Giorno: 24 novembre 2017

24 novembre 2017 0

Violenza sulle donne, convegno oggi a Cassino

Di redazionecassino4
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Violenza domestica: riconoscere, contrastare e prevenire. Il tema sarà discusso domani alle 16:30 presso la Sala Restagno del Comune di Cassino, nel corso di un convegno organizzato nell’ambito della settimana contro la violenza sulle donna, da Laura Viola e dal coordinamento provinciale delle Pari Opportunità di Forza Italia. Dopo i saluti del sindaco D’Alessandro il dibattito moderato dalla dottoressa Martina Sperduti, sono previsti gli interventi: della promotrice dell’incontro Laura Viola, vice coordinatore Fi di Cassino e membro del Coordinamento provinciale delle Pari Opportunità; dell’avvocato Tiziana Barrella, responsabile scientifico dell’Osservatorio giuridico italiano. La parola passa poi all’avvocato Arturo Buongiovanni, presidente del Movimento della vita di Cassino, all’avvocato Roberta De Feo, responsabile del centro anti-violenza di Cassino e presidente dell’associazione “Tutela i tuoi diritti”. Sarà poi la volta dei rappresentanti politici: Pasquale Ciacciarelli e l’on. Mario Abbruzzese. La conclusione è affidata al senatore Paola Pelino, segretario della Commissione Parlamentare di inchiesta su femminicidio e violenza di genere. “Spesso la donna è sola contro un uomo che tenta di controllare il ciclo della violenza facendola sentire incapace, debole, impotente da un punto di vista psicologico ed economico. Con questo evento – precisa Laura Viola – vogliamo affrontare il problema da un punto di vista politico e anche tecnico per analizzare le modalità con cui fermare questa piaga sociale, ma anche esortare le donne alla denuncia, ad essere forti e farsi sostenere da chi è competente in materia. Ci saranno diverse sorprese che non posso svelare ma sono sicura che anche la nostra emotività sarà toccata. Invito chiunque abbia a cuore il problema a partecipare”. Val.Pra.

24 novembre 2017 0

Da donna a uomo, operazione per cambio di genere in ospedale a Cassino

Di admin

CASSINO – Cambio di genere per una persona a Cassino. È stato eseguito oggi un importante e complesso intervento chirurgico in un paziente affetto da disforia di genere che sta effettuando il passaggio da donna a uomo. Il Dottor Roberto Santoro da anni svolge interventi di questo tipo, dapprima nelle altre realtà in cui ha svolto la sua opera professionale ed ora al Santa Scolastica di Cassino. L’intervento è perfettamente riuscito. «Sono lieto di poter continuare anche qui a Cassino,  dove ho trovato prontezza e disponibilità anche per interventi del genere – dichiara il Prof. Santoro appena uscito dalla Sala Operatoria  –  la mia collaborazione con il progetto SAIFIP per rendermi utile a quanti desiderano armonizzare il corpo con le loro sensibilità più intime».

24 novembre 2017 0

Eletta la nuova segreteria provinciale FNS CISL

Di redazione

Eletta la nuova segreteria provinciale FNS CISL (federazione nazionale sicurezza). È stata eletta oggi la nuova segreteria della Fns Cisl Frosinone. Al termine dei lavori questi sono stati i risultati: seg.gen. Massaro Angelo. Seg.gen.agg. Fratarcangeli Giuliano. Segr. territoriale Patriarca Leandro. Ai neo eletti gli auguri di un proficuo ed ottimo lavoro.

24 novembre 2017 0

Si aggiravano con fare sospetto fra esercizi commerciali, allontanati dai carabinieri con F.V.O., due cittadini serbi

Di redazionecassino1

Piedimonte San Germano –  i Carabinieri della locale Stazione hanno proposto un 47enne ed un 23enne, entrambi di nazionalità serba, residenti a Napoli e già censiti per reati contro il patrimonio, alla Questura di Frosinone per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio, poiché si aggiravano in atteggiamento sospetto nei pressi di attività commerciali dei predetti centri abitati;

24 novembre 2017 0

Arrestato ricettatore e spacciatore già condannato

Di redazionecassino1

Cassino – Continua senza sosta l’attività di prevenzione e repressione dei reati in genere e contro il patrimonio predisposti dai Carabinieri della Compagnia di Cassino con il coordinamento del Comando Provinciale di Frosinone. In tale contesto i militari della locale Stazione hanno eseguito l’Ordine di Esecuzione per l’Espiazione Pena detentiva presso il domicilio emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino nei confronti del frusinate ARU Mariano, già censito per reati specifici e per stupefacenti, dovendo espiare una pena residua detentiva – presso il domicilio – di anni 1, mesi 5 nonché la multa di € 516,00 per il reato di “ricettazione” di un ciclomotore, commesso nel 2008, scoperto dai Carabinieri della Stazione di Cervaro a seguito di un controllo alla circolazione stradale.

In tale circostanza nel corso degli accertamenti i militari operanti accertavano che il ciclomotore era stato rubato in Cassino e venduto, unitamente al contrassegno identificativo, ad un suo coetaneo da ARU Mariano successivamente denunciato in stato di liberta per il reato di ricettazione. 

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il proprio domicilio come disposto dall’A.G. mandante.

24 novembre 2017 0

Due ricettatori rumeni un 47enne e un 32enne finiscono nella rete dei carabinieri

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella giornata di ieri sono finiti nella rete dei Carabinieri delle Stazioni di Ceccano e Ferentino due cittadini romeni, un 47enne ed un 32enne, di cui uno domiciliato in Patrica e l’altro residente in Frosinone, sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per “ricettazione”. La Centrale Operativa riceveva una telefonata sul numero unico di emergenza 112 il cui interlocutore denunciava il furto di un furgone trasporto merci, avvenuto nella tarda serata del giorno prima dall’interno di una ditta con sede in Ferentino, aggiungendo che erano state asportate anche una macchina di grossa cilindrata e 1.300 litri di gasolio. I militari, sfruttando il tracciato del GPS installato nel furgone, rinvenivano il mezzo presso il piazzale della Stazione Ferroviaria di Ceccano e, nel prosieguo delle indagini, giungevano presso l’abitazione di uno dei fermati dove riuscivano ad evidenziare una traccia dei pneumatici identici a quello del furgone asportato. Nelle vicinanze individuavano anche un capannone di una vecchia falegnameria in disuso ove rinvenivano ulteriori due veicoli commerciali, l’autovettura di grossa cilindrata, 1.200 litri di gasolio e 14 cassette contenenti cipolle risultati asportati nei giorni precedenti in Ceccano, Frosinone e Morolo. Nel frattempo, notata una precedente sosta del mezzo asportato, i militari si recavano in una azienda agricola del luogo dove notavano dei contenitori di gasolio identici a quelli asportati nella notte presso la società di Ferentino. Incalzando i titolari, i Carabinieri riuscivano ad ottenere da questi l’ammissione di aver effettuato l’acquisto di 100 litri di gasolio ad un prezzo “scontato” del 50% rispetto a quello di mercato proprio dai due fermati.

L’attività, che ha visto impiegati i Carabinieri per l’intera giornata, si concludeva con la sottoposizione al fermo di polizia giudiziaria dei due cittadini romeni nei confronti dei quali venivano raccolti concordanti elementi di colpevolezza. I malviventi venivano quindi tradotti presso la Casa Circondariale di Frosinone mentre i titolari dell’azienda agricola venivano deferiti in stato di libertà, anch’essi per “ricettazione”.

 

24 novembre 2017 0

Controlli del NAS dei Carabinieri all’ospedale “F. Spaziani” del Capoluogo

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella mattinata di ieri, personale di questo Comando Provinciale, congiuntamente a quello del N.A.S. Carabinieri di Latina, ha effettuato un’attività di controllo e verifica presso il pronto soccorso dell’Ospedale “SPAZIANI” di Frosinone il cui legale rappresentante e Direttore Generale si identifica nel Dott. MACHITELLA Luigi, rilevando al termine dei controlli delle criticità relative a:

– non conformità relative a deficienze organiche del personale medico ed infermieristico in relazione al numero di accessi;

– presenza di nr.20 pazienti con  destinazione ricovero, stazionanti da giorni nei locali del pronto soccorso;

– nr.3 accessi di pronto soccorso non conformi alle procedure gestionali e documentali sui quali saranno svolti ulteriori approfondimenti.

Il tutto, in violazione dell’art.12, Legge Regionale 4/2003 sarà oggetto di segnalazione alla competente Autorità.

 

24 novembre 2017 0

Giornata contro la violenza sulle donne con gli studenti alla villa comunale

Di redazionecassino1

Cassino – Chi ti ama non ti picchia”, “Con la tua mano toccami il cuore” e ancora “L’amore riempie il cuore,non ti spezza le ali”. Sono alcuni dei tanti messaggi contro la violenza sulle donne che i 60 studenti hanno impresso questa mattina sulle panchine della Villa comunale, ridipinte di rosso, grazie ad un’azione di guerrilla urbana coordinata dai loro docenti, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. L’iniziativa che fa parte del ciclo di manifestazioni legate all’evento “Cassino per Lei”, promosso dall’assessorato alle Politiche sociali e della famiglia e dal Centro Antiviolenza del Comune di Cassino ha avuto l’adesione dell’IIS San Benedetto, delll’ITCG “Medaglia d’oro” e deii licei Scientifico, Classico e Artistico. “Con la settimana di sensibilizzazione #cassinoXlei, la città ha dimostrato di avere molto a cuore la battaglia contro la violenza di genere. – ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali, Benedetto Leone – Le tante iniziative messe in campo, a partire da sabato scorso fino ad oggi e la grande partecipazione dei cittadini agli appuntamenti che abbiamo portato nel centro della città ci testimoniano che il dialogo e il confronto sono la strada da percorrere per far sì che la violenza, di qualsiasi tipo essa sia, resti fuori dal rapporto tra uomo e donna”.

“Le frasi che i nostri ragazzi hanno scritto sulle panchine sono un monito per tutti noi, – ha commentato il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro – un grido d’aiuto e insieme un messaggio di speranza. Chiunque, passando di là, sedendosi su una di quelle panchine, dovrà – anche solo per un attimo – riflettere sul significato di quel testo e chiedersi quando un rapporto è vero amore e quando è, invece, ahimé, un amore mascherato, un rapporto sbagliato fatto di soprusi e di violenza”.

24 novembre 2017 0

Lavoro; i dati della Cgil: contratti a tempo indeterminato 4856, quelli a termine restano il 74,85%

Di redazionecassino1

“Nel mese di settembre, ulteriori 4.856 contratti a tempo indeterminato nel Lazio non sono stati sostituiti, o meglio sono stati parzialmente sostituiti da contratti di lavoro a termine che rappresentano il 74,85% del totale dei contratti attivati. Dall’inizio dell’anno i contratti a tempo indeterminato non sostituiti sono 31.729, mentre si conferma l’esplosione dei contratti a termine, peraltro di breve durata”. Così, in una nota, Donatella Onofri, segretaria della Cgil di Roma e del Lazio. “La brevità dei contratti a termine, pur non avendo ancora i dati delle comunicazioni obbligatorie, – continua – è facilmente desumibile dal fatto che per il secondo mese consecutivo le cessazioni o superano le attivazioni (agosto) o sostanzialmente si equivalgono (settembre). Mentre, pur trattandosi di un dato nazionale non disaggregabile a livello regionale, per il lavoro a termine si riduce la retribuzione teorica lorda mensile. Dunque un lavoro precario e sempre meno pagato. In queste condizioni chiediamo alla politica in generale, e a chi continua a difendere il Jobs act in particolare, che tipo di società immaginano e se non sia giunta l’ora di capire che bisogna invertire la tendenza con politiche strutturali e non quelle basate sui bonus. Il tavolo per Roma è un’opportunità, ma oltre all’innovazione, che può riguardare le alte professionalità, occorre prevedere anche una crescita della buona occupazione. Pensiamo, ad esempio, al ciclo dell’edilizia legato alla riqualificazione energetica e strutturale delle scuole e all’edilizia residenziale pubblica che, oltre ai risvolti occupazionali, potrebbero costituire una risposta alle esigenze dei cittadini e delle loro famiglie”.

24 novembre 2017 0

“Mai Più” – L’esperienza di Auschwitz di Sami Modiano il 4 dicembre nell’Aula Magna dell’Università di Cassino

Di redazionecassino1

Cassino – Nell’ambito delle iniziative promosse per la valorizzazione della memoria storica del nostro territorio e il rispetto dei valori umani alla base della convivenza civile, l’ITCG “Medaglia d’Oro Città di Cassino” incontrerà, lunedì 4 dicembre alle ore 10.00, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Samuel Modiano, sopravvissuto all’inferno di Auschwitz-Birkenau.

Un’importante testimonianza che torna di estrema attualità anche alla luce dei recenti fatti di cronaca che hanno visto frange di ultras della Lazio distribuire adesivi antisemiti che raffiguravano Anna Frank con la maglia della Roma.

Alla manifestazione intitolata “Mai più”, fortemente voluta dall’ITCG “Medaglia d’Oro Città di Cassino” del dirigente Marcello Bianchi e coordinata dalle professoresse Maria Luisa Calabrese e Sabrina De Rosa, parteciperanno gli studenti delle classi terminali degli Istituti Superiori di Cassino.

Sami Modiano, 87 anni, accompagnato dalla moglie Selma, racconterà la sua storia dolorosa, l’infanzia negata e l’esperienza tragica del campo di sterminio, vissuta insieme al padre e alla sorella, ambedue morti nel lager.

Parteciperanno la dottoressa Sara Procaccia responsabile cultura dell’associazione delle donne ebree italiane ed il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale oltre ad autorevoli esponenti della società civile e religiosa del territorio.

L’evento è atteso con entusiasmo e trepidazione dai giovani studenti che si preparano studiando e approfondendo la tematica della Shoah. L’obiettivo è quello di trasmettere alle nuove generazioni valori come il rispetto, la tolleranza e l’amore verso il prossimo nella convinzione che il passato va ricordato perchè “tutti coloro che lo dimenticano, sono condannati a riviverlo”(P. Levi).