Giorno: 18 febbraio 2018

18 febbraio 2018 0

Vallepietra: Santissima Trinità, ieri 26 compagnie e tantissimi pellegrini per la festa dell’Apparizione

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ieri a Vallepietra con la Processione lungo le vie del paese si è conclusa la Festa dell’Apparizione della Santissima Trinità, festa molto cara ai vallepietrani, in cui si ricorda l’apparizione della Santissima Trinità sul Monte Autore dove si trova l’unico Santuario al mondo dedicato alla Santissima Trinità. Le celebrazioni per questa festa sono iniziate venerdì 16 febbraio 2018 con il pellegrinaggio a piedi alle ore 7.00 da Vallepietra, dopo la Benedizione di Mons. Alberto Ponzi, fino al Santuario, dove alle ore 10.00 il rettore ha celebrato la Santa Messa alla presenza di circa 1000 pellegrini provenienti da tutta la Regione Lazio e Abruzzo. Ieri sera sono arrivati a Vallepietra circa 800 pellegrini e 26 compagnie della Santissima Trinità e nonostante il freddo si è svolto tutto come da programma. Alle ore 17.00 c’è stata la recita del Santo Rosario seguito dalla Celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo della diocesi di Anagni-Alatri mons. Lorenzo Loppa e concelebrata da mons. Alberto Ponzi, parroco di Vallepietra e Rettore del Santuario. Per mons. Loppa è la prima volta che celebra a Vallepietra l’eucarestia per la festa dell’Apparizione mentre è ormai tradizione celebrare la santa messa il giorno della festa della Santissima Trinità su al santuario. Il vescovo durante l’omelia è rimasto molto entusiasta di vedere che la festa dell’Apparizione, che si svolge in un mese invernale come febbraio, è molto sentita e che la grande famiglia della Trinità cresce sempre più; durante l’omelia il vescovo ha detto “Voi pellegrini che arrivate dalle regioni e dalle diocesi vicine dimostrate, anno dopo anno, la fede e l’attaccamento alla Santissima Trinità. La festa dell’Apparizione capita quest’anno nella prima domenica di Quaresima che per noi cristiani è fondamentale perché iniziamo l’itinerario che vuole portare la primavera nel nostro spirito e soprattutto vuole rinnovarci profondamente e vuole portarci alla dimensione di fede giusta, coerente come figli e amici della Santissima Trinità. Auguro a tutti voi un buon cammino quaresimale e di ritrovare la propria identità battesimale e di arrivare alla veglia pasquale in pieno recupero di fede ed amore.” Al termine della Santa Messa si è svolta la processione per le strade di Vallepietra con il Quadro della Santissima Trinità e con le 26 Compagnie Presenti. La serata si è conclusa con la benedizione solenne davanti al quadro della Trinità nella piazza di Vallepietra, dove il rettore del Santuario mons. Alberto Ponzi ha ringraziato tutte le compagnie, i cittadini di Vallepietra, l’amministrazione comunale e le forze dell’ordine per aver vigilato ma anche tutte le persone che hanno permesso che tutto si svolgesse nei migliori dei modi. Don Alberto ha poi rivolto un pensiero e una preghiera alle famiglie di due compagnie in particolare, la compagnia di Ferentino e quella di Vico nel Lazio, che in questi giorni hanno avuto due lutti e per concludere ha dato appuntamento per l’apertura del Santuario il 1 Maggio 2018.

18 febbraio 2018 0

La pioggia non ferma la via Crucis in Largo don Bosco a Cassino – LE FOTO

Di admin

CASSINO – “La pioggia invernale non ha frenato il grande successo di pubblico riscosso per l’evento della Via Crucis organizzato dalla parrocchia di San Pietro Apostolo e dall’oramai nota associazione Largo a Don Bosco”.

Lo si legge in una nota degli organizzatori.

“Oggi pomeriggio alle ore 15.oo in largo don Bosco zona Solfegna a Cassino si è tenuta una manifestazione che ha visto la presenza del diacono Luigi Evangelista il quale ha ricordato ai presenti il significato della Via Crucis.

Originariamente la vera Via Crucis comportava la necessità di recarsi materialmente in visita presso i luoghi dove Gesù aveva sofferto ed era stato messo a morte. Dal momento che un tale pellegrinaggio era impossibile per molti, la rappresentazione delle stazioni nelle chiese rappresentò un modo di portare idealmente a Gerusalemme ciascun credente. Le rappresentazioni dei vari episodi dolorosi accaduti lungo il percorso contribuivano a coinvolgere gli spettatori con una forte carica emotiva.

Tale pratica popolare venne diffusa dai pellegrini di ritorno dalla Terrasanta e principalmente dai Minori Francescani che, dal 1342, avevano la custodia dei Luoghi Santi di Palestina. Inizialmente la Via Crucis come serie di quattordici “quadri” disposti nello stesso ordine (vedi il capitolo seguente) si diffonde in Spagna nella prima metà del XVII secolo e venne istituita esclusivamente nelle chiese dei Minori Osservanti e Riformati. Successivamente Clemente XII estese, nel 1731, la facoltà di istituire la Via Crucis anche nelle altre chiese mantenendo il privilegio della sua istituzione al solo ordine francescano.

Il direttivo dell’associazione Largo a Don Bosco Giovanni Pontone Benedetto Vizzaccaro Giovanni La Marra Piero Luigi Di Raddo Pontone Paolo e Luigi D’Aguanno augurano a tutti buona Pasqua 2018”.

18 febbraio 2018 0

Servizio coordinato dei Carabinieri denominato “Week-end sicuro”

Di redazionecassino1

CASSINO – Proseguono i servizi di prevenzione e controllo, attuati dal Comando Compagnia di Cassino, al fine di attuare una più incisiva ed efficace azione preventiva e repressiva nel contrasto dei reati in genere ed in particolar modo dello spaccio e uso di sostanze stupefacenti. A tal fine sono stati incrementati i servizi di vigilanza e disposti posti di controllo tesi alla captazione di soggetti di interesse operativo che si aggirano per i centri abitati e zone periferiche dei comuni di quella giurisdizione nonché, controlli presso i luoghi della movida maggiormente frequentati dai giovani, finalizzati alla prevenzione e repressione dell’uso smodato di sostanze alcoliche e stupefacenti.

L’attività ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

–    segnalato, quale assuntore di sostanze stupefacenti, un 32enne residente nella città martire, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio. Lo stesso, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, veniva sottoposto a perquisizione personale e veicolare che consentiva di rinvenire complessivamente gr.0,5 di sostanze stupefacenti del tipo “eroina” e “cocaina”, suddivisa in dosi, sottoposta a sequestro;

–    avanzata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio, a carico di due soggetti di nazionalità marocchina, di cui uno censito per reati di truffa e contro il patrimonio. Gli stessi venivano intercettati e controllati mentre si aggiravano senza giustificato motivo nei pressi di abitazioni isolate di quel centro cittadino;

–    avanzata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio, a carico di quattro persone, provenienti dall’hinterland napoletano, censiti per reati contro la persona ed il patrimonio, intercettati e controllati mentre si aggiravano senza giustificato motivo nei pressi di abitazioni isolate di quei comuni;

–   a Piedimonte San Germano, i militari della locale Stazione elevavano due contravvenzioni ai sensi dell’art.173 del Codice della Strada a carico di due persone residenti nel cassinate, poiché sorprese alla guida di autovettura mentre facevano uso del telefono cellulare sprovvisti di auricolare e/o vivavoce. Tale violazione ha comportato, per ognuno, la sanzione amministrativa di € 160,00 e la conseguente decurtazione di 5 punti sulla patente di guida.

Nel corso del servizio si procedeva, altresì, a:

–       controllare nr.3 persone sottoposte agli arresti domiciliari e alla Sorveglianza Speciale;

–       identificare nr.15 persone;

–       controllare nr.11 veicoli;

–       eseguire nr.2 perquisizioni personali, veicolari e locali.

18 febbraio 2018 0

A1 Mi-Na: Nella notte fra il 20 – 21 febbraio chiusa l’uscita di Frosinone

Di redazionecassino1

FROSINONE –  Per lavori di ripristino danni a seguito di un incidente nella notte tra il 20 e il 21 febbraio resterà chiisa l’uscita di Frosinone. Autostrade per l’Italia comunica che sulla A1 Milano-Napoli, dalle ore 23:00 di martedì 20 alle ore 05:00 di mercoledì 21 febbraio, sarà chiusa l’uscita della stazione di Frosinone, per chi proviene da Napoli, per lavori di ripristino danni a seguito di un incidente. In alternativa si consiglia di utilizzare l’uscita della stazione autostradale di Ferentino. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i collegamenti “My Way” in onda sul canale 501 Sky Meteo24; sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple; su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e su Sky TG24, disponibile al canale 50 del digitale terrestre. Sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21 attivo 24 ore su 24.

_

18 febbraio 2018 0

La puntura di Ultimo… al centrodestra

Di admin

LA PUNTURA DI  ULTIMO – “Sui volantini elettorali di Forza Italia c’è scritto Berlusconi Presidente, il quale però per legge non è candidabile perché pregiudicato. Come inizio non c’è male…..”

Ultimo