Giorno: 13 novembre 2017

13 novembre 2017 0

Maltempo, Regione Lazio in allerta per vento di burrasca

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LAZIO – “Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha esteso l’avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dalla tarda serata di oggi e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio: venti di burrasca, con raffiche di burrasca forte. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha pertanto emesso un bollettino con attenzione per vento su tutte le zone di allerta del Lazio: Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Roma, Aniene, Bacini Costieri Sud e Bacino del Liri. La Sala Operativa Permanente ha diffuso l’allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555“. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

13 novembre 2017 0

Arrestato dai carabinieri un 58enne condannato per truffa ai danni di un allevatore

Di redazionecassino1

Ferentino – Nella mattinata di ieri i militari della Stazione di Ferentino hanno tratto in arresto un 58enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine per reati contro la persona ed il patrimonio, in esecuzione di specifica ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brescia, dovendo lo stesso espiare la pena di anni 1 e mesi 6 di reclusione per truffa consumata nel 2012 a Brescia in danno di un allevatore di bestiame.  L’arrestato, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la propria abitazione ove è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

13 novembre 2017 0

Maltempo: in arrivo piogge, venti forti e neve anche a quote basse. Allerta arancione su Umbria e Marche

Di redazionecassino1

Un minimo depressionario, formatosi sul mediterraneo occidentale, transita lentamente sulla nostra penisola interessando soprattutto le regioni centrali e meridionali con una intensa ventilazione e precipitazioni diffuse specie sul settore centrale adriatico.  Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende l’avviso emesso ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalla tarda serata di oggi, lunedì 13 novembre precipitazioni nevose sulle Marche, al di sopra di 800-900 metri, con apporti al suolo generalmente moderati. Dalle prime ore di domani si prevedono precipitazioni nevose sull’Abruzzo al di sopra dei 900-1100 metri, con apporti al suolo generalmente moderati.

L’avviso prevede inoltre dalla tarda serata di oggi precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche ed Umbria, in estensione dal mattino di domani ad Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, possibile grandinate e forti raffiche di vento.

Dalla tarda serata di oggi si prevedono, inoltre, venti di burrasca dai quadranti settentrionali sulle Marche e in successiva estensione a Umbria e Lazio.  Dal pomeriggio di domani gli stessi fenomeni interesseranno l’Abruzzo, il Molise e il nord della Puglia con raffiche fino a burrasca forte. Saranno possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per martedì 14 novembre allerta arancione su alcuni settori di Umbria e Marche; allerta gialla, invece, su Calabria, Basilicata, Sicilia settentrionale, gran parte della Puglia, Abruzzo, Molise i restanti settori delle Marche e dell’Umbria e alcuni settori del Lazio e dell’Emilia Romagna.

 Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

13 novembre 2017 0

Tenta il furto alla tabaccheria a Cassino, ladro messo in fuga dalla polizia

Di admin

CASSINO – Furto sventato dalla polizia, oggi pomeriggio, alla tabaccheria ricevitoria in via Arigni a Cassino. Il malvivente è entrato in azione all’ora di chiusura, quando il proprietario è andato a pranzo. Nelle mire del ladro c’erano sicuramente gli incassi, i tagliandi di gratta e vinci e dei tabacchi. Ha tentato di forzare la porta ma è stato messo in fuga dall’arrivo degli agenti del commissariato di polizia di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco allertati dal sistema di allarme. I rilievi di polizia scientifica serviranno per risalire al ladro. Ermanno Amedei

13 novembre 2017 0

Il Questore, Filippo Santarelli, a Cassino: visita in Procura ed al Commissariato

Di redazionecassino1

Cassino – Questa mattina il Questore dr. Filippo Santarelli ha fatto visita al Procuratore Capo della Repubblica di Cassino dr. Luciano D’Emmanuele, che ha espresso parole di apprezzamento per gli importanti risultati conseguiti nella Città Martire dalla Polizia di Stato.

In perfetta sintonia, il Questore, recandosi per i saluti presso il Commissariato di Cassino, in procinto di ricoprire il nuovo incarico a Modena, ha elogiato il lavoro dei poliziotti, complimentandosi per l’impegno costante e continuo contro ogni forma di illegalità.

A fare gli onori di casa il dr. Alessandro Tocco, con il suo staff “Ad maiora”.

 

13 novembre 2017 0

Parte un colpo, cacciatore 26enne ferito a Vallemaio

Di admin

VALLEMAIO – Parte accidentalmente un colpo di fucile e rimane ferito ad una gamba. E’ accaduto oggi pomeriggio ad un cacciatore 26enne di Vallemaio quando, mentre era a caccia di volatili, in zona Vallaurea al confine con Sant’Andrea del Garigliano, è inciampato facendo partire un colpo dal fucile che portava a tracolla rimanendo ferito ad una gamba. E’ quindi rimasto nel burrone che stava attraversando. La zona aveva copertura di rete telefonica e il giovane ha potuto quindi chiamare un suo amico che ha guidato i soccorsi fino a lui. Poi è stato trasportato in ospedale a Cassino. Ermanno Amedei

13 novembre 2017 0

Fardelli annuncia: sei milioni di finanziamento per il campo di Concentramento di Caira

Di admin

CASSINO –  “Sei milioni di euro per l’ex Campo di Concentramento di Cassino. Ad annunciare il bando della Regione Lazio è, in una nota – il consigliere regionale Marino Fardelli che ha accolto con grande entusiasmo la comunicazione del Presidente Nicola Zingaretti che questa mattina ha presentato il progetto di ‘Riqualificazione e valorizzazione del patrimonio turistico, storico e culturale’ destinando appunto sei milioni di euro a Cassino. E’ una grande notizia. – dice Fardelli – Da tempo avevo iniziato un percorso che portasse alla valorizzazione dell’area dell’ex campo di concentramento che riveste una importanza storica notevole per tutto il territorio. Rivalutarlo, renderlo fruibile con funzioni museali e turistico-ricettive, rappresenta sicuramente un volano per l’economia. Il consigliere regionale Fardelli – prosegue la nota – aveva intavolato con la Regione Lazio e il Demanio regionale, una serie di proposte per il recupero dell’area tanto che proprio nei giorni scorsi era iniziato un primo lavoro di ripulitura”. “L’ex Campo di concentramento – prosegue Fardelli – è una preziosa testimonianza della nostra storia. Prendendo spunto da tante altre città europee e italiane che hanno reso questi luoghi dei veri e propri musei oppure centri di ricerca, così come tanti cittadini, ho sempre creduto che fosse davvero un peccato perdere l’opportunità di una valorizzazione storica e turistica. Ringrazio il Presidente Zingaretti per aver creduto in questo progetto e per aver dimostrato ancora una volta una grande sensibilità ed attenzione per la cultura e la storia del nostro territorio”. “Infatti a sostegno dell’attività delle imprese legate al settore del turismo e dei beni culturali del Lazio, – si legge ancora nella nota – la Regione ha stanziato 19 milioni di euro che sono stati presentati questa mattina a Roma presso le Terme di Diocleziano”.

13 novembre 2017 0

Operazione antidroga “Smoke snake” della Guarda di finanza di Caserta, arrestate 26 persone

Di redazionecassino1

Caserta – Un’importante operazione di servizio in materia di stupefacenti. In particolare, su disposizione della Procura di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo, dalle prime luci del mattino oltre 100 finanzieri della Compagnia di Marcianise e degli altri Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, coadiuvati dalle unità cinofile,  hanno dato esecuzione all’ordinanza con cui il G.l.P. del Tribunale partenopeo ha disposto l’arresto di 26 soggetti, di cui 21 ristretti in carcere e 5 agli arresti domiciliari, fortemente indiziati di far parte di un’organizzazione criminale transnazionale dedita al traffico  internazionale di ingenti quantitativi di droga (eroina, cocaina e marijuana) al fine di rifornire diverse piazze di spaccio nelle province di Napoli e Caserta.

Le indagini sono iniziate nel maggio 2016 quando i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise mettevano sotto stretta osservazione una rete di spaccio operante nelle zone di Marcianise, Capodrise, Macerata Campania e Portico di Caserta. Acquisito così un completo e ampio quadro probatorio atto a ricostruire nel dettaglio l’intera filiera criminale del traffico e della distribuzione dello stupefacente, rilevata la pericolosità dei soggetti indagati e la loro assiduità nell’attività delinquenziale, il G.I.P. del Tribunale di Napoli ha disposto l’arresto nei confronti di n. 26 soggetti (19 italiani e 7 albanesi).

In concomitanza con l’esecuzione delle misure cautelari personali, il P.M. procedente ha anche disposto d’urgenza il sequestro, finalizzato alla successiva confisca, di tutti i beni nella disponibilità degli indagati, il cui possesso non è risultato giustificato rispetto ai minimi redditi leciti dagli stessi dichiarati. In esecuzione di tale provvedimento cautelare patrimoniale le Fiamme Gialle hanno bloccato le disponibilità liquide riconducibili a ben 65 rapporti finanziari, un appartamento e una cantina siti in Casandrino, 2 ditte di autotrasporto site in Napoli e in Mugnano, 1 internet point di Acerra, 2 panifici siti a Casandrino e a Grumo Nevano e una Fiat 500 XL intestata ad un prestanome, per un valore complessivo allo stato quantificabile in oltre mezzo milione di euro.

13 novembre 2017 0

Tenta il suicidio, salvato l’autore del drammatico gesto dall’intervento della polizia

Di redazionecassino1

Frosinone – Una donna disperata ed un uomo di cui si sono perse le tracce sono i “protagonisti”, loro malgrado, di una triste storia, a cui  il pronto intervento della Polizia di Stato  ha evitato risvolti drammatici.

Il  Commissariato di Colleferro allerta la sala Operativa della Questura di Frosinone: una donna riferisce di aver ricevuto una preoccupante telefonata dall’ex convivente.

Scattano immediate e tempestive ricerche: la  localizzazione telefonica  indica l’uomo ad Anagni, nei pressi della stazione ferroviaria.

Una sinergica e coordinata attività della Sala Operativa della Questura, delle Volanti di Frosinone e Fiuggi permette di rintracciare in brevissimo tempo l’ auto con la quale l’uomo si era allontanato.

Riverso nell’abitacolo, con i vetri chiusi ed in presenza di una bombola di gas propano avente il rubinetto ancora aperto, che di li a poco avrebbe sentenziato l’estrema e tragica conclusione della vicenda, in  stato di parziale incoscienza: così viene  ritrovato dai poliziotti l’autore del gesto.

In un’estrema condizione di  alto rischio, considerata l’importante saturazione di gas, i poliziotti riescono a mettere in salvo l’uomo, affidandolo alle cure dei sanitari nel frattempo allertati.

Parole di elogio sono state espresse dal Questore di Frosinone dr. Filippo Santarelli nei confronti degli agenti che con grande professionalità e dedizione hanno evitato che la triste storia avesse un tragico epilogo.

13 novembre 2017 0

Violenza di genere: la Polizia a sostegno delle vittime con protocollo EVA

Di redazionecassino1

Frosinone – “Questo non è amore”… la Polizia di Stato prosegue il suo impegno costante contro le violenze di genere e a sostegno delle vittime, anche con la presenza di personale specializzato.

Un validissimo supporto è rappresentato, nella nostra provincia,   dalla professionalità del Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi  in servizio presso la Questura di Frosinone.

Da sempre in prima linea con interventi a favore delle fasce deboli o delle cosiddette vittime privilegiate, la dr.ssa Pagliarosi è intervenuta questa mattina al convegno “Per lei” organizzato da Famiglia Futura.

Tema dell’incontro i maltrattamenti: l’invito che l’esperta rivolge alle vittime è sempre quello di non subire o nascondersi dietro il muro del silenzio, ma denunciare.

Oltre alla tutela offerta dalla legge, che va dagli strumenti dell’ammonimento al divieto di avvicinamento fino ai domiciliari e al carcere per i casi più gravi, la battaglia più importante si gioca, infatti, sul campo della prevenzione.

Informare  e far superare la mentalità di sopraffazione, intercettando prima possibile comportamenti violenti e intimidatori sono gli obiettivi che quotidianamente la Polizia di Stato si pone.

In questa prospettiva si muove l’adozione dall’inizio dell’anno del protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) da parte di tutte le Questure d’Italia. Procedura che consente agli equipaggi di Polizia, chiamati dalle sale operative ad intervenire su casi di violenza domestica, di sapere se ci siano stati altri episodi in passato nello stesso ambito familiare. Tutto questo attraverso una procedura che prevede la compilazione di checklist che, anche in assenza di formali denunce, spesso impedite dalla paura di ancor più gravi ritorsioni, consentono di tracciare situazioni di disagio con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenza reiterate.

“E’ necessario dare alle vittime  un forte  segnale a reagire,  non  rimanendo intrappolate nell’illusione della relazione vissuta: questo passo è possibile quando noi, che viviamo una vita di rispetto e nel rispetto, riusciamo ad infondere speranza di una vita di qualità per chi la qualità la sogna soltanto”, con queste parole la dr. Pagliarosi ha invitato i ragazzi, presenti al convegno, ad empatizzare  con chi il maltrattamento lo subisce, così da gettare un ponte di collegamento che dia una prospettiva diversa alle donne maltrattate