiunti e l’impegno profuso dagli uomini e dalle donne della Polizia di Stato in servizio presso la Polizia Stradale, il Capo della Polizia Prefetto Franco Gabrielli ha previsto la realizzazione di eventi ed iniziative a carattere nazionale ed occasioni celebrative sul territorio per raccontare l’attività delle donne e degli uomini della Polizia Stradale da sempre impegnati nella salvaguardia delle vite umane. Anche Frosinone ha festeggiato il 70° Anniversario a Piazzale Europa: a fare gli onori di casa il Dirigente la Sezione della Polizia Stradale dr. Vincenzo Lombardo che ha accolto le autorità locali intervenute per l’occasione; presenti il Dirigente del Compartimento Polizia Stradale Lazio e Umbria dr. Mario Nigro, il Vicario del Prefetto dr. Massimo Di Donato ed il Questore dr. Filippo Santarelli, con il suo staff. I valori della “Specialità” sono stati condivisi anche con le scolaresche del capoluogo che hanno partecipato al concorso “La Polizia Stradale e la Sicurezza”: obiettivo dell’iniziativa è quello di far vivere concretamente alle giovani generazioni i temi della sicurezza e dell’educazione stradale. Le classi vincitrici saranno protagoniste di “Poliziotto per un giorno”, giornata con i poliziotti della Sezione Polizia Stradale del capoluogo per “sperimentare” le attività predisposte in tema di sicurezza stradale. Grande entusiasmo hanno suscitato la Lamborghini Huracàn ed il Pullman Azzurro della Polizia Stradale. Quest’ultimo è un mezzo molto particolare: se da fuori appare come un classico autobus, malgrado la livrea esterna esclusiva e colorata, all’interno non ci sono i sedili ma una vera e propria aula multimediale, per diffondere i messaggi di sicurezza ed educazione stradale ai grandi e piccini nelle piazze di tutta Italia. La Lamborghini, invece, è un bolide con motore V10 da 610 CV di potenza massima e trazione integrale ed è utilizzata anche per il soccorso e il trasporto urgente di sangue ed organi; non a caso nel cofano anteriore è presente un frigobox appositamente adibito. A bordo ci sono un tablet, un computer, un sistema di registrazione e telecamera: apparecchiature che consentono di documentare le attività di controllo su strada. Non mancano un estintore, la radio di ordinanza VHF-Polizia e persino un defibrillatore. Nel corso della cerimonia è stato presentato un video commemorativo del 70° Anniversario.

10 novembre 2017 0

Piedimonte S.Germano: Lavori nella piazza coperta dell’Unione Cinquecittà e messa in sicurezza dei giochi per bambini. De Bernardis e Capuano a lavoro

Di redazione

Piedimonte San Germano – Volge a termine la messa in sicurezza della zona coperta, nota come Unione Cinquecitta’,  sita in prossimità di piazza Sturzo. Entro un breve lasso di tempo prenderanno il via anche i lavori di messa in sicurezza dei giochi dei più piccoli posizionati nella aree comunali.  A parlare della questione, con una nota congiunta, l’assessore alla sicurezza Vincenza De Bernardis e l’ assessore alla manutenzione Leonardo Capuano. “L’intervento sulla copertura del piazzale dell’Unione Cinquecitta’ si rendeva assolutamente necessario – affermano – per la sicurezza dei cittadini che transitano in quel perimetro ed inoltre a volte lì vi si ritrovano. Altrettanto urgente l’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza dei giochi che si trovano nella aree attrezzate per i bambini. Sono lavori che non possono essere rimandati. I piccoli fruitori degli spazi giochi devono poterli utilizzare in serenità e sicurezza. Inoltre i genitori hanno il sacrosanto diritto di vedere tranquillamente giocare i propri figli. Doveroso inoltre evitare che quelle zone siano nel degrado e prive di manutenzione. Ovviamente l’impegno e l’attenzione saranno dedicati anche ad altre zone del nostro territorio bisognose di cura”.

10 novembre 2017 0

Lorena Martini nominata dirigente infermieristico: la soddisfazione del collegio Ipasvi di Frosinone

Di admin

FROSINONE – “Come organo di rappresentanza professionale – ha esordito Gennaro Scialò presidente dell’Ipasvi – non siamo mai stati teneri con il Commissario Macchitella, la nomina del dirigente infermieristico è il primo flebile passo da parte della ASL verso la piena attuazione della normativa vigente. Bisogna riconoscere che da parte del Commissario Straordinario si è proceduto, anche se non alacremente come avremmo voluto, ad iniziare il percorso definito dall’atto di autonomia aziendale. Ed ecco che ricompaiono i fantasmi del passato, di matrice sindacale, che con azioni trasversali a tutto e tutti, hanno sempre impedito che non solo gli infermieri, ma tutte le professioni sanitarie, potessero aver riconosciuta la loro autonomia gestionale. Definire l’azione sindacale temeraria è sicuramente un eufemismo. Da una parte – ha aggiunto – si potrebbe pensare ad una assoluta mancanza di capacità sulla contestazione di un atto che la Asl di Frosinone ha redatto nel totale rispetto della normativa vigente e in perfetta analogia a quanto fatto da tutte le Aziende del Lazio, dall’altra, non vorremmo assistere all’estremo tentativo strumentale legato a logiche lobbistiche o ad i soliti interessi ad personam volti a delegittimare e scardinare “finalmente” la nascita di una struttura di governo specifico delle Professioni Sanitarie. La costituzione del nostro Dipartimento non deve avere battute di arresto, anzi, ci adopereremo ancora una volta come pungolo perché la nomina della Dirigente di che trattasi non rimanga fine a se stessa e che gli sia data la possibilità di agire con serenità e tranquillità. Non abbiamo dubbi, infatti, sulle capacità della Collega Lorena Martini, visto il suo notevole spessore curriculare ed il pregresso in altri incarichi. Proprio per questo tutti gli infermieri della Provincia non permetteranno ciò perché: Sono pronti per andare verso nuovi orizzonti organizzativi, gestionali e professionali. Sono pronti per mettere a disposizione dei cittadini e della sanità provinciale la loro competenza e professionalità. Sono pronti per svolgere i ruoli e le funzioni che la legge attribuisce loro con il fine di contribuire a garantire il diritto alla salute ed erogare una buona e completa assistenza infermieristica”, ha concluso il presidente Scialò.