Giorno: 6 marzo 2018

6 marzo 2018 0

Da Cassino, Stelle del ballo brillano alla Roma Caribbean Dance

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Roma- Grande successo per gli atleti della scuola di ballo Cassino Dance domenica 4 marzo 2018. Il gruppo di giovani danzatori si è distinto in maniera eccellente alla terza edizione di Roma Caribbean dance 2018. Strepitosa affermazione degli atleti che hanno centrato l’obiettivo del podio. La Roma Caribbean è una Competizione Open Nazionale Danze Caraibiche Cl. PD, AS, A, A1, A2, B1, B2, C e D e si è tenuta al Pala Cavicchi. Questi i risultati degli allievi dei maestri Alex Gargano e Martina Mastronicola: Primo posto combinata caraibica 8/11 B2 con Gianmaria Varlese e Giulia Grimaudo. Primo posto combinata caraibica 12/15 A con Mattia Di Minno e Oliva Felisya Primo posto combinata caraibica 16/18 B2 con Samuele Miele e Asia Tedesco Primo posto combinata caraibica 45/54 A con Vitale Pierluigi e Maria Giovanna Ricupati. Primo posto salsa shine 8/11 B singolo femminile con Giulia Grimaudo. Primo posto salsa shine 8/11 B singolo maschile con Gianmaria Varlese. Primo posto salsa shine 12/15 A singolo maschile con Mattia di Minno. Primo posto salsa shine duo 12/15 A Con Mattia di Minno e Carmine Fusco. Primo posto salsa shine 12/15 C singolo femminile con Angela Miele. Primo posto Caribbean show dance duo 35/OL B con Veronica Pace e Claudia Patriarca. Secondo posto salsa shine 12/15 A singolo femminile con Felisya Oliva. Secondo posto salsa shine 12/15 A singolo maschile con Carmine Fusco. Secondo posto combinata portoricana 35/44 C con Benedetto Comarca e Veronica Pace. Secondo posto combinata cubana 35/44 C con Riccardo Trani e Vanessa Cantasale. Terzo posto combinata caraibica 28/34 A1 Con Andrea Notarangelo e Elena Marchetti. Terzo posto combinata caraibica 35/44 A con Walter D’amanzo e Laura Di Francesco. Terzo posto salsa shine 16/OL B singolo femminile con Asia Tedesco. Terzo posto salsashine duo 16/OL B con Samuele Miele e Asia Tedesco. Terzo posto combinata cubana 35/44 C con Benedetto Comarca e Veronica Pace. Quarto posto salsa shine 16/OL B singolo femminile con Adalia Santamaria. Quarto posto salsa shine 16/OL B singolo maschile con Samuele Miele. Finale salsa shine 12/15 C singolo femminile con Giada Miele. Finale salsa shine 16/OL A singolo maschile con Pierluigi Vitale.. Grandi soddisfazioni, dunque, e l’impegno e i sacrifici, che come giusto che sia, ripagano sempre. Congratulazioni ai bravissimi ragazzi!. N.Costa Nella foto una delle atlete con i genitori.

6 marzo 2018 0

Sotto processo per atti osceni in corso della Repubblica a Cassino, assolto

Di admin

CASSINO – Era finito sotto processo perché due studentesse universitarie avevano chiamato la polizia quando un uomo di circa 40 anni, dalla propria auto aveva mostrato loro le parti intime.

Agli agenti le due testimoni fornirono la targa e il colore della vettura che, poco prima di fuggire, sostava in corso della Repubblica a Cassino.

I fatti risalgono ad una notte d’estate di due anni fa e in seguito alle indagini, venne individuato il 40enne. Per lui l’accusa di atti osceni con l’aggravante di aver agito in zona frequentata da minore e il rinvio a giudizio.

Nel corso del processo, il suo avvocato Sandro Salera ha sottolineato come non vi fosse la certezza che l’uomo, in quella macchina, fosse l’imputato, e ha contestato anche l’aggravante dato che, il corso della Repubblica, all’una di notte, non può essere considerata zona frequentata da minori. Accogliendo la sua tesi, il giudice ha assolto il 40enne.

6 marzo 2018 0

Cassino, anche l’ex abate di Montecassino Vittorelli ha votato a San Silvestro

Di admin

CASSINO – Domenica elettorale per tutti, quella appena trascorsa, anche per i religiosi e, a Cassino, il seggio del plesso di San Silvestro è particolare perché è lì che sono iscritti a votare i monaci dell’abbazia di Montecassino e delle suore di Santa Scolastica.

Nel corso della giornata, quindi, si sono avvicendati nelle cabine l’elettorato monastico e tra questi, oltre all’abate Ogliari anche il suo predecessore.

L’ex abate Pietro Vittorelli, secondo alcuni approdato alla chiesa anglicana o prossimo a farlo, indossava il collarino bianco. Per l’anagrafe, quindi, Vittorelli sarebbe ancora residente in abbazia, a meno che l’ex abate non abbia cambiato residenza eleggendola sempre a Cassino nella zona di San Silvestro.

Ermanno Amedei

Foto repertorio

6 marzo 2018 0

Scontro frontale auto e camion, a Ceccano muoiono due giovanissimi

Di admin

CECCANO – Due giovanissimi di Ceccano hanno perso la vita, oggi pomeriggio alle 15 circa, sulla via Asi a Ceccano.

La vettura sulla quale viaggiava un giovane ed una giovane entrambi di età compresa tra i 20 e i 25 anni si è schiantata frontalmente con un mezzo pesante.

L’urto è stato violentissimo e la macchina è stata resa irriconoscibile mentre all’interno sono rimasti intrappolati i corpi dei due giovani.

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco per liberare le salme e i carabinieri per effettuare i rilievi del caso.

6 marzo 2018 0

Aprilia, investe ed uccide una 27enne poi scappa: denunciato automobilista 40enne

Di admin

APRILIA – Ha investito una 27enne causandone la morte ed è fuggito. E’ accaduto ieri sera sulla strada Nettunense ad Aprilia.

La vittima è una 27enne che stava attraversando la strada quando L’auto guidata da un 40enne del posto l’ha centrata in pieno scaraventandola contro la vettura che procedeva sul senso di marcia opposto.

La donna è morta mentre il 40enne è fuggito senza prestarle soccorso. E’ tornato successivamente sul posto dell’incidente e, risultando positivo agli accertamenti alcolemici è stato denunciato per omicidio colposo.

 

6 marzo 2018 0

Sequestrati 15 chili di cocaina, pistole e bombe a mano: arrestato noto trafficante

Di admin

LATINA – Due trafficanti di droga sono stati arrestati dagli agenti della Squadra Mobile di Latina e dai loro colleghi del commissariato di Fidene Serpentara. Nel corso dell’operazione antidroga gli agenti hanno sequestrato quasi 15 chili di cocaina, pistole di vario genere ed anche bombe a mano oltre a 45mila euro in contanti.

Da qualche settimana i poliziotti del Commissariato di Fidene e delle Squadre Mobili di Latina e Roma svolgevano servizi di pedinamento ed osservazione sugli spostamenti di Fabio Criscuolo, 42 enne originario di Roma ma residente a Cisterna di Latina (Lt), il quale era stato individuato a seguito di attività info-investigativa come un trafficante di stupefacenti molto attivo nel centro Italia. Gli agenti hanno rilevato che l’uomo era solito recarsi presso l’abitazione della madre a Cisterna ma il 28 febbraio è stato notato notato accedere all’interno dell’abitazione ubicato all’interno del Residence di Latina, via Capraia. Ieri gli agenti si sono concentrati sugli spostamenti di due vetture; una Mini Countryman in uso al Criscuolo e una Smart condotta da un soggetto poi identificato come Orazio Sammarco. Le auto hanno effettuavano un viaggio piuttosto lungo, iniziato a Cisterna di Latina, attraverso il frusinate, il casertano, il Molise sono arrivati a Vasto (CH).

Proprio a Vasto, gli agenti hanno deciso di controllare gli occupanti delle due autovetture, che si erano fermati presso un autogrill lungo la Circonvallazione Histoniense. I soggetti fermati e le autovetture sono state perquisite permettendo di ritrovare all’interno dell’abitacolo della Smart, quindi l’auto condotta da Sammarco, un panetto di cocaina di 1,1 chili. Il Sammarco è stato pertanto arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Vasto. Criscuolo, evidentemente, in quel trasporto aveva il compito di staffetta e di controllo della merce.

Ma il suo ruolo nell’organizzazione, evidentemente era ben altro. Gli agenti hanno proceduto alla perquisizione delle abitazioni individuate nel corso delle indagini nella disponibilità del 42enne ossia: l’abitazione della famiglia, sita in Cisterna di Latina, via delle Vittime Civili, nonché della sua abitazione, ubicata in via Bernini, e di una base operativa ubicata sul Lungomare di Latina, in via Capraia. La perquisizione ha quindi permesso di rinvenire, occultata nel vano dell’avvolgibile della finestra della camera da letto dell’abitazione di via Bernini, dodici panetti di cocaina, per un peso complessivo di 13,678 chili, nonché una pistola tipo revolver marca Smith e Wesson calibro 357 e cinque cartucce dello stesso calibro.

Occultato in un divano all’interno della base operativa di via Capraia sono state rinvenute una pistola Beretta calibro 22, completa di caricatore (il cui furto era stato denunciato in data 6.6.2016 presso la stazione CC San Martino in Strada -FO); una pistola marca Beretta cal.765 mm con matricola abrasa; una pistola modello Beretta 9X17, dotata di caricatore rifornito con dieci cartucce e priva di matricola; una pistola marca Beretta calibro 765 (il cui furto era stato denunciato in data 7.1.2018 presso la Stazione CC Galzignano-PD). Sempre all’interno del covo, unitamente alle suddette armi, si rinvenivano cinquanta cartucce calibro 765 mm, trentaquattro cartucce calibro 380 G.F.L. calibro 9 corto, dieci cartucce calibro 9mm S.B, cinquantatrè cartucce calibro 22, diciassette cartucce calibro 9X17, sei cartucce 38 mm special, due bombe a mano tipo ananas modello N36M di fabbricazione inglese, in ottimo stato di conservazione. Queste ultime sono state messe in sicurezza da personale del gruppo artificieri della Questura di Roma.

A seguito di perquisizione effettuata nell’abitazione di famiglia di Criscuolo a Cisterna di Latina, via Vittime Civili, gli agenti hanno rinvenuto e posto sotto sequestro la somma totale in banconote di vario taglio, di 47.530 euro, ritenuta provento dell’attività delittuosa, in considerazione dello stato di inoccupazione dell’arrestato nonché della sua recidività nella commissione di delitti in materia di stupefacenti. Criscuolo, infatti, era stato scarcerato da circa un mese dopo un lungo periodo di detenzione.

6 marzo 2018 0

Anagni: I carabinieri hanno celebrato il Precetto Pasquale

Di redazione

Questa mattina presso la Chiesa Collegiata Sant’Andrea di Anagni, i Carabinieri della locale Compagnia hanno celebrato il precetto Pasquale. Alla funzione religiosa, officiata da Don Mauro Amato, Cappellano Militare della Scuola Allievi Marescialli e Brigadieri di Velletri, hanno partecipato i Militari liberi dal servizio accompagnati da familiari ed amici nonché, una folta rappresentanza del personale in congedo, unitamente al Presidente della Sezione di Anagni, Angelo Pierron. Al termine della cerimonia religiosa il Comandante in S.V. della Compagnia di Anagni, Ten. Vittorio Tommaso De Lisa, ha salutato, ringraziandoli, sia i parroci Don Bruno Durante e Don Claudio Pietrobono, che hanno permesso la celebrazione, sia tutti gli intervenuti che, ancora una volta, hanno dimostrato la vicinanza all’Istituzione a conferma del profondo rispetto del ruolo dei Carabinieri svolto tra, con e per la gente.

6 marzo 2018 0

Formia, minaccia la compagna. Allontanato dall’abitazione e denunciato

Di redazione

La Polizia di Stato Questura di Latina è intervenuta in una zona residenziale di Formia, a seguito di segnalazione pervenuta al centralino di soccorso pubblico 113 relativa ad una lite in famiglia. Sul posto è stato accertato che vi era stato un violento alterco tra un uomo e la compagna, la quale si era asserragliata in bagno insieme ai propri tre figli, tutti minori. Nel mentre gli agenti cercavano di ricomporre il dissidio, l’uomo ha dato in escandescenza, arrivando a minacciare di morte la donna, dopodiché si scagliava contro gli uomini in divisa, allontanandosi repentinamente dall’abitazione e facendo perdere le proprie tracce sino a quando, nella mattinata odierna, lo stesso è stato rintracciato. Nel corso delle ricerche, la donna con i tre figlioletti è stata condotta e assistita presso gli Uffici del Commissariato Distaccato di P.S. di Formia, dove ha riferito di una burrascosa relazione sentimentale con il compagno, sfociata in alcune circostanze anche in eccessi. Accertato quanto sopra, la persona è stata deferita in stato di libertà giacché responsabile di maltrattamenti in famiglia, minacce gravi, danneggiamento e resistenza a P.U.. Ulteriormente, d’intesa con la Competente A.G. è stata inoltre eseguita nei suoi confronti la misura urgente dell’allontanamento dalla casa familiare ex art. 384 bis c.p.p.. Foto d’archivio

6 marzo 2018 0

Cassino, chiusa dal Comune una rivendita di auto usate priva di licenza

Di redazionecassino1

CASSINO – Ancora un provvedimento del Comune di chiusura di un esercizio commerciale abusivo.  Il comune di Cassino ha emesso un’ordinanza di chiusura di una rivendita di auto usate con sede in via Casilina sud. L’attività era di proprietà di un 43enne di Sant’Elia Fiumerapido.

Il provvedimento emesso dall’Ente di piazza De Gasperi è nato da un accertamento dei carabinieri della Stazione di Cassino a carico del titolare dell’esercizio commerciale trovato privo della relativa licenza. L’illecito accertato dai militari dell’Arma è stato sanzionato dagli stessi ed il relativo verbale  notificato al comune di Cassino che ha adottato il provvedimento di chiusura.

Nel provvedimento del Comune, firmato nelle settimane scorse dal Segretario Generale del Comune, si fa notare che il rivenditore di auto non possedendo la regolare autorizzazione avrebbe potuto ottenere vantaggi dall’esercizio dell’attività abusiva e ne ha ordinato la immediata chiusura.

F. P.

Foto repertorio

 

6 marzo 2018 0

Era ai domiciliari a Cassino ma andava a rubare nei negozi di abbigliamento

Di admin

CASSINO – I poliziotti del Commissariato di Cassino diretti dal vice questore Alessandro Tocco hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dalla Corte di Appello  di Napoli, nei confronti di una 45enne che, agli arresti domiciliari, si era resa responsabile di furto, in concorso, in danno di un negozio di abbigliamento.

La donna era stata “incastrata” dalle immagini del sistema di videosorveglianza, che aveva anche ripreso l’auto con la quale si era data alla fuga dopo il colpo.

Il veicolo, come da accertamenti, risulterà nella disponibilità della ladra che, nonostante fosse stata più volte sottoposta a misure di prevenzione, aveva continuato a condurre una vita “sregolata” e a frequentare persone “pregiudicate”.