Giorno: 8 marzo 2018

8 marzo 2018 0

Prigionieri del Tevere, due senza tetto salvati dai vigili del fuoco

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

ROMA –  Alle ore 18 di oggi i vigili del fuoco di Roma sono intervenuti sul fiume Tevere sponda destra, altezza Ponte Palatino, per due clochard che si trovavano in difficoltà a seguito dell’innalzamento fiume Tevere. Sul posto una Squadra dei vigili del fuoco e Sommozzatori.

I Sommozzatori prontamente intervenuti hanno recuperato le persone che si trovavano sopra un ripiano in legno, posto all’interno della cloaca maxima.

Le due persone di sesso maschile (età circa 30 anni, ma non identificati) sono stati recuperati e trasportati con un battello speleo, verso la banchina e affidati al persone di squadra dei pompieri e al personale sanitario del 118.

 

8 marzo 2018 0

Cisterna di Latina, Antonietta Gargiulo sa della morte delle figlie. Domani i funerali ma senza di lei

Di admin

CISTERNA DI LATINA – Antonietta Gargiulo, la 39enne ferita a Cisterna di Latina il 28 febbraio dal marito carabiniere Luigi Capasso da cui si stava separando e che ha poi ucciso le due figlie per poi suicidarsi, è stata informata della morte delle sorelline.

A comunicarle la tragica notizia sono stati alcuni familiari insieme ad un team di psicologi dell’ospedale San Camillo dove è ricoverata.

La donna sarà seguita costantemente dagli psicologi: da ieri non è più sedata e si trova ancora nella terapia intensiva. A quanto si appreso, la donna non si ricordava quanto accaduto.

Le sue condizioni generali comunque vanno meglio ma resta in prognosi riservata appunto in terapia intensiva. Considerate le sue condizioni la donna non potrà essere al funerale delle figlie in programma domani alle 11 nella chiesa parrocchiale di San Valentino a Cisterna di Latina.

8 marzo 2018 0

Intercettato a Brindisi veliero con 48 migranti, arrestati 3 scafisti

Di admin

BRINDISI – L’imbarcazione sospetta è stata intercettata, martedì sera, al largo delle coste brindisine, dalle unità aeronavali degli assetti della Guardia di Finanza impegnate nell’operazione “THEMIS 2018” e dell’Agenzia FRONTEX coordinata, a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre (I.C.C.) istituito presso il Comando Operativo Aeronavale Guardia di Finanza di Pratica di Mare (RM) e in Puglia, dal Gruppo Aeronavale di Taranto. In particolare, alle 20.00 circa di martedì scorso, i finanzieri di un pattugliatore d’altura insieme ai militari delle vedette veloci del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari procedevano al controllo di un veliero, accertando la presenza di numerosi migranti sottocoperta, all’interno delle cabine di bordo. Il veliero monoalbero, della lunghezza di circa 15 metri, di colore blu, battente bandiera tedesca, denominato “Nordster”, veniva condotto presso il porto di Brindisi, dove giungeva nella mattinata di ieri alle ore 02.30 e sottoposto a sequestro. In banchina, era già pronto il dispositivo di accoglienza, anche sanitario predisposto dal Piano Prefettizio e attivato a cura del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Brindisi, in coordinamento con la locale Prefettura e Questura.

I 48 migranti di nazionalità curda e Kosovara, di cui 30 uomini, 6 donne e 12 bambini sono stati condotti presso il locale Centro d’accoglienza di Restinco (BR). All’esito degli approfondimenti di polizia giudiziaria, svolti congiuntamente dai militari della Sezione Operativa Navale e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Brindisi, i tre skipper, V. S. di 49 anni, S.H. di 44 anni entrambi di nazionalità Ucraina e I.K. di 37 anni di nazionalità Russa, venivano arrestati per favoreggiamento all’immigrazione clandestina e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. L’operazione aeronavale della scorsa notte, condotta dalle unità aeronavali delle Fiamme Gialle, è l’ulteriore conferma dell’efficienza del dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza quale “polizia del mare”, a contrasto dei traffici illeciti rivolti verso le coste nazionali e dell’Unione Europea.

8 marzo 2018 0

Verrà presentato domani in Provincia il libro di Riccardi “Col laccio sulle Forche”

Di admin

FROSINONE – Si terrà venerdì 9 marzo, presso il salone di rappresentanza della Provincia di Frosinone la presentazione del libro “Col laccio sulle forche” di Fernando Riccardi, edito dall’Associazione Pama.

Un volume che mette in luce la vicenda storica dell’attività carbonara nella zona della Valle del Liri e soprattutto di Roccasecca. In particolare vengono ricordate le storie di Raffaele Giovinazzi e Benedetto Patamia, carbonari che si sono immolati per inseguire l’ideale di libertà e democrazia.

A fare gli onori di casa insieme al presidente del Consiglio Provinciale e delegato alla Cultura Luigi Vacana ci sarà il consigliere Antonio Di Nota. Con loro la presidente dell’Associazione “Pama” Cristiana Martini e Patrizia Delli Colli che dialogherà con l’autore.

“Un appuntamento assolutamente importante per conoscere ed approfondire la storia del nostro territorio – sottolineano Vacana e Di Nota – una storia che non va dimenticata e anzi andrebbe portata nelle scuole per permettere ai nostri ragazzi di conoscere più da vicino le proprie origini”

Appuntamento per questa importante iniziativa venerdi 9 marzo alle ore 17 presso il salone dell’Ente di Piazza Gramsci.

8 marzo 2018 0

Un concerto di pianoforte in ricordo del M° Pio Di Meo, sabato alla biblioteca “P. Malatesta”

Di redazionecassino1

CASSINO – Ricordare il M° Pio Di Meo, grande promotore di cultura musicale corale e strumentale nel Cassinate, questo lo scopo del Il concerto di Pianoforte, promosso dall’Associazione culturale e musicale “Pio Di Meo Onlus”, con il patrocinio del comune di Cassino, giunto alla sua II edizione, in programma sabato 10 marzo alle ore 18, presso la biblioteca “P. Malatesta” a Cassino.

Un evento di alto valore culturale, che oltre ad onorare la memoria e la figura umana ed artistica del compianto M° Pio Di Meo, ha in sé la piccola ambizione di diventare un Evento Annuale nel panorama culturale di Cassino.

Il concerto sarà tenuto dal M° Giovanni Battista De Simone che ha conosciuto e frequentato fin dall’età di 16 anni il Maestro Di Meo. Da lui ha appreso, nel corso dei suoi studi musicali pianistici e corali, un importante metodo di studio e di cura della res musica rilevarndo la validità sullo strumento e sul Coro di Cervaro, che il M° Di Meo ha guidato per diverso tempo con abnegazione impareggiabile.

Il concerto è un vero e proprio Recital in cui saranno eseguiti brani appartenenti alla Letteratura pianistica del tardo Barocco e del Romanticismo, spaziando dalla grande musica di J. S. Bach a L. V. Beethoven, W.A. Mozart, F. Chopin e F. Mendelssohn.

E’ previsto anche un intervento canoro del Coro Polifonico “Maria SS. De’ Piternis” di Cervaro.

Un programma breve ma intenso, che intende ricordare la figura del M° Di Meo, attraverso alcuni brani che il coro ha appreso e perfezionato sotto la sua guida dal 1994 al 2008.

 

8 marzo 2018 1

Ombrelli rossi su via Sferracavallo a Cassino per segnalare il pericolo buche

Di admin

CASSINO – Un ombrello rosso, nastro bianco e rosso e, per gli automobilisti che proprio non volessero vedere il pericolo, anche le borchie di rute.

Con questo genuino ma efficace sistema in via Sferracavalli a Cassino, qualcuno ha evitato altri pneumatici spaccati, braccetti e semiasse rotti.

La situazione delle strade dovunque, ed anche nel cassinate è da allarme. Non solo i danneggiamenti, il manto stradale reso impercorribile in diversi tratti è spesso causa di incidenti.

Evitare buche, magari a velocità sostenuta, infatti, significa invadere la corsia di marcia opposta e le conseguenze si pagano a caro prezzo.

Ermanno Amedei

8 marzo 2018 0

Deteneva armi risalenti alla II Guerra Mondiale, 77enne arrestato dai Carabinieri

Di redazionecassino1

VALLEROTONDA – Deteneva armi risalenti alla seconda Guerra Mondiale nel garage si casa un pensionato del piccolo comune cassinate. Nel corso dei servizi preventivi e repressivi di reati in genere, predisposti nell’ambito del territorio di quella Compagnia, i militari della Stazione di Picinisco, in collaborazione con quelli della locale Stazione, hanno rinvenuto le armi e tratto in arresto un 77enne residente nel piccolo comune, per il reato di detenzione illegale di armi e munizioni.

Nel corso di una perquisizione domiciliare, i militari operanti rinvenivano in un garage sottostante un palazzo, perfettamente funzionanti, una bomba a mano Mod. MK2 unitamente ad una cartuccia tracciante, risalenti al secondo conflitto mondiale.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato richiesto l’intervento del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma, per la messa in sicurezza ed il successivo brillamento dell’ordigno.

Quanto rinvenuto, illegalmente detenuto, veniva sottoposto a sequestro.

L’arrestato, veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

foto repertorio

8 marzo 2018 0

Sorpreso a Veroli con un etto di Marijuana, arrestato 26enne di Frosinone

Di admin

VEROLI – I carabinieri di Veroli hanno arrestato un 26enne di Frosinone, incensurato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

il giovane controllato nel centro della cittadina ernica, sottoposto a perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di circa un etto di marijuana, già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio nonché la somma in contanti di 420 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

La successiva perquisizione domiciliare, ha consentito agli uomini del maggiore Gabriele Argirò e del Maresciallo Giovanni Franzese di rinvenire ulteriori 11 grammi di analoga sostanza e materiale vario atto al confezionamento.

L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo, mentre il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Nei suoi confronti è stato, inoltre, avanzata la proposta del rimpatrio con F.V.O. con divieto di ritorno nel comune di Veroli per tre anni.

8 marzo 2018 0

Due cuori e una capanna dello spaccio a Piedimonte, arrestato lui e denunciata lei

Di admin

PIEDIMONTE SAN GERMANO – Questa mattina i carabinieri di Piedimonte San Germano comandati dal maresciallo Santino Messore e i colleghi del NORM della Compagnia di cassino, comandati dal capitano Ivan Masatromanno, in esecuzione dell’ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino hanno arrestato un 42enne del luogo, già censito per estorsione, truffa, furto, usura e stupefacenti, per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.  Per gli stessi reati veniva deferita in stato di libertà anche la moglie dell’arrestato, 38enne, già censita per stupefacenti, furto, e ricettazione.

L’indagine trae origine da un’attività info-investigativa che permetteva di individuare, in maniera sempre più consistente, un movimento di persone attorno alla casa della coppia

I militari, quindi hanno cominciato a controllare il via vai di persone constatando che si trattava in larga parte di consumatori di droga della zona e, nel corso delle indagini, è stato verificato anche la cessione di dosi di eroina e cocaina. Nella circostanza, sono stati segnalati, alla competente Prefettura, altri 4 soggetti quali assuntori di sostanze stupefacenti. L’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino.

8 marzo 2018 0

Diserbanti per agricoltura irregolari sequestrati in rivendite di Aprilia e Anagni

Di admin

ANAGNI – Oltre 340 confezioni di prodotti fitosanitari, diserbanti, di varie tipologie e formulazioni, per un valore di oltre 8 mila euro sono state sequestrate dai carabinieri del Nas di Latina in due rivendite di prodotti per l’agricoltura, una ad Aprilia, l’altra ad Anagni.

I prodotti sequestrati non potevano essere commercializzati ed usati in quanto alcuni privi di etichettatura conforme alla normativa vigente ed altri con autorizzazione revocata dal Ministero della Salute.

Per tale motivo ai responsabili delle due attività commerciali sono state contestate specifiche violazioni amministrative, sanzionate con una cifra complessiva che supera i 15mila euro.