Giorno: 14 marzo 2018

14 marzo 2018 0

Aglio per nascondere l’odore dell’hashish, a Roma sequestrati 640 kg di dorga

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); ROMA – Nella giornata di ieri, i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno arrestato, in flagranza di reato, tre persone di nazionalità italiana e rumena, tutte coinvolte, a vario titolo, nel trasporto e stoccaggio di oltre 640 chilogrammi di hashish. Più nel dettaglio, nell’ambito delle attività di controllo economico del territorio e in attuazione del dispositivo di contrasto ai traffici illeciti, i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Colleferro – nella circostanza impegnati nel comune di Roma, anche al fine di garantire un interscambio professionale suggerito dall’operare in aree a più alta densità abitativa – hanno intercettato l’ingente partita di stupefacenti proveniente dall’estero e, verosimilmente, destinata al florido mercato illecito capitolino. La droga viaggiava in contenitori con cui, in all’apparenza, si trasportava aglio forse anche per camuffare l’odore. Un espediente che non ha funzionato con il fiuto dei finanzieri.
14 marzo 2018 0

Scoperti a Roma i “gestori” delle prostitute nigeriane nella zona industriale di Frosinone  

Di admin

FROSINONE – Avevano la sede alla Borghesiana a Roma e le portavano a prostituirsi sull’asse attrezzato a Frosinone. La “gestione” delle giovanissime nigeriane che si prostituivano in via Vona è stata ricondotta, grazie ad una indagine della polizia Locale di Roma Capitale, ad una organizzazione di nigeriani che hanno sede nella capitale.

Nove mesi di complesse indagini, appostamenti e strumenti tecnici, hanno condotto la polizia locale di Roma Capitale, a fare irruzione questa mattina, su disposizione della Procura della Repubblica di Roma, in un appartamento in zona Borghesiana al fine di acquisire il materiale probatorio su un’organizzazione Nigeriana dedita allo sfruttamento della prostituzione.

L’operazione, tutt’ora in corso, ha alzato un velo sull’inquietante storia delle ragazze su strada (considerate parti offese), che, come emerso dalle indagini, venivano vendute, alcune delle quali minori, dalle stesse famiglie od offerte come risarcimento per debiti non pagati in patria, all’organizzazione criminale. Sul territorio italiano, la gestione delle ragazze era affidata a maitresse di sesso femminile, che ne curavano contabilità e controllo, mentre agli affiliati di sesso maschile, erano affidati i compiti punitivi in caso di inadempienze.

In collaborazione con gli operatori del programma “Roxane”, che si occupa di protezione alle vittime della tratta, questa mattina i caschi bianchi, coordinati dal Vice Comandante del Corpo Lorenzo Botta, hanno provveduto a rendere finalmente libere le ragazze, sequestrando i libri contabili della banda e la somma di 8.000 euro in contanti. Alle ragazze, che per non dare nell’occhio venivano fatte prostituire a Frosinone, oltre alle violenze fisiche, subivano intimidazioni e minacce di riti Vodoo, che ha reso necessario il supporto psicologico nella successiva fase di assistenza alle stesse.

14 marzo 2018 0

Approfitta di un disabile di Frosinone per fargli sottoscrivere un finanziamento da 13mila euro

Di admin

FROSINONE – Approfitta di un disabile e gli fa sottoscrivere un finanziamento per 13.500 euro. A chiedere l’intervento della polizia di Frosinone è stato lo stesso disabile non appena si è accorto del raggiro.

Gli agenti della squadra volante immediatamente giunta nella casa dell’uomo ha raccolto la sua denuncia.

Gli agenti hanno ricostruiscono la vicenda ed individuano il truffatore, un ultracinquantenne noto alle Forze dell’Ordine.

Inutili le giustificazioni dell’uomo, che riconduce l’episodio ad un mero equivoco: i poliziotti lo hanno denunciato per truffa.

14 marzo 2018 0

Violenza sulle donne, arrestato 28enne di Ausonia

Di admin

AUSONIA – L’allerta femminicidio resta alta e i provvedimenti cautelari, in casi di particolare pericolo non tardano a scattare.

Lo sa bene un 28enne di Ausonia, già noto per furto e fatti di droga, ma soprattutto per maltrattamenti in famiglia che è stato arrestato per in ottemperanza all’ordinanza della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. di Cassino. I carabinieri della compagnia di Pontecorvo comandati dal tenente Tamara Nicolai seguivano attentamente la situazione tra lui e la sua ex compagna.

Gli accertamenti dei carabinieri hanno permesso di evidenziare numerosi episodi di maltrattamenti che hanno delineato la sua condotta delittuosa per la quale, il prevenuto, già nel mese di marzo dello scorso anno, era stato sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna con prescrizione di non avvicinarsi ad almeno 300 metri, nonché il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con la vittima.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

14 marzo 2018 0

Rischio intonaci nei piatti in mensa della scuola materna a Cassino, multata ditta

Di admin

CASSINO – La mensa della scuola materna non è in regola e per il responsabile della ditta scatta una multa da 2mila euro. A comminare la sanzione sono stati i carabinieri del Nas di Latina comandati dal capitano Egidio Felice che, insieme ai loro colleghi della compagnia di Cassino comandati dal capitano Ivan Mastromanno, hanno proceduto all’ispezione di un laboratorio adibito a refezione scolastica, presso una scuola materna della città martire, gestito da una ditta avente sede legale in Albano Laziale (Rm).

Nel corso del controllo, gli operanti hanno rilevato che il soffitto e le pareti del laboratorio di preparazione dei piatti, presentavano distacco di pittura muraria; gli alimenti  erano scaricati a cielo aperto e senza alcuna protezione contro le intemperie e contaminazioni. Il legale rappresentante non era in grado di esibire la DIA sanitaria ed il manuale di autocontrollo aziendale HACCP e, la scheda di sanificazione, non era compilata e non risultava conforme.

Veniva accertato, altresì, la mancanza di un’area o contenitore idoneo  per la custodia di detergenti ed accessori per la pulizie e di un idoneo locale/spogliatoio per il personale addetto, in quanto i loro abiti venivano riposti in un attaccapanni posto all’interno del laboratorio adibito allo smistamento dei pasti.  Per le mancanze rilevate, al legale rappresentante della ditta, veniva comminata una sanzione amministrativa di euro 2mila di ammenda.

Foto repertorio

 

14 marzo 2018 0

Falsa perizia per chiedere il dissequestro del frantoio a Fondi, denunciato proprietario e geometra

Di admin

FONDI – Hanno presentato una falsa perizia con cui hanno ottenuto dal tribunale di Latina il dissequestro del frantoio a cui i carabinieri Forestali avevano apposto i sigilli per gravi irregolarità.

Si tratta di due persone, un geometra e il titolare del frantoio di Fondi, che i carabinieri del Nas di Latina hanno denunciato per frode processuale in concorso.

Gli accertamenti effettuati dagli uomini del capitano Egidio Felice presso la struttura produttiva, già sottoposta, intorno fine dell’anno 2013, a sequestro preventivo (ex art.321 C.P.P.) dagli stessi militari del Nas di Latina per la violazione di sigilli apposti in precedenza da personale del Corpo Forestale dello Stato (per avere scaricato abusivamente i reflui della lavorazione delle olive), hanno  consentito di appurare che il titolare del frantoio non aveva mai effettuato i lavori di adeguamento strutturale la cui esecuzione gli era stata intimata dall’Autorità Sanitaria, contrariamente a quanto attestato documentalmente. Gli indagati sono stati quindi accusati di aver redatto una falsa perizia e di averla presentata in Tribunale al fine di ottenere il dissequestro del frantoio.

 

14 marzo 2018 0

Incidente stradale in A1 su diramazione Roma Sud, muore automobilista

Di admin

ROMA – Incidente stradale dall’esito drammatico, questa mattina nel territorio di Torrenova. La tragedia si è consumata sull’A1 nella Diramazione Roma Sud dove due furgoni, un Ducato e un Mercedes cassonati e un’autovettura Ford Fiesta sono rimasti coinvolti nel sinistro.

Sul posto le squadre di vigili del fuoco di Roma i cui componenti hanno provveduto a liberare dalle lamiere il conducente privo di vita (sesso maschile, non identificato) dell’autovettura Ford Fiesta.

La corsia è stata chiusa per tutto il tempo dell’intervento.

14 marzo 2018 0

La puntura di Ultimo… alla solidarietà a senso unico

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Qualche giorno fa a Firenze un folle italiano ha ucciso un senegalese senza motivo. I drogati della solidarietà organizzarono subito una manifestazione a sostegno della comunità africana locale.

Ieri a Napoli un nigeriano in stato di alterazione psicologica ha ferito tre passanti con un coccio di bottiglia. Uno è molto grave.

Qualche anno fa, invece, un folle africano di nome Kabobo andò in giro per Milano con un machete ed uccise diverse persone. Quindi, a rigor di logica, ci aspettiamo anche delle manifestazioni di solidarietà a sostegno degli italiani indifesi”.

Ultimo