Giorno: 12 gennaio 2018

12 gennaio 2018 0

Quarantacinquenne di Cassino arrestato a Teano, spacciava droga in casa nonostante fosse ai domiciliari

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

TEANO – Era monitorato da tempo. Le informazioni acquisite sul suo conto risultavano tutte univoche e concordanti: spacciava cocaina, ricevendo i clienti presso la propria casa di Teano, nonostante la sua condizione di sottoposto agli arresti domiciliari per reati analoghi, e nonostante fosse stato scarcerato dalla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere per il nuovo regime detentivo in agosto. Risulta essere questo lo scenario cristallizzato nella tarda serata di ieri dagli agenti del Commissariato di Sessa Aurunca.

Gli agenti, infatti, hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio Alessandro Gagliardi 45 anni nato a Cassino e residente a Teano. L’uomo, a seguito di  perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di circa  30 grammi di cocaina pura, 70 grammi di lidocaina, sostanza utilizzata per il taglio dello stupefacente, 10 grammi di marijuana, un bilancino per il confezionamento delle dosi, 3mila euro in banconote in contanti di vario taglio sicuro provento dell’attività di spaccio.

L’uomo, una volta arrestato, ha lasciato trapelare parole di apprezzamento per la professionalità dimostrata nella circostanza dagli agenti, atteso che già in passato nel corso di altri controlli da parte delle forze dell’ordine, era riuscito a eludere l’arresto disfacendosi in tempo dello stupefacente.

12 gennaio 2018 0

Ideal Standard, al Mise il ministero si presenta con investitore. Tavolo rinviato di 15 giorni

Di admin

ROCCASECCA  – “Ideal Standard esprime il proprio apprezzamento per l’incontro svoltosi oggi presso il MISE, con il coordinamento diretto del Ministro Calenda, che ha ipotizzato un percorso di gestione della vertenza, con il coinvolgimento di Invitalia a partire da oggi”. Lo si legge in una nota dell’azienda resa pubblica al mtermine dell’incontro che si è svolto questa mattina al Ministero delle Infrastrutture.

“Durante l’incontro, l’azienda ha appreso dal Ministro la notizia dell’interessamento di un potenziale investitore che, secondo quanto condiviso dalle Istituzioni, ha presentato ‘un piano solido e serio’ su Roccasecca. L’azienda è disponibile a valutare le condizioni per supportare il percorso presentato dal Ministro e si riserva di dare un giudizio più approfondito nell’incontro che il Ministro stesso ha fissato fra quindici giorni per condividere con azienda e parti sociali l’avanzamento delle trattative con il potenziale nuovo investitore”. Questa mattina, davanti al Mise c’era una folta rappresentanza dei lavoratori dello stabilimento di Roccasecca, quei 500 che rischiano il posto di lavoro.

12 gennaio 2018 0

Razziavano gli autogrill di Anagni e rivendevano durante rave party: arresti a Velletri, Colleferro e Valmontone

Di admin

FROSINONE – Razziavano gli autogrill La Macchia Est e La Macchia Ovest sull’A1 ad Anagni. Nell’operazione Rave Party condotta dagli uomini della sottosezione di Polizia Stradale di Frosinone sono state arrestate sei persone ed altre cinque sono state denunciate.

Si tratta di giovani di età compresa tra i 19 ed i 30 anni, residenti in varie parti d’Italia con in comune la passione per i raduni di musica rave.

Le indagini sono state attivate sin dai primi giorni del mese di novembre dello scorso anno, dopo una serie di furti, commessi per lo più in orari serali e notturni, all’interno del market dei due Autogrill situati nelle aree di servizio La Macchia Est ed Ovest.

Le modalità riscontrate erano sempre le stesse: gruppi di giovani, composti da più persone, dopo aver fatto ingresso nel market, compivano vere e proprie scorribande prelevando ingenti quantità di generi alimentari (salumi, tranci di prosciutto, parmigiano, dolci e prodotti alcolici) che occultavano all’interno di borsoni e sotto i giubbotti, dopo aver rimosso i dispositivi antitaccheggio. Subito dopo uscivano dall’autogrill senza passare per le casse, realizzando profitti per più di 500 euro a colpo.

Dopo una serie di verifiche delle riprese video dei circuiti di telesorveglianza e dopo alcuni servizi in borghese svolti all’interno dell’area di servizio, la Polizia Stradale ha identificato undici soggetti che risultavano coinvolti a vario titolo nei furti realizzati negli autogrill ma anche in vari supermercati delle cittadine di Colleferro e Valmontone.

I generi alimentari venivano poi rivenduti sia tramite la filiera dei ricettatori campani che durante i raduni di musica rave organizzati in varie parti dell’Italia centrale, ove numerosi giovani si ritrovano in capannoni o altri luoghi abbandonati anche per diversi giorni.

Grazie a tale tipo di attività illecita i giovani identificati riuscivano a realizzare consistenti guadagni rivendendo i generi alimentari provento di furto. Le risultanze investigative fornite all’Autorità Giudiziaria hanno consentito l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre persone, due uomini – entrambi 27enni, residenti rispettivamente a di Velletri e in provincia di Pisa – ed una donna, di  28 anni di Colleferro.

Nel corso dell’attività investigativa sono stati inoltre arrestati in flagranza di reato, martedì scorso, per una serie di furti appena commessi presso alcuni supermercati di Valmontone, un altro uomo, di 30 anni ed altre due donne, una 20enne ed una 28enne, tutti della provincia di Napoli.

Gli stessi soggetti, circa una settimana, prima erano stati fermati lungo l’autostrada A/1 e sorpresi con circa 2000 Euro di merce appena trafugata in due distinti colpi presso un supermercato di Valmontone e presso l’Autogrill dell’area di servizio La Macchia Ovest.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita nelle prime ore di stamattina a Velletri, Colleferro e Cascina (PI) dagli uomini della Polizia Stradale di Frosinone. È al vaglio degli investigatori la posizione delle altre persone identificate che per ora restano indagate a piede libero. Il danno complessivo provocato ammonta a più di settemila euro.

Tutte le persone identificate dovranno rispondere dinanzi il Tribunale di Frosinone di una lunga serie di furti aggravati.

 

12 gennaio 2018 0

Buche e caduta massi, interventi Astral sulla Pontina a Latina e sulla Cassino Sora

Di admin

LAZIO – “Astral Spa, dal pomeriggio di ieri sulla SR 148 Pontina e da questa notte sulla SVV Sora-Cassino, è impegnata per tamponare le situazioni di forte emergenza che si sono verificate a causa dell’apertura di profonde buche nella strada regionale che conduce a Latina e per la caduta di massi di grandi dimensioni lungo la superstrada Sora-Cassino”.

Lo si legge in una nota di Astral.

“Al km 61 della SR 148 Pontina, all’altezza dell’uscita per Borgo Montello, in direzione Latina, intorno alle 18 di ieri pomeriggio, le piogge degli ultimi giorni hanno provocato il dissesto del manto stradale, rendendo necessaria la temporanea chiusura al traffico del tratto interessato. Al fine di ripristinare la percorribilità della strada regionale sono stati, pertanto, predisposti interventi per risolvere le criticità dovute a una pavimentazione stradale in molti punti totalmente disgregata. In particolare, in regime di somma urgenza, si interverrà sui tratti maggiormente degradati (tra il km 58+000 e il km 59+000 in dir. Latina, tra il km 50+000 e il km 49+000 in dir. Roma, tra il km 48+000 e il km 46+000 in dir. Roma, tra il km 43+000 e il km 41+000 in dir. Roma, tra il km 38+000 e il km 36+000 in dir. Roma, tra il km 34+000 e il km 32+000 in dir. Roma), dove si procederà alla pavimentazione di complessivi 20 mila metri quadrati circa di manto stradale, con un impiego di risorse economiche pari a oltre un milione di euro.Attualmente, i primi interventi predisposti per tamponare l’emergenza sono stati ultimati e la strada, interessata al temporaneo restringimento di una carreggiata, è stata riaperta al traffico.

Intorno alla mezzanotte di oggi, intervento d’urgenza anche nel frusinate, dove la caduta di massi di grandi dimensioni, al km 31+600 della superstrada Sora-Cassino, tra il bivio di Sant’Elia Fiumerapido e il bivio di Belmonte Castello, ha richiesto la chiusura del tratto e la deviazione del traffico in direzione Sora all’interno del comune di Sant’Elia Fiumerapido, mentre, in direzione Cassino, all’interno del comune di Belmonte Castello. Sono presenti, pertanto, sul posto Astral Spa, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, i rappresentanti dei Comuni interessati e della Provincia e sono in corso tutte le operazioni necessarie per procedere, con apposite ordinanze e segnaletica su strada, alla deviazione del traffico pesante su viabilità alternativa, considerato che il tratto rimarrà chiuso fino all’avvenuta messa in sicurezza del tratto. Il competente Comune di Sant’Elia Fiumerapido si è immediatamente attivato per avviare le verifiche di stabilità del costone roccioso franato, attività propedeutiche e indispensabili affinché Astral Spa possa effettuare in sicurezza le operazioni di rimozione dei massi, di ripristino del manto stradale danneggiato e, quindi, di riapertura al traffico del tratto stradale”.

12 gennaio 2018 0

Si masturba davanti alle studentesse del Magistrale di Cassino, arrestato 50enne

Di admin

CASSINO – Si stava masturbando in prossimità del liceo Magistrale in via Garigliano a Cassino.

A segnalare alla polizia l’uomo di 50 anni circa, è stata una ragazza che, alle 13.30 ha fornito agli agenti il numero di targa dell’auto con la quale si è allontanato poco prima dell’arrivo della volante.

La ragazza avrebbe riferito di averlo visto già altre volte che all’interno della sua auto si masturbava davanti al passaggio delle studentesse. L’uomo è stato rintracciato e tratto in arresto per atti osceni in luogo pubblico.

12 gennaio 2018 0

Deposito giudiziario inquinante sequestrato a Ceprano, denunciato 59enne

Di admin

CEPRANO – Un deposito di autovetture di Ceprano è stato sequestrato dai carabinieri coadiuvati da personale della Stazione Carabinieri Forestale di Castro De Volsci. In seguito a verifiche, i militari hanno appurato che presso il deposito di autovetture sottoposte a sequestro penale e amministrativo gestito erano parcheggiate più di 100 macchine, molte delle quali in stato di abbandono con relativa perdita di liquami fortemente inquinanti. Inoltre sono state trovate cataste di pneumatici, batterie esauste per automobili, materiale ferroso, componenti di autovetture,  rifiuti speciali e non, conservati senza rispettare la normativa ambientale e quindi in danno di tutta l’area e della zona circostante.

L’intera area, di circa 5000 metri quadrati è stata posta sotto sequestro mentre il 59enne,  imprenditore ciociaro che gestiva il deposito è stato denunciato in stato di libertà per attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

 

12 gennaio 2018 0

Cassinate truffata on line, compra un telefono ma niente consegna: denunciata romana

Di admin

CASSINO – Un telefonino a prezzo interessante cattura l’attenzione di una acquirente dell’e-commerce; una cliccata ed il prodotto è nel  carrello virtuale. Effettuato il bonifico bancario come indicato nell’inserzione, la donna, trascorsi i necessari tempi tecnici per la spedizione, inizia a sospettare di essere stata raggirata e si rivolge al Commissariato di Cassino.

Da tempestivi e necessari accertamenti, emerge che il conto corrente incriminato è stato chiuso da una nota azienda di elettronica per identità fraudolenta e che attualmentel’intestatario di quelle coordinate bancarie  è un 44enne originario della Romania e residente in provincia di Roma. L’uomo dovrà rispondere del reato di truffa.

La Polizia di Stato invita sempre ad effettuare acquisti in sicurezza ricordando “Quando compri online, pensa offline”:

– utilizzare, se possibile,  le app ufficiali per completare l’acquisto – questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di “essere indirizzati” su siti truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto (phishing);

– scegliere sempre una spedizione tracciabile ed assicurata, oltre che controllare i dettagli della transazione e le modalità di consegna;

– evitare l’acquisto d’impulso legato a offerte speciali, tipica proposta commerciale di molti attori dell’e-commerce che offrono, ad esempio, prodotti in stock limitati o con prezzi scontati per un tempo definito;

– ricordare sempre che il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus con l’ultima versione sul proprio dispositivo informatico;

– aggiornare all’ultima versione disponibile il browser utilizzato per navigare, perché ogni giorno nuove minacce possono renderlo vulnerabile.

12 gennaio 2018 0

Sorpreso con la droga ad Isola Liri, arrestato 33enne

Di admin

ISOLA  LIRI – Gli agenti della squadra volante diretti dal vice questore Flavio Genovesi, con l’ormai consolidata collaborazione delle unità cinofile di Nettuno, nel corso dei servizi finalizzati alla prevenzione e contrasto di reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 33enne.

L’accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nell’abitazione dell’uomo, in seguito a perquisizione domiciliare, sono stati  rinvenuti e pertanto sequestrati un bilancino di precisione per il confezionamento e 9 dosi di eroina.

I controlli, ulteriormente intensificati, proseguiranno senza sosta e continueranno ad  interessare non soltanto il capoluogo, ma l’intero territorio provinciale.

12 gennaio 2018 1

Collegamenti bloccati tra Sora e Cassino, Superstrada chiusa per caduta massi e deviazione chiusa per incidente

Di admin

CASSINO – Superstrada Cassino Sora chiusa a Sant’Elia Fiumerapido per caduta massi e chiusa anche la deviazione che era stata predisposta a causa di un camion che trasporta Gpl finito fuori strada.

Sono a dir poco critici i collegamenti, questa mattina, tra la città Martire e il Sorano. Ieri sera poco prima della mezzanotte, grossi massi si sono staccati dal costone della montagna cadendo sulla strada tra Sant’Elia e Belmonte Castello.

I vigili del fuoco immediatamente intervenuti hanno chiuso la strada individuando con le autorità locali un percorso alternativo.

La vecchia provinciale, quella che attraverso l’Olivella arriva a Belmonte è servita per by-passare l’ostacolo ma, questa mattina alle 6 circa, proprio su quella deviazione, un camion che trasporta 6 tonnellate di Gpl è rimasto in bilico sul ciglio della strada costringendo le autorità a chiudere anche quella per motivi di sicurezza e permettere il travaso del combustibile.

Ermanno Amedei