Giorno: 26 dicembre 2017

26 dicembre 2017 0

Incidente stradale sulla via Appia, i vigili del fuoco liberano i conducenti dalle lamiere

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Cisterna di Latina – Grave incidente stradale questa mattina sulla via Appia in territorio del comune di Cisterna. Due le auto coinvolte nel tamponamento che ha richiesto l’intervento dei vigili del fuoco per estrarre i conducenti dalle lamiere dei due veicoli..I Vigili del Fuoco della Sede Centrale di Latina sono intervenuti nella tarda mattinata di oggi, ore 13.25 circa, nel comune di Cisterna di Latina,  via Appia km 55,  per delle segnalazioni, giunte alla Sala Operativa 115, per un incidente stradale. Arrivati prontamente sul posto, gli operatori VF, prendevano atto che due autovetture erano entrate, violentemente, in collisione per cause in fase di accertamento. Fondamentale e necessario l’intervento del personale VVF  per estrarre dall’abitacolo uno dei due ragazzi. Entrambi i feriti, che erano alla guida degli autoveicoli coinvolti, sono stati consegnati ai sanitari per le cure del caso. Nel contempo si provvedeva a mettere in sicurezza le due auto.

26 dicembre 2017 0

Sicurezza: le novità tecnologiche, tra presente e futuro. Roma in vetta alle città vulnerabili

Di admin

Roma – La sicurezza è una delle priorità di ogni individuo. Quale che siano le sue attività quotidiane, l’impiego o le aspirazioni, nessuno può sottovalutare la questione sicurezza e non è un caso che nonostante la difficile congiuntura internazionale, il settore non è in crisi, anzi le ricerche proseguono senza sosta. Si va inesorabilmente verso lo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative, che nel presente e nel futuro dovranno garantire la sicurezza e la privacy dei cittadini. I cellulari saranno sempre più protagonisti: essendo ormai un dispositivo irrinunciabile per molti, con gli smartphone si può già fare di tutto, anche comprare, pagare e rendersi riconoscibili tramite le proprie credenziali.

Non solo i cellulari, però, anche le smart card stanno subendo un’evoluzione per usi sempre più ampli e allo stesso tempo sicuri, ma anche la biometria è destinata ad essere più diffusa. Stiamo parlando dell’identificazione degli individui tramite caratteristiche biologiche e/o comportamentali. Le impronte digitali, la scansione dell’iride sono già disponibili sui nuovi dispositivi mobili in circolazione, ma nuove soluzioni sono già in sperimentazione e presto le potremmo vedere sui nuovi prodotti tecnologici che finiranno sugli scaffali di tutto il mondo.

La tecnologia UHF e non solo

Nel campo dei codici a barre sta prendendo piede in maniera progressiva, ad esempio, la tecnologia UHF, ossia Ultra High Frequency. Si tratta di una nuova soluzione che consente la lettura a grandi distanze e tra l’altro comporta dei costi di produzione più bassi. È anche per questo che l’UHF sarà il futuro per il controllo dei bagagli in stazioni e aeroporti, ma anche per i prodotti in vendita nei negozi. A differenza dei codici a barre tradizionali, ad esempio, tramite l’Ultra High Frequency è possibile leggere le informazioni anche quando il tag è bagnato o incrostato da un metallo.

Prosegue l’evoluzione anche della biometria, con le tecnologie per il riconoscimento facciale, la scannerizzazione dell’iride e le impronte digitali, ormai utilizzati in ogni angolo del globo per i controlli dei flussi migratori e tante altre operazioni di identificazione. Il futuro sarà rappresentato dalla biometria multimodale, ossia la combinazione di due o più tecnologie biometriche, che saranno la garanzia per l’identificazione sicura.

Hacker: Roma tra le capitali meno a rischio sicurezza

Secondo quanto riferisce l’azienda Trend Micro, specializzata nella sicurezza informatica con soluzioni per varie tipologie di dispositivi, in Europa sono oltre 10 milioni i dispositivi che possono finire nelle mani di hacker e malintenzionati. Analizzando i sistemi informatici e i dispositivi presenti sul territorio delle capitali europee, Trend Micro è giunto alla conclusione che tra Berlino, Londra, Madrid, Amsterdam, Atene, Oslo, Parigi, Lisbona, Stoccolma e Parigi ci sono dunque 10 milioni di utenti a rischio.

In vetta alla classifica delle capitali più vulnerabili ci sono Berlino e Londra, mentre sono confortanti, paradossalmente, i numeri della città di Roma: con 296.786 sistemi a rischio, la capitale del Bel Paese è quella messa meglio, anche perché la diffusione delle nuove tecnologie relative alla sicurezza sono state prontamente accolte dagli utenti italiani. E non c’è modo di dubitare che anche i nuovi ritrovati otterranno la stessa accoglienza.

26 dicembre 2017 0

Incidente stradale a Piedimonte, ladro ruba un’auto e si schianta

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – L’allarme inciderete stradale è scattato in piena notte a Piedimonte San Germano in località Volla. A segnalarlo sarebbero stati alcuni passanti che hanno visto l’auto, una Fiat 600, completamente distrutta.

Sul posto sono accorsi gli uomini delle forze dell’ordine e i vigili del fuoco ma nella vettura, però, non c’era nessuno.

Il proprietario rintracciato, ha riferito che l’auto gli era stata rubata nel corso della notte. Il malvivente, nella fuga, avrebbe perso il controllo del mezzo schiantandosi.

Probabilmente ferito, considerando il segno della violenta testata “stampata” sul parabrezza, è scappato dileguandosi nelle campagne circostanti. Forze dell’ordine e vigili del fuoco lo hanno cercato nei paraggi.

Ruba auto per fare incidenti, arrestato 40enne a Piedimonte San Germano