Giorno: 19 febbraio 2018

19 febbraio 2018 0

Certosa di Trisulti ai privati, sindaco di Vico nel Lazio rivuole Selva D’Eccio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

VICO NEL LAZIO – Il sindaco di Vico nel Lazio (Fr) Claudio Guerriero in questi giorni ha dato mandato ai tecnici comunali di valutare se ci sono ancora le condizioni per mantenere la donazione del terreno boschivo (Selva D’eccio) soprastante la Certosa di Trisulti, che nel 1400 il comune di Vico ha donato ai monaci del monastero di San Domenico di Sora fondatore del monastero di Trisulti.

“Ad oggi infatti – si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Vico – la Certosa è stata data in gestione ad un ente privato e quindi tolta alla gestione dei monaci benedettini che per anni hanno custodito e gestito la bellissima certosa, per questo il sindaco di Vico sta verificando se le decine e decine di ettari di terreno donato può tornare ad appartenere al vasto territorio comunale, che arriva fino ponte dei Santi, non essendoci più le condizioni dato che la donazione era stata fatta ai monaci per uso religioso e oggi con il cambio di gestione il comune vorrebbe tornarne in possesso”.

19 febbraio 2018 0

Rapinò la Banca di Anagni a Latina, arrestato 41enne di Sezze

Di admin

LATINA – Arrestato dai Carabinieri di Latina Scalo il rapinatore solitario, che armato di pistola lo scorso 24 agosto, ha fatto irruzione nella banca di Anagni di Latina Scalo e dopo aver bloccato clienti e cassieri è riuscito a darsi alla fuga con un bottino di circa 10 mila euro.

Il G.I.P. del tribunale di Latina concordando pienamente sulle risultanze investigative dei Carabinieri di Latina Scalo, ha emesso una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Cerrone Giuliano 41 anni di Sezze (LT), perché responsabile di rapina aggravata dall’uso delle armi.

19 febbraio 2018 0

Ladri sull’Autostrada, razziavano nelle auto della stazione di Servizio a Castrocielo

Di admin

CASSINO – Razziavano nelle auto all’interno della stazione di servizio Casilina Ovest a Castrocielo sull’autostrada Roma Napoli. Ad Arrestare il 65enne calabrese e il 69enne campano, entrambi residenti a Napoli, a bordo di una Fiat 500 L  di colore grigio, sono stati gli agenti della sottosezione di Cassino diretta dal sostituto commissario Giovanni Cerilli.

Il sistema adoperato dai malviventi per le loro malefatte era collaudatissimo. I due affiancano un’auto parcheggiata, uno dei due occupanti segue il proprietario nell’autogrill mentre il complice con un cacciavite forza la serratura, asportando dalla una borsa porta PC il portatile e lasciando la borsa per ritardare la sgradita scoperta da parte del proprietario.

Con una tempistica precisa, i due si sono dati alla fuga ma ad attendere i due all’ uscita dell’area di servizio c’erano gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino. Per loro scatta l’arresto per furto aggravato.

19 febbraio 2018 0

Una bella NB Sora 2000 superata in volata dalla Vis Nova

Di redazionecassino1

Le mura domestiche continuano a rivelarsi poco amiche della N.B. Sora 2000, che vengono superati per 72-77 dalla Vis Nova in un match importante tra due squadre che entrambe cercano di vincerla per diversi obbiettivi.

La “gabbia” preparata da Ortenzi per Coronini e compagni funziona, però come spesso succede, nel riuscire a limitare i migliori giocatori avversari, si perde di vista qualche comprimario che si erge ad eroe di giornata. In questo caso i comprimari sono gli arbitri. Un arbitraggio da definire quantomeno strano rende ancor più anomala questa partita tanto da lasciare amareggiati gli animi da ambe le parti.

Per gli ospiti percentuali in attacco basse, molti errori da sotto, molte palle perse. Nel frattempo Ambrosino crea lo scompiglio, guadagnandosi la pagnotta sotto canestro. Dalla panchina, a parte un grande impegno nel lavoro difensivo, arriva un buon contributo offensivo. L’attacco gialloblu non fa molto al tiro, l’unica differenza che potrebbe pesare sul risultato parziale di 21 a 12 è i nostri strafalcioni. La partita vive su un equilibrio nel secondo quarto con un massimo vantaggio di più +9 per i volsci con Stirpe e Di Prospero in buona evidenza. Intanto, Argenti e Martino, sciolgono l’emozione e iniziano a macinare. Le squadre vanno al riposo sul 37 a 32.

Nel terzo periodo i ragazzi di Pasquinelli non riescono più a segnare nemmeno quel poco realizzato nei due primi quarti. Ambrosino è incontenibile, la nostra difesa è arcigna, tanto che Vozza deve scarificarsi in marcatura su Coronini, che vive di solo tiri dalla linea della carità. Si arriva al temine del parziale con più 7. 52 a 45 all’ultimo riposo.

Nell’ultimo quarto Ingrillì comincia con una bomba e dopo 1’30” è -1. Il Sora stranamente entra in un tunnel di paura. Coronini è una spina nel fianco. A 7’12” dal termine sul -4 e un clamoroso canestro sbagliato da sotto, gli arbitri decidono di entrare a pieni titoli da comprimari nella gara. A seguito di un tecnico fischiato ingiustamente a Stirpe e precedentemente alla panchina per il richiamo della svista arbitrale, parte un’allungo della Vis Nova, grazia anche ad una bomba di Coronini -58’’. Martino non sbaglia dalla lunetta e Coronini realizza sul successivo possesso palla. Più 4 per gli ospiti. Sora oramai spenta non aspett altro che, il suono della sirena mentre gli ospiti piazzano dalla lunetta l’ultimo punto dalla lunetta e mettono la parola fine al match. Capitolini festanti in mezzo al campo e Sora a piangere l´ennesima occasione perduta, l´ennesimo finale amaro. La vittoria non avrebbe cambiato le sorti della nostra classifica, ma quantomeno si sarebbero aggiunti dei punti in più per la salvezza.

La NB Sora 2000 deve ancora soffrire e lottare per la salvezza in vista del prossimo incontro, infrasettimanale contro il Formia Baskeball, Mercoledì 21 Febbraio, alle ore 20:30 alla Palestra – Via E. Filiberto a Formia.

N.B. Sora 2000 72 – Vis Nova Basket 77

Parziali: 21-12 / 16-20 / 15-13 / 20-32 N.B. Sora 2000: Vozza 16, Stirpe 17, Santucci n.e., Favari 0, Di Vito n.e., Castellucci 0, Radonjic 0, Di Prospero 10, Berardi 0, Vona 4, Bulatovic n.e., Ambrosino 25; Coach: Ortenzi. Ass. Berardi Vis Nova Basket: Saccone 0, Piccolo 7, Ingrillì 5, Coronini 18, Argenti 13, Martino 29, Frosecchi 0, Ndzie n.e., Diedhiou 5, Converso 0; Coach: Pasquinelli

 

19 febbraio 2018 0

Formia, vendevano sul web divise della Guardia di finanza. Merce sequestrata e denunciate due persone

Di redazionecassino1

LATINA – In adesione all’indirizzo operativo e alle specifiche direttive impartite dal Comando Provinciale di Latina, finalizzate alla prevenzione e alla repressione anche di quei traffici illeciti che si realizzano attraverso l’uso del web, le Fiamme Gialle del Gruppo di Formia individuavano sul noto sito di annunci online “Subito.it”, una inserzione relativa alla vendita di un’uniforme del Corpo.

I Finanzieri, effettuati i dovuti riscontri sulla veridicità dell’annuncio, e monitorata la sua pubblicazione on-line, interessavano la competente Procura della Repubblica di Cassino, nella persona del P.M. Emanuele De Franco, che disponeva l’esecuzione di una perquisizione presso il domicilio dell’inserzionista. A casa di un sessantottenne formiano venivano, così, rinvenute e sequestrate le mostrine originali (riproducenti le Fiamme Gialle) che sono apposte al bavero delle giacche delle uniformi del Corpo e le prove della spedizione della divisa ad un acquirente siciliano.

La spedizione veniva, quindi, tracciata elettronicamente e l’acquirente, un siciliano di 34 anni, identificato e segnalato alla Procura di Cassino che emetteva un nuovo decreto di perquisizione a suo carico. L’uniforme venduta online, una volta a destinazione, veniva intercettata dai militari della Tenenza di Acireale (CT) che la sottoponevano a sequestro unitamente ad altra (completa di mostrine, camicie, cravatta e cinturoni) rinvenuta presso quella medesima abitazione.

Il Codice Penale e il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza contengono norme che puniscono severamente chi illegittimamente fabbrichi, detenga o commercializzi uniformi militari e segni distintivi di Corpi di polizia, tenuto conto della particolare delicatezza dei beni in questione; beni che, in un’epoca caratterizzata da una generalizzata allerta per terrorismo e da un incremento esponenziale dei tentativi di truffa, occorre viepiù tutelare, neutralizzando qualsiasi possibile fonte di loro illecito utilizzo.

19 febbraio 2018 0

La Polizia al convegno “M’ama o non m’ama? – Quando l’amore diventa violento”

Di redazionecassino1

FROSINONE – M’ama o non M’ama? – Quando l’amore diventa violento”, è il titolo del convegno a cui ha partecipato la Polizia di Stato, sempre impegnata in campagne di sensibilizzazione contro la violenza di genere.In particolare il Direttore Tecnico Capo Psicologo dr.ssa Cristina Pagliarosi ha analizzato la qualità relazionale all’interno del rapporto di coppia, basato sull’ambivalenza che lega la donna al compagno violento.

Non è raro che la vittima rifiuta l’aiuto nella speranza del recupero della “luna di miele”, oltre che credendosi responsabile dei maltrattamenti che l’uomo le rivolge.

La situazione diventa ancora più difficile quando si  alternano   manifestazioni di amore e di maltrattamento: la donna è disorientata perché la speranza blocca la sua azione protettiva.

In ottica di prevenzione, sottolinea l’esperta della Polizia di Stato, è necessario promuovere, per i nostri figli, uno stile educativo basato sulla qualità della relazione e sul proprio diritto a vivere una vita di qualità.

19 febbraio 2018 0

Raffica di furti durante la partita Frosinone-Ascoli, arrestato 26enne

Di admin

FROSINONE – Pensando che le forze dell’ordine fossero impegnate per la partita di calcio tra Frosinone e Ascoli un 26enne di Frosinone ha pensato bene di evadere dagli arresti domiciliari per andare a rubare in tre appartamenti del centro.

Per sua sfortuna, nell’ultimo casa arraffa gli orecchini alla proprietaria che lo coglie sul fatto e lancia l’allarme al 113.

Le indicazione raccolte hanno permesso di individuare subito il “nascondiglio” dove l’uomo si era rifugiato, proprio nella zona di Selva Piana, vicino alla struttura sportiva e più specificatamente nel noto “Casermone”, già oggetto di diverse operazioni di Polizia Giudiziaria.

In pochissimi minuti, Squadra Mobile e Squadra Volante, con l’ausilio della Polizia Stradale e del Reparto Mobile di Roma – a Frosinone per la partita di calcio – , circondano  l’edificio:  l’uomo è stato bloccato ed arrestato.

E’ un 26enne con precedenti di polizia. Gli inquirenti erano sulle sue tracce già da qualche giorno, anche per altri colpi messi a segno in città.

Lo stesso, nella serata precedente, era riuscito a fuggire alla cattura, scavalcando alcuni recinzioni.

19 febbraio 2018 0

Prova durissima superata, la Virtus Cassino espugna il pala Pedemontana di Venafro

Di redazionecassino1

Lo diciamo subito a scanso di equivoci non è stata una di quelle partite da ricordare per lo spettatore e l’amante della palla a spicchi. E’ stato decisamente un brutto spettacolo in termini tecnici, ma lo ricorderemo per il pathos che l’alternanza dei rari vantaggi ha generato.

Ed infatti il risultato era tremendamente importante per entrambe le formazioni.

Venafro doveva riemergere dai bassifondi della classifica. Continuare in un processo di crescita che si era interrotto soltanto per mano di Palestrina nello scorso week end proprio qui al Pala Pedemontana.

Dall’altra parte c’era Cassino, la Virtus Cassino, targata Banca Popolare del Cassinate, che aveva il compito di rimanere agganciata ai piani alti della classifica per “sentire l’effetto che fa” di jannacciana memoria.

E così ne è venuta fuori una gara giocata a ritmi bassissimi, molto intensa sul piano fisico e soprattutto figlia di errori di mira grossolani e di palle perse che gridano ancora vendetta.

Cassino ha vinto, Cassino ha saputo soffrire, Cassino ha regolato l’avversario, tosto e forte, alla maniera delle grandi squadre, difendendo alla morte il proprio fortino quando sull’altro fronte la palla non ne voleva proprio sapere di entrare nel canestro.

Qui sta la capacità del gruppo delle V rossoblù.

Sapersi adattare camaleonticamente al dipanarsi del match, saper reagire di volta in volta e in maniera diversa e sempre efficace se solo si considera l’impressionante ruolino di marcia del team allenato da Luca Vettese: nelle ultime diciotto gare di campionato 16 vittorie e solo due sconfitte, maturate, ca va sans dire, in modo a dir poco rocambolesco e maturate solamente negli ultimi istanti di gioco.

Ebbene le “V” rossoblù hanno dato l’impressione allo spettatore, giunto in gran numero dalla vicina Cassino, di poter sempre controllare l’esito del match , di saper giocare anche questo tipo di partite e di conoscere a menadito il compito di difendere il proprio canestro in maniera ancor più intensa.

“L’intensità è la parola magica” sibila Luca Vettese al termine della gara e non si lascia sfuggire altro continuando nel suo silenzio stampa.

Era una gara che sin dall’inizio non poteva sfuggire a questo tipo di pronostico: ovvero quello dell’equilibrio assoluto.

“Dovevamo vincere in qualunque modo o maniera, l’importante era il foglio rosa” le parole invece di Furio De Monaco, il team manager rossoblù, ex di serata allorquando da giocatore calcò in diverse stagioni proprio questo parquet “i ragazzi hanno saputo interpretare bene la logica della gara e mettersi a disposizione l’uno dell’altro. Era una di quelle gare che sentivamo e non poco perché conoscevamo bene il valore dell’avversario e lo rispettavamo tantissimo. I ragazzi erano ben consci dell’altezza dell’ostacolo e hanno fatto di tutto per superarlo. Adesso ci mettiamo alle spalle questo turno di campionato e guardiamo con fiducia al prossimo (Battipaglia al PalaVirtus sabato 24 febbraio, palla a due alle ore 18.00, ndr) mantenendo sempre alto il livello di concentrazione.” conclude il dirigente rossoblù.

Tornando alla gara di stasera, la stessa si è decisa nell’ultimo quarto allorquando, al termine della terza frazione di gioco, per la prima volta nella gara, i molisani mettevano avanti il muso per due lunghezze grazie ad una tripla di Hassan, 43-41.

La BPC Virtus Cassino all’inizio della quarta frazione di gioco subisce un canestro di Gueye Khadim che cattura un rimbalzo offensivo e realizza il 45 a 41e in una gara dove si segna con il contagoccie questo canestro appare un macigno sulle spalle dei viaggianti. Ma è Carrizo a realizzare 4 punti di fila e riportare i cassinati in linea di galleggiamento, 45 pari al 4° minuto di gioco. Passano altri due minuti e mezzo e le squadre sono sempre appaiate ed è sempre Carrizo a spezzare l’equilibrio con una tripla mortifera, 48 a 45 per i benedettini. Risponde Laguzzi dopo un bel gioco a due con Hassan e riporta i molisani ad un tiro di schioppo dai viaggianti, 48-47. Ma è Petrucci a mettere la parola fine sull’incontro con un canestro dei suoi in entrata. La gara finisce qui anche se i due contendenti hanno la possibilità di segnare ma le rispettive difese contengono bene e soprattutto impediscono chhe il punteggio possa muoversi. Le speranze dei locali si infrangono allo scadere sul ferro con la tripla di Rinaldi.

Cassino dunque ha vinto ed è riuscito a mantenere invariato il contatto con le prime della classe. Sabato come detto si torna al Pala Virtus. Arriva Battipaglia.

Dynamic Venafro – BPC Virtus Cassino 47-50

Parziali 12-20, 11-11, 20-10, 4-9

Dynamic Venafro: Laguzzi 11 (5/7, 0/1), Hassan 10 (1/4, 2/6), Rinaldi 8 (1/3, 2/8), Rossi 7 (3/8, 0/2), Tamburrini 7 (3/13, 0/0), Minchella 2 (1/1, 0/1), Gueye 2 (1/3, 0/0), Pagano 0 (0/0, 0/1), Cancelli 0 (0/0, 0/0), Casapenta 0 (0/0, 0/0), Pirozzi 0 (0/0, 0/0), Carcillo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Laguzzi 12) – Assist: 12 (Hassan, Rossi 4)

All. Mascio

BPC Virtus Cassino: Manuel Carrizo 17 (4/7, 3/3), Maurizio Del testa 10 (2/6, 2/10), Lorenzo Panzini 7 (2/2, 1/6), Niccolò Petrucci 7 (2/4, 1/7), Simone Bagnoli 6 (3/7, 0/0), Enzo Cena 3 (0/5, 1/5), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Di poce 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 0 / 2 – Rimbalzi: 38 6 + 32 (Simone Bagnoli 11) – Assist: 7 (Manuel Carrizo, Simone Bagnoli 2)

All. Vettese Ass. Incelli

 

 

19 febbraio 2018 0

Contrasto all’autismo, Asl Frosinone: “Accordo con pediatri per dignosi precoci”

Di admin

FROSINONE – “Adottato un accordo di programma per attivare un sistema integrato di screening e di sorveglianza neuroevolutiva che, mediante i “Bilanci di Salute”, porti a ridurre al massimo i tempi tra individuazione  del rischio, diagnosi clinica e intervento precoce”.

Lo si legge in una nota della Asl di Frosinone.

“Sottoscritto tra ASL di Frosinone – Dipartimento Assistenza Primaria e Cure Intermedie, diretto da Marcello Russo, Unità Complessa Tutela Salute Mentale e Riabilitazione in Età Evolutiva (TSMREE), diretta da Giuseppe Nucera – ed i Pediatri di Libera Scelta (PLS) rappresentati da  Serafino Pontone Gravaldi, il programma prevede la creazione di una Struttura congiunta per la Diagnosi dei disturbi del Neurosviluppo.

Disturbi che, se intercettati dai servizi entro i 18-24 mesi di vita del bambino, possono essere modificati o addirittura rimossi.

«La proposta – spiega Marcello Russo –  è di facilitare l’accesso di questi utenti fragili con un approccio multi professionale, interdisciplinare ed età-specifico, per poter affrontare la complessità ed eterogeneità delle diverse patologie nel rispetto dei livelli essenziali di assistenza ed una impostazione del trattamento riabilitativo».

«Questo Accordo – aggiunge Giuseppe Nucera –  rafforza la rete esistente organizzata dalle diverse professionalità dei servizi sanitari Ospedalieri e Territoriali. Inoltre fortifica i rapporti collaborativi già esistenti con i Pediatri di Famiglia per una reale prevenzione primaria dei disturbi del neuro sviluppo avviata da  anni con  screening e sorveglianza epidemiologica».

«I Pediatri di Famiglia – sottolinea Serafino Pontone Gravaldi –  sono nella condizione ideale per identificare precocemente alcuni indicatori di rischio e segnali di allarme se accuratamente ricercati sin dai primi mesi di vita. È necessaria  una profonda revisione dei Bilanci di Salute con l’inserimento di nuove voci inserendo anche uno schema di valutazione psicomotoria semplificata. Evidenzio, infine, la proficua collaborazione in atto con la ASL e gli specialisti del TSMREE di Frosinone per assicurare risposte adeguate ad ogni “piccolo” individuo e relativo nucleo familiare».

«L’accordo – dichiara il Commissario Straordinario Luigi Macchitella –  è  il consolidamento di un percorso innovativo in un sistema curante che vede coinvolti i Pediatri di Famiglia (PLS) e gli specialisti del TSMREE per intercettare, tempestivamente,  segnali di allarme ed indicatori di rischio nei primi due anni di vita. Consente, attraverso i bilanci di salute del pediatra,  una diagnosi precoce dei disturbi del neuro sviluppo, della comunicazione, del linguaggio e sensoriali sin dai primi giorni di vita».

19 febbraio 2018 0

Furto in tabaccheria ad Alatri, ladri incastrati dalle telecamere

Di admin

ALATRI –  Questa mattina i Carabinieri della stazione di Alatri, insieme ai colleghi del NORM della Compagnia, comandati dal maggiore Gabriele Argirò, hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato un 26enne ed un 24enne, entrambi di Frosinone e già censiti per analogo reato perché ritenuti autori del furto perpetrato mercoledì scorso all’interno di una  tabaccheria della contrada Tecchiena.

Le indagini condotte hanno consentito di acquisire concordi elementi di colpevolezza a carico dei predetti, suffragati anche dall’esame di alcuni filmati estrapolati dalle telecamere di sorveglianza della suddetta attività commerciale, che li ritraevano durante il furto insieme ad una terza persona che è in via di identificazione.