Giorno: 6 febbraio 2018

6 febbraio 2018 0

Autocisterna ribaltata su via Sferracavalli a Cassino, ferito conducente

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Un incidente stradale avvenuto oggi pomeriggio a Cassino ha visto coinvolto un camion cisterna che trasportava cereali.

Il sinistro è avvenuto su via Sferracavalli quando il mezzo pesante, per cause ancora al vaglio delle forze dell’ordine, è prima scivolato nella vicina cunetta per poi ribaltarsi e rimanere su un fianco.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale della Sottosezione di Cassino oltre ad una ambulanza del 118 per soccorrere il conducente del camion rimasto leggermente ferito.

Ermanno Amedei

 

6 febbraio 2018 0

La polizia locale di Alatri si dota di un etilometro

Di admin

ALATRI – “Per consentire una maggiore sicurezza alla circolazione stradale la polizia locale di Alatri ha acquistato un etilometro per la rilevazione del tasso alcolemico alla guida dei veicoli”.

Lo si legge in una nota del comune di Alatri.

“L’etilometro, di ultima generazione e di facile lettura, è stato messo a disposizione degli agenti di polizia locale, che presto potranno utilizzarlo anche negli incidenti stradali. Il comandante Padovani è apparso notevolmente soddisfatto dell’acquisto: “Sono molto contento di questa nuova attrezzatura. La guida dei veicoli, sotto l’influenza dell’alcool è, infatti, troppo spesso causa di gravissimi sinistri, anche mortali. Intendiamo svolgere servizi mirati su tali situazioni. Per questo ringrazio il consigliere comunale Maurizio Maggi per l’attenzione che dimostra quotidianamente“. Il consigliere Maggi, delegato alla Polizia Locale e sicurezza, ha proseguito: “Ringrazio il comandante Padovani per aver eseguito le direttive di indirizzo impartite con la solita puntualità e sollecitudine. L’etilometro consentirà alle pattuglie un controllo mirato e sicuramente più efficace. In questo modo il comando di Polizia Locale aumenta la sua funzionalità“.

6 febbraio 2018 0

Camion ribaltato sull’A1 tra i caselli di Pontecorvo e Ceprano, disagi al traffico

Di admin

PONTECORVO – Un camion ribaltato sull’A1 tra i caselli di Pontecorvo e Ceprano ha causato il ferimento dell’autista e la chiusura della strada.

L’incidente è avvenuto poco prima delle 15 alla chilometrica 656 in direzione Roma. Il mezzo che trasporta collettame occupa due delle tre corsie.

La prima corsia, dopo essere stata messa in sicurezza, è stata riaperta al traffico che scorre lentamente. Sul posto sono intervenute due squadre di vigili del fuoco e le pattuglie della polizia stradale della sottosezione di Cassino.

Ermanno Amedei

6 febbraio 2018 0

Carnevale sicuro, sequestrati dal Nas materiale pericoloso

Di admin

APRILIA – I carabinieri del Nas di Latina comandati dal capitano Felice Egidio hanno sequestrato ad Aprilia oltre 260 confezioni di articoli carnevaleschi tra cui spray coloranti per capelli, unghie finte, coloranti cosmetici per la pelle, sigarette finte, denti di plastica, parrucche e maschere in gomma poste in vendita con etichette prive delle indicazioni obbligatorie in lingua italiana relative alla sicurezza ed alle modalità d’uso. Il sequestro è avvenuto durante un controllo presso una rivendita di casalinghi, abbigliamento e merci varie di origine cinese.

La merce sequestrata ha un valore di circa 1500 Euro. Per tale violazione il titolare dell’attività sarà sanzionato con oltre 1000 euro di contravvenzione.

6 febbraio 2018 0

Servizio di impianto di pacemaker sospeso in ospedale a Cassino

Di admin

CASSINO – Problemi tecnici hanno causato la temporanea sospensione dell’attività di impianto di pacemaker presso l’ospedale Santa Scolastica di Cassino. A darne notizia è la stessa Asl di Frosinone. La sospensione è dovuta  ad una avaria di alcune attrezzature di riferimento di Sala Operatoria.

I pazienti con bradiaritmia che necessitano di pacemaker si dovranno rivolgere gli Ospedali “F. Spaziani” di Frosinone e “S.S. Trinità” di Sora.

La Asl si scusa con i cittadini per i disagi, sperando di poter riattivare molto presto il servizio.

6 febbraio 2018 0

Compra casse da morto e le paga con assegni rubati, denunciato 46enne

Di admin

TERRACINA – Ha comprato dieci casse da morto pagandole con assegni rubati e, per questo, un commerciante 46enne di Terracina, ha rimediato denunce per truffa, ricettazione e falsità materiale commessa in privato.

I carabinieri della compagnia di Terracina comandati dal capitano Margherita Anzini, hanno indagato sulla truffa commessa a Bari negli anni 2015 e 2016, quando l’indagato aveva acquistato da una ditta, dieci casse funebri, per un valore di circa 4.000 euro, regolando il pagamento con assegni bancari, poi risultati di provenienza delittuosa, su cui apponeva firma di traenza apocrifa.

Ermanno Amedei

6 febbraio 2018 0

Sorpreso con la cocaina a Ferentino, arrestato 36enne di anagni

Di admin

FERENTINO – I carabinieri della Radiomobile della Compagnia di Anagni comandati dal maggiore Camillo Meo hanno arrestato a Ferentino nella flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, un 36enne di origini albanesi residente ad anagni, già censito per analoghi reati.

I militari, impegnati in un mirato servizio di controllo del territorio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno proceduto al controllo di un’autovettura condotta dall’uomo ed a seguito di perquisizione personale e veicolare, lo hanno trovato in possesso di 5,2 grammi di cocaina occultata in un vano sotto il sedile lato passeggero del veicolo, sottoposta a sequestro.

L’arrestato, al termine delle prescritte formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Anagni in attesa del rito direttissimo.

6 febbraio 2018 0

Arrestata “madame furto”, in 12 anni di carriera ha accumulato pene per 17 anni di carcere

Di admin

ROMA – Dal 2005 al 2017 ha accumulato reati su reati, diverse decine di colpi, con numerose vittime depredate di averi ed effetti personali. Ma ieri, la sua lunga “carriera” è stata interrotta dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, nella stazione della metropolitana “Repubblica”, quando è stata bloccata insieme a tre complici.

In manette è finita la “madame dei furti”, 32enne nomade di origini bosniache, come le sue complici di 26, 30 e 35 anni.

E’ stata arrestata perché su di lei pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso il 14 dicembre scorso dal Tribunale di Roma, dovendo espiare un cumulo di pene pari a 17 anni e 6 mesi in carcere per reati contro il patrimonio.

I Carabinieri sono intervenuti nella stazione della metro dopo la richiesta di un turista 40enne di Catania, derubato del portafoglio dalle quattro ladre. I militari hanno prima rinvenuto la refurtiva sui binari, abbandonata durante il tentativo di fuga delle malviventi, poi le hanno rintracciate e bloccate.

Riconosciute dalla vittima, sono state denunciate per furto aggravato in concorso.

Portate in caserma, durante le fasi di identificazione, a seguito dei riscontri dattiloscopici, la 32enne è risultata colpita dall’ordine di esecuzione che i Carabinieri le hanno notificato.

La “madame dei furti” è stata arrestata e portata in carcere a Rebibbia dove dovrà scontare la lunga pena.

6 febbraio 2018 0

Corruzione e bancarotta, 15 arresti tra giudici e imprenditori

Di admin

ROMA – Questa mattina, all’esito di attività d’indagine delegate dalle Procure della Repubblica di Roma e Messina, che procedono in coordinamento investigativo con la Procura della Repubblica di Milano, militari dei Comandi Provinciali della Guardia di Finanza di Roma e Messina, con la collaborazione di quelli di Palermo, hanno eseguito, sul territorio nazionale, distinte ordinanze di custodia cautelare, in carcere e ai domiciliari, in relazione a due associazioni a delinquere dedite, rispettivamente, alla commissione di plurime frodi fiscali e a reati contro la pubblica amministrazione, anche attraverso la corruzione in atti giudiziari. Le indagini hanno preso le mosse da distinti input investigativi, convergendo sull’operatività dei due sodalizi criminali, consentendo altresì la ricostruzione di ipotesi di bancarotta fraudolenta da parte di soggetti non riconducibili alla struttura delle organizzazioni. I G.I.P. dei Tribunali di Roma e Messina hanno emesso le ordinanze di custodia cautelare che seguono (a) Ordinanza di applicazione delle misure cautelari personali nr. 44630/16 R.G.N.R. e nr. 3079/17 R.G. G.I.P., emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, nei confronti di: – Amara Piero,  48 anni (carcere), per i reati di cui agli artt. 416 cc. 1, 2 e 5 c.p., art. 8 D.Lgs. 74/2000, art. 2 D.Lgs. 74/2000, art. 319 ter in relazione agli art. 318 e 319 c.p.; – Centofanti Fabrizio, 45 anni (carcere), per i reati di cui agli artt. 416 cc. 1, 2 e 5 c.p., art. 8 D.Lgs. 74/2000, art. 2 D.Lgs. 74/2000; – Calafiore Giuseppe 38 anni (domiciliari – attualmente all’estero), per i reati di cui agli artt. 8 D.Lgs. 74/2000, art. 319 ter in relazione agli art. 318 e 319 c.p.; – Bigotti Ezio 54 anni (domiciliari) per il reato di cui agli artt. art. 2 D.Lgs. 74/2000, artt. 110 c.p., 223 comma 1 in relazione all’art. 216 comma 1 n. 1, n. 2 e 237 R.D. 267/42; – Caruso Luciano 78 anni (domiciliari), per il reato di cui agli artt. 110 c.p., 223 comma 1 in relazione all’art. 216 comma 1 n. 1, n. 2 e 237 R.D. 267/42. La richiesta di misura non detentiva nei confronti di Virgilio Riccardo, già presidente di sezione del CDS, oggi in pensione, per il reato di corruzione in atti giudiziari contestato in concorso con Amara e Calafiore, è stata respinta per assenza di ragioni cautelari. (b) Ordinanza di applicazione delle misure cautelari personali nr. 4179/15 R.G.N.R. e nr. 544/16 R.G. G.I.P., emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Messina, nei confronti di: – AMARA Piero cl.69 (carcere), per i reati di cui agli artt. 416 cc 1 e 3 c.p., artt. 81 cpv, 110, 319 ter, 321 c.p., 479 c.p., 56 c.p., 319 quater c.p.; – CALAFIORE Giuseppe cl.79 (carcere – attualmente all’estero) per i reati di cui agli artt. 416 cc 1 e 3 c.p., artt. 81 cpv, 110, 319 ter, 321 c.p., 479 c.p., 56 c.p., 476 c.p., 56 c.p. , 319 quater c.p., 336 c.p.; – LONGO Giancarlo, magistrato ordinario, già sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, ad oggi destinato ad altre funzioni in altra sede, cl.69 (carcere) per i reati di cui agli artt. 416 commi 1, 2 e 3, 81 cpv, 110 c.p., 319 ter c.p., 321 c.p., 479 c.p., , 61 n. 2 c.p. , 476 c.p., 640 c.p. comma 2, 56 c.p. e 319 quater c.p.; – FERRARO Alessandro cl.71 (carcere) per i reati di cui agli artt. 416 commi 1, 2 e 3, artt. 81 cpv, 110 c.p., 319 ter c.p. , 321 c.p., 336 c.p.; – CENTOFANTI Fabrizio cl.72 (domiciliari) per i reati di cui agli artt. 81 cpv, 110 c.p., 319 ter c.p., 321 c.p.; – GUASTELLA Giuseppe cl.45 (domiciliari) per i reati di cui agli artt. 416 commi 1, 2 e 3 c.p.; – VENEZIA Davide cl.85 (domiciliari) per i reati di cui agli artt. 416 commi 1, 2 e 3 c.p., artt. 81 cpv, 110 c.p., 319 ter c.p., 321 c.p.; – VERACE Mauro cl.57 (domiciliari).per i reati di cui agli artt. 81 cpv, 319 ter c.p., 110 c.p., 479 c.p.; – PACE Salvatore Maria cl.78 (domiciliari) per i reati di cui agli artt. 81 cpv, 319 ter c.p., 479 c.p., art. 368 c.p.; – DE MICHELI Gianluca cl.73 per i reati di cui agli artt. 81 cpv, 319 ter c.p., 110 c.p., 479 c.p.; – NASO Vincenzo cl.44 (domiciliari) per i reati di cui agli artt. 319 ter c.p., 110 c.p., 479 c.p.; – PERRICONE Francesco “Corrado” cl.63 , per i reati di cui agli artt. 319 ter c.p., 110 c.p., 479 c.p., 640 c.p. comma 2, 495 c.p.; – MIANO Sebastiano cl.74 (domiciliari) per i reati di cui agli artt. 110 c.p., 81, 56 e 319 quater c.p.. Contestualmente, sono in corso di esecuzione perquisizioni locali nei confronti dei soggetti a vario titolo coinvolti nella vicenda.

6 febbraio 2018 0

Incidente stradale sull’Aurelia, un morto nello schianto tra due auto

Di admin

TARQUINIA – Anas in una nota comunica che “a causa di un incidente, sulla strada statale 1bis ‘Via Aurelia’ è provvisoriamente chiuso il tratto in corrispondenza del km 5,300, nei pressi di Tarquinia in provincia di Viterbo, e il traffico in entrambe le direzioni è deviato con indicazioni sul posto.

Per cause in corso di accertamento, l’incidente ha coinvolto due veicoli e una persona ha perso la vita.

Sul posto sono presenti il personale dell’Anas e le Forze dell’Ordine per consentire i rilievi, per la gestione della viabilità e per il ripristino della circolazione il prima possibile”.