Giorno: 28 novembre 2017

28 novembre 2017 0

Polizza vita: quali sono le principali tipologie?

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

DALL’ITALIA – In questi ultimi anni, stanno acquisendo sempre più peso e attenzione le nuove tipologie di polizze vita, non più tradizionali come quelle di una volta. Un po’ per mancanza di approfondimento, un po’ perché in effetti la materia risulta complessa, facciamo chiarezza su questi nuovi strumenti di investimento. Lo scopo delle polizze vita è sempre stato quello di tutelare i propri cari nel caso in cui l’assicurato abbia difficoltà economiche, perda il lavoro e perciò la primaria fonte di sostentamento, o muoia prematuramente (ad esempio quella temporanea caso morte). In tutti questi casi, tramite le diverse coperture che le polizze delle compagnie assicuratrici offrono, si garantisce al beneficiario della polizza o all’assicurato stesso un capitale in denaro.

Un tempo le polizze erano poco più che dei salvadanai. Periodicamente il contraente versava il premio pattuito e alla scadenza della polizza rientrava in possesso della stessa somma o poco più, che non teneva conto nel frattempo della svalutazione del costo del denaro subito negli anni. Le polizze moderne, invece, sono dei veri e propri investimenti che legano la propria rivalutazione ai mercati, ma nascondono anche degli aspetti tutt’altro che convenienti che le compagnie assicurative si guardano bene dal chiarire.

Unit Linked

Le unit linked sono polizze che investono in fondi comuni e hanno durata pari alla vita dell’assicurato stesso. Esse dipendono dai movimenti delle quote dei fondi che acquistano. La natura dei fondi, a base azionaria, obbligazionaria o un mix, in diverse percentuali, di entrambe, viene scelta al momento della stipula in funzione del profilo, ossia il grado di rischio, dell’assicurato. L’insidia che si cela dietro le unit linked è la loro stessa struttura. Nella maggior parte dei casi, queste polizze hanno dei fondi interni che incamerano i fondi di diritto comuni italiani ed esteri nei quali realmente si investe. Il risultato è una moltiplicazioni dei costi.

Al momento della stipula del contratto, il premio è già decurtato dei costi di sottoscrizione. In base al profilo di investimento scelto, la somma versata dal contraente finisce nei vari fondi interni che hanno un costo annuo ricorrente, che viene applicato anche dai fondi comuni. In caso di rivalutazione, tale rendimento viene tassato 2 volte del 12,5% sempre a causa di questa struttura di scatole cinesi, vantaggiosa solo per le compagnie assicurative. All’atto della sottoscrizione è bene che l’investitore ponga attenzione alla struttura della polizza, per non incorrere in un eventuale rendimento che venga eroso o sia addirittura al di sotto dei costi annui.

Index Linked

Le index linked investono in obbligazioni strutturate, sono cioè legate all’andamento di un sottostante, e hanno una durata variabile, scelta in fase di sottoscrizione.Il sottostante ha una doppia componente, una parte obbligazionaria che alla scadenza rimborsa il capitale investito e nel corso degli anni corrisponde una o più cedole e una parte variabile legata all’andamento di un indice, di un paniere di indici o di più azioni.E’ difficile quantificare il costo di una polizza index linked perché oltre quelli espliciti in fase di sottoscrizione, quelli impliciti legati all’obbligazione strutturata sono difficilmente quantificabili.

I rischi sono invece essenzialmente due, quello di liquidità nel caso in cui l’investitore sia costretto ad un riscatto anticipato andando incontro ad eventuali penalità e quello della controparte rappresentato dall’insolvenza della compagnia assicuratrice non più in grado di far fronte agli impegni presi.

Assicurazioni Rivalutabili

In assoluto questa forma di investimento è la più diffusa per la certezza della restituzione del capitale e di un rendimento minimo garantito che varia a seconda dei prodotti, ma che solitamente si aggira sul 2%. Lo scopo è quello di creare un capitale nel tempo, attraverso il versamento di premi unici, ricorrenti o annui, e ritrovarlo alla scadenza maggiorato del piccolo riconoscimento, senza aspettarsi grandi performances.

Forme pensionistiche individuali

 

Con i tempi che corrono c’è da attendersi un continuo peggioramento del trattamento previdenziale pubblico. Diventa una necessità quindi affiancare a questa una pensione integrativa. Le controindicazioni sono i costi molto alti e l’impossibilità di riscattarla prima dei 65 anni, i vantaggi invece sono la possibilità di detrazione e il tipo di investimento che rimane comunque una buona soluzione per chi sarà più penalizzato dall’attuale sistema pensionistico.

28 novembre 2017 0

Truffa alle assicurazioni nel casertano, a processo anche persone di Aquino, Minturno e Pontecorvo

Di redazione

Sono 39 gli imputati del processo relativo ad un’operazione condotta dalla procura di Santa Maria Capua Vetere. Tra di essi molti sono originari del Lazio ed in particolare, G.D.F. di Pontecorvo, B.E., A.E., F.M., V.M., E.M., G.R., M.D.M. di Minturno; G.R. e F.R. di Aquino. I carabinieri riuscirono a smantellare quella che si potrebbe definire un’associazione a delinquere finalizzata alla frode assicurativa. Del gruppo facevano parte 4 medici e 2 titolari di agenzie infortunistica stradale. I sei professionisti avrebbero, stando alle indagini, messo a punto truffe mediante la produzione di falsa documentazione attestante incidenti stradali in realtà mai avvenuti. Le truffe sarebbero state fatte con l’ausilio di 39 persone che avrebbero fornito testimonianze dei falsi sinistri. La prossima udienza è attesa per febbraio 2018. Foto d’archivio

28 novembre 2017 0

70° Anniversario della Polizia Stradale: Un “viaggio” nella storia fra le immagini ed i racconti degli agenti in pensione

Di redazionecassino1

Roma – Si è celebrata oggi a Roma, presso il Compartimento Polizia Stradale del Lazio, alla presenza del Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli, la cerimonia conclusiva del 70° anniversario della fondazione della Polizia Stradale, all’insegna dei valori istituzionali e della tradizione.

Una tradizione che accompagna da tempo la vita delle donne e gli uomini della Polizia Stradale che a Roma, ogni anno, in occasione dell’anniversario dalla fondazione della Specialità, incontrano i colleghi andati in pensione negli anni passati e, insieme a loro, salutano i neo pensionati.

Un filo conduttore che lega il passato al presente e che la cerimonia conclusiva del 70°, con la partecipazione di pensionati da tutta Italia, ha trasformato in un vero e proprio “viaggio nel tempo”, attraverso l’esposizione dei mezzi storici, accanto ai veicoli di ultima generazione, ma anche attraverso le immagini, che hanno descritto la trasformazione nel tempo di un’istituzione che ha accompagnato i più importanti eventi della storia del nostro Paese.

La storia della Polizia Stradale “dalla Costituzione al terzo millennio”, narrata dalla voce di Ricky Tognazzi nel docufilm del regista Stefano Ribaldi, è stata poi raccontata anche attraverso i ricordi e le emozioni di alcuni pensionati che hanno pattugliato le strade del nostro Paese quando molte di esse erano ancora sterrate.

Nell’occasione, il Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Antonello Giacomelli ha presentato il francobollo del 70^ Anniversario,  realizzato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che raffigura alcuni momenti significativi del lavoro della specialità sulle strade italiane. Il francobollo, con l’annullo speciale del 70^, esposto nello stand allestito per l’occasione da Poste Italiane, sarà in vendita presso tutti gli uffici postali e i negozi specializzati.

Un’atmosfera festosa in cui è stato presentato anche il “Quaderno storico della Polizia Stradale”, dove la storia della Specialità è stata raccontata dall’Ufficio Storico della Polizia di Stato.

Da quel 26 novembre 1947 la “strada” è stata lunga e la Polizia Stradale del nuovo millennio,  forte delle sue tradizioni,  è pronta ad affrontare le  sfide del futuro: garantire la sicurezza delle strade e autostrade italiane e ridurre gli incidenti stradali.

28 novembre 2017 0

Regali per anniversario: come rendere felice il proprio partner

Di redazionecassino1

Redazionale – L’anniversario di matrimonio è un evento speciale che permette a tutti coloro che stanno insieme da anni di ricordare quei momenti unici, che hanno segnato la loro vita insieme e che hanno permesso a entrambi di superare anche i momenti più difficili della propria vita insieme. Scegliere un regalo per l’anniversario, dovrebbe essere semplice, anche perché si suppone che dopo un anno o più insieme ci si conosca abbastanza bene da sapere che cosa piace o meno al proprio partner. Se però siete indecisi e non avete idee che possano rendere realmente speciale questo giorno, ecco qualche consiglio che potrebbe rendere felice il vostro partner.

Regali per anniversario: i migliori da sfruttare insieme

Il regalo migliore che si possa fare al proprio partner è passare del tempo insieme a lui, oppure realizzare qualcosa che possa rappresentare realmente il vostro amore l’uno per l’altro. In molti, al proprio anniversario scelgono di regalarsi dei momenti speciali che rimangano impressi per sempre nella propria memoria. Ecco alcune idee per dei regali davvero speciali per l’anniversario:

1-Fare un viaggio insieme

Chi non ama viaggiare? Le persone che non viaggiano sono davvero poche e per questo motivo, un viaggio può essere sempre una buona idea. Non potete partire per la data dell’anniversario? Non disperate, fate i biglietti per il primo weekend libero disponibile, e dateli al partner il giorno dell’evento. Sicuramente, sarà felicissimo di sapere che può passare con voi dei momenti unici e indimenticabili. Scegliete una meta che piace entrambi e preparate le valigie, perché i ricordi di ogni viaggio saranno il più grande regalo che possiate concedervi.

2-Massaggi e SPA

Se proprio non avete tempo per un viaggio, un’altra attività da fare insieme per staccare dal lavoro e dalle preoccupazioni di tutti i giorni è un Massaggio, una sauna e altre attività all’interno di una bellissima SPA. I coupon o i biglietti per le Spa, si possono trovare in tutta Italia, quindi non perdete altro tempo e prenotate una giornata all’insegna del relax e del divertimento.

3-Cena romantica

Forse può sembrare banale, ma se amate il cibo una cena romantica è perfetta per passare del tempo insieme, divertirsi e provare sapori e gusti unici. Scegliete un ristorante di alto livello, e godete insieme di un’esperienza culinaria del tutto nuova e particolare. Ricreate un po’ quell’atmosfera di quando vi siete conosciuti e che vi ha fatto innamorare.

4-Una foto che rappresenti il vostro amore

Un regalo da poter sfoggiare in casa può essere una foto resa poster da un professionista, e poi da appendere nella vostra camera da letto. Sicuramente, scegliere la foto del matrimonio potrebbe essere un’idea perfetta, per coronare un anniversario.

5-Rinnovare le fedi

Se avete fatto 10 anni di matrimonio o comunque raggiunta un’altra tappa importante, potrebbe essere molto bello rinnovare le fedi. Potet aggiungere un diamante, oppure delle fasce in oro bianco che rappresentino il proseguire della vostra storia d’amore.

Regali per anniversario da fare al partner

Oltre che per i regali di coppia, è possibile scegliere anche degli oggetti che possano rendere felice il partner. Per scegliere un regalo perfetto basterà seguire dei semplici consigli:

-Ascoltate i desideri del partner, nelle sue parole c’è sempre un indizio su cosa desidera ricevere o su quale attività vuole svolgere

-Acquistate sempre qualcosa di utile o che possa fargli capire realmente l’amore che provate per lei o lui

-Scegliete un regalo che racconti la vostra vita insieme o che permetta al partner di capire che conoscete i suoi gusti e i suoi desideri.

Infine, se proprio non avete idea di quali siano i regali perfetti per un’anniversario, potrete sempre dare un’occhiata alle varie proposte online, un sito che suggerisce innumerevoli regali per il partner è ideeregaloper.it. Ultimo consiglio! Qualunque sarà il vostro regalo, ricordatevi di farlo con il cuore.

 

28 novembre 2017 0

Smart home, aumentano i motivi per scegliere una casa automatizzata

Di redazionecassino1

Redazionale – Risparmio, sia dal punto di vista economico che energetico, ma anche comodità e facilità di utilizzo: se gli italiani apprezzano sempre più le soluzioni automatizzate per la casa ci sono vari motivi, come vedremo, e i numeri confermano che il fenomeno è in netto aumento.

Un mercato in crescita

A livello mondiale, il mercato complessivo della domotica e delle tecnologie che connettono i dispositivi come elettrodomestici e componenti casalinghe è in forte impennata: le ultime stime parlando di un giro di affari di 16 miliardi di dollari generato nell’anno 2016, ma il ritmo di crescita dovrebbe essere del 36 per cento all’anno fino al 2021, anno in cui il volume totale potrebbe dunque toccare gli 80 miliardi di dollari.

Aumentano anche i canali di vendita

A fare luce sulla situazione in Italia è stato di recente l’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, che ha rilevato come il mercato delle soluzioni intelligenti per la Smart home abbia un valore odierno di 185 milioni di euro, in crescita di 23 punti percentuali rispetto all’anno precedente e con un forte potenziale di incremento ulteriore, anche grazie alla diffusione dei distributori e dei canali di vendita di questi prodotti, come il portale https://shop.puntoluce.net/ che è uno dei principali riferimenti dell’ecommerce di soluzioni per l’elettricità domestica.

Oltre 300 dispositivi domotici

Gli italiani stanno aprendo le porte di case e uffici all’Internet of Things, e sempre più la parola d’ordine è connessione: i nuovi prodotti stanno poco a poco rivoluzionando il modo di vivere gli spazi, con differenti modalità per gestire e ottimizzare da remoto le principali funzioni presenti in questi, dalla semplice illuminazione a funzioni più complesse, come quelle legate al riscaldamento, alla sicurezza o all’impiego degli elettrodomestici di ultima generazione.

Le varie declinazioni

Secondo le ultime rilevazioni, sono circa 300 le possibili declinazioni dei prodotti domotici: la maggioranza di queste soluzioni ha come principale obiettivo l’aumento della sicurezza in casa (e riguarda dispositivo come serrature, videocamere di sorveglianza, videocitofoni connessi e sensori di movimento), mentre in sequenza si trovano poi il miglioramento della gestione energetica e quelle destinate al controllo remoto degli elettrodomestici, mentre poco fuori dal podio ci sono la gestione dei sistemi climatici per il riscaldamento e raffreddamento, i device che monitorano i consumi dei dispositivi elettrici e i sensori di movimento che permettono di gestire in modo efficiente e in automatico le luci all’interno di un ambiente, in base all’eventuale di una persona.

Parola d’ordine, risparmio

Già da quanto scritto si intuisce quale sia il grande vantaggio di questi prodotti, che possono essere sintetizzati nel termine “risparmio“, declinato in differenti parametri. Più nello specifico, possiamo elencare almeno una decina di motivi che spiegano le ragioni del successo della domotica e della smart home, legate sia a fattori economici che a questioni più generali.

I conti in tasca

Iniziamo dal “portafogli”, che spesso è il primo elemento da valutare: con le nuove frontiere della tecnologia si risparmia sull’energia e, dunque, anche sulle bollette, perché si riducono gli sprechi e si gestiscono meglio i vari dispositivi. Inoltre, è attiva fino alla fine dell’anno la detrazione fiscale del 65 per cento per il risparmio energetico senza limite di spesa, che dunque rappresenta un’occasione da non perdere.

Tanti vantaggi

I prodotti interconnessi sono poi molto efficienti, facili da utilizzare (anche per le persone più anziane), flessibili e funzionali, e migliorano di molto il livello di comfort domestico, offrendo la possibilità a ogni persona di regolare dei parametri della propria abitazione (come temperatura o illuminazione) nel modo più vicino alle proprie esigenze. Infine, come già detto, gli impianti domotici aumentano il livello di sicurezza sia all’interno di casa che nel perimetro esterno, sia dal punto di vista delle possibili “intrusioni” che nella segnalazione di eventuali incendi e fughe di gas.

 

28 novembre 2017 0

Natale 2017: i colori da scegliere

Di redazionecassino1

Redazionale – Nelle vetrine dei negozi di arredo iniziano ad apparire, timidi ma splendenti, i primi alberi di Natale. Ancora pochi giorni e le strade saranno tutte uno scintillio, carico di promesse e atmosfera natalizia. Il caldo che ha caratterizzato a lungo l’autunno italiano si prepara a lasciare spazio al periodo più magico dell’anno e allora, a poco meno di due mesi dal fatidico giorno, è bene prepararsi per arredare case seguendo le ultime tendenze per uno straordinario Natale 2017.

 

La casa si fa accogliente 

È il momento di pensare alle serate in compagnia di amici e parenti. Natale è il momento più caldo dell’anno, quello in cui la casa diventa la vera protagonista, sempre pronta ad accogliere tutti all’insegna del relax, della buona tavola e del divertimento. Quali saranno i colori e quali le tendenze di queste feste natalizie? Proviamo a scoprirlo insieme così da arrivare prepararti al grande evento e stupire gli amici con un arredo sempre all’ultima moda.

 

I colori del Natale

 A ognuno le sue festività. Anche per il 2017 le tendenze sono davvero numerose, pronte a non scontentare nessuno. E allora partiamo dai colori. Intramontabili i grandi classici: oro, rosso, bianco. Ma come utilizzarli al meglio? Rosso, verde e bianco sono i colori da preferire per chi vuole ricreare a casa propria tutta la magia del Natale tradizionale. Come declinarli? Rigorosamente in stile country, capace di conquistare grandi e piccini. Spazio al tartan, dai cuscini alle tovaglie, alle ghirlande, alle candele. E ancora festoni di pino, alberi di Natale e stelle di Natale. Per gli amanti della semplicità e dello stile nordico, invece, spazio al legno e ai materiali più moderni, come il vetro e il metallo. Sì a ghirlande di rami intrecciati e a decorazioni dalle tonalità calde del legno più chiaro. Bene anche decorazioni in juta e lana. La semplicità è la regola d’oro da rispettare. E per il colore? Il legno andrà benissimo, insieme con le tonalità del bianco e del ghiaccio. Per chi proprio non riesce a rinunciare al glamour, invece, spazio all’oro. È sempre lui il protagonista di feste scintillanti e di grido. Dalla tavola alla casa, è l’incontro dell’oro con il bianco che renderà uniche le festività natalizie.

E per la tavola?

I colori delle decorazioni trovano spazi anche per la decorazione della tavola di Natale. È qui, infatti, che la famiglia si raccoglie per condividere i caldi momenti di queste festività. Impossibile rinunciare a una serata in compagnia, anche per chi a casa ha poco spazio e crede di non riuscire a ospitare tutti a causa di una tavola troppo piccola. La soluzione è a portata di mano ed è offerta dal magico tavolo allungabile in legno di Lg Lesmo, che in pochissimo tempo passa da un piccolo e comodo tavolo per poche persone a una tavolata allungabile proprio su misura di tutte le esigenze. E allora non ci sono più scuse, tutte le case possono essere il luogo perfetto per una serata in compagnia, nel calore e nei colori dell’evento più magico dell’anno. Che sia rosso, oro, bianco o verde, il Natale a tavola ha tutto un altro sapore e gli addobbi scelti, dalle tovaglie ai portatovaglioli, saranno in linea con il resto della casa, offrendo agli ospiti un ampio spaccato sulla personalità della padrona di casa. Non resta che approfittare di questo mese che ci separa dalle feste per sbizzarrirsi con la fantasia e prepararsi al meglio ad accogliere gli amici.

 

 

 

28 novembre 2017 0

Evade dai domiciliari arrestato dalla Polizia un 29enne

Di redazionecassino1

Frosinone – La Squadra Volante nell’ambito di intensificati controlli del territorio – Pantere, Nibbio e Falchi – ha arrestato un 29enne del capoluogo. Il reato contestato è l’evasione. È sempre alta l’attenzione della Squadra Volante della Questura nei confronti dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari.

L’attenzione dei Falchi – poliziotti in moto in borghese – ha permesso di sorprendere un altro soggetto inottemperante agli obblighi previsti dalla  misura cautelare personale.

Disposto dal giudice nei confronti dell’imputato, il provvedimento  consiste nel divieto di allontanarsi dalla propria dimora.

Il soggetto sottoposto agli arresti domiciliari deve, pertanto, permanere nel perimetro delle mura domestiche e, nel caso il giudice lo abbia espressamente disposto, non può utilizzare internet, il telefono e altri mezzi di comunicazione a distanza e non può ricevere persone, al di fuori di coloro che abitano con lui o che lo assistono.

Il 29enne, trovato fuori dall’abitazione, è stato arrestato e tradotto presso la locale Casa Circondariale.

L’attenzione della Squadra Volante resta alta: il dr. Genovesi per un migliore monitoraggio del territorio ha articolato servizi di vigilanza dinamica con i Falco, i Nibbio e le Pantere

 

28 novembre 2017 0

Un accordo territoriale del Comune per la disciplina dei contratti di locazione a canone concordato

Di redazionecassino1

Cassino – Il 23 novembre 2017 è stato depositato presso il Comune di Cassino il nuovo ACCORDO TERRITORIALE DEL COMUNE DI CASSINO in attuazione della Legge 9/12/1998 n.431 e del D.M. 16 gennaio 2017, ovvero il provvedimento che disciplina le modalità relative alla stipula dei contratti di locazione a canone concordato.

L’accordo è stato sottoscritto a seguito di incontri tra le Organizzazioni Sindacali degli inquilini SUNIA – SICET – UNIAT rappresentante dai Sigg. Sandro Di Giammarino, Giulio Sacchetti e Avv. Emiliano Faiola e le Organizzazioni Sindacali della proprietà: Confedilizia – UPPI- APPC- ASPPI rappresentate ai Sigg.: Geom- Paolo Polletta , Avv. Maurizio Muffato, Cav. Vincenzo Ciervo, Giovanni Vecci.

Le convocazioni sono state avviate, mesi orsono, dal Comune di Cassino su iniziativa degli Assessori all’Urbanistica e Bilancio, rispettivamente Beniamino Papa ed Ulderico Schimperna.

“Il nuovo accordo territoriale – spiegano gli assessori Schimperna e Papa – sostituisce quello precedentemente stipulato il 01.08.2014 che, ai sensi del 4 comma dell’art 7 del DM 16 01 2017 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha conservato validità fino alla nuova adozione basata sul DM indicato.

L’accordo ha diviso il territorio di Cassino in cinque zone ed ha individuato per ciascuna zona le fasce di oscillazione dei canoni con i criteri per stabilire i valori minimi e massimi dei canoni stessi. Sarà possibile stipulare: Contratti agevolati, Contratti transitori ordinari, Contratti transitori per studenti universitari fuori sede.

Ai contratti di locazione di immobili ad uso abitativo situati nel Comune di Cassino si applicheranno le agevolazioni fiscali previste nell’art. 5 del DM 16 gennaio 2017 compresa la riduzione dell’aliquota per la cedolare secca”.

28 novembre 2017 0

Viaggiatore tunisino molesto sul bus in A1 arrestato dalla Polstrada per resistenza a P.U.

Di redazionecassino1

Frosinone – Il conducente di un pullman di linea Napoli – Torino, in transito sull’  A/1, segnala, sulla linea di emergenza 113,  la presenza di un viaggiatore molesto.

L’operatore dirama prontamente la nota alle unità operative della Stradale in servizio di vigilanza sul quel tratto  e, nel contempo, allerta  le Volanti.

La pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone intercetta il mezzo per identificare l’uomo “segnalato”: è sprovvisto di  documenti  e pertanto viene accompagnato presso gli uffici di Polizia.

Nel frangente l’uomo manifesta insofferenza ed aggredisce  gli operatori.

Il tempestivo intervento della Squadra Volante, costretta dalle circostanze ad utilizzare lo spray al peperoncino, riesce a bloccare l’uomo.

Scatta l’arresto per  resistenza a Pubblico Ufficiale nei confronti del  viaggiatore molesto, un 32enne di origini tunisine.

 

28 novembre 2017 0

Serie C Silver: La rimonta di Serapo si ferma sul più bello, la Pass Roma passa al Palamarina

Di redazionecassino1

Nella nona ed ultima giornata di andata del campionato di serie C Silver, il Basket Serapo 85’ si arrende al Palamarina alla Pass Roma con il punteggio di 85-93 e deve rinviare l’appuntamento con la vittoria casalinga. Una gara dai due volti, dominata dagli ospiti nella prima parte di gara, capaci di arrivare anche ad un vantaggio di 20 punti, riaperta dalla formazione gaetana nella ripresa quando Porfido a 40 secondi dal termine ha avuto in mano la palla del possibile pareggio ma il suo tiro si è spento sul ferro; a quel punto c’era tutto il tempo di provarci, ma una difesa ancora al limite della perfezione non può niente contro la sfortuna quando un air ball scagliato al fine dei 24 sec va a finire nelle mani di Grisanti che mette a segno il + 5 che di fatto regala la vittoria alla sua squadra.

Purtroppo il Basket Serapo 85’ paga un secondo quarto negativo dove nei primi 5’ di questo mette a segno soli 2 punti a referto: periodo nella quale un infortunio alla mano mette fuori causa Leccese e probabilmente la squadra ha messo un po’ di tempo prima di sistemarsi in maniera diversa in campo. Nella ripresa una squadra Gaetana ben diversa con Scampone e Porfido che suonano la carica, seguiti da Niccolai e Valente, ma se pur in difficoltà la Pass Roma trova canestri pesanti da Di Giovanni, Franceschina e Lo Basso.

Amaro in bocca quindi ancora per una gara giocata alla pari con una squadra sicuramente più rodata e profonda ma comunque utile in questo periodo per un gruppo che cresce ogni settimana sempre di più.

Basket Serapo 85’ – Pass Roma 85-93 (22-25;35-50;64-77)

Basket Serapo 85’: Di Dia n.e., Niccolai 14, Wissel 1, Scampone 19, Leccese 9, Santaniello 3, Treglia n.e., Valente F., Antetomaso, Valente L.12, Porfido 27, Ferraiuolo. Coach: Cianciaruso

Pass Roma: Arbaci 2, Cianci 15, Lo Basso 16, Perna 3, Scagliarini, Grisanti 5, Franceschina 16, Procaccio 19, Di Giovanni 16, Pagano, Provaroni 1. Coach: Mininni