Giorno: 29 novembre 2017

29 novembre 2017 0

Piedimonte S.Germano: Il sindaco e l’assessore alla sicurezza scrivono alle forze dell’ordine

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Piedimonte San Germano- Con una nota,il sindaco della città Gioacchino Ferdinandi e l’assessore alla sicurezza Vincenza De Bernardis, chiedono alle forze dell’ordine un rafforzamento dei servizi di controllo, monitoraggio e prevenzione e repressione di atti criminosi. Nello specifico, i due esponenti politici, si sono rivolti al commissariato di Cassino e alla stazione di carabinieri di Piedimonte San Germano. Nella missiva fanno presente che, alla luce di recentissimi episodi, si rende necessario nel territorio comunale un potenziamento di servizi di sicurezza con un numero maggiore di unità operative e pattuglie che quindi mettano i cittadini nella condizione di sentirsi più sereni. Nella nota viene fatto riferimento al furto con scasso commesso ai danni della stazione di rifornimento di carburante sita nei pressi del centro commerciale Le Grange, poi all’atto vandalico o danneggiamento del fontanile dei giardini pubblici, infine agli episodi di furti in abitazione. N.C.

29 novembre 2017 0

Truffa farmaci, Nas trovano timbro e ricettario medico: denunciato farmacista del frusinate

Di admin

FROSINONE – Truffa aggravata al sistema sanitario regionale, questa l’ipotesi contestata ad un farmacista di un piccolo comune del Frusinate oggetto di verifiche da parte del Nas di Latina. I militari comandati dal capitano Felice Egidio, hanno effettuato una verifica nel corso della quale hanno sequestrato decine di confezioni di farmaci privi di fustelle, alcuni ricettari e ricette a carico del Servizio Sanitario Regionale a il timbro di un medico di medicina generale. L’ipotesi investigativa per cui procede il NAS è di truffa aggravata, poiché il materiale sequestrato costituirebbe prova di condotte illecite finalizzate ad ottenere indebiti rimborsi per farmaci dispensati dal Servizio Sanitario Regionale.

Ermanno Amedei 

29 novembre 2017 0

Asl Frosinone: Un corso sugli accertamenti necessari nei casi di omicidio colposo e lesione negli incidenti stradali

Di redazionecassino1

Frosinone – Come è noto la legge n. 41/2016 ha introdotto nel nostro ordinamento nuovi reati: quelli di omicidio e lesioni colpose (gravi o gravissime) in ambito stradale. Legge molto attesa e voluta soprattutto dalle Famiglie delle vittime della strada.

I casi da accertare però possono risultare complessi e di difficile soluzione ed è per questo che la ASL – Struttura della Formazione diretta dal Dott. Alessandro Costa – all’interno di un programma regionale di formazione ospita per il prossimo 30 Novembre, presso la Sala Teatro della ASL di Frosinone in Via Fabi, il “Corso per operatori in materia di accertamenti necessari nei casi di omicidio colposo e lesioni colpose personali gravi o gravissime in ambito stradale” che avrà inizio alle ore 8.30 e prevede il riconoscimento di 8.6 crediti ECM.

Elaborato secondo i criteri della formazione blended, con l’utilizzo integrato di diversi formati e tipologie didattiche, il percorso formativo si sviluppa sulle aree tematiche previste da un dettagliato protocollo operativo sui prelievi e gli accertamenti necessari nei casi di omicidio e lesioni personali stradali gravi e gravissime.

L’evento vuole fornire indicazioni chiare e precise sulle modalità di accertamento dello stato di ebbrezza o di alterazione da sostanze stupefacenti o psicotrope, tenendo in considerazione le difficoltà nel superare il rifiuto opposto dal conducente agli esami sul suo corpo. Rifiuto che, potenzialmente, è in grado di impedire l’accertamento delle circostanze aggravanti.

Si vuole anche omogeneizzare il bagaglio di conoscenze e competenze tra gli operatori sanitari dell’Azienda e tutti gli altri attori esterni coinvolti nel processo per supportare e consolidare un iter procedurale condiviso, avvalendosi anche di Esperti, Universitari, Anatomopatologi, Avvocati, rivolgendosi in particolare a Medici ed Infermieri dell’Emergenza (D.E.A.), Medici di Anestesia-Rianimazione, Medici, Biologi, Tecnici ed Infermieri di Laboratorio, Operatori dei Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Stradale, Polizia Penitenziaria e Provinciale.

Articolato in quattro sessioni, il programma avrà un focus sugli aspetti normativi e sanitari, sulla tossicologia forense e la catena di custodia. Si analizzerà la normativa che introduce i delitti di omicidio stradale (art. 589 bis c.p.) e lesioni personali gravi o gravissime (art. 590 bis c.p.), seguita dall’approfondimento sui profili medico-legali relativi alle nuove figure criminose, alle procedure di accertamento e al contenzioso giudiziario.

È prevista la partecipazione di 50 destinatari, sotto la Responsabilità Scientifica del Dott. Giuseppe Quintavalle, Direttore Generale della ASL Roma 4, che potranno senz’altro supportare con le migliori abilità professionali i giudici affinché, nella valutazione del caso concreto, possano assicurare a tutti giustizia, a partire dalle vittime.

Si ringrazia per l’attenzione e per il risalto che se ne vorrà dare.

 

 

29 novembre 2017 0

Ruba portafogli a rivale durante “Uomini & Donne”, denunciato a Frosinone “corteggiatore”

Di redazionecassino1

FROSINONE – Ha rubato un portafogli ad un “corteggiatore” rivale durante la registrazione di una puntata di “Uomini e Donne”, il programma di Canale 5 condotto da Maria De Filippi, e si è allontanato con l’intenzione di tornarsene in Calabria. Protagonista della vicenda un altro “corteggiatore, un 26enne, che aveva così pensato di “arrotondare” il suo gettone di presenza alla fortunata trasmissione televisiva. Alla fine della registrazione, tenendo in tasca il portafogli dell’avversario in amore, ha poi imboccato l’autostrada diretto a sud per tornarsene in Calabria ma, giunto in provincia di Frosinone, è stato raggiunto telefonicamente dalla redazione del programma. Era stato scoperto e gli si chiedeva di restituire il maltolto. Il giovane si sarebbe giustificato asserendo di non essersene accorto, di un incidente. Uscito al casello di Frosinone, si è poi recato in questura per riconsegnarlo. Gli uomini del vice questore Genovesi, però, dopo essere andati a fondo sulla vicenda, hanno provveduto a denunciare il “corteggiatore” per furto.

29 novembre 2017 0

Intensa l’attività di controllo della Polizia nel Capoluogo contro lo spaccio di stupefacenti

Di redazionecassino1

Frosinone – Nel corso di servizi finalizzati al controllo del territorio per la prevenzione ed il contrasto dei reati predatori, dello spaccio di sostanze stupefacenti e di microcriminalità, la Squadra Volante ferma ed identifica un uomo  nella zona della stazione ferroviaria.

È un rumeno di 42 anni, che aveva anche cercato di eludere il controllo.

Da accertamenti effettuati attraverso la banca dati interforze emerge che nei confronti dell’uomo  è in atto il provvedimento del Foglio di Via Obbligatorio dal comune del capoluogo.

L’atteggiamento dell’uomo desta sospetto  e gli agenti  decidono di procedere a perquisizione personale, che da esito positivo.

Nello zaino nasconde  un  coltello di 20 cm. Scatta la denuncia. I controlli proseguono.

La Volante attenziona  via Bellini. Nella zona dello spaccio i poliziotti intercettano un altro cliente, un 20enne dell’hinterland frusinate.

Il giovane è stato segnalato al Prefetto per detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente: trovato in possesso di  0,77 grammi di hashish.

 

 

29 novembre 2017 0

Piazza Corte, “parcheggio selvaggio” pericolosamente senza controllo

Di redazionecassino1

Cassino – Il “parcheggio selvaggio” è uno dei maggiori problemi che influisce sul caos della viabilità di tutte le città. Cassino non fa eccezione. La sosta indiscriminata non risparmia nessuna parte della Città Martire. Le cause? La mancanza di controlli della polizia locale, le cui forze disponibili sono ridotte al lumicino da troppo tempo, ma soprattutto ad una buona dose d’inciviltà della maggior parte degli automobilisti. Nessuna parte della Città è immune da questo malcostume, ormai troppo dilagante, in centro come in periferia, compresa piazza Corte. La piazza della Chiesa Madre, della sede della Curia, ma anche di molte attività commerciali, di scuole e di residenti, esasperati dalle auto parcheggiate pericolosamente fuori dalle strisce, che intralciano la circolazione a tutte le ore del giorno. È sufficiente fermarsi qualche istante in questa piazza centrale per avere il quadro completo della pericolosità con cui si parcheggia in modo indiscriminato, occupando buona parte della piazza oltre i posti consentiti e le strade adiacenti. Auto che invadono la carreggiata e che impediscono la visibilità a chi provenga in un senso e nell’altro sono una consuetudine troppo frequente. La situazione è divenuta insostenibile ed occorre porre rimedio. La mancanza di agenti di polizia locale non può rappresentare sempre una scusa per consentire ad automobilisti indisciplinati di fare i propri comodi, infischiandosene delle regole del Codice della strada e dei pericoli che ne derivano.

F. Pensabene.