Giorno: 7 marzo 2018

7 marzo 2018 0

Cisterna di Latina, lutto cittadino e maxi schermo per i funerali di Alessia e Martina

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

CISTERNA DI LATINA – “Il Commissario Straordinario di Cisterna di Latina, dottoressa Monica Ferrara Minolfi, interpretando la volontà della comunità locale, ha proclamato il lutto cittadino”.

Lo si legge sul sito del Comune di Cisterna di Latina in merito ai funerali di Alessia e Martina Capasso previsti per venerdì mattina nella parrocchia di San Valentino alle 11.

“L’ordinanza, la n.18 del 7 marzo 2018, in considerazione del tragico fatto avvenuto lo scorso 28 febbraio, culminato con la morte delle due bambine, e ritenuto di dover esprimere in forma ufficiale il sentimento di cordoglio dell’intera collettività e delle istituzioni locali, dichiara di proclamare il lutto cittadino dalle ore 10,30 fino alla conclusione della cerimonia funebre. Dispone l’esposizione delle bandiere a mezz’asta sugli edifici degli Enti pubblici e privati compresi gli edifici scolastici di ogni ordine e grado, e di sospendere tutte le manifestazioni previste per venerdì. Invita tutti i cittadini e le organizzazioni sociali, culturali e produttive di Cisterna ad esprimere in forme decise autonomamente il dolore dei Cisternesi e l’abbraccio dell’intera comunità per la mamma e i familiari delle giovani vittime con l’invito alle attività commerciali di abbassare le proprie serrande in concomitanza della cerimonia funebre. Gli uffici comunali saranno chiusi al pubblico dalle ore 10,30 alle 12,30. L’istituto Caetani, di cui fa parte il plesso Antonio Bellardini di Collina dei Pini, ha comunicato che alle ore 10,30 terminerà le lezioni. Per le classi 2A scuola primaria e 3B scuola secondaria di primo grado frequentate da Martina e Alessia, il Comune provvederà al trasporto degli alunni al luogo del funerale previa autorizzazione dei genitori. Il Comune è tuttora impegnato nell’attività di supporto alla manifestazione per cui non si escludono ulteriori iniziative”.

Intanto un maxi schermo è previsto nel piazzale della parrocchia di San Valentino. Ne dà notizia l’Ufficio per le Comunicazioni sociali della Diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno. Nella nota si legge anche che su indicazione dei familiari all’interno della chiesa durante la celebrazione del rito non sarà consentita la ripresa audio video né interviste. La previsione di un grande afflusso di persone ha quindi consigliato l’utilizzo del maxi schermo per permettere a tutti di assistere al rito.

Foto tratta da Mediaset.it

7 marzo 2018 0

Svaligiano locali di assicuratore a Frosinone, in tre arrestati a Cassino dalla Stradale

Di admin

CASSINO – Hanno fatto razzia negli uffici di una assicurazione di Frosinone ma, nella fuga, sono finiti nella rete dei controlli della polizia stradale della sottosezione di Cassino.

Gli agenti hanno fermato alle 4,30 circa, mentre viaggiava a forte velocità in direzione sud, una Lancia Ypsilon con tre uomini a bordo. Gli uomini del sostituto commissario Giovanni Cerilli hanno verificato che l’auto era già stata segnalata a Frosinone per furti.

Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti nell’auto due Ipad completi di scatola e accessori, alcuni monili e tra cacciaviti, spadini, martelli e chiavi, tutto l’occorrente per compiere furti. La vettura era entrata in autostrada dal casello di Frosinone e, per questo, gli agenti hanno verificato se fossero stati segnalati furti.

Alle 6.30 arriva la denuncia di una incursione ladresca nei locali dell’assicurazione con danneggiamenti ai locali compatibili con gli attrezzi che avevano in dotazione i tre e con la lista della refurtiva identica alla lista della merce rinvenuta nell’auto. Per i tre, quindi, un 41 anni e un 24 anni di Napoli, e 38 anni georgiano residente a Salerno è scattato l’arresto per furto aggravato in concorso.

 

7 marzo 2018 0

La “Fiaccola Benedettina” questa mattina in Vaticano per la benedizione di Papa Francesco

Di redazionecassino1

ROMA – Il sindaco di Cassino, Carlo Maria D’Alessandro, ha partecipato questa mattina in Vaticano all’udienza di Papa Francesco per un’occasione molto speciale: la benedizione, da parte del Pontefice, della fiaccola “Pro Pace et Europa Una” che, proprio in questi  giorni, inizierà il suo viaggio in Europa. Presenti all’evento anche le delegazioni delle città di Norcia e Subiaco con a capo i sindaci Nicola Alemanno e Francesco Pelliccia.

“Oggi in Vaticano dal Santo Padre per la benedizione della fiaccola benedettina con i sindaci di Norcia e Subiaco Nicola Alemanno e Francesco Pelliccia, è sempre una grande emozione e una grande responsabilità” ha detto il Primo Cittadino. “San Benedetto rappresenta il faro della nostra civiltà, colui che ha fondato la nostra cultura e l’intero pensiero occidentale. L’Europa esiste anche grazie a San Benedetto che proprio da Montecassino ha posto le fondamenta del nostro presente e del nostro futuro. Come ogni anno si rinnovano le celebrazioni benedettine e la fiaccola, accesa nelle scorse settimane proprio a Norcia, ha iniziato il suo viaggio che oggi l’ha portata davanti al Santo Padre e nei prossimi giorni in Germania a Berlino. Un lungo percorso che, attraverso luoghi ed eventi, riporterà la fiaccola nella sua casa, a Montecassino, dove si trova la reliquia di San Benedetto. In questi giorni invito tutti a ritrovare quel senso di comunità, anche se le criticità quotidiane tendono ad offuscare” Ha concluso Carlo Maria D’Alessandro.

foto di repertorio

 

7 marzo 2018 0

Roccasecca, via allo “Sportello gratuito contro la violenza di genere”

Di redazionecassino1

ROCCASECCA – Nei giorni in cui si festeggiano le donne, diventa ancor più rilevante l’iniziativa dell’Adoc Frosinone che ha aperto a Roccasecca, in collaborazione con “Misericordie”, uno sportello d’ascolto dedicato alla violenza di genere ma rivolto anche all’intera famiglia, sito in Via Alcide De Gasperi 17 (I piano). L’associazione offre fondamentali servizi quali la consulenza e il sostegno psicologico alle vittime, il sostegno alla genitorialità, la consulenza legale. Tra le altre attività è possibile iscriversi a gruppi tematici rivolti alle donne per condividere esperienze e attività creative e ai laboratori creativi rivolti ai bambini dove divertirsi, socializzare e imparare a rispettare l’altro. La scelta di istituire lo sportello a Roccasecca è stata strategica e avvenuta al termine di un’indagine dalla quale è emerso che, in quella parte del territorio provinciale, non erano attivi punti di ascolto. Nello sportello operano, due psicologhe: una presente fisicamente nei locali dal lunedì al venerdì e l’altra addetta ai gruppi di mutuo-aiuto e di ascolto. Fa parte del gruppo degli operatori anche un avvocato che si occupa di dinamiche familiari e separazioni conflittuali. Ma l’attività contro la violenza sulle donne da parte dell’associazione guidata dal presidente Mario Pirri non si ferma a Roccasecca perché si sta già lavorando per l’apertura di altri centri di ascolto con l’obiettivo di arrivare a coprire l’intero territorio provinciale. Un’azione quanto mai necessaria in un’epoca in cui le violenze domestiche dilagano non solo contro le donne ma anche contro i minori. A testimonianza di ciò, sono già diversi i casi che gli esperti stanno seguendo e che riguardano problematiche a livello familiare e disagi psicologici derivanti da una condizione di fragilità: “E’ per tutti questi motivi – spiega il presidente Mario Pirri – che l’Adoc di Frosinone vuole essere vicina a chi subisce soprusi. Se le ferite fisiche a volte guariscono, quelle subite a livello psicologico non si rimarginano mai perché lasciano il segno per tutta la vita. Noi vogliamo essere a fianco di quelle donne e quei minori per tutto il percorso riabilitativo, pronti a combattere le prevaricazioni contro i più deboli. Lo slogan che abbiamo scelto per questa iniziativa è Famiglie in gioco: quando crescere è una sfida per tutti! perché quanto accade all’interno delle mura domestiche non coinvolge solo quella specifica famiglia ma l’intera società di cui facciamo parte. Ringrazio la responsabile di Misercordie l’avv. Angela Caprio che condivide e sostiene il progetto a Roccasecca”. Per dare la maggiore visibilità possibile all’iniziativa è stata creata la pagina facebook “Famiglie in gioco”, attraverso la quale vengono diffuse informazioni utili per il target di riferimento dello sportello. Per i contatti è a disposizione il numero 334 2390956 e la mail famiglieingioco.sportello@gmail.com. L’Adoc da mesi ha istituito anche uno sportello per denunciare i casi di malasanità.

7 marzo 2018 0

Al Santa Scolastica ripresa, da oggi, l’attività di impianto dei pacemaker

Di redazionecassino1

CASSINO – Problemi tecnici avevano causato la temporanea sospensione dell’attività di impianto di pacemaker presso l’ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Da oggi, mercoledì 7 marzo, presso l’Ospedale “S. Scolastica” di Cassino è stata ripristinata l’attività di impianto pacemaker in pazienti con bradiaritmia.

Sono infatti terminati gli interventi tecnici di riparazione degli apparati che avevano reso necessaria la sospensione delle operazioni dallo scorso 6 febbraio.

Finiti i disagi per i pazienti che in questo periodo di stop dell’attività si erano dovuti rivolgere agli ospedali di Frosinone e Sora per l’applicazione del pacemaker. A darne notizia è la stessa Asl di Frosinone. La sospensione, dovuta ad una avaria di alcune attrezzature di riferimento di Sala Operatoria, ora riparate, ha permesso il riavvio delle attività.

7 marzo 2018 0

Cisterna Latina, venerdì i funerali di Martina e Alessia. Intanto la mamma si sveglia

Di admin

CISTERNA DI LATINA – Fissata la data dei funerali di Alessia e Martina. Il rito funebre per le sorelline di 7 e 13 anni uccise per mano del padre Luigi Capasso, si svolgerà venerdì mattina nella chiesa di San Valentino a Cisterna, la chiesa dove la madre delle piccole, Antonietta Gargiulo faceva la catechista. Improbabile la sua presenza dato che è ancora in terapia intensiva al San Camillo di Roma

Intanto la donna ha aperto gli occhi. Ferita dal marito che, prima di suicidarsi ha ucciso le loro figlie di 7 e 13 anni, Antonietta si è risvegliata dalla sedazione a cui è stata sottoposta dal 28 febbraio scorso, quando, da Cisterna di Latina è arrivata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale romano ferita da tre colpi di pistola.

Risponde agli stimoli uditivi ma l’imbragatura al volto dovuta all’intervento con cui i medici le hanno ricostruito la mandibola non le permettono di parlare.

Con cautela, si sta tentando, con supporto degli psicologi e dei familiari, di riportare la donna alla realtà ma prima è necessario sapere cosa lei ricordi dell’accaduto. Una procedura lenta e dolorosa; difficile da prevedere il tempo necessario per portarla a compimento.

Ermanno Amedei

.

 

7 marzo 2018 0

Incidente stradale mortale a Sutri, auto contro tir: muore automobilista

Di admin

SUTRI – Un uomo è morto questa mattina in un incidente stradale avvenuto sulla via Cassia a Sutri.

Alle 7.45 circa, si sono scontrati sul tratto di Cassia che porta a Monterosi, una Suzuki Swift e un camion. Nel violentissimo impatto il conducente dell’auto ha avuto la peggio.

Per lui, un cittadino moldavo, non c’è stato nulla da fare. Illeso il conducente del camion. Entrambi i mezzi sono usciti fuori strada e sul posto stanno ancora operando i vicigili del fuoco di Civita Castellana.

7 marzo 2018 0

Certificati di operatori socio sanitari in vendita, perquisizioni a Frosinone Latina Roma e Chieti

Di admin

LATINA – Si è conclusa questa mattina una prolungata e articolata indagine condotta dal NAS Carabinieri di Latina,  convenzionalmente denominata “Attestato Rapido”, finalizzata al contrasto della contraffazione di attestati professionali per l’ottenimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.). L’attività d’indagine, avviata dal NAS nell’anno 2015 e coordinata inizialmente dalla Procura della Repubblica di Cassino (FR), è stata successivamente trasmessa, per competenza territoriale, alla Procura della Repubblica di Milano, e coordinata dal dott. Cristillo Antonio Sost. Proc. ed attualmente diretta dal dott. De Tommasi Francesco Vittorio Natale Sost. Proc..

Le indagini svolte hanno consentito di individuare e disarticolare un’associazione per delinquere attiva sul territorio nazionale, costituita da soggetti operanti negli ambienti della formazione e della sicurezza sui luoghi di lavoro. Gli stessi, avvalendosi di strutture ed imprese di loro titolarità, provvedevano alla formazione di documenti falsi, avvalorati dall’illegittima apposizione dei loghi della Regione Lombardia e della Provincia di Milano. Il sodalizio criminoso procedeva poi al reclutamento dei soggetti interessati all’ottenimento della qualifica di Operatore Socio Sanitario, proponendo loro l’acquisto dei falsi certificati, attestanti la predetta qualifica, rilasciati in totale assenza della frequenza di corsi di formazione della durata di mille ore, a fronte del pagamento di somme oscillanti tra €. 1.500,00 ed €. 2.500,00 per ciascun certificato professionale. I 96 provvedimenti di perquisizione e sequestro odierni, eseguiti nell’Area Metropolitana di Roma- Capitale, nelle province di Latina, Frosinone, Viterbo e Chieti e, per la cui esecuzione il NAS Carabinieri di Latina è stato coadiuvato, nella fase operativa, da personale del Cdo CC TS, dei Gruppi CC TS di Roma e Napoli e dei Cdi Prov. CC di Roma, Latina, Frosinone, Viterbo e Chieti, scaturiscono da attività ispettive svolte dal citato Nucleo presso strutture ricettive per anziani, presso le quali sono stati rinvenuti gli attestati professionali per la qualifica di Operatore Socio Sanitario, poi risultati, a seguito di accertamenti svolti presso gli apparenti Istituti emittenti ed i rispettivi Uffici Regionali, oggetto di falsità materiale perché contraffatti o, in altri casi, rilasciati da centri formativi non abilitati. Le perquisizioni svolte hanno permesso di sottoporre a sequestro gli attestati professionali contraffatti, in possesso agli indagati, con i quali hanno operato all’interno di strutture Socio Sanitarie ed Assistenziali in assenza di specifiche competenze. Tale sequestro assume un particolare rilievo anche in ragione dell’evoluzione giuridica che la qualifica della professione di Operatore Socio Sanitario (O.S.S.) ha avuto con l’entrata in vigore della Legge 11 gennaio 2018, n.3 (c.d. Legge Lorenzin). I possessori degli attestati, infatti, avrebbero potuto avere un illegittimo accesso ai corsi di formazione per il conseguimento della nuova figura professionale, che è stata inclusa tra le professioni socio-sanitarie proprio dalla novella normativa. Gli indagati nell’inchiesta sono complessivamente 103 e dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, falso e sostituzione di persona.

7 marzo 2018 0

Sorpreso con 1 Kg di hashish, arrestato giovane spacciatore di Sora

Di admin

SORA – Ieri mattina gli agenti del commissariato di Sora hanno arrestato un giovane del posto che è stato trovato in possesso di un importante quantitativo di sostanza stupefacente.

L’attività, posta in essere con il prezioso aiuto di un’unità cinofila, ha comportato l’esecuzione di una perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire quasi 1 kg di hashish e piccoli quantitativi di cocaina e marijuana.

Sono stati rinvenuti inoltre materiali atti al confezionamento dello stupefacente e un bilancino di precisione, tutti elementi suffraganti l’attività di spaccio.

Il giovane, su disposizione del P.M. di turno della Procura della Repubblica di Cassino, è stato posto agli arresti domiciliari.