Giorno: 27 novembre 2017

27 novembre 2017 0

Contratti Fca, preoccupazione di Ciacciarelli che chiede intervento di Governo e Regione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Una situazione quella della crisi occupazionale che preoccupa non poco il mondo della politica. Pasquale Ciacciarelli (Fi) chiede un intervento immediato al governo, alla Regione Lazio e al ministero del lavoro “La situazione occupazionale di FCA e dell’ intero indotto- afferma Ciacciarelli- è sempre più precaria. I frutti di una politica occupazionale basata sul lavoro interinale sono evidenti. Ebbene, i 300 interinali che hanno visto rinnovarsi lo scorso mese il contratto di lavoro sembrerebbero destinati a raggiungere i 532. Un vortice che sta assorbendo non soltanto lo stabilimento FCA ma l’intero indotto. Mi riferisco ad alcune aziende, la cui attività è strettamente legata alle produzioni FCA, costrette a mandare a casa decine di interinali. Un clima di instabilità, di diffusa disillusione dei nostri ragazzi che vede cadere ed infrangersi le aspettative di vita di centinaia di famiglie. Ritengo- prosegue- che dinanzi ad un simile scenario la Regione Lazio ed il Governo centrale, mi riferisco al Ministero del Lavoro ed al Ministero dello Sviluppo Economico, debbano intervenire prontamente. Bisogna scongiurare che il territorio sprofondi in una fase di stallo, di paralisi occupazionale con gravi conseguenze di ordine sociale. Ritengo che il problema occupazionale non possa essere risolto con misure tampone quali i contratti interinali che non offrono alcuna garanzia di continuità al lavoratore. E’ necessario uno sguardo a lungo termine, ad ampio raggio, che permetta di risolvere il problema alle fondamenta. È impensabile aggiungere stanze ad un edificio che presenta crepe fin dalle fondamenta. Le odierne criticità sono da imputare in modo particolare al blocco del turn over che impedisce il ricambio generazionale, e che vede allontanare l’età del pensionamento da lavoratori desiderosi di godere dei frutti della pensione ed è qui che bisogna intervenire. Se si vuol puntare sulla competitività del territorio, si deve necessariamente investire sulle politiche giovanili”.

27 novembre 2017 0

Polizia di Stato: calendario in vendita online sul sito dell’ Unicef

Di redazione

A partire da oggi, lunedì 27 novembre, il calendario 2018 della Polizia di Stato potrà essere acquistato online sul sito dell’Unicef. L’organizzazione internazionale, con la quale la Polizia di Stato collabora ormai da molti anni, metterà in vendita, sul proprio sito, nella sezione “Regali e prodotti”, i calendari da tavolo e da parete della Polizia. I fondi raccolti confluiranno tutti nei due progetti-obiettivi di quest’anno: il primo è rappresentato dall’emergenza bambini migranti: oltre il 90% dei minori che sbarcano in Italia arrivano soli e non accompagnati, rischiando sin dall’arrivo di ritrovarsi coinvolti più facilmente in reti di violenza, abuso e sfruttamento. Il secondo obiettivo è il Fondo assistenza della Polizia di Stato al quale, per la prima volta, verranno destinati 8 mila euro dal ricavato delle vendite.

27 novembre 2017 0

Polizia di Stato, Questura di Latina: Criminalità in provincia, prevenzione e controlli

Di redazione

La Polizia di Stato – Questura di Latina continua senza sosta il lavoro di monitoraggio del tessuto sociale della provincia per far emergere ogni forma di criminalità. In tale ambito gli uomini della Questura di Latina vagliano di continuo le posizioni dei pregiudicati locali per verificarne la pericolosità sociale e valutare ladozione di idonee misure preventive. Tale attività ha prodotto negli ultimi anni positivi risultati, grazie all’adozione di misure di prevenzione quali l’applicazione di sorveglianze speciali di p. s., l’obbligo di soggiorno notificate a grandi nomi” della criminalità gravitanti in provincia. Anche nell’anno in corso sono stati emessi provvedimenti preventivi volti al contrasto della criminalità su tutto il territorio della provincia su proposte dei presidi territoriali delle Forze dell’Ordine. Lazione degli investigatori della Polizia si Stato non ha risparmiato neanche il settore delle misure di prevenzione patrimoniali. Infatti come si ricorderà nel febbraio scorso sono stati imposti i sigilli al patrimonio di Tuma per un ammontare di circa 3 milioni di euro , mentre lo scorso maggio è stato eseguito il sequestro a Di Silvio Costantino detto Cha Cha, in attesa del finale pronunciamento del Tribunale di Latina. Infine a seguito della sempre crescente richiesta di sicurezza dei cittadini sono stati effettuati mirati controlli nei confronti di tutte quelle persone sottoposte a misure cautelari e di prevenzione quali arresti domiciliari, detenzione domiciliare e sorveglianza speciale. In questi giorni la Questura Latina, ha tracciato un bilancio delle attività di prevenzione, controllo e contrasto alla criminalità conseguendo i seguenti risultati:

Fogli di Via Obbligatori : n.53 Avvisi Orali: n.69 Sorveglianze speciali con obb. n. 11 Sorveglianze speciali n. 05 DASPO n. 20 Ammonimenti n. 14 Controlli arresti domiciliari n. 97

27 novembre 2017 0

Cassino cala il poker, sconfitto Scauri al PalaVirtus

Di redazionecassino1

La Virtus Cassino continua la sua corsa, sconfigge la combattiva formazione del litorale sud pontino, il Basket Scauri e inanella la quarta vittoria consecutiva in questo Campionato nazionale di Serie B, girone D, edizione 2017-18 in occasione della decima giornata della regular season, girone di andata.

Alla vigilia però molti addetti ai lavori avevano fotografato il match come un derby di alta quota. In effetti alla palla a due arrivava due formazioni che possono contare su un bottino non indifferente di 10 punti in classifica. Due formazioni dunque appaiate a quota 10 punti.

La pratica per i cassinati però non è stata affatto semplice da archiviare. Gli uomini viaggianti in maglia bianco blù sostenuti da un appassionato pubblico al seguito hanno reso più che difficile la vita a Carrizo e compagni.

Questi ultimi però prima del match avevano potuto festeggiare una prima buona notizia. Infatti in panchina per i benedettini si accomodava dopo oltre due mesi di assenza e per la prima volta in questo campionato il pivot titolare di Vettese, Simone Bagnoli. Il forte giocatore rossoblù riassaporava in tal modo, come scritto, dopo quell’incubo iniziato il 15 settembre, l’odore del parquet ed il sapore di un evento agonistico, lui che è veterano di mille battaglie. C’è da dire che il coach della BPC, Luca Vettese, non lo chiamerà mai in causa nel corso della tenzone ma il rivederlo in campo al momento della presentazione è stato accolto dal pubblico della Città martire con un grande e lungo applauso quasi liberatorio.

Detto di questa buona notizia non si può sottolineare invece come la BPC Virtus Cassino sia caduta nel corso del match in amnesie e passaggi a vuoto che hanno costellato il cammino sin qui in campionato della truppa Vettese.

E iniziamo subito col raccontare gli ultimi minuti di gioco di una gara virtualmente chiusa dal “rabbioso” tap-in di un redivivo Nicolò Petrucci su una conclusione dalla lunga distanza di Enzo Cena.

Il tabellone a 4 minuti e rotti dal termine segna a questo punto il 76 a 60 per i padroni di casa.

Match virtualmente in ghiaccio? Assolutamente no, perchè con la BPC di quest’anno non si può mai dormire sonni tranquilli.

“Ho visto materializzarsi nuovamente il fantasma del finale della gara con Barcellona” commenterà poi in sala stampa il Direttore Sportivo della Virtus Cassino, il dott. Leonardo Manzari .

Ed è proprio così perché in soli tre minuti e mezzo Richotti, Serino, Longobardi ma tutti gli atleti scauresi mettono a segno un pazzesco parziale di 15 a 2.

Tutto è riaperto a 1 minuto e 35 secondi dal termine allorquando il punteggio sul tabellone recita 78 a 75. In buona sostanza la distanza tra le due contendenti si assottiglia ad un solo possesso.

Si rende necessaria, serve per i padroni di casa una buona dose di forza mentale e soprattutto di sangue freddo per arginare l’emorragia emotiva di un inerzia completamente spostata in favore di Scauri. Esaltata e sospinta, quest’ultima, dal pubblico viaggiante. Annichilito sull’altro fronte il tifo rossoblù che assiste impietrito al materializzarsi di un altro possibile incubo.

Serviva un esorcista. Serviva un uomo dal sangue gelido.

Ed ecco che si materializza sul parquet del Pala Virtus di Via De Feo il profilo giusto, quello del numero 99 con la V sul petto, Manuel Carrizo, il quale con un paio di capolavori tecnici manda in visibilio il versante rossoblù ed impedisce ai ragazzi di Sabatino il materializzarsi di un sogno coltivato con abnegazione e impegno straordinari.

Ad un minuto e mezzo dal termine una delle azioni più belle a memoria di tifoso Virtus.

Il pressing degli uomini del sud pontino impedisce a Lorenzo Panzini di prendere palla per impostare l’azione. 78-75 recita il tabellone.

Impedisce di portare avanti il pallone ma se ne occupa Biagio Sergio , il fantastico lungo cassinate ( altra doppia doppia per lui stassera con 18 punti realizzati e ben 10 rimbalzi , ndr) non ha paura e supera la metà campo innescando lo stesso Panzini sull’arco dei 6.75.

Il play cassinate gioca un pick and roll laterale con Manuel Carrizo che disorienta il controllore del fuoriclasse argentino, Longobardi.

Carrizo non ha paura, e come potrebbe averne…

Sospensione dai 7 metri abbondanti e solo cotone per l’ala piccola cassinate. E’ un boato che rende questa partita bellissima per l’intensità ed il pathos che solo la palla a spicchi riesce a regalare.

Un lungo boato accompagna lo splendido gesto tecnico del rossobù che fissa il punteggio sull’ 81 a 75 a poco più di un minuto dal termine .

Scauri sbaglia sull’altro fronte e Manuel Carrizo sente l’odore della vittoria.

E’ in assoluta trance agonistica, raccoglie nuovamente il pallone e dal lato sinistro del canestro avversario , ben marcato da Serino , mette a segno un tiro pazzesco che fissa il punteggio sull’ 83 a 75 .

Il resto sono solo titoli di coda.

La gioia pervade il Pala Virtus nel versante dei tifosi padroni di casa.

Manuel Carrizo è senza dubbio l’MVP di giornata con i suoi 19 punti e gli otto, dicasi otto assist distribuiti ai compagni di squadra.

I cassinati inanellano la quarta vittoria consecutiva e raggiungono quota 12 in classifica. Sabato prossimo, 2 dicembre si torna al Pala Virtus, con ospite Capo d’Orlando e sarà un’altra battaglia sportiva statene certi.

BPC Virtus Cassino – Basket Scauri 85-77

Parziali 19-20, 23-15, 21-17, 22-25

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 19 (5/7, 3/3), Biagio Sergio 18 (5/7, 1/3), Nicolò Petrucci 16 (2/6, 4/6), Enzo Cena 15 (4/7, 1/7), Lorenzo Panzini 9 (2/5, 1/5), Maurizio Del Testa 8 (4/4, 0/5), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De Ninno 0 (0/1, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Simone Bagnoli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 12 – Rimbalzi: 36 12 + 24 (Biagio Sergio 10) – Assist: 26 (Manuel Carrizo 8)

All. Vettese Ass. Incelli

Basket Scauri: Serino 19 (8/13, 0/1), Provenzani 14 (4/9, 2/5), Longobardi 13 (1/5, 3/6), Richotti 10 (4/8, 0/1), Marzullo 9 (2/3, 1/4), Manzo 8 (2/2, 1/3), Casoni 4 (2/2, 0/1), Zolezzi 0 (0/0, 0/0), Okon 0 (0/0, 0/0), Chakir 0 (0/0, 0/0),  Varga 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 14 – Rimbalzi: 29 8 + 21 (Serino 9) – Assist: 17 (Richotti 9)

All. Sabatino Ass. Pontecorvo

MVP : Manuel Carrizo

27 novembre 2017 0

Domenica ecologica, automobilisti disciplinati nel Capoluogo

Di redazionecassino1

Frosinone – L’ultima domenica ecologica dell’anno reca il bilancio di un sostanziale rispetto dei divieti della circolazione stradale, all’interno dei quadranti centrali del capoluogo, da parte degli automobilisti. In totale, sono stati 57 i verbali elevati per le violazioni connesse all’utilizzo dei veicoli a motore nelle strade ritenute “off-limits”, mentre è stato possibile distinguere, anche, i contravventori in 21 residenti e 36 automobilisti provenienti dall’esterno del territorio.  Sono state impiegate, inoltre, 6 pattuglie, da parte dei 12 uomini e donne della Polizia municipale impegnati nelle attività di rispetto delle ordinanze, emanate per il contenimento dei livelli di PM10 e di PM2,5 presenti in atmosfera, anche in considerazione del fatto che l’abbassamento delle temperature sta comportando un ricorso sempre più frequente ed assiduo all’utilizzo dei riscaldamenti domestici, anche nei fine settimana. L’assessore all’ambiente, Massimiliano Tagliaferri, di concerto con l’associazione Medici di Famiglia per l’ambiente, auspica, per il futuro, un coordinamento ancora più forte tra le amministrazioni della Valle del Sacco, allo scopo di armonizzare i provvedimenti di contenimento delle emissioni in atmosfera, nell’interesse superiore della salute pubblica, anche grazie all’utilizzo del trasporto pubblico locale, che può contare, a Frosinone, sulla flotta degli autobus interamente rinnovata, attraverso l’introduzione degli autobus tutti euro 5, euro 6, a metano e a batteria.

27 novembre 2017 0

Black Saturday per la NB Sora 2000 a Riano

Di redazionecassino1

Sabato nero per la NB Sora 2000. Sconfitta a Riano dalla sfida chiave con la Pall. Lazio alla ricerca di punti importanti per allontanarsi la zona calda della classifica.

Con il punteggio di 84 a 72 i volsci rientrano a Sora con l’amarezza di non poter contare, ancora una volta, di due pedine fondamentali per le rotazioni, ancora più ristrette a disposizione di coach Ortenzi, visto anche l’assenza  di Cara proiettato a rivestire una nuova casacca. Ad ogni modo, come dimostrato già contro Frassati, è una Sora in crescita quelle delle ultime settimane, che contro la Lazio prova a mettersi alle spalle un inizio di stagione difficile, in cui le buone prestazioni, comunque non sono di certo mancate.

Il Sora parte bene, Stirpe e compagni mostrano buona concentrazione nelle battute iniziali, prendendo subito in mano le redini della sfida. Positivo l’approccio alla gara di Hussin, con coach Bocci costretto al timeout dopo neanche 3′ di gioco (4-8). Al rientro, però, è una Lazio trasformata, con locali che ribaltano il punteggio con estrema facilità. Merito innanzitutto di un Milazzo convinto e convincente, lucido nell’attaccare il ferro anche col gioco spalle a canestro, sfruttando al meglio i pochi chili di vantaggio su Stirpe. Carletti e Grilli con inezia portano la Lazio a chiudere con un nutrito gruzzoletto di punti 15-2 il parziale che rende obbligatoria la sospensione di Ortenzi. Il primo quarto si chiude sul punteggio di 26-17.

Secondo quarto invariato rispetto al primo con la Lazio che ha buonissime percentuali realizzative che li porta a raggiungere il +13 con il duo Giuliano- Reale. Gli ospiti ciociari si affidano alle giocate di Stirpe, mentre la difesa, distratta regala punti preziosi ai locali che rimangono in doppia cifra. Nella meta di frazione il Sora con Vona e Jancic trovano la via del canestro riportando gli ospiti a galla (43-30 al 16’). Il periodo scivola via senza colpi a sorpresa con i padroni di casa forti a gestire la gara andando al riposo lungo sul punteggio di 50 a 37.

La ripresa si apre nuovamente con i padroni di casa a segno senza modificare la dinamica della gara con il massimo vantaggio biancoceleste +17 (57-40), ma il Sora finalmente manda qualche segnale di ripresa, cercando di rimettere sui binari giusti una sfida che sembrava ormai quasi scivolata via. Grandi protagonisti, neanche a dirlo, Stirpe e Hussin, anche se in realtà è la zona 2-3 ordinata da Ortenzi a sconvolgere la strategia della Lazio, che s’incartarsi più da sola che per merito degli avversari. Il risultato, in effetti, è un 1-10 di parziale che riapre la sfida, con coach Bocci, un po’ preoccupato, a fermare il cronometro ed abbassare ulteriormente il quintetto (58-50). Dopo il timeout il digiuno dei padroni di casa continua, quindi i volsci ne approfittano accorciando ulteriormente la distanza, il -2 (59-57) ne è la prova e fissa, con Hussin, la fine del terzo quarto.

Ultimo quarto inizia con una Lazio determinata, Reali e Sabatini sono gli artefici di un’ allungo nei confronti dei sorani che non riescono a tamponare, grazie soprattutto alle innumerevoli sbavature dei ragazzi di Ortenzi (63-57). I padroni di casa allungano il distacco portandosi sul +12 con un Carletti e Sabattini preziosi nella minuziosa rimonta locale. I volsci non si arrendono e con Stirpe provano a ricucire lo strappo, strappo che nuovamente si allunga con Galli che porta i suoi al +13 (77-64). Il Sora oramai scarico fisicamente ma soprattutto mentalmente non ha piu i mezzi e le strategie giuste per fare lo sgambetto ad una Lazio molto determinata a portare a casa la vittoria (84-72).I Volsci escono col morale sotto i tacchi da Riano, dimostrando tutta la loro inesperienza e la mancanza di un paio di tasselli (sia sugli esterni che tra i lunghi) difficili da sopperire, soprattutto se Stripe non si mette a fare il fenomeno. Ovviamente nulla è perduto, ma Ortenzi per primo spera che Roljic e Dulovic tornino al più presto in campo, anche perché il morale, ed è normale, inizia a livellarsi pericolosamente verso la sfiducia.

Lazio Pall. Riano 84 – N.B. Sora 2000 72

Parziali: 26-17 / 24-20 / 9-20 / 25-15 Lazio Pall. Riano: Torresani 2, D’Uva 0, Grilli 7, Cipriani 5, Milazzo 12, Carletti 7, Galli A. 5, Sabattini 8, Testi 0, Baldoni 6, Giuliano 12, Reali 20; Coach: Bocci N.B. Sora 2000: Stirpe 18, Santucci n.e., Castellucci 0, Alonzi n.e., Favari 0, Radonjic 5, Berardi 5, Vona 6, Jancic 10, Di Prospero 4, Bulatovic 2, Hussin 22; Coach: Ortenzi. Ass. Berardi.

 

 

27 novembre 2017 0

Ducato Sora e Labbirra mantengono il primato dei rispettivi tornei

Di redazionecassino1

 

La nona giornata del torneo di Eccellenza vede ancora in vetta alla classifica Ducato di Sora, a quota 24, dopo la vittoria ottenuta per 3 a 1 contro Isotopi Pontecorvo. Non molla Caira che resta saldamente al secondo posto, ad una sola lunghezza di distacco dalla capolista con la vittoria, 1 a 0, su San Giorgio. La Longobarda (nella foto) vince il confronto che la vedeva opposta alla Sangemanese per 1 a 0 e si porta ad una sola lunghezza dall’altra formazione volsca, Canceglie, fermata in casa dal pareggio a reti involate da DS Dodici. Anche Tordoni deve accontentarsi del pareggio casalingo, 1 a 1, contro Cervaro. Brutta sconfitta per Amatori Aquino, che subisce un pesante 5 a 2 da Amatori Cerreto. Il prossimo turno potrebbe portare cambiamenti alla classifica, con lo scontro diretto fra le “prime due della classe”, Caira e Ducato Sora. In Promozione allunga il vantaggio in testa al torneo, ora a quota 23 punti, Labbirra che supera 2 a 1 Amatori Piedimonte, approfittando del pareggio a reti inviolate di Collecedro contro Caffè Reale. Non c’è storia nel match fra Moscuso e Drink Team Duff vinto agevolmente, 1 a 5, dall’unica formazione campana del torneo. Vittorie casalinghe, anche per Janula che supera 2 a 1 Niemoslive e per Colfelice, 3° 0, contro Sant’Ambrogio City.

27 novembre 2017 0

Cassino: denunciati alla Polizia casi di truffa on-line “a luci rosse” e di “truffa della Costa d’Avorio”

Di redazionecassino1

Cassino – Nella giornata di ieri, si è presentato presso gli uffici di polizia del Commissariato di Cassino un uomo, vittima di quella che viene chiamata la “truffa della Costa D’Avorio”, diffusasi grazie all’avvento del commercio on line e che ha mietuto, negli anni, numerose vittime, tra i navigatori della rete.

Al fine di poterla riconoscere e non incappare nel raggiro, di seguito le tappe generalmente seguite dagli ideatori di questa tipologia di truffa: Il compratore contatta il venditore  facendogli credere di essere estremamente interessato ad un articolo in vendita; non contratta sul prezzo e cerca di accattivarsi la fiducia del venditore; si fa carico delle spese di spedizione e chiede in tutti i modi possibili di pagare tramite bonifico bancario; inventa una scusa in cui spiega di trovarsi lontano dall’Italia per motivi di lavoro ma che presto tornerà; chiede di poter avere i dati del venditore per potere inviare il bonifico e sapere da dove parte l’articolo in questione; nvia un email falsa dell’istituto bancario, in cui viene spiegato dettagliatamente “o quasi” la transazione economica; chiede  al venditore di pagare  la         “Uemoa” (una tassa locale estera) per sbloccare il bonifico inviato utilizzando per il trasferimento del denaro “Money Gram” o “Western Union” (questo perché non consentono di risalire a chi lo incassa);  il venditore  fidandosi paga la tassa (non altro che un semplice trasferimento di denaro), invia l’articolo e solo dopo si rende conto di essere stato truffato ed avere perso denaro e oggetto in vendita.

Sempre presso il Commissariato di Cassino sono arrivate anche segnalazioni relative ad un altro tipo di truffa, conosciuta sul web come “sextortion”, estorsione connessa a sessioni di video-chat a “luci rosse” e/o scambio di video/fotografie a sfondo sessuale.

La modalità è sempre la stessa: tutto ha inizio con un adescamento in rete, sulle  chat di vari portali, da parte di una avvenente ragazza; non vengono formulate immediate richieste di denaro ma l’intento è quello di instaurare con la vittima designata un rapporto di fiducia, fino ad arrivare all’invito esplicito di intraprendere una chat “erotica”, attivando la webcam, o di scambiare fotografie/video a sfondo sessuale.

Una volta stabiliti i contatti, l’interlocutore sposta la conversazione sul noto portale Facebook,  ottenendo in tal modo “l’amicizia” da parte della vittima; ultimata questa fase, quest’ultimo, in possesso di filmati e foto a carattere sessuale, richiede una somma di denaro alle vittime per evitare che il materiale venga pubblicato sul loro profilo e quello dei rispettivi amici.

I cyber criminali quando non riescono ad ottenere foto o video compromettenti ricorrono anche a fotomontaggi, pur di raggiungere il proprio obiettivo.

Per non cadere nella trappola truffaldina, è sempre opportuno evitare di intraprendere sessioni di video-chat con sconosciuti, di inviare propri video/foto a sfondo sessuale e comunque non fornire mai dati personali o mostrare elementi o ambienti facilmente riconoscibili.

E’ di fondamentale importanza, nel caso in cui si rimanga vittime di tale reato, non cedere al ricatto e contattare il più vicino Ufficio di Polizia e di salvare video, messaggi ricevuti.

E’ necessario sapere che il pagamento del “ricatto” non garantisce che il video, le immagini o la conversazione compromettenti vengano effettivamente distrutti, pertanto non è escluso che la vittima possa essere nuovamente contattata e sottoposta ad una nuova pressione.

Per combattere e prevenire i reati informatici, la Polizia di Stato sta intraprendendo negli ultimi anni un’incisiva campagna di sensibilizzazione, denominata “Una vita da social”, proprio per difendere i cittadini, ed in particolare i giovani, dai pericoli della rete; particolarmente rilevante anche il lavoro svolto dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni che mette in campo le proprie competenze in materia per arginare il fenomeno.

Una Polizia, dunque, sempre più “social”, attraverso il proprio sito, la propria pagina FB, il “Commissariato on Line” ed il contatto virtuale “Agente Lisa”, con l’obiettivo primario di “esserci sempre”, anche in rete.

27 novembre 2017 0

In vacanza in Umbria, pluripregiudicato per estorsione arrestato dalla polizia

Di redazionecassino1

Latina – La Polizia di Stato,ha tratto in arresto per ricettazione, sequestro di persona ed estorsione Di Silvio Emiliano classe 73, pluripregiudicato appartenente alla nota famiglia  sinti dei Di Silvio.

L’uomo, residente a Cisterna di Latina, si era allontanato dal proprio domicilio da diverso tempo. Per tale ragione gli uomini del Commissariato di Cisterna hanno tempestivamente inserito la nota di rintraccio nel sistema Alert, che ha permesso così agli agenti della Squadra Mobile di Perugia di rintracciarlo e bloccarlo in un ostello del capoluogo umbro. Il Di Silvio deve scontare un residuo di pena di 1 anno, 2 mesi e 7 giorni per reati che vanno dalla ricettazione al sequestro di persona fino all’estorsione.