Giorno: 17 novembre 2017

17 novembre 2017 0

Santarelli, il questore che con fermezza e gentilezza ha domato tifosi violenti e crimine

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Il Frosinone era stato appena promosso in serie B e preoccupava la gestione della sicurezza nello stadio e in città considerando la centralità dell’impianto e l’ombra del terrorissmo che aleggiava; il mercato della droga era in forte crescita e andavano trovati rimedi efficaci e più incisivi da porre come argine per limitarla anche perchè era da traino per altri reati come furti e rapine. Al suo arrivo alla questura di Frosinone, il compito di Filippo Santarelli era certamente arduo. Alto ma dall’aria mite, ci si chiese se era la persona giusta per tenere le redini di una questura chiamata a dare risposte decise. La risposta, oggi che va via per ricoprire un nuovo incarico, è certamente si, lo è stato. Santarelli non sola è stato all’altezza del difficile incarico, ma ha anche insegnato che i risultati nella gestione delle forze dell’ordine possono essere ottenuti anche con educazione, rispetto e pacatezza. Non serve essere un mastino e ringhiare o azzannare, basta essere lucidi nel individuare le giuste soluzioni ascoltando i collaboratori e perseguirle con decisione e fermezza. Del resto, quando si presentò alla stampa nell’agosto del 2014, spiegò subito quale fosse il suo motto: “Chi lavora con rispetto ottiene rispetto rispetto. Ecco, quindi, che la permanenza in serie B, e poi addirittura anche quella in serie A del Frosinone, che ha portato tra i palazzi del capoluogo Ciociaro, dove era ubicato lo stadio, decine di migliaia di tifosi anche tra i più facinorosi ma senza provocare i disastri temuti. I principali centri dello spaccio quali il Casermone, sono stati affrontati con i metodi nuovi per la provincia ma, purtroppo, ben conosciuti nei centri conclamati della Campania con blitz in stile paramilitare per penetrare il alloggi popolari trasformati in bunker. Intendiamoci, il problema non è stato risolto perché la droga scorre ancora a fiumi nelle strade ma la risposta è stata comunque data ed altre se ne daranno. Gentilezza e fermezza, armi caratteriali con cui Santarelli ha stretto a se la questura per affrontare sfide difficilissime, trovando lui stesso un sostegno nel difficile momento della sua esistenza. Grazie questore Santarelli. Ermanno Amedei

17 novembre 2017 0

Studenti in rivolta nel frusinate: “Se ci bloccano il futuro noi blocchiamo la città”

Di redazionecassino1

Dal friggere le patatine al Mac Donald’s allo spostare arredi nelle sedi dei Comuni, dai soffitti che crollano durante le lezioni ai termosifoni perennemente guasti: queste le disastrose problematiche della scuola italiana contro le quali gli studenti di tutto lo Stivale sono scesi in piazza, oggi, per manifestare il proprio disappunto sulle strutture – fisiche come organizzative – di un sistema pubblico ormai rivoltante.

Secondo i dati Istat relativi all’anno scolastico 2014/2015 sarebbero più di 2,5 milioni gli studenti frequentanti gli istituti superiori statali, gli stessi che questa mattina hanno scelto una data significativa per sfilare nelle proprie città ed evidenziare una situazione di disagio sentita all’unanime da nord a sud.  Di fatti il 17 novembre del 1941, a Praga, nove fra studenti e professori furono giustiziati senza processo, colpevoli di aver sfilato in un corteo funebre che aveva assunto caratteri antinazisti.

 

L’importante commemorazione ha visto scendere in piazza anche gli studenti dei licei e degli istituti tecnici del frusinate, che nella maggior parte dei casi hanno optato per la creazione di una duplice manifestazione: la prima da seguire nella propria città, la seconda guidata fino a Frosinone, unendosi al corteo organizzato dalle associazioni degli studenti, fortemente coese nel comune obiettivo.

Anche gli studenti di Cassino hanno preferito questa strada, così i rappresentanti d’istituto del liceo classico G. Carducci, del liceo scientifico G. Pellecchia, del liceo magistrale Varrone e dell’I.T.I.S. E. Majorana hanno guidato i propri compagni fino a Frosinone.

Ivi la manifestazione è partita dallo stadio Matusa ed è terminata davanti la sede del Comune, dove i rappresentanti dei diversi istituti hanno tenuto discorsi riassuntivi sui punti della protesta: edilizia scolastica pessima, cattiva gestione dell’alternanza scuola-lavoro e dei trasporti pubblici negli orari scolastici.

Il corteo, autorizzato dalle autorità, si è svolto pacificamente: scortati dalla Polizia, gli studenti hanno sfilato per le strade recitando a gran voce: “Se ci bloccano il futuro noi blocchiamo la città”.

I rappresentanti di consulta dei licei Carducci e Pellecchia, assieme a un rappresentante d’istituto dello stesso Carducci, si sono poi recati davanti la sede della consulta provinciale per consegnare al coordinatore del sindacato degli Studenti Medi di Frosinone, Jacopo Nannini, le firme precedentemente raccolte a proposito delle sopracitate problematiche, poi discusse nel pomeriggio con il presidente di provincia, Antonio Pompeo.

I ragazzi hanno mostrato un impegno straordinario sia nell’organizzazione dell’evento che nelle modalità di sensibilizzazione sociale, ricordando come la componente studentesca sia una fetta non indifferente della società, gravata da problemi dinanzi ai quali gli studenti hanno saputo lanciare il giusto campanello d’allarme. Poiché, di fatto, il futuro del Paese risiede nelle nuove generazioni, a queste lo Stato dovrebbe guardare con particolare cura e attenzione, garantendo il diritto allo studio e alla dignità dei cittadini più giovani.

Giulia Guerra

17 novembre 2017 0

Giornalismo in lutto, ci ha lasciati la collega Mimma Panaccione

Di redazionecassino1

Cassino – Giornalismo locale in lutto per la prematura scomparsa di Mimma Panaccione. Per anni ha lavorato per la stampa locale da l’Inkiesta, poi il Corriere del sud Lazio, il quotidiano La Provincia e molte altre testate, tra cui Ciociaria Oggi. Dopo il matrimonio si era trasferita in Piemonte. La scoperta della malattia, ma anche la sua forza e determinazione nel combatterla fino ad oggi, che ce l’ha portata via. Un male contro cui ha combattuto e di cui non ha mai voluto fare mistero fin dalla scoperta, anzi si è spesa con forza per far conoscere non solo la sofferenza, ma l’importanza della prevenzione. In varie occasioni era apparsa in campagne nazionali a favore della prevenzione. Negli ultimi tempi aveva fondato un’associazione “Noi ci siamo” di cui ne era divenuta presidente nazionale. Profonda commozione in città ha suscitato la notizia della sua scomparsa. Tanti i ricordi sui social e gli attestati di stima ed amicizia di quanti l’hanno conosciuta e stimata come professionista e come donna tenace. L’estate scorsa, non ha caso, ha ricevuto un premio speciale per il suo impegno costante come donna dall’Atelier Curti di Pontecorvo. Al marito e alla famiglia le condoglianze della redazione de ilpuntoamezzogiorno.it

17 novembre 2017 0

Nulla di fatto al tavolo regionale per i 532 lavoratori dello stabilimento Alfa Romeo di Piedimonte

Di redazionecassino1

Roma – “Si è concluso con un nulla di fatto il tavolo regionale per i lavoratori della Fiat di Cassino. A ben 532 di loro non sono stati rinnovati i contratti con un sms dell’azienda che ha comunicato così la fine della loro prestazione lavorativa. Durante l’incontro, cui hanno partecipato le organizzazioni sindacali dei lavoratori del settore della somministrazione e del metalmeccanico e gli assessori al lavoro e allo sviluppo economico della Regione, è stato ribadito tutto l’iter che ha portato alla drammatica situazione, che non riguarda soltanto i 532 lavoratori in questione, ma anche altri 500 di tutto l’indotto Fca del cassinate”. Così in una nota il segretario generale della UilTemp Lazio, Lorenzo Giuliani, dopo l’incontro con gli assessori regionali. “La Regione – prosegue Giuliani – oltre ad illustrare un piano che porterà al rafforzamento ed innovazione dell’area interessata nel settore dell’automotive, si è assunta l’impegno di aprire fin da subito un’interlocuzione con l’azienda e con le Agenzie per il Lavoro, affinché possa trovarsi una soluzione ad un evidente problema sociale ed eventualmente con il Governo. Si tratta di un primo passo che però immaginiamo abbia dei tempi lunghi, mentre la questione necessita di risposte immediate. Si deve considerare, infatti, che la maggior parte di questi lavoratori potrà ottenere –in base a quelli che sono i requisiti per la ‘Naspi’ e rispetto al periodo lavorato presso Fca – un ammortizzatore sociale per un periodo massimo di quattro mesi. Per questo – conclude il sindacalista – la Uiltemp Lazio ha già messo a disposizione di tutti questi lavoratori i propri sportelli sindacali presenti sul territorio per la richiesta di un ulteriore ammortizzatore previsto dalla bilateralità del settore della somministrazione, il cosiddetto sostegno al reddito. Rimane il fatto però che anche questa misura rappresenta una “toppa” che deve essere accompagnata da ulteriori strumenti da mettere in campo da tutti i soggetti coinvolti: Regione, FCA e le agenzie interessate”.

17 novembre 2017 0

Basket giovanile U20 Eccellenza: NB Sora bella ma sconfitta da Palestrina

Di redazionecassino1

I ragazzi di Ortenzi sconfitti in casa nella sesta gara del girone di andata, cadendo per mano della Pall. Palestrina. Ma contro la formazione prenestina il punteggio non va solo letto, ma anche interpretato ed ecco che ne viene fuori una delle prestazioni più convincenti della stagione per la formazione volsca. Atteggiamento poco positivo e scarso concentramento, in un primo quarto disastroso (6-20), che ha permesso agli ospiti di incamerare un cospicuo distacco.

Nel secondo quarto cambia l´inerzia, anche perchè i volsci alzano la pressione difensiva e offensiva, grazia anche a un’ispirato Berardi, riuscendo a recuperare molti palloni; tuttavia la partita rimane in equilibrio complice i numerosi errori in attacco (24 a 32). Gli ospiti accennano la fuga ad inizio terzo periodo, portandosi sul +18, ma Sora ricuce subito lo svantaggio e in due minuti piazzano un breck di 17-0 portandosi a un solo punto dai ragazzi di Bernassola, che dopo la sbandata chiudono il terzo quarto sul punteggio di 43 a 47, prima della volta finale. Ultimo quarto, i volsci ,nel pitturato avversario, faticano a trovare la “quadra”: area intasata, pressione sulla palla e linee di palleggio spesso difficoltose, tolgono efficacia alle conclusioni. Non certo tutelati  dal sistema arbitrale in assetto “no blood no foul” (falli e tecnici fischiati ai locali in 20 minuti) i biancocelesti perdono lucidità e naturalmente s’innervosiscono. La gara scivola verso la fine con Palestrina padrona della gara che temina sul punteggio di 57 a 65.

 

U20ECC: N.B. Sora 2000-Palestrina 57-65

Parziali: 6-20, 24-32, 43-47

 

SORA: Santucci, Macedoni, Favari 3, Di Vito ne, Castellucci 4, Radonjic 3, Berardi 8, Vona 26, Suriano 2, Bulatovic 11. All.              Ortenzi. Ass Berardi.

PALESTRINA: F.Rossi 13, Lucarelli 2, Via, Moretti, Bolozan 9, Fiorucci 20, Cecconi, Galuppi 7, Pochini 6, L.Rossi 8. All.                               Bernassola

17 novembre 2017 0

Basket Campionato U16 Femminile Regionale: Esordio delle ragazze sorane e prima vittoria contro Guidonia

Di redazionecassino1

-FASOLINO PETROL TRADING MCS GUIDONIA – NB SORA 2000: 45-59 (15-10;13-19;5-17;12-13)

Esordio stagionale delle ragazze sorane, nel torneo regionale femminile Under 16 e prima vittoria stagionale contro le pari età di Guidonia. La piccola truppa volsca, ridotta ai minimi termini per defezioni e assenze, ha intrapreso la prima partita stagionale, con giusto timore e preoccupazione, visto l’impegno che le vedeva contrapposte alle brave atlete della Fasolino Perol Trading MSC di Guidonia.

Dopo un inizio tentennante, culminato con una tripla “velenosa” della guidoniana numero 20 Giordano, coach Piellucci richiamava le sue ragazze in panchina per dare una veloce sistemata alla difesa e organizzare al meglio le operazioni offensive. Al rientro in campo però le cose non cambiavano e si andava al primo stop con un lieve vantaggio in favore delle biancorosse della Fasolino (15-10). Nella prima parte del secondo periodo, la musica non cambiava e le sorane continuavano a subire le continue folate offensive delle avversarie, accusando un parziale che le portava in un baleno sotto di dieci lunghezze. A quel punto, come d’incanto, l’inerzia della partita cambiava e le ragazze volsche prendevano in mano la partita operando il sorpasso poco prima del riposo lungo (28-29). Ma è nel terzo periodo che si compie la “rivoluzione” della gara, dove le sorane,piazzando un parziale di 17 a 5, mettevano una seria ipoteca sul risultato finale. Risultato che non variava di molto e sanciva la vittoria della Nuova Basket Sora nella partita d’esordio. Un plauso a tutte per la convincente prestazione e un grosso “in bocca al lupo” per la nuova stagione da affrontare con rinnovato slancio.

Tabellini:

SORA: POLITI 20; ALONZI (Cap) 15; CAPOBIANCO 6; DE VITTORIS 8; FRANCAZI 4; D’ADDEZIO 6

-NB SORA 2000 – BK LATINA TURISMO : 64-18 (14-2;15-0;23-4;12-12)

Seconda partita stagionale per le ragazze sorane e seconda convincente vittoria, nella sfida che le vedeva contrapposte alle pari età della Bk Latina Turismo.

Una partita che non è mai stata messa in discussione e che è servita più che altro per provare nuove soluzioni di gioco sia in difesa che in attacco. La cronaca si esaurisce già alla fine del riposo lungo, dopo che le ragazze volsche avevano creato un solco invalicabile nei confronti delle avversarie di turno.

Tabellini:

SORA: POLITI 30; ALONZI (Cap) 12; CAPOBIANCO 8; DE VITTORIS 4; FRANCAZI 8; D’ADDEZIO 2

NB SORA 2000 – ESQUILINO : 47-29 (13-12;12-3;10-8;12-6)

Terza partita e terza positiva affermazione delle brave ragazze sorane under 16.

Vittoria che alla vigilia nessuno ipotizzava, ma che con il passare dei minuti giocati è diventata realtà. Le ragazze, guidate per l’occasione da coach Piellucci, hanno guidato la partita per tutti i quattro periodi e lo hanno fatto con un’autorità mai vista prima. Una difesa aggressiva e un attacco veramente incisivo nei momenti difficili, hanno permesso alle sorane di tenere in mano la partita e di arrivare fino alla fine con un vantaggio oltre la doppia cifra. La cronaca registrava un primo periodo dove le romane ribattevano, colpo su colpo, alle folate offensive delle volsche, tanto che il primo periodo terminava quasi in parità. Nel secondo periodo invece, una tripla di Alonzi inaugurava una serie di canestri, che vedevano l’intera squadra andare a segno, tracciando la via per il successo finale e superando la doppia cifra di vantaggio (25-15). Nulla cambiava nei due periodi che seguivano e la vittoria,insieme alla vetta temporanea della classifica, si materializzavano in un baleno. Brave tutte a mantenere il filo della partita anche nei momenti più complicati e brave tutte a rispondere con grinta e concentrazione alle direttive del sempre bravo ed esperto Piellucci. Ora sguardo teso verso il prossimo, difficilissimo impegno che le vedrà contrapposte alla vera corazzata del girone e cioè il San Raffaele Basket…FORZA RAGAZZE!!!

Tabellini:

SORA: POLITI 15; ALONZI (Cap) 9; CAPOBIANCO 6; DE VITTORIS 6; FRANCAZI 5; D’ADDEZIO 6

 

 

17 novembre 2017 0

Grosso masso precipita sulla strada per Montecassino

Di redazionecassino1

Cassino – Poteva avere conseguenze ben più gravi la caduta di un grosso masso (circa 40x30x30) dal costone della montagna e precipitato sulla strada provinciale che conduce all’abbazia di Montecassino. Non è la prima volta che massi del genere, ma anche di dimensioni più rilevanti, cadono su quella strada percorsa giornalmente dai residenti e dai pullman che si recano al Monastero con i turisti. Probabilmente la caduta imputabile, quasi certamente, alle cospicue ed insistenti piogge dei giorni scorsi, rappresenta un fenomeno assai frequente, secondo quanto riferiscono molti dei residenti della zona. Quel che è certo che molti tratti di quella arteria deve essere messa in sicurezza prima che possano verificarsi danni o incidenti ben più seri a chi si trovi a transitarla. Già più volte abbiamo segnalato il pericolo causato da caduta di massi o frane, ma sembra che al momento nessuno sia intervenuto a sanare la situazione. Speriamo che almeno ora si possa procedere a mettere in sicurezza una delle strade provinciali importanti, come quella che conduce al Monastero, percorsa soprattutto da turisti e non solo.

F. P.

17 novembre 2017 0

Catturato dai carabinieri latitante al vertice dell’organizzazione del furto di auto

Di redazionecassino1

Mondragone (CE) – Nella prima mattinata di ieri, i Carabinieri della Compagnia CC di Mondragone, hanno tratto in arresto Buonocore Gennaro, pluripregiudicato, nato a Mondragone il 31.01.1972, già colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di cui agli artt. 416, 624 e 625, 648 e 648 bis c.p. L’indagato, ritenuto il vertice dell’associazione per delinquere finalizzata a furti di autovetture e commercio delle componenti delle vetture di provenienza delittuosa, si era reso latitante dal 2 agosto 2017, data in cui i Carabinieri avevano eseguito una vasta perquisizione presso le palazzine popolari di Mondragone, note come “palazzi azzurri”, site in via Palermo n. 33 ed avevano eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti dei gregari del Buonocore. A partire dalla sua latitanza, la Polizia Giudiziaria, diretta da questo Ufficio, ha attuato una complessa e diuturna investigazione finalizzata alla localizzazione del latitante. L’indagine è stata esperita, oltre all’utilizzo degli strumenti di indagine come intercettazioni telefoniche ed ambientali nonché pedinamenti, attraverso le più moderne e sofisticate tecnologie di indagine con particolare attenzione al monitoraggio dei profili “Facebook” riconducibili ed utilizzati dal latitante. I Carabinieri di Mondragone, forti delle risultanze investigative raccolte, facevano dunque irruzione, nelle primissime ore del giorno, all’interno dell’appartamento in uso ad una ex compagna del latitante ove il predetto era stato ospitato negli ultimi giorni, così ponendo termine alla latitanza. La cattura completa, di fatto, l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP il 24.07.2017, e rappresenta un ulteriore tassello nel costante e sistematico contrasto – attuato dalla Procura della Repubblica di santa Maria Capua Vetere – in materia di delitti predatori

17 novembre 2017 0

Tenta il suicidio: 26enne salvata dal provvidenziale intervento della Polizia

Di redazionecassino1

Frosinone – Una giovane donna tenta il suicidio: la sorella preoccupata allerta il 113; la Squadra Volante, con un intervento tempestivo e provvidenziale riesce ad evitare risvolti drammatici ad una triste vicenda. “Mia sorella è in pericolo” … queste sono le parole concitate con cui una donna disperata segnala sulla linea di emergenza 113 della Questura la drammatica situazione della congiunta. La nota viene diramata immediatamente alle Volanti presenti sul territorio che convergono prontamente sul posto indicato, nella parte bassa del capoluogo. ndividuata l’abitazione, gli agenti dell’ “antirapina” della Squadra Volante trovano la porta aperta con la donna riversa a terra, priva di sensi.

I poliziotti prestano i primi soccorsi in attesa dell’arrivo dei sanitari nel frattempo allertati, che provvederanno a trasportare la 26enne presso il locale nosocomio.

Un’altra triste vicenda che fortunatamente non ha avuto risvolti drammatici grazie al provvidenziale e tempestivo intervento della Polizia di Stato.

 

17 novembre 2017 0

Cassino: controlli della Polizia di Stato con il tecnologico “Mercurio”

Di redazionecassino1

Cassino – Agenti del Commissariato di Cassino con le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio – a bordo il tecnologico sistema “Mercurio” – hanno perlustrato il territorio cittadino e del comprensorio. Continua l’intensa attività della Polizia di Stato finalizzata a prevenire e contrastare i reati predatori e connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti nel cassinate.

Gli agenti del Commissariato di Cassino, con l’ormai collaudata collaborazione delle unità operative del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, hanno perlustrato il territorio: centro, periferia ed i paesi del comprensorio.

Vigilanza dinamica si è alternata a quella statica: in 4 posti di controllo è stata verificata la regolarità di oltre 30 veicoli ed identificate 60 persone.

Il supporto tecnologico di “Mercurio” installato sulle pattuglie della prevenzione ha permesso di scansionare 484 targhe di veicoli in movimenti.

Nel corso dell’attività sono state attenzionati anche i soggetti sottoposti alla misura degli arresti domiciliari.