Giorno: 13 febbraio 2018

13 febbraio 2018 0

Incidente stradale a Cassino, auto ribaltata sulla Casilina: conducente miracolato

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CASSINO – Un incidente stradale rocambolesco quello avvenuto alle 14 di oggi sulla via Casilina nord a Cassino.

Sono ancora al vaglio le cause che hanno visto, a quell’ora, una Fiat Punto guidata da un uomo, perdere aderenza con l’asfalto e finire capottata vicino al muro di recinzione di una attività commerciale della zona.

L’allarme lanciato dai passanti ha fatto arrivare sul posto le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e una ambulanza del 118. Per fortuna e miracolosamente il conducente è uscito indenne dall’abitacolo dell’auto.

Ermanno Amedei

13 febbraio 2018 0

Al via i lavori per il depuratore di Sant’Apollinare

Di admin

SANT’APOLLINARE – “Acea Ato 5 ha mantenuto la promessa: sono iniziati i lavori che daranno vita all’opera di depurazione delle acque in località Rivolozzo”.

Lo si legge in una nota del Comune di Sant’Apollinare.

“Ringrazio la società idrica, la dirigenza e in particolare l’ingegnere Andrea Lunghi che ha curato il complesso iter che oggi ci fa salutare questo prezioso risultato”. Lo ha precisato nella nota il sindaco Enzo Scittarelli”.

“Il depuratore che presto sarà nelle disponibilità dei cittadini di Sant’Apollinare è un altro dei punti del programma elettorale che realizziamo. Ora ci concentreremo sul Piano Regolatore Generale. Intanto, grazie al cospicuo finanziamento ottenuto dalla Regione Lazio per costruire una compostiera di comunità direttamente in paese, non dovremo più trasferire neppure l’umido altrove, con notevole sgravio fiscale sull’imposta della Tari, che a Sant’Apollinare è già una realtà, come abbiamo determinato nell’ultimo Consiglio comunale”.

13 febbraio 2018 0

41enne di Cervaro arrestato a Roma per spaccio. A casa aveva invece foglie e piantina di marijuana

Di redazione

Continuano incessanti i servizi preventivi ed attuati dal personale dipendente del Comando Compagnia Carabinieri di Cassino, finalizzati a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti in tutta la sfera giurisdizionale di competenza. Nel pomeriggio di ieri, a Cervaro, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, avuta notizia che un Comando Arma della Capitale aveva poco prima tratto in arresto nella flagranza di reato un 41enne del luogo poiché resosi responsabile del reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente” (lo stesso risulta già gravato da analoghe vicende) decidevano di effettuare una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo, sita nel Comune di Cervaro. I militari procedevano a dare corso all’atto di Polizia Giudiziaria e, nel corso dell’attività stessa, rinvenivano, occultata nella camera da letto del 41enne custodita in una busta di cellophane, una piantina di marijuana, già essiccata, dell’altezza di cm 30 circa, e varie foglie di analoga sostanza, il tutto del peso complessivo di grammi 277. Quanto rinvenuto veniva contestualmente sottoposto a sequestro. In relazione a quanto rinvenuto nella sua abitazione, il 41enne veniva anche denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Cassino per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Foto d’archivio

13 febbraio 2018 0

Roma, senegalese violenta una donna di 75 anni. Arrestato

Di redazione

ROMA – Ieri sera, verso le 21:30, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante hanno arrestato un cittadino senegalese, di 31 anni, dopo aver violentato una donna di 75 anni, di origini tedesche, nota clochard che abitualmente stanzia sotto i portici di piazza Vittorio Emanuele II. La donna, che stava dormendo all’angolo con via Carlo Alberto, si è svegliata trovandosi con i pantaloni abbassati e l’uomo dietro di lei; le sue urla hanno attirato l’attenzione di due turisti di passaggio e dei Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante, di pattuglia in transito, che hanno inseguito e fermato il cittadino straniero mentre tentava di scappare. La donna è stata soccorsa dai Carabinieri e visitata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale San Giovanni; si trova ora nella caserma di via Tasso, ospitata e rifocillata dai Carabinieri, in attesa di una sistemazione. L’uomo, accusato di violenza sessuale, è stato condotto nel carcere di Regina Coeli. Foto d’archivio

13 febbraio 2018 0

Tentano di spedire a Londra 75kg di marijuana. Finiscono in manette

Di redazione

E’ un maxi sequestro di droga quello effettuato dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Monte Mario e del Reparto Volanti: oltre 75 i kg di marijuana recuperati, con il conseguente arresto dei 2 “spedizionieri”. L’indagine che ha condotto all’individuazione dei responsabili, è scaturita dalla segnalazione di alcuni pacchi sospetti fatta dal responsabile di un esercizio commerciale di spedizioni, alla Balduina. Con un sopralluogo, gli investigatori hanno verificato che all’interno di 5 grandi pacchi – destinati a Londra – era contenuto un ingente quantitativo di marijuana; immediate sono partite le attività investigative per individuare le due persone che avevano commissionato la spedizione. Accertamenti sull’utenza telefonica fornita e l’analisi delle immagini delle videocamere presenti nella zona, hanno permesso ai poliziotti di fare un quadro più preciso sulla loro identità. Determinanti, per chiudere il cerchio, sono stati i successivi appostamenti effettuate dagli investigatori all’esterno dell’ufficio spedizioni; dopo qualche giorno infatti, i due uomini, presentatisi per chiedere se il tutto fosse andato a buon fine, sono stati fermati e identificati, per poi essere accompagnati negli uffici del commissariato Monte Mario. K.N. e K.G., queste le loro iniziali – entrambi cittadini albanesi di 29 e 37 anni – sono stati arrestati per il reato di detenzione e traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

13 febbraio 2018 0

Lite in famiglia finisce con una denuncia per ricettazione a Frosinone

Di redazione

La Squadra Volante della Questura è intervenuta nella parte bassa del capoluogo a seguito di segnalazione, giunta sulla linea di emergenza 113, di lite familiare in atto. Però l’atteggiamento anomalo di uno dei presenti ha indotto gli agenti ad “approfondire” la situazione. Gli agenti giunti sul posto hanno trovato ancora in corso l’accesa discussione. La situazione non ha convinto i poliziotti, che hanno invece notato un “anomalo” stato di agitazione di uno dei “contendenti”, probabilmente scaturito dalla presenza non gradita degli uomini in divisa. Constatata la situazione, gli agenti hanno deciso di procedere ad ulteriori accertamenti. Nell’ auto dell’uomo, un trentenne frusinate, infatti è stato rinvenuto uno zaino di una nota marca sportiva, contenente una cassetta di sicurezza chiusa e priva di chiavi e di codice di sbocco, oltre ad un bilancino di precisione ed una tessera sanitaria. L’uomo non è stato in grado indicarne la provenienza. Da lì è scattata la denuncia per ricettazione. Foto d’archivio

13 febbraio 2018 0

La Virtus supera l’assalto dei Pirati e torna alla vittoria dopo la sconfitta siciliana

Di redazionecassino1

Di lunedì alle 15.00 il posticipo della settima giornata del Girone di ritorno della regular season del Campionato Nazionale di Serie B, girone D, tra la Virtus Cassino e la Fotodinamico Cagliari che si è concluso con la vittoria dei padroni di casa per 77 a 58.

Padroni di casa che tornano alla vittoria dopo la sconfitta patita giovedì scorso in terra sicula per mano della capolista Barcellona.

Pronostici della vigilia assolutamente rispettati per Carrizo e compagni che però devono sudare e non poco per scrollarsi di dosso gli ospiti sardi che fino al 30’ erano a sole 7 lunghezze dalle V rossoblù, 47-40. E gli ospiti, bisogna sottolinearlo, si erano aggiudicati le frazioni intermedie dell’incontro per una corta incollatura per utilizzare una metafora ippica.

La gara dunque si è decisa nella quarta ed ultima frazione di gioco.

Ultima frazione nel corso della quale la BPC Virtus Cassino segna a ripetizione scardinando la zona pari messa in campo dal primo dei quaranta minuti di gioco stasera fino all’ultimo minuto di questa tenzone da coach Fioravanti, scelta diremmo quasi obbligata dal momento che il coach dei sardi doveva sopperire alle defezioni di Graviano, Passaretti, Samoggia e Cabriolu.

La BPC dunque fa sua la gara nella ultima e decisiva frazione di gioco che si apre con un canestro del più che ritrovato Simone Bagnoli, il pivot rossoblù che al termine della gara porterà in dote alle V rossoblù 17 punti e ben 10 rimbalzi, di cui 6 offensivi, per una valutazione di 28.

Insomma la Virtus Cassino parte bene ed alza l’intensità difensiva oltre a trovare i ritmi giusti in attacco grazie a Lorenzo Panzini il quale si mette anche in proprio e realizza il 51esimo punto della serata.

C’è anche spazio per una splendida schiacciata del ’98 Di Poce, ottima prova la sua questa sera. Il sorano ripaga la fiducia di coach Vettese e si fa trovare pronto con tanta grinta e tanta qualità buttata finalmente sul parquet. Cassino va sul + 13 ed il Pala Virtus incredibilmente gremito di pubblico in questo pomeriggio lavorativo di metà febbraio, gli tributa la giusta standing ovation.

Bel gioco a due di Panzini e Bagnoli ed il pivot cassinate permette ai benedettini di fissare in 15 punti il divario con gli ospiti sardi. 55 a 40.

Passano ben 2 minuti e mezzo e ci vuole un time out di coach Fioravanti per svegliare i pirati da un torpore inatteso.

Picciau, buona prova in terra di lavoro, prima e poi Locci realizzano in rapida sequenza riavvicinando e riattivando le speranze dei cagliaritani, 55 a 45.

Scossa come da un morso di serpente la BPC si scatena con una azione da tre punti dell’MVP di serata Manuel Del Testa, 58-45. Il capitano dei rossoblù realizzerà anche la successiva “bomba” per il 61 a 45. Una gara presso che perfetta quella del toscano. Al termine della gara avrà realizzato ben 22 punti in 26 minuti giocati, con un mostruoso 67% da oltre l’arco dei 6,75.

Cassino continua a martellare il canestro avversario grazie ad una tripla siderale di Nik Petrucci e vola sul +19, 64 a 45.

Si iscrive al festival balistico anche Manuel Carrizo con 3 punti consecutivi e con un meraviglioso assist per Maurizio Del Testa; il capitano ringrazia e dalla linea dei tre punti converte per il 70 a 47, +23. Il pubblico cassinate mostra di gradire e incita ancora i propri beniamini.

Mancano 3 minuti circa al termine della gara ed il buon Picciau mostra di avere un conto personale con i benedettini colpendoli ulteriormente da oltre l’arco dei 6,75. 70-50. Ma il risultato ormai non è più in discussione e prima Del Testa e quindi Panzini fanno in modo che non ci siano sorprese di sorta.

La formazione di coach Vettese si aggiudica il match con il punteggio finale di 77 a 58.

In sala stampa le parole del giovanissimo Giuseppe Di Poce “E’ stata una partita un po’ particolare perché comunque sia è la prima partita che giochiamo di lunedì e alle 15.00. Ci hanno sorpreso con la zona e siamo partiti un po’ sottotono. Abbiamo fatto fatica all’inizio a trovare spazi e tiri aperti” continua il giovane cassinate “però, come al solito ci siamo fatti trovare pronti nel quarto decisivo. Noi che veniamo dalla panchina dobbiamo sicuramente metterci a disposizione di questo talento, si perchè questa squadra dispone di tanto talento e c’è gente come Carrizo, Bagnoli e Panzini che ti mette in ritmo e in attacco vai da solo. Io mi metto a disposizione dello staff tecnico, quando il coach mi chiede di giocare da 4 io mi metto a sua completa disposizione. Ovvio che io soffra un po’ spalle a canestro perché fisicamente devo migliorare però oggi giocavo da 4 in attacco e marcavo il playmaker in difesa. Penso di essere anche un po’ difficile come atleta da inquadrare in un contesto squadra. Io ripeto però, e non mi stancherò mai di farlo, mi metto a disposizione. Noi adesso dobbiamo inanellare tutte queste vittorie ed arrivare in fiducia alla post season perché abbiamo tutte le carte in regola per regalarci una stagione da ricordare”.

Riferendosi poi alla prossima partita della Virtus Cassino in casa di Venafro, la giovane ala cassinate continua “Loro sono molto ma molto buoni ed in casa loro hanno un fortino difficile da espugnare, ma noi dobbiamo pensare solo a prepararci bene, dobbiamo pensare solo a noi . Adesso si ricomincerà da mercoledì mattina, e dobbiamo tornare a lavorare con grande concentrazione perché sono due punti importanti e dobbiamo andare avanti con grande fiducia. La sconfitta con Barcellona ci deve dare soltanto più energia nelle partite successive”.

Dunque le “V” rossoblù saranno di scena a Venafro in occasione della prossima giornata del campionato Nazionale di Serie B, palla a due Domenica prossima, 18 febbraio ’18, alle ore 18.00.

 

BPC Virtus Cassino – Fotodinamico Cagliari 77-58

Parziali : 22-12, 15-17, 10-11, 30-18

BPC Virtus Cassino: Maurizio Del Testa 22 (3/7, 5/8), Simone Bagnoli 17 (7/10, 0/0), Niccolò Petrucci 12 (0/2, 4/9), Enzo Cena 8 (1/4, 2/5), Lorenzo Panzini 7 (2/2, 1/3), Manuel Carrizo 5 (2/3, 0/1), Fabrizio De Ninno 2 (0/2, 0/2), Giuseppe Di Poce 2 (1/2, 0/0), Robert Banach 2 (1/2, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/1), Fabio Guglielmo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 8 – Rimbalzi: 44 9 + 35 (Simone Bagnoli, Enzo Cena 10) – Assist: 22 (Simone Bagnoli, Manuel Carrizo 5)

All. Vettese Ass. Incelli

Fotodinamico Cagliari: Locci 13 (3/9, 2/4), Picciau 13 (2/5, 3/6), Villani 10 (2/4, 2/9), Trionfo 8 (1/3, 2/5), Vanuzzo 5 (2/5, 0/4), Floridia 5 (1/2, 1/1), Pompianu 4 (2/4, 0/0), Passaretti 0 (0/0, 0/0), Cabriolu 0 (0/0, 0/0), Graviano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 2 / 4 – Rimbalzi: 28 4 + 24 (Vanuzzo 7) – Assist: 12 (Villani 4)

All. Fioravanti

MVP Maurizio Del Testa

 

13 febbraio 2018 0

Canceglie conquista il derby di Sora contro Ducato

Di redazionecassino1

La seconda giornata del girone di ritorno aveva nel derby di Sora fra Ducato e Canceglie (nella foto) il match più interessante. A spuntarla è stato il Canceglie che battendo per 1 a 3 i padroni di casa e capolista del Ducato si avvicinano a due sole lunghezze dalla vetta della classifica. Ad insidiare la terza posizione dei Tordoni vittoriosi per 3 a 0 su Tibia e Peroni c’è un’altra formazione pontecorvese: la Longobarda che conquista l’altro derby, in programma nella stessa giornata, contro Isotopi battuti sul terreno di casa per 1 a 3. Colpo grosso del Sordella che supera in trasferta il San Giorgio per 1 a 2. Vittoria anche per la Sangermanese sul terreno del Viticuso per 2 a 3, mentre non vanno oltre il pareggio 1 a 1 Cervaro e Cerreto e Caira opposta al fanalino di coda DS Dodici. In Promozione resta saldamente al comando Collecedro che con la vittoria, 0 a 1, sul campo di Amatori Piedimonte allunga il vantaggio su Labbirra fermato dal pareggio casalingo da Amatori Castelnuovo. Brutta sconfitta casalinga, invece, per Moscuso contro Amatori Pignataro per 1 a 2. Vittorie esterne anche per Colfelice, 1 a 3, contro Terelle e per Niemoslive, con lo stesso risultato, contro Real Castelnuovo. Il prossimo turno potrebbe muovere ancora la classifica, infatti, la capolista Collecedro dovrà affrontare Moscuso a caccia di punti per non perdere posizioni in classifica, mentre Labbirra dovrà vedersela con Janula reduce da una importante vittoria 0 a 2, questa settimana, nel match che la vedeva opposta ai padroni di casa di Drink Team Duff.

F. Pensabene

13 febbraio 2018 0

Ultimi minuti di distrazione per Sora e Civitavecchia non perdona

Di redazionecassino1

Ultimi minuti di fatale distrazione costano la sconfitta alla N.B. Sora 2000 a Civitavecchia, contro un’agguerrita Cestistica. I ragazzi di Ortenzi, Orfani di quello che  rimane  nelle file  del Sora (Roljic passato in settimana al Piemme Livorno e Stirpe infortunato) giocano una gara discreta, ma pagano dazio alla poca lucidità nei momenti chiave del match. Una sorta di “paura di vincere” sembra essersi impossessata della compagine volsca.

Veniamo alla cronaca della partita: nel primo tempo da segnalare la partenza un po stentata dei volsci che riescono a riprendere e superare i padroni di casa al riposo lungo. Ottimo secondo periodo dei ciociari che alzano notevolmente il ritmo grazie alle giocate di Ambrosino e Bulatovice, concludono con il il vantaggio al termine del quarto30-31.

Al rientro dalla pausa lunga, almeno a sprazzi, si rivede la Civitavecchia con Morrison determinante nel pitturato e Pebole  che realizza dalla distanza. Il Sora non subisce la voce grossa dei padroni di casa e  con Vozza, regista dei biancocelesti, riesce  a tenersi nella scia  dei padroni di casa chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 50 a 43.

Quarto periodo all’insegna della tensione, padroni di casa che non segnano per oltre 5 minuti, con i volsci ispirati e quasi illusi di una impresa impensabile fino alla vigilia. Vozza e compagni, con la zona messa in atto da Ortenzi, arrivano a  mangiucchiare punti preziosi ai  Tirreni, sino ad arrivare a  una  sola lunghezza  a pochi minuti dalla fine. Minuti finali che si rivelano determinanti per i padroni di casa  che  con le giocate dalla lunga distanza di Campogiani e Pebole interrompono il digiuno dei tirreni portandoli con fatica ad una vittoria sofferta; il risultato finale 67-59. Sora, resta al terzultimo posto, ma per quanto visto in questa gara Ortenzi ed il suo staff non possono che essere soddisfatti, potendo guardare al futuro con un pizzico di fiducia in più, già nella prossima gara interna di sabato prossimo, contro la Vis Nova.

Cest. Civitavecchia 67 – N.B. Sora 2000 59

Parziali: 15-9 / 15-22 / 20-12 / 17-16

Cest. Civitavecchia: Campogiani 8, Bezzi 0, Bencini n.e., Bottone 0, Gianvincenzi 10, Profumo D. n.e., Morrison 19, Profumo N. n.e., Dieye 2, Pebole 19, Spada 0, Cattaneo 9; Coach: Cecchini

 

N.B. Sora 2000: Santucci n.e., Stirpe n.e., Favari n.e., Di Prospero 8, Radonjic 3, Vozza 13., Berardi 4, Vona 8, Bulatovic 9, Ambrosino 14; Coach: Ortenzi. Ass. Berardi

13 febbraio 2018 0

LA puntura di Ultimo… all’ex premier Renzi

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Renzi: «Agli assassini non chiedo la carta d’identità, mi basta che vadano in galera».

Invece caro ex premier, se il tuo governo avesse avuto a cuore la sicurezza degli italiani, a suo tempo qualcuno avrebbe dovuto chiedere ai nigeriani di Macerata la carta d’identità e provvedere all’espulsione coatta”.

Ultimo