Giorno: 18 dicembre 2017

18 dicembre 2017 0

Cassino, 38enne muore in sala d’attesa di uno studio dentistico

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cassino- Una tragedia che si è consumata questa sera intorno alle ore 19.00. Un 38enne, di Piedimonte San Germano, era, stando alle indiscrezioni, in attesa di una visita presso uno studio dentistico quando improvvisamente ha accusato un malore che purtroppo gli è stato fatale. L’uomo, padre di un bambino e molto conosciuto e stimato a Piedimonte San Germano, probabilmente è stato ucciso da un infarto ma sul caso sono in corso gli opportuni accertamenti. Sconcerto e incredulità a Piedimonte dove la notizia si è rapidamente diffusa.

18 dicembre 2017 0

Pregiudicato ruba un’auto per compiere la “spaccata” ad una pizzeria. 42enne in manette

Di redazionecassino1

Frosinone – Nella zona alta del capoluogo viene rubata una Panda che, di lì a poco, verrà utilizzata come ariete per la c.d. “spaccata” ad una pizzeria sulla Via Maria.

Ricevuta la nota, la Squadra Volante passa  al setaccio l’intero territorio del capoluogo, battendo ogni angolo della città, alla ricerca dell’autore dell’atto criminoso e dell’auto “incriminata”.

Nella tarda mattinata gli agenti intercettano quell’utilitaria: a bordo un noto pregiudicato.

Inizia l’inseguimento, fino a quando i poliziotti riescono a sbarrare la strada al fuggitivo, che non si “arrende”: con fare a minaccioso aggredisce un agente e cerca di guadagnare la “salvezza” , tentando di scavalcare un muro.

Imperterrito, l’operatore di polizia si rialza e cerca di riacciuffare quel malvivente, con il quale ha l’ennesima colluttazione.

A questo punto, a scopo intimidatorio, il poliziotto è costretto ad esplodere due colpi in aria: l’uomo si arrende; arrestato.

L’agente ferito è stato refertato presso il locale Pronto Soccorso.

 

18 dicembre 2017 0

Diverbio per un parcheggio e spunta un coltello, denunciato un 42enne

Di redazionecassino1

Fiuggi – Un diverbio  per un parcheggio termina con una denuncia ed il sequestro di un coltello a scatto lungo 17 cm. E’ quanto accaduto nella serata di ieri a Fiuggi. Interviene la Squadra Volante del capoluogo: gli agenti giunti sul posto ricostruiscono l’accaduto e denunciano un 42enne dell’hinterland della città termale. L’uomo aveva minacciato ed aggredito un 23enne.

18 dicembre 2017 0

Insieme in campo: la Polizia schiera la “squadra della legalità”

Di redazionecassino1

Ferentino –  Si è svolto a Ferentino il secondo appuntamento dell’iniziativa “insieme in campo”, accordo di collaborazione sottoscritto, lo scorso novembre,  tra Questura di Frosinone, Frosinone Calcio, Ufficio Scolastico Regionale – Ambito territoriale di Frosinone,  Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Comune di Frosinone e Accademia di Belle Arti di  Frosinone. Quello di stamattina è il secondo appuntamento dell’iniziativa “insieme in campo”, che, come si ricorderà, è l’accordo di collaborazione sottoscritto, lo scorso novembre,  tra Questura di Frosinone, Frosinone Calcio, Ufficio Scolastico Regionale- Ambito territoriale di Frosinone,  Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Comune di Frosinone e Accademia di Belle Arti di  Frosinone.

Apre Daniel Ciofani, bomber della compagine canarina, seguito dal preparatore atletico Gianluca Capogna.

Poi la parola passa al Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Antonella Chiapparelli che, con un intervento  articolato e dinamico, ha analizzato la sicurezza negli stadi,  le competenze del GOS, soffermandosi sull’aspetto “tifoseria” e sul provvedimento del DASPO per chi viola le regole.

Un lungo applauso ha chiuso l’evento, apprezzatissimo dalla giovanissima scolaresca dell’Istituto Comprensivo 1 di Ferentino, che ha interagito con i relatori con grande partecipazione, ponendo domande anche in tema di ordine pubblico.

Trait d’union dei relatori è la diffusione della cultura  della legalità e del rispetto, in cui lo sport è strumento di prevenzione del disagio e promozione di corretti stili di vita.

Presenti all’evento, oltre alla “squadra” della legalità della Questura – Sost. Comm. Stefano Mancini, Ass. C. Nicola D’Alessandris, Ass.C.T. Emilia Celani – capitanata dalla dr.ssa Chiapparelli, il dirigente della società calcistica Giuseppe Capozzoli dell’area Marketing&Comunicazione-Rapporti Istituzionali e responsabile dei Progetti Experience, il dr. Pierino Malandrucco  per l’Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio – Frosinone, la dr.ssa Marica Gimini  per l’ Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale.

La realizzazione dell’evento è stata curata con la collaborazione “tecnica” dello staff canarino con Jacopo Gismondi, Giovanni Lanzi e Manuel Pasquini.

 

 

 

 

18 dicembre 2017 0

La Virtus Cassino corsara ad Isernia, ottava vittoria consecutiva

Di redazionecassino1

Una vera e propria battaglia “sportiva”, una gara vissuta sul filo dell’equilibrio per 35 minuti e risolta solo negli ultimi minuti dalla voglia e dal carattere degli uomini in maglia rossoblù.

Una partita difficile da raccontare a chi non era al Palazzetto dello Sport di Isernia perché il tifoso o l’appassionato assente, alla visione del risultato sarebbe portato a pensare ad una facile affermazione degli uomini di coach Luca Vettese.

Ed in effetti non è stato affatto così. Le “V” rossoblù hanno dovuto patire e sudare le proverbiali sette camicie per venire a capo di un avversario che al termine del terzo quarto era ad un solo possesso, 46-43, dalla Banca Popolare del Cassinate e che soprattutto si era aggiudicata i primi due quarti della gara andando al riposo lungo avanti di 4 lunghezze, 36-32.

“Noi lo sapevamo” esordisce Leonardo Manzari, il direttore sportivo della BPC Virtus Cassino “lo sapevamo ma questo tipo di incontri non sono prevedibili. Intanto perché alla vigilia inevitabilmente alla vigilia guardi la classifica e pensi …. andare lì sarà una passeggiata , loro sono ultimi e quindi…. Ma non è così. Isernia occupa una posizione di classifica non veritiera e soprattutto aveva messo in difficoltà Valmontone, Salerno e tante altre formazioni. Eravamo consapevoli di ciò e difatti ci hanno messo alla frusta “continua il dirigente cassinate.

Alla domanda poi se può essere considerata come una vera e propria prova di maturità della sua squadra, Manzari risponde “Ovviamente sì, ma di prove di maturità questa squadra ne ha fornite e può annoverarne tante. Sicuramente per come si era messa non era semplice venirne fuori con i due punti ma i ragazzi ed il tecnico sono stati bravi a venirne a capo con calma e con la forza dei nervi saldi” afferma ancora il DS rossoblù.

Dunque la BPC Virtus Cassino sale sull’ottovolante e l’ottava vittoria consecutiva certifica l’ascesa del team benedettino anche in classifica. Infatti la concomitante sconfitta della capolista Barcellona sul parquet di Salerno ha di fatto “accorciato” le distanze tra la Virtus e la testa della classifica a sole quattro lunghezze.

Ma in casa BPC aumenta e monta il rammarico per la sconfitta patita il 1 novembre scorso sul parquet del Pala Virtus “Sì, è proprio così, quello scellerato quarto quarto ci ha impedito di fatto di partecipare alle Final Eight di Coppa Italia. Adesso con due punti in più avremmo potuto celebrare e certificare la partecipazione alla manifestazione del prossimo mese di marzo, ma la storia è questa e non si può cambiare. Ci consolida il fatto che abbiamo ricucito il gap con la vetta della classifica ed ora ci apprestiamo a giocare la prossima in casa contro un avversario ostico che già ci ha battuti in pre-season e dunque sappiamo che non sarà una passeggiata, noi la guardia non l’abbassiamo di certo” conclude il responsabile dell’area tecnica della formazione cassinate.

La BPC Virtus Cassino dunque ha vinto l’ottava gara di fila per 67 a 50 dando spettacolo nell’ultima frazione di gioco per la gioia incontenibile di un bel contingente di tifosi giunti dalla Città Martire al Pala Fraraccio di Isernia in questa fredda serata di dicembre. La Cassino dei canestri ha avuto ragione di un Isernia tostissima che aveva impostato la gara su ritmi non troppo alti e soprattutto aveva proposto una zona classica “due –tre” come variante tattica per quasi tutta la gara. Una variante difensiva che Panzini e compagni hanno con pazienza letto e poi scardinato e che complice l’ennesima serata monstre del duo Carrizo – Sergio hanno volto a proprio favore.

Ma è una “bomba” di Petrucci al terzo minuto di gioco dell’ultima frazione a sancire la prima fuga degli ospiti per il +9 del 54-45. Non si arrendono i padroni di casa e reagiscono subito con la tripla di Murolo del 54 a 48. Isernia non molla e la partita vive di errori da una parte e dall’altra. Per lunghi 4 minuti non si segna …. Un solo punto a referto, un tiro libero di Carrizo, 55-48, partita oggettivamente brutta ma viva dal punto di vista agonistico.

A tre minuti e mezzo dalla sirena dei 40 minuti ci pensa però il solito Biagio Sergio (MVP di serata, qualcuno aveva dubbi? con 14 punti, 8 rimbalzi e soprattutto una presenza costante e decisiva sotto le plance per un 24 di valutazione finale) a muovere il punteggio sul tabellone con due punti dalla linea della carità che fissa il punteggio sul 57 a 48. Isernia prova a reagire ma le maglie della difesa cassinate appaiono insormontabili.

La partita la chiude Enzo Damian Cena che firma il vantaggio in doppia cifra 60 a 48 con una “bomba” dall’arco dei 6.75. Per i padroni di casa ci vorrebbe un miracolo perché il tabellone racconta che mancano meno di due minuti al termine. Canzano chiama i suoi a raccolta in un time out da ultima spiaggia.

Murolo realizza il meno dieci, 50 a 60, a un minuto e dieci secondi dalla fine della gara. Sull’altro fronte la firma del solito Lorenzo Panzini che mette una delle sue mortifere conclusioni da oltre l’arco per il boato di gioia dei tifosi rossoblù, 63 a 50.

Siamo praticamente ai titoli di coda. Cambi a gogo da una parte e dall’altra e siamo praticamente, repetita iuvant, alle battute finali. I giovani cassinati, Banach- De Ninno- Di Poce e Guglielmo allungano ulteriormente il gap tra le due formazioni. +17 al termine della gara e i rossoblù agguantano la loro ottava soddisfazione consecutiva. Una gara sofferta, lottata ma portata a casa con la forza dei grandi.

Adesso testa all’ultima di ritorno, alle 18 del 23 dicembre al PalaVirtus cassinate arriva la Tiber Roma dell’ex di giornata e capocannoniere del girone D del Campionato Nazionale di serie B, Filippo Bertoldo, “ e non sarà affatto semplice” chiosa il coach dei cassinati , Luca Vettese, a fine gara “ dovremo restare umili per continuare a regalarci queste soddisfazioni in questa bella stagione”.

Isernia Basket – BPC Virtus Cassino 50-67

Parziali : 17-14, 19-18, 7-14, 7-21

Isernia Basket: Murolo 16 (3/7, 3/7), Razzi 13 (2/3, 3/7), Riccio 7 (0/2, 1/8), Piazza 6 (3/3, 0/2), Patani 4 (2/6, 0/1), Smorra 4 (1/2, 0/4), Iovinella 0 (0/0, 0/0), Antonicelli 0 (0/0, 0/1), Cicchetti 0 (0/0, 0/0), Russo 0 (0/0, 0/0), Scardino 0 (0/0, 0/0), Vanacore 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 34 6 + 28 (Murolo 9) – Assist: 13 (Murolo 5)

All. Canzano

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 15 (2/5, 3/8), Biagio Sergio 14 (5/7, 0/1), Lorenzo Panzini 11 (1/2, 3/5), Niccolò Petrucci 9 (3/5, 1/8), Simone Bagnoli 6 (2/7, 0/0), Enzo Cena 5 (0/3, 1/4), Maurizio Del Testa 3 (1/2, 0/5), Fabrizio De Ninno 2 (1/1, 0/0), Robert Banach 2 (1/1, 0/0), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 14 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Simone Bagnoli 9) – Assist: 12 (Enzo Cena 4)

All. Vettese Ass. Incelli

MVP : Biagio Sergio

18 dicembre 2017 0

Baket serie C Silver: Veroli sconfitta sul parquet di Ciampino

Di redazionecassino1

La gara, che si è disputata sul campo del Nova Basket Ciampino termina con il risultato di 90-84 per i romani. Dopo due tempi supplementari, la Pallacanestro Veroli 2016 cede la vittoria alla squadra di Ciampino che continua così la sua rincorsa al 6° posto. Una gara al cardiopalma che la squadra di coach Dragone è riuscita a portare dalla sua parte: recuperando uno svantaggio di 7 punti al termine del 3° quarto con i canestri di Tebaldi e Giaché, dopo un primo supplementare ancora di equilibrio, arrivando a vincerla nel secondo supplementare con una fiammata di Cara. A Veroli non basta un super Giorgio Fiorini autore di 26 punti: le rotazioni corte (solo in otto a referto con Igliozzi ancora convalescente), Mauti e Vinci infortunati, due supplementari giocati praticamente in cinque, l’uscita per falli di Marco Fiorini e Celani alla lunga pesano. Una sconfitta meno amara per la reazione di orgoglio avuta: i giallorossi restano in partita fino alla fine nonostante la situazione di emergenza. La Pallacanestro Veroli 2016, anche nella militanza in Serie C Silver, continua a gestire le situazioni con la massima calma senza peccare di inesperienza, nonostante le difficoltà. Il 2017 si chiude con la Pallacanestro Veroli 2016 ai vertici della Classifica.

Grande successo invece per la consueta “Cena di Natale” che si è tenuta nel cuore del centro storico di Veroli, Venerdì 15 Dicembre presso l’Hotel Relais Filonardi. In una sala gremita e gioiosa, la Società Pallacanestro Veroli 2016 ha voluto ringraziare i sostenitori, presenti e non per il sostegno mostrato: «Un ringraziamento a tutti i presenti,agli sponsor, agli appassionati, all’Assessore Provinciale Germano Caperna per il sostegno dimostrato». La serata ha visto la partecipazione di molti che hanno a cuore la palla a spicchi verolana, che hanno creduto al rilancio e sperano in un futuro roseo e ricco di soddisfazioni.

Nova Bk Ciampino 90 – Pallacanestro Veroli 2016 84

Pallacanestro Veroli 2016: Iannarilli 3, Igliozzi, Fiorini G. 26, Lauretti, Celani 10, Fiorini M. 15, Frusone 19, Velocci 11. All. Rotondo

Nova Bk Ciampino: Rega n.e., Andreassi n.e., Giaché 10, Attianese 2, Sciaudone 1, Cara 23, Gori, Tshisol 4, Pichini, Vallario 12, Tebaldi 26, Angelini 12. All. Dragone Ass. Gabrielli

18 dicembre 2017 0

NB Sora 2000 sconfitta in casa dal BK Frascati: fatale il terzo quarto

Di redazionecassino1

Doveva essere la partita della rivalsa e della definitiva rinascita. Partita che scorre via veloce nei primi 20 minuti, con le squadre più preoccupate di segnare piuttosto che difendere. Frascati chiude avanti 42-46 all’intervallo, guidata da un ottimo Chute da 16 punti. Nella ripresa la partita si mantiene in equilibrio, con gli ospiti che arrivano fino al +10 nel terzo quarto, dando una spallata decisiva al match. La NB Sora 2000 non ha più le forze per reagire, nonostante un quarto periodo entusiasmante con Roljic e Stirpe sugli scudi. Finisce 76-83 in favore de Frascati, ennesima  sconfitta per Sora in questo girone di andata.

Arriva dunque un’altra sconfitta casalinga per gli uomini di coach Ortenzi, al termine di una partita in cui i suoi hanno troppo spesso scherzato col fuoco, non chiudendo mai la sfida. Frascati si dimostra una buona squadra, e soprattutto gioca con le idee ben chiare. Una pallacanestro lenta ma efficace quella dei castellani, e soprattutto ben ragionata. Sono 3 gli uomini che hanno guidato il Basket Frascati alla vittoria: Monetti, Zivkovic, Chute (miglior realizzatore del match con 31 punti). Quest’ultimo è stato il vero leader degli ospiti, trascinandoli alla rimonta proprio quando la Sora sembrava aver preso il controllo. Frascati rientra bene dagli spogliatoi, dimostrandosi più reattiva e soprattutto più tosta in difesa. Sora, invece, ha pagato carissimo l’incapacità di azzannare gli avversari, e nel finale probabilmente la paura di perdere è stata più grande della voglia di vincere. Buone le prestazioni di Stirpe, Roljic e Berardi, con Dulovic e Di Prospero con le polveri bagnate. Ma non è bastato questo per vincere: adesso la situazione nel girone si complica, e il prossimo match in casa del San Paolo Ostiense diventa importante se si vuole proseguire il cammino. Resta l’amaro in bocca, perchè ancora una volta il Sora ha gestito male il alcune fasi della gara.

Avvio equilibrato al PalaPanico, con le squadre che ci mettono un po’ a carburare al meglio. La differenza la fanno principalmente gli attacchi, con le difese che sembrano un po’ distratte. Dopo 3 minuti punteggio sul 4-9. Sora allunga la difesa e Hussin trova un gioco da 3 punti in contropiede. Gli ospiti sono piuttosto imprecisi costringono il coach Martiri al timeout. Ancora l’asse Monetti-Chute porta quest’ultimo a segnare il suo tredicesimo punto. Il quarto prosegue in grande equilibrio, con nessuna delle due squadre che riesce ad allungare. Bella sfida sotto le plance tra Dulovic e Zivkovic, che danno vita a un paio di duelli in post basso. Si va al primo riposo con Stirpe che segna il suo settimo punto personale. Per i frascatani 13 punti di un positivo Chute. Punteggio molto alto, a dimostrazione di una scarsa concentrazione difensiva: 22-28 per il Club Bk Frascati.

Nel secondo quarto parte bene Frascati con quattro punti di fila di Triggiani, a cui risponde Stirpe e Dulovic. Gli ospiti continuano a cercare giustamente Zivkovic, che li ripaga col suo gioco spalle a canestro. Partita che sembra non riuscire ad accendersi, con botta e risposta delle due formazioni. Sora prova ad approfittarne ma l’attacco continua a essere impreciso e la palla circola male. Punteggio sul 30-35 al 13-esimo minuto. Ancora il solito Berardi prova a dare la scossa ai suoi, con una bella giocata. La partita sembra poter finalmente decollare, ma le mani sono “fredde” e le squadre sbagliano un paio di tiri aperti. Un altro errore gratuito locale apre spazio alla transizione ospite, e stavolta Monetti segna la tripla del 33-40 a 4’16” dall’intervallo lungo. I volsci giocano bene dopo l’uscita dal timeout, ma continuano a sbagliare buoni tiri, non riuscendo ad avvicinarsi al Frascati, che però non ne approfitta. Stirpe segna una sequenza di canestri che riporta i locali sul -2, costringendo coach Martiri al timeout. La partita si mantiene in grande equilibrio, con le due compagini che sembrano ancora studiarsi. Due svarioni dei ragazzi di Ortenzi porta Frascati ad allontanare le ombre dei padroni di casa (+4, 20-18). Il quarto si chiude sul 42-46.

Le squadre rientrano dagli spogliatoi e Frascati sembra provare subito a dare un’accelerata, cambiando difesa. La NB Sora è imprecisa all’inizio, coach Ortenzi continua ad alternare la sua difesa, cercando di arginare le giocate ospiti. Frascati da parte sua chiude bene gli spazi e Chute sigla il +10. Si fa rivedere anche Monetti, con una tripla, che mantiene le distanze tra le due squadre. I padroni di casa cercano di accorciare le distanza, ma Hussin e Dulovic sbagliano, consentendo ad Chute di riportare gli ospiti sul + 18 (48-66). Si arriva agli ultimi 3 minuti, e sembra di essere tornati al primo tempo: molti errori e troppe palle perse su entrambi i lati. E’ Triggiani (BK Frascati) a guidare i suoi nel finale di quarto, arrivando fino al +19 con cui si chiude il quarto (51-71).

Si apre l’ultimo periodo, seguendo sempre lo stesso canovaccio degli altri: Frascati prova ad allungare ma non ci riesce. Arriva addirittura la riscossa dei volsci 63-79. arrivano fino al 75-79. Ultimi 3 minuti ad appannaggio dei locali con Dulovic Stirpe e Roljic svegliatosi dal letargo del terzo quarto (24-12). Sora ci prova fino in fondo ma troppo è il divario accumulato dagli ospiti e non c’è più tempo: termina il match 76-83 tra i festeggiamenti dei ragazzi in maglia rossoblù.

Damiano Carrozzo (Dir. Resp.) – “Siamo dispiaciuti per aver chiuso il 2017 con una sconfitta e soprattutto perché siamo rimasti fermi a quota 2 in classifica. La ruota ci sta girando male e non è purtroppo la prima volta che accade quest’anno. Sappiamo della situazione non semplice, ma non dobbiamo fare drammi perché siamo in piena lotta per poterci salvare ed abbiamo i mezzi per poterlo fare. La squadra è viva ed ha tutte le potenzialità per potersi rialzare e tirarsi fuori da questa situazione. Del resto, lo ribadisco, avremmo meritato qualche punto in più in classifica. Tuttavia, i divari non sono incolmabili e se giochiamo con intensità riusciremo a vincere ed a raggiungere il nostro obiettivo stagionale”. Prossimo appuntamento (06.01.2018 ore 18.00) vedrà la formazione di coach Ortenzi impegnata nella difficile trasferta di Roma contro il San Polo Ostiense.

 

N.B. Sora 2000 76 – Club Bk Frascati 83

Parziali: 22-28 / 20-18 / 10-25 / 24-12

N.B. Sora 2000: Stirpe 27, Santucci n.e., Castellucci n.e., Roljic 19, Di Prospero 1, Radonjic 0, Berardi 8, Vona n.e., Jancic 2, Bulatovic 0, Dulovic 12, Hussin 7; Coach: Ortenzi

 

Club Bk Frascati: Ramos Monteiro 2, La Franceschina 0, Monetti 16, Zivkovic 19, Mastrantoni 0, Triggiani 15, Pannozzo 0, Fiorentino 0, Chute 31, Ansovini n.e., Grisolia 0, Reggi 0; Coach: Martiri

 

18 dicembre 2017 0

Ducato Sora e Labbirra proseguono la marcia in vetta ai loro gironi

Di redazionecassino1

Ultima giornata, la 12esima, prima della sospensione per le festività natalizie vede la classifica immutata, con Ducato di Sora in vetta nonostante il turno di riposo della capolista. Mantiene la seconda posizione Tordoni Pontecorvo dopo il pareggio imposto alla formazione pontecorvese dai padroni di casa di Caira. Quattro le formazioni che navigano a poche lunghezze di distacco l’una dall’altra nei piani alti della classifica. Canceglie, a quota 23 punti, dopo la vittoria esterna sul terreno di Amatori Cerreto. La Longobarda che batte 3 a 5 i padroni di casa di San Giorgio. Vittoria casalinga per Isotopi Pontecorvo che superano, 2 a 1, Sordella Calcio. Torna alla vittoria anche la Sangermanese, 1 a 0, sul DS Dodici. La ripresa del torneo di Eccellenza vedrà il derby della Città dei due fiumi fra Tordoni e Isotopi match che potrà dare la conferma del secondo posto per Tordoni o la possibilità per Isotopi di guadagnare qualche posizione in classifica nel caso riesca il ‘colpaccio’ ai danni dei concittadini. In Promozione resta in vetta Labbirra dopo la vittoria 0 a 4 ai danni di Drink Team Duff, che consente alla capolista di aumentare il proprio vantaggio su Collecedro, che, però, ha da recuperare il match con Niemoslive. Resta in terza posizione Terelle con il pareggio casalingo, 1 a 1, contro Amatori Pignataro.  Moscuso perde terreno in classifica ed il match casalingo, 0 a 1, contro Colfelice. Pareggiano, 1 a 1, Sant’Ambrogio e Janula e Terelle contro Amatori Pignataro. In fondo alla classifica bella vittoria di Belmonte, 4 a 1, Amatori Castelnuovo. Alla ripresa del torneo incontri di cartello saranno quello della capolista Labbirra, impegnata in casa con Terelle e Collecedro impegnato sul terreno di Pignataro.

F. Pensabene