Giorno: 20 gennaio 2018

20 gennaio 2018 0

Molluschi morti in pescheria a Cassino, pesce sequestrato e commerciante multato

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Circa 25 chili di mitili, 3 di vongole e 20 chili di calamari non ritenuti più idonei al consumo sono stati sequestrati dai carabinieri del Nas di Latina nel corso di una controllo ad una pescheria del centro di Cassino. I militari comandati dal capitano Felice Egidio hanno riscontrato inadeguatezze dei requisiti del laboratorio per la presenza di contenitori per rifiuti non idonei, disordine nella conservazione dei prodotti alimentari nonché promiscuità nella conservazione in cella frigorifera di prodotti ittici in corso di validità  con quelli scaduti. Hanno riscontrato inoltre esposizione per la vendita di mitili aperti e non vitali, presenza di vongole e calamari scongelati per i quali la titolare non era in grado di dimostrare la provenienza.

Per questo i carabinieri hanno richiesto sul posto la presenza di personale del servizio veterinario di Cassino.  Il titolare è stato inoltre sanzionato con ammende di 2mila euro per omessa procedura autocontrollo ed 1500 euro  per mancata dichiarazione provenienza molluschi.

20 gennaio 2018 0

Frosinone, 2 arresti 2 denunce e 750 gr di cocaina sequestrati in operazione dei carabinieri

Di admin

FROSINONE – Due persone sono state arrestate e altre due sono state denunciate questa notte dai carabinieri di Frosinone al culmine di una operazione antidroga con cui i militari comandati dal colonnello Fabio Cagnazzo, hanno sgominato  una fiorente attività dispaccio ricavata in un appartamento in viale Roma.

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati circa 750 grammi di cocaina e materia utilizzato per il confezionamento delle dosi. In manette sono finiti due uomini, un 37enne di origini campane domiciliato a Frosinone ed un 28enne del capoluogo e denunciato altri due individui anch’essi residenti nel capoluogo ciociaro.

Nella tarda serata di ieri, dopo un pedinamento, i militari hanno deciso di fermare, all’uscita autostradale di Frosinone, proveniente da Napoli, una Toyota Aygo con due giovani a bordo che, anticipando di qualche centinaia di metri gli altri complici, fungevano da staffetta ad una Citroen C3 nel tentativo di avvisare di eventuali controlli delle forze dell’ordine. Una precauzione che è stata aggirata dal coordinamento proprio degli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile che hanno materialmente bloccato la marcia dei due mezzi ponendosi di traverso lungo la strada con le auto di servizio. A seguito delle perquisizioni d’iniziativa eseguite sui veicoli, sono stati ritrovati nascosti all’interno del tunnel della leva del cambio della Citroen, oltre 730 grammi di cocaina pura e, dalla successiva perquisizione domiciliare, ulteriori 20 grammi della stessa sostanza, due bilancini elettronici di precisione, materiale per il taglio dello stupefacente e per il confezionamento delle dosi, nonché denaro contante. I carabinieri hanno inoltre scoperto che l’appartamento dello spaccio era dotato di un sistema di video sorveglianza a circuito chiuso per il controllo dell’esterno e che all’altezza della porta d’ingresso era stato praticato un foro alla parete utilizzato per lo scambio di droga e denaro con gli acquirenti.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, secondo quanto disposto dall’Autorità Giudiziaria del capoluogo, sono stati portati presso la locale casa circondariale mentre i due giovani sorpresi sull’auto “staffetta”,  un 27enne ed un 29enne incensurato, sono stati denunciati. Sul conto dei quattro verranno avanzate proposte per l’applicazione di idonee misure di prevenzione. Lo stupefacente sequestrato, secondo i carabinieri, acquistato per circa 40mila euro, avrebbe fruttato, una volta “tagliato”, almeno 250mila euro, cioè circa sei volte in più.

20 gennaio 2018 0

Abuso edilizio a Monte S. Giovanni Campano, sequestrato piazzale e deposito

Di admin

MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO – A seguito di attività di Polizia Giudiziaria, svolta ieri dalla Stazione Carabinieri Forestale di Veroli, è stato individuato in località Ripiano del Comune di Monte San Giovanni Campano, un piazzale con relativo deposito  di materiale breccioso e rifiuti provenienti da demolizioni edili le cui dimensioni sono risultate essere pari a metri  80×15 con all’interno un manufatto in muratura.

I militari hanno constatato che l’opera era priva di qualsiasi autorizzazione urbanistica, ambientale e in contrasto alla corretta gestione dei rifiuti, pertanto al fine di non portare il reato ad ulteriori conseguenze, le opere abusive sono state poste sotto sequestro giudiziario.

Il reato, è stato notiziato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone.

Al fine di salvaguardare la stabilità dei versanti e della corretta regimazione delle acque, verificato che il terreno è sottoposto a vincolo idrogeologico e paesaggistico è stato altresì elevato verbale amministrativo.

20 gennaio 2018 0

Controlli antidroga nelle scuole di Cassino, denunciato un minorenne

Di admin

CASSINO – Controllo antidroga nelle scuole a Cassino. Gli uomini del commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco mantengono alta la pressione sul mercato della droga all’interno e nei paragi degli istituti scolastici. Anche ieri, in collaborazione con le unità cinofile antidroga della Questura di Napoli, hanno effettuato controlli presso alcuni istituti scolastici del cassinate.

Nel corso di tali servizi, un minorenne del cassinate è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Roma per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.

L’attività operativa si è protratta per tutta la giornata, gli agenti del Commissariato hanno sottoposto a fermo amministrativo un veicolo il cui conducente guidava con patente revocata,  mentre un 28enne è stato denunciato per il furto di un telefono cellulare presso un centro commerciale di Cassino.

20 gennaio 2018 0

Altro che pongo, è hashish in crema: arrestato 18enne

Di admin

ROMA – Nella Capitale è arrivata la cosiddetta droga “Pongo” o hashish in crema, una sostanza derivata dalla marijuana, di qualità migliore e con maggiore principio attivo del normale hashish. I Carabinieri della Stazione Roma Cinecittà l’hanno trovata nelle tasche di un 18enne di Roma che è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Insospettiti dai suoi movimenti su via Tuscolana, i Carabinieri hanno fermato il giovane per un controllo e nelle sue tasche hanno rinvenuto un ovulo, contenente 10 g di Pongo, e una busta con all’interno molte dosi, già pronte allo spaccio, per un peso complessivo di 50 g della particolare sostanza stupefacente cremosa.

La successiva perquisizione a casa del pusher, poco distante, ha permesso ai Carabinieri di trovare bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento della droga.

Il giovane arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del processo.

20 gennaio 2018 0

Carni lavorate nel bagno, Nas chiudono attività commerciale

Di admin

LATINA – Le indagini svolte dai Carabinieri del N.A.S. di Latina, hanno chiuso e e portato a cessazione di un’attività di commercio al dettaglio di prodotti alimentari etnici di Latina.

L’attività è già oggetto di in passato di sequestro amministrativo di oltre 300 confezioni di alimenti preconfezionati posti in vendita con etichette prive delle indicazioni in lingua italiana. Inoltre era già stato oggetto di provvedimento di chiusura immediata dell’ annesso laboratorio di sezionamento di carni congelate organizzato in un wc in gravi e precarie condizioni strutturali.

A seguito di segnalazione sullo stato autorizzativo di tale attività,la medesima è risultata essere stata attivata in mancanza dei titoli sia sanitari che amministrativi. Per le varie violazioni amministrative, il titolare dell’attività sarà sanzionato per un cifra complessiva di oltre 10 mila euro.

20 gennaio 2018 0

La puntura di Ultimo… ai politici

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Molti politici, una volta terminata la carriera, vanno a lavorare per le multinazionali. Praticamente continuano a fare quello che facevano prima”.

Ultimo