Giorno: 27 febbraio 2018

27 febbraio 2018 0

Antonio Colantonio: “Sempre al servizio dei cittadini”

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROCCASECCA – “Chi mi conosce sa che io sono sempre a disposizione di tutti”, si presenta così Antonio Colantonio e questo è stato lo slogan della campagna elettorale che sta portando avanti per le elezioni regionali.

Dal ’93 impegnato in politica a Roccasecca e non solo, è stato dal ’97 assessore nel suo Comune e poi consigliere comunale in diverse amministrazioni, consigliere provinciale dal 2009 al 2014 ed oggi è nuovamente assessore comunale, alla viabilità e manutenzione.

Un settore “operativo” di “pronto intervento” come lui ritiene di essere per indole nella vita e nei confronti di chi ha bisogno di aiuto.

“Sono quello che interviene quando c’è bisogno, sono sempre disponibile per tutti i miei concittadini, e così resterò anche se dovessi entrare in Consiglio regionale.

Perché la politica ha un senso soltanto se ti consente di risolvere i problemi dei cittadini, che non sono soltanto “elettori”, non sono quelli a cui telefonare soltanto durante la campagna elettorale. Chi siede sulle poltrone di amministratore, a qualsiasi livello, deve farlo per la collettività e non per se stesso”.

Altro punto di forza che rivendica con orgoglio, quello di essere stato sempre coerente e di non essere passato di partito in partito al cambiar del vento. “Sono un uomo di destra, lo sono sempre stato. Sempre con la destra mi sono proposto agli elettori e come uomo di destra ho svolto i miei compiti”.

Per mercoledì 28 ha organizzato in paese un incontro con i simpatizzanti di Fratelli d’Italia, un incontro aperto anche a chi seppure non ancora vicino al partito, volesse ascoltare dai protagonisti di questa campagna elettorale le battaglie che il partito sta portando avanti.

“Vi aspetto alle ore 18:30 in via Veneto. Interverranno – precisa Colantonio – il candidato al proporzionale alla Camera Roberto Toti, il candidato al Senato Massimo Ruspandini e la collega donna candidata al Consiglio Regionale Angela Abbatecola. Subito dopo ci sarà un aperitivo per tutti i presenti, che avranno modo di fare due chiacchiere con i candidati e conoscerli meglio”.

27 febbraio 2018 0

Grande freddo, ancora scuole chiuse a Frosinone. Il sindaco denuncia le fake

Di admin

FROSINONE – “Il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, tenuto conto dei dati raccolti dal centro operativo della Protezione civile del Comune di Frosinone, attivo ininterrottamente già dalla giornata di venerdì scorso, ha deciso di chiudere in via precauzionale tutte le scuole del capoluogo, di ogni ordine e grado, anche per la giornata di mercoledì 28 febbraio”.

Lo si legge in una nota del comune di Frosinone.

“Inoltre, nelle scorse ore, è giunta la segnalazione riguardante la diffusione online di false ordinanze sindacali, idonee a sviare il corretto operato della Pubblica amministrazione, oltre che a creare situazioni di procurato allarme, con gravi ripercussioni sul normale esercizio delle pubbliche funzioni. La nota contenente la pubblicazione delle false ordinanze è stata trasmessa dal sindaco, Nicola Ottaviani, alla procura della Repubblica presso il tribunale di Frosinone, affinché accerti le ipotesi di reato, con l’espressa richiesta di perseguire penalmente gli autori dell’illecita falsificazione di atti amministrativi del Comune di Frosinone”.

27 febbraio 2018 0

Animalisti sul piede di guerra a Cassino, raccolta firme per chiedere alla Asl un ambulatorio veterinario

Di admin

CASSINO – Nel Cassinate, l’attenzione della Asl di Frosinone per gli animali da compagnia è prossima allo zero. La seconda città della provincia di Frosinone per numero di abitanti, con vasto un territorio e un alto numero di comuni a circondarla  è sguarnito di un ambulatorio veterinario. Lo sanno bene gli animalisti della zona che per far fronte alla piaga del randagismo e degli abbandoni fanno quotidianamente salti mortali e sostengono di tasca propria spese che invece spetterebbero alla comunità.

Stanchi di gridare al vento le difficoltà per curare o sterilizzare animali per mantenere contenuto il numero dei randagi hanno dato vita ad una iniziativa a cui partecipano la maggior parte dalle associazioni della zona: una raccolta firme per mettere l’Asl spalle al muro di fronte a quelle che sono vere e proprie inadempienze.

Al momento il servizio veterinario è assicurato nei distretti Anagni, Frosinone e Sora. È lì che ogni volta che c’è da fare un intervento, o sottoporre un trovatello ad una cura, i volontari devono recarsi, quasi fosse un pellegrinaggio, sottraendo tempo e risorse, oltre che alla vita dei volontari, anche alle attività che loro prestano gratuitamente.

La richiesta di attivazione del servizio, supportata dalla raccolta firme, è stata inoltrata direttamente al commissario straordinario della Asl di Frosinone Luigi Macchitella e al direttore dell’Uoc sanità animale, Antonio Messore.

27 febbraio 2018 0

Frode nelle pubbliche Forniture, prosciolto l’imprenditore Casinelli

Di admin

FROSINONE – Alessandro Casinelli è stato prosciolto con formula piena. In data 22 dicembre 2017, per l’imprenditore sorano si è chiusa definitivamente la vicenda giudiziaria legata ad una fornitura sanitaria dell’azienda di cui è amministratore.

L’ipotesi di reato contestata era la frode nelle pubbliche forniture.

L’indagine è nata nel 2009 ed è stata portata avanti dai finanzieri di Frosinone che hanno passato al setaccio una fornitura di materiale sanitario fatta alla Asl di Frosinone. Irregolarità per poche decine di euro a fronte di una fornitura di oltre un milione di euro. A fine anno, il tribunale di Frosinone lo ha prosciolto.

Ermanno Amedei

27 febbraio 2018 0

Cassino, “Spuntano…due posti riservati” nel parcheggio di via Tommaso Piano, ma destinati a chi?

Di redazionecassino1

CASSINO – Un brano di qualche anno fa iniziava così: “Spunta la luna dal monte…!“, ma a quanto pare a Cassino a spuntare dal nulla sono due parcheggi riservati nel parcheggio retrostante il Comune, in via Tommaso Piano e, soprattutto, riservati a chi? Con l’avvento dell’amministrazione D’Alessandro, stiamo imparando a vederne di tutte i colori, con buona pace della “tolleranza zero” verso i furbetti, tanto sbandierata in campagna elettorale. Non è dato neppure sapere quale sia la brillante mente che abbia pensato di garantire al sindaco, a qualcuno del suo staff o a quale dirigente quei due posti. Già, perché si tratta proprio di posti riservati, con tanto di “R” ben in vista di color rosso e delimitati da catena e paletti, “R” peraltro poi frettolosamente cancellata, ma comunque ben visibile lo stesso. Sicuramente il messaggio è chiaro, far capire ai malintenzionati che avessero avuto l’ardire di occuparli, chi comanda.

Ma non basta, poiché sull’Albo Pretorio del Comune è apparsa un’Ordinanza di Polizia Locale (N° 56 del 23.02.2018) che autorizza due parcheggi per invalidi. Fin qui tutto normale se non fosse che il documento allegato non “risulta consultabile on line”. Non si capisce il motivo e non si capisce dove questi stalli per disabili debbano essere realizzati e se, effettivamente siano per dei disabili. Quel che è certo che gli unici posti riservati  che sono spuntati sono quelli in bella mostra nel parcheggio di via Tommaso Piano.

E’ inspiegabile anche come si possano creare due posti riservati su un terreno che, a detta di molti e bene informati,  apparterrebbe al Genio Civile sul quale negli anni passati non è stato possibile realizzare parcheggi riservati per i disabili che lavorano o si recano negli uffici comunali per loro esigenze, proprio in virtù di quello specifico diritto, nonostante le richieste delle associazioni dei disabili. Ora viene da chiedersi, se per i disabili non si potevano realizzare stalli riservati, e si sa quanto ce ne sia bisogno peiprio in quel parcheggio, perché per altri è possibile?

Occorre, infine, ricordare a quella brillante mente che ha avuto l’intuito di realizzare quei due parcheggi, che il Codice della Strada prevede parcheggi riservati oltre che ai disabili, soltanto alle auto di servizio delle forze dell’ordine dei mezzi di soccorso (ambulanze e vigili del fuoco) non certo per le auto private di sindaci, dirigenti comunali o assessori.

Quello che risalta agli occhi, in tutta questa poco edificante storia, è la differenza con la precedente amministrazione Petrarcone che privilegiava una mobilità cittadina sostenibile, ecologica, alternativa ed a basso impatto inquinante. A D’Alessandro & Co. quel tipo di mobilità non interessa, tanto i dati sull’inquinamento atmosferico sono tutti nella norma ed è sufficiente un “capo classe energetico” per risolvere il problema delle polveri sottili, del PM10, del caos del traffico a Cassino. Convinti loro…!

F. Pensabene

27 febbraio 2018 0

Snowboard e sci nel Lazio: soluzioni per neofiti ed esperti

Di admin

LAZIO – L’Italia nell’ultimo fine settimana ha dovuto fronteggiare le conseguenze dell’arrivo del vento siberiano Burian, che ha modificato le temperature, portando freddo e neve al Nord Italia e pioggia al Sud. Per questo motivo, sono in tanti gli italiani che hanno approfittato del weekend per raggiungere le più importanti mete sciistiche. Non è necessario raggiungere le Alpi per sciare, però, visto che anche gli Appennini offrono diverse opzioni per divertirsi a pochi chilometri dal Lazio. Dalla Capitale, sarà possibile raggiungere nel giro di due ore diverse località sciistiche molto rinomate, che riescono ad abbinare le necessità degli sciatori più esperti e quelle dei neofiti. Sulle piste più conosciute di Lazio, Abruzzo e Molise sarà possibile praticare le diverse specialità di sci e lo snowboard, per un’esperienza sulla neve a tutto tondo. 

In provincia di Roma, a poco più di 84 chilometri da Roma è possibile raggiungere il Monte Livata, meta ideale per chi pratica lo sci di fondo, ma anche per coloro che vogliono ammirare i panorami sulla seggiovia di Monna dell’Orso. I più esperti si spostano invece sulle piste di Ovindoli, Campo Felice, Campo Rotondo e Scanno. La distanza che separa queste mete dal Lazio è il giusto prezzo da pagare per raggiungere piste molto divertenti, dotate di ogni tipo di comodità e di itinerari dedicati anche ai più piccoli.

Chi invece preferisce aree ancor più attrezzate, dovrà spingersi ancor più nel cuore della provincia di L’Aquila. La distanza da Roma è la medesima per Roccaraso e Rivisondoli. La prima è una skiarea tra le più attrezzate in Italia, con 49 piste per lo sci alpino e altri 40 chilometri per lo sci di fondo. I più piccoli potranno cimentarsi con i giochi gonfiabili e la cyclette sulla neve, mentre gli adulti e i più esperti troveranno soluzioni interessanti negli snowpark di Vallefura e Pescocostanzo. A poca distanza dal comune di Rivisondoli è possibile raggiungere gli impianti del Monte Pratello, soluzione ideale per gli sciatori che vogliono cimentarsi su piste omologate sia per le gare internazionali che per chi è alle prime armi.

Prima di partire per raggiungere le località sciistiche più rinomate è però importante scegliere le attrezzature idonee. L’acquisto o l’affitto di sci, snowboard e altri attrezzi devono adattarsi alle caratteristiche fisiche di ogni atleta: peso, altezza, misura dello scarpone e campo di utilizzo principale sono le opzioni da considerare per evitare danni e cadute frequenti. Le tavole da snowboard presenti sul mercato variano di prezzo a seconda del materiale con cui è prodotto: gli esperti consigliano di non considerare l’aspetto grafico, quanto le caratteristiche fisiche e d’esperienza del rider, ma anche le caratteristiche tecniche della pista. È possibile scegliere tavole di diversi materiali: legno, plastica e metallo restituiscono esperienze differenti. Chi è ai primi passi dovrà acquistare materiale “All-rounder” o “All-mountain”, ma anche in questo caso la lunghezza fa la differenza. Una tavola troppo corta rischierebbe di non dare il giusto sostegno e la scorrevolezza in fase di discesa, mentre uno snowboard eccessivamente lungo sarebbe più difficile da controllare, anche per i rider più esperti, ma sarebbe anche maggiormente dispendioso durante la discesa.

27 febbraio 2018 0

Provincia di Frosinone: Sequestro di un patrimonio immobiliare per 5 milioni di euro

Di redazione

Guardia di Finanza di Frosinone- I Finanzieri appartenenti al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone, al termine di accurate indagini patrimoniali, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, hanno proceduto all’esecuzione di un provvedimento di applicazione di misure di prevenzione di carattere patrimoniale emesso dal Tribunale di Frosinone nei confronti di un imprenditore di Ferentino (FR), recentemente condannato per usura. Le investigazioni sono state svolte dai militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Frosinone, che sta passando sotto la lente di ingrandimento tutti quei soggetti pluripregiudicati che vivono in Ciociaria e palesano un tenore di vita sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. Nel caso di specie, sono stati eseguiti mirati accertamenti bancari e patrimoniali, che hanno permesso di ricostruire, nel tempo, l’evoluzione della consistenza del patrimonio immobiliare e mobiliare, acquisiti dal pregiudicato e/o allo stesso riconducibili attraverso lo schermo di alcuni familiari e di una società immobiliare della quale lo stesso è risultato essere amministratore di fatto. Tali risultanze sono state successivamente confrontate con i redditi dichiarati negli ultimi anni dal soggetto investigato, rilevando così una consistente sproporzione patrimoniale, non giustificabile sulla base dell’attività economica svolta. Parallelamente, le Fiamme Gialle sono riuscite a delineare compiutamente anche il profilo criminale e la pericolosità sociale del medesimo, acquisendo in tal modo tutti gli elementi necessari per consentire alla locale Procura della Repubblica di richiedere l’applicazione delle misure di prevenzione di carattere reale ai sensi del Codice Antimafia (D.Lgs. n. 159/2011). Infine, accogliendo in pieno la richiesta formulata dall’A.G., il Tribunale di Frosinone ha disposto il sequestro finalizzato alla confisca del patrimonio riconducibile direttamente e/o indirettamente all’imprenditore ciociaro, consistente in n. 18 unità immobiliari, n. 18 terreni, un’autovettura oltre a conti correnti e a quote societarie per un valore complessivo che supera i 5 milioni di euro. La gestione dell’intero patrimonio sequestrato è stata affidata ad un amministratore giudiziario all’uopo incaricato.

27 febbraio 2018 0

Grande freddo, Fs: treni ridotti del 50 per cento per far fronte ad emergenza

Di admin

LAZIO – “La circolazione dei treni regionali del Lazio sta procedendo in coerenza con quanto definito e comunicato nel pomeriggio di ieri, con una riduzione dell’offerta ordinaria di circa il 50% come previsto dal piano di emergenza grave per neve e gelo di RFI, gestore dell’ infrastruttura ferroviaria”.

Lo si legge nella nota diffusa alle 13 da Ferrovie dello Stato.

“Sulla Roma – Formia – Napoli il traffico ha subito rallentamenti in mattinata a causa della forte nevicata che ha interessato l’area e il nodo ferroviario di Napoli.

La programmata riduzione si è resa necessaria, stante le previsioni metereologiche diramate dalla Protezione Civile di un forte abbassamento termico, per consentire un più contenuto utilizzo dell’infrastruttura a garanzia di una sua maggiore e continua efficienza, in special modo nei punti nevralgici di Roma Termini e del nodo di Roma. Questa la situazione puntuale linea per linea.

LEONARDO EXPRESS:  effettuati tutti i collegamenti programmati

FL1 (Orte – Monterotondo –Roma –Fiumicino) un treno ogni mezz’ora da e per Monterotondo/ Fiumicino. Il servizio si è svolto come programma con qualche rallentamento per forte affluenza di viaggiatori a Fiera di Roma dove si svolgeva un concorso pubblico

FL2 (Roma –Tivoli –Sulmona) garantiti i collegamenti da e per Roma Tiburtina/Tivoli/Lunghezza; Il servizio si è svolto come da programma, ma con ritardi sino a 40 minuti dalle ore 06.00 alle ore 08.20  per un guasto all’infrastruttura nella stazione di Guidonia

FL3 (Roma –Viterbo) un treno ogni mezz’ora da Ostiense – Cesano; interrotta la tratta Cesano – Viterbo e sospesi i collegamenti Roma – Viterbo. Il servizio si è svolto come da programma, con una cancellazione alle ore 6.30 a causa di un problema tecnico al treno.

FL4 (Roma –Albano/Velletri/Frascati) tutti i treni partono da Ciampino con una frequenza di un treno ogni ora per Albano, un treno ogni ora per Frascati e un treno ogni ora per Velletri;

FL5 (Roma –Civitavecchia – Grosseto Pisa) un treno ogni ora; sospesi i collegamenti Roma- Ladispoli. Il servizio si è svolto come da programma

FL6 (Roma – Frosinone e Roma –Cassino ) un treno ogni mezz’ora  sospesi i collegamenti Roma Colleferro. Il servizio si è svolto regolarmente, qualche  ritardo dovuto alle coincidenze per viaggiatori provenienti dai Castelli.

FL7 (Roma  –Formia –Napoli) garantiti collegamenti Formia-Roma e Napoli Roma, un treno ogni mezz’ora nelle fasce pendolari e un treno ogni ora nel resto della giornata; cancellati i  Roma –Latina. Il servizio si è svolto come da programma nelle prime ore della mattina poi, a causa della nevicata che ha interessato il nodo di Napoli e i conseguenti rallentamenti, i treni hanno iniziato a registrare ritardi. Ritardi che stanno gradualmente riducendosi perché ora nel  Nodo di Napoli è stata ripristinata completamente l’efficienza dell’infrastruttura.

FL8 (Roma –Nettuno) un treno ogni mezz’ora con capolinea a Campoleone. Il servizio ha subito alcune variazioni con ritardi e soppressioni a seguito di un guasto dell’infrastruttura a Campo Di Carne.

L’offerta di servizi ferroviari potrà essere ulteriormente modificata in base all’evolversi delle condizioni meteo. Restano attivi i piani neve e gelo di RFI e Trenitalia.

RFI è impegnata con le proprie squadre tecniche su tutta la Regione per fronteggiare l’emergenza, presidiando i punti nevralgici della rete e intervento anche con l’ausilio delle ditte appaltatrici”.

27 febbraio 2018 0

Droga a Cassino, polizia a caccia di consumatori. Professionista segnalato alla Prefettura

Di admin

CASSINO – Aveva indosso alcune dosi di hashish e, per questo, un noto professionista di Cassino è stato segnalato alla prefettura di Frosinone quale assuntore di sostanze stupefacenti. L’uomo è caduto nella fitta rete dei controlli delle forze dell’ordine e, in particolare in questo caso, degli agenti di polizia.

Dopo gli arresti dei giorni scorsi, questa può sembrare una notizia da poco, invece dimostra come l’attenzione degli investigatori sia alta e rivolta non solo agli spacciatori, ma anche ai loro clienti.

Non c’è mercato se non ci sono consumatori quindi, se è vero che consumare droga non è reato, ben vengano le iniziative, almeno quelle poche che possono essere intraprese come la segnalazione alla Prefettura, per contrastare chi favorisce lo spaccio acquistando droga anche per uso personale.

Ermanno Amedei

27 febbraio 2018 0

Manca il Wi-Fi nel centro accoglienza di Cassino, straniero minaccia dipendente

Di admin

CASSINO – Manca il Wi-Fi e il cibo non sarebbe sufficiente, sono i motivi che avrebbero innescato una lite tra un senegalese di 26 anni e la dipendente della Cooperativa che di accoglienza richiedenti asilo.

Il 26enne, ospite della struttura, nel corso della lite avrebbe minacciato la donna la quale si è rivolta agli agenti del commissariato di polizia di Cassino.

Intervenuti sul posto e ascoltati anche i testimoni, hanno proceduto con la denuncia per minacce aggravate nei confronti del giovane straniero.