Giorno: 22 novembre 2017

22 novembre 2017 0

Cosilam, Il presidente Zola interviene sulla questione degli odori nauseabondi

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Conosciamo bene la problematica segnalata dai comitati che abbiamo incontrato, qualche settimana fa, insieme alla società AeA srl che da gennaio 2017 gestisce in house gli impianti di depurazione e le stazioni di sollevamento. Come abbiamo avuto modo di dire alle diverse associazioni siamo al loro fianco per risolvere insieme questa problematica. È importante evidenziare che i cattivi odori non vengono generati dal Cosilam o dalla società in house, ma dai reflui immessi nella rete. E proprio la società AeA ritiene che possa esserci anche la presenza di scarichi abusivi o difformi all’interno delle rete. Per questo dallo scorso mese di giugno ci siamo attivati per la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con i Comuni territorialmente competenti e con la Provincia di Frosinone per l’avvio di controlli a tappeto in tutte le aziende dell’area industriale. Ad oggi siamo in attesa solo della Provincia per consentire la sottoscrizione dell’accordo coinvolgendo, così, tutti gli attori del territorio. Tuttavia ci sono anche progettualità specifiche che abbiamo elaborato per intervenire sugli odori e, anche, sugli episodi di sversamento dei reflui. Episodi sui quali ci sono indagini in corso essendo stata presentata una denuncia dalla società AeA per sabotaggio di uno degli impianti di sollevamento. Ribadisco, così come fatto nel corso dell’incontro e della corrispondenza con i comitati, la piena e totale volontà di collaborare fattivamente alla risoluzione di ogni problematica. Noi siamo al fianco delle associazioni, dei cittadini e del territorio”, lo ha dichiarato il Presidente del Cosilam Pietro Zola.

22 novembre 2017 0

Maîtresse 40enne brasiliana denunciata dalla Polizia

Di redazionecassino1

Cassino – Schiamazzi ed urla provenienti da un appartamento nel centro città è la segnalazione che giunge sulla linea di emergenza 113 del Commissariato di Cassino nella serata di ieri.L’operatore dirama la nota alla Squadra Volante, che giunge prontamente sul posto.

Identificati i presenti: una donna albanese, una sua amica rumena, un brasiliano ed un ragazzo del luogo.

Da accertamenti effettuati emerge che le due ragazze sono dedite al meretricio, gestendo gli “incontri” attraverso un sito “specializzato”.

Inoltre le stesse corrispondono, giornalmente,  la somma di 30 euro alla proprietaria dell’appartamento per svolgere l’ “attività”.

La maîtresse, una 40enne brasiliana, è stata pertanto deferita all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione.

22 novembre 2017 0

Look con furto: studentesse denunciate della Polizia

Di redazionecassino1

Frosinone – Squilla il 113: la titolare di un’attività commerciale del capoluogo  segnala un furto. La Volante di zona, ricevuta la nota dall’operatore, giunge prontamente sul posto. Tre giovani donne avevano appena trafugato diversi capi di abbigliamento, guadagnando l’uscita senza passare per le casse ed effettuare il pagamento. Il dispositivo antitaccheggio allarma i dipendenti del negozio. Inutili le scuse delle ragazze, universitarie ed originarie della Campania. Dovranno  rispondere di furto.

22 novembre 2017 0

Tenta di liberarsi del braccialetto elettronico, ma scatta l’allarme in Questura

Di redazionecassino1

Frosinone – Il braccialetto elettronico procura “insofferenza” ed un 31enne sottoposto agli arresti domiciliari, mediante il controllo tecnico dello strumento applicato alla caviglia, decide di toglierlo.

Appena però l’uomo mette in atto il suo anomalo progetto scatta l’ “alert”  alla sala Operativa della Questura.

Diramata prontamente la nota alle Volanti presenti sul territorio, gli agenti giunti sul posto accertano che l’uomo è in casa, ma il braccialetto è stato danneggiato.

Scatta la denuncia.

22 novembre 2017 0

Cassino: Proseguono i controlli antidroga della Polizia

Di redazionecassino1

Cassino – Proseguono intensi e costanti i servizi antidroga del Commissariato di Cassino: tre persone segnalate al Prefetto per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale.

Gli agenti del Commissariato di Cassino, in collaborazione con le unità cinofile antidroga della Polizia di Stato, hanno controllato due istituti scolastici della città.

L’attività rientra nella capillare e costante azione preventiva finalizzata a scoraggiare l’uso di sostanze stupefacenti, con particolare riguardo agli ambienti scolastici.

Nel corso dei servizi, protrattisi per l’intera giornata, le stesse unità operative della Polizia di Stato hanno effettuato perquisizioni domiciliari e perlustrato la zona della stazione ferroviaria e del centro cittadino, dove è più elevata la presenza di persone dedite allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività ha portato al sequestro di circa 20 grammi, tra hashish e marjiuana, in possesso di due giovani del luogo e di un gambiano; quest’ultimo ospite di una cooperativa di accoglienza.

Tutti sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale, mentre per i due cassinati è scattato anche il ritiro della patente di guida.

 

 

 

22 novembre 2017 0

Guidavano in stato di ebrezza, per due cittadini moldavi, ritiro della patente espulsione dal territorio italiano

Di redazionecassino1

Veroli – I Carabinieri, deferivano in stato di libertà un 40enne moldavo, già censito per delitti contro l’incolumità pubblica, in quanto sorpreso alla guida della propria autovettura in evidente stato di ebbrezza alcolica. All’uomo veniva ritirata la patente di guida ed il veicolo su cui viaggiava veniva sottoposto a fermo amministrativo.  A carico del passeggero del suddetto veicolo, un 35 enne moldavo già censito per  contravvenzioni concernenti l’ordine pubblico e l’incolumità pubblica,  ricorrendone i presupposti di legge, veniva avanzata proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Veroli per anni 3, nonché a carico dello stesso, trovandosi in evidente stato di alterazione psicofisica dovuto all’abuso di alcool, veniva elevata sanzione amministrativa per ubriachezza.

22 novembre 2017 0

Premio letterario di Arce, domenica la premiazione

Di redazionecassino1

ARCE – Mesi ad esaminare le composizioni inviate dagli iscritti, fogli di parole sapienti e suggestive che i giurati del Primio Internazionale “Città di Arce”, presieduta dal Rettore dell’Università di Cassino ing. Giovanni Betta, hanno esaminato per scegliere i migliori.

“Un lavoro non semplice – precisa l’organizzatore, Massimo De Santis, presidente dell’associazione Arcanum et Fregellae – perché gli elaborati giunti da tutta Italia sono stati tantissimi, ma anche perché la qualità dei lavori è molto alta”.

Mancano ormai pochi giorni alla cerimonia di premiazione che si svolgerà domenica 26 novembre alle 16:30 presso il museo “Gente di Ciociaria” ad Arce e che sarà preceduta il sabato dall’inaugurazione della Mostra di Scultura del maestro Francesco Marcangeli.

Questi i finalisti della sezione “Edito di poesia”: Alfredo Perciaccante di Cassano all’Ionio con Moti dell’anima; Dora Uspi di Roccagorga con Confesso che ho vissuto; Anna Elisa De Gregorio di Ancona con la poesia Un punto di biacca; Benvenuto Chiesa di Torino con Tracce di Senso; Nicola Prebenna di Ariano Irpino (Come per acqua cupa); Armando Cittarelli di Terracina (Carta pesante); Stefano Martin di Latisana (Prima persona singolare); Maria Benedetta Cerro di Castrocielo (La congiura degli opposti); Giorgina Busca Gernetti di Gallarate (Echi e sussurri); Cesira Ida Toscano di San Giorgio Albanese (Per muta e voce sola); Emma Mazzucca di Latina (Eclissi); Giovanni Caso di Siano (Nella carne del mondo); Elisabetta Iaconi Salati di Roma con Altalene; Chiara Nobilia di Roma con Pietre e amarene; Carmelo Consoli di Firenze con Sognando Lachea.

Per la sezione “Edito di narrativa e saggistica”: Antonio Rinaldis di Cougnè (Il treno della memoria); Armando Pirolli di Aversa (Vi racconto il mio O.P.G.); Patricia Monica Vena di Monteprandone (Le porte chiuse); Federico Fabbri di Firenze (La verità ha bisogno del sole); Francesco Palmisano di Torino (Mai e poi mai la sinistra vincerà le elezioni); Maricla Di Dio Morgano di Calascibetta (Donne di sabbia); Maria Scerrato di Alatri con Fiori di ginestra; Benedetto Sortino di Ribera (Intreccio siciliano); Roberto Ritondale di Seregno (Sotto un cielo di carta); Aldo Ungari di Brescia (Un cammino); Teresa Ceccacci di Ceprano (Il mistero del codice veronese; Luciana Vasile di Roma (Danza del sé); Michele Rosato di Lenola (Il porco in carrozza); Massimo Sgrelli di Roma (Il galateo istituzionale).

Cinque i premi assegnati in particolare dalla giuria tecnica: il premio del Presidente va ad Ottorino Gurgo di Roma per “Marta e il maestro – dietro il sipario”; premio alla carriera per Luciano Ragno con “Marozia”; menzione speciale per Massimo Sgrelli di Roma (Il galateo istituzionale) e Francesco Palmisano di Torino con “Mai e poi mai la sinistra vincerà le elezioni”. Premio al miglior autore straniero per Christian Giovanettina dalla Svizzera per il suo “Il treno della libertà”.

22 novembre 2017 0

Cassino: Zuffa tra yorkshire e pitbull, la Polizia denuncia una 32enne

Di redazione

Cassino- Due ragazze erano a passeggio con il loro amici a 4 zampe: un Yorkshire ed un Pitbull, quando improvvisamente si è scatenato l’inferno. Il Pitbull, dopo aver individuato il piccolo yorkshire, è sfuggito al controllo della padroncina e lo ha aggredito. Una zuffa tra i due cani che purtroppo ha procurato alcune ferite all’esemplare più piccolo e tanto spavento. Intanto sul posto era giunta anche la Volante della Polizia, nel frattempo allertata. Dopo aver ricostruito la dinamica, è scattata la denuncia per una 32enne del luogo. Dovrà rispondere di omessa denuncia di animali, lesione personali, abbandono di persone minori e maltrattamenti in famiglia. Le indagini degli inquirenti, infatti, non si sono ovviamente fermate ad accertare soltanto la proprietà del cane “aggressore”. I poliziotti si sono trovati davanti ad una triste storia familiare fatta di maltrattamenti e di disagio sociale. Immagine d’archivio

22 novembre 2017 0

Denunciata dalla polizia “Lady Bacco”

Di redazionecassino1

Frosinone – “Sono state rubate bottiglie di vino” è la segnalazione che giunge sulla linea di emergenza 113 della Questura.

All’operatore viene riferito che una donna si era appena resa responsabile dell’atto illecito, nascondendo in una borsa i prodotti prelevati dallo scaffale.

Poi  lady “Bacco” guadagnava l’uscita, superando le casse senza effettuare il pagamento.

La nota viene diramata immediatamente alla Volanti presenti sul territorio che giungono prontamente sul posto.

La testimonianza del titolare, supportata dalle immagini del sistema di videosorveglianza interno, “inchioda” la ladra: è una 43enne del capoluogo e dovrà rispondere di furto aggravato.

22 novembre 2017 0

Premio Leonida Pinchera a Cassino, sabato la premiazione della XV edizione

Di admin

CASSINO – La commissione della borsa di studio “Una vita per la Scuola” Premio “Leonida Pinchera”, presieduta dalla dirigente scolastica Antonella Falso, ha ufficializzato i nomi dei primi tre classificati della quindicesima edizione. Sabato 25 novembre alle ore 11.00, presso l’Auditorium della scuola media “G. Conte” di Cassino, la famiglia Pinchera, la signora Franca e i figli Luigi e Lucio, premierà le tre prime classificate. A conquistare il podio, anche in questa edizione, sono state tre studentesse, Annachiara Bartocci, Giada Candalaresi e Lorenza Lapati, ex alunne della scuola Conte, oggi, invece, studentesse del liceo classico ‘Carducci’ e del liceo scientifico ‘Pellecchia’. Il nome della prima classificata tra le tre si conoscerà soltanto nel corso della cerimonia, che si svolgerà alla presenza delle autorità cittadine, tra cui, il sindaco Carlo Maria D’Alessandro, i dirigenti scolastici di diversi istituti della città, gli ex colleghi e gli amici del compianto prof. Leonida Pinchera, preside della Conte quando è scomparso improvvisamente nel 1995. A fare gli onori di casa sarà la dirigente della scuola media Conte la prof.ssa Antonella Falso, mentre a segnare i momenti della cerimonia saranno l’orchestra e il coro dell’istituto. I partecipanti al concorso, tutte le classi delle terze medie dello scorso anno, hanno svolto dei temi a scelta tra cinque tracce assegnate dalla commissione. Le ragazze che verranno premiate, in sede di concorso, hanno elaborato le tracce relative alla figura di Jesse Owens, atleta che alle Olimpiadi del 1936 mise in crisi le idee razziste di Adolf Hilter, e sul futuro e sui sogni personali.