Mese: aprile 2018

30 aprile 2018 0

Rapinato 68 enne mentre sale in auto a Frosinone, caccia a due malviventi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Aggredito e rapinato mentre sale in macchina a Frosinone. E’ accaduto oggi pomeriggio alle 18 circa, in via Selva Casarino.

Due persone di cui la vittima non ha saputo dare la descrizione o elementi utili per le ricerche, armati di coltellino hanno rapinato l’uomo di 68 anni dopo averlo avvicinato nel mentre il malcapitato tornava alla propria autovettura.

A seguito di piccola colluttazione la vittima è stata ferita ad un dito. I rapinatori gli hanno portato via il portafogli con all’interno vari documenti e la somma di euro 25. Sul posto i carabinieri del Norm e Nucleo Operativo.

 

30 aprile 2018 0

Coppia di pusher in manette a Frosinone, sorpresi con un chilo di canapa indiana

Di admin

FROSINONE – Questa mattina, nell’ambito di servizi congiunti per la repressione in provincia dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti in provincia, nel perlustrare la zona tra Patrica e Supino, i militari del RONI del Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone e gli investigatori della Squadra Mobile della Questura notano una Volkswagen parcheggiata in modo sospetto, con a bordo una donna occupante il sedile anteriore lato passeggero. Si decide per un’attività di osservazione. Di lì a breve, arriva a piedi un giovane uomo, in possesso di un involucro di colore scuro: sale a bordo dell’auto, ingrana la marcia e si allontana velocemente dalla zona. Poliziotti e militari si pongono prontamente all’inseguimento del veicolo, intimando l’ALT: il conducente non demorde nel suo intento, accelera ulteriormente, per far perdere le proprie tracce. Vistosi “braccato”, decide allora di “abbandonare” l’auto e la donna , fuggendo a piedi, disfacendosi nel frangente dell’involucro , che viene prontamente recuperato – 96 ovuli , per un peso complessivo pari a grammi 978, 14; la sostanza è risulta positiva ai derivati della canapa indiana -. Bloccato anche il fuggitivo, che non si “arrende” e cerca di divincolarsi, scalciando e sgomitando. Un poliziotto rimane ferito. In ausilio giunge anche una pattuglia della Squadra Volante. Identificata la coppia di pusher: 39 anni lei, 33 lui, entrambi del Marocco. L’uomo dovrà rispondere anche di resistenza aggravata a Pubblico Ufficiale. In attesa del Giudizio direttissimo, il P.M. di turno ha disposto per entrambi gli arresti domiciliari.

30 aprile 2018 0

Cassino, nominata la nuova Giunta, due new entry Iannone (cultura) e Iadecola (commercio e attività produttive)

Di redazionecassino1

CASSINO – Nominata e presentata la nuova “Giunta D’Alessandro” al comune di Cassino. Sono bastati pochi giorni, al Primo Cittadino, per nominare i nuovi assessori. Molte le riconferme, come Papa all’urbanistica, Schimperna al bIlancio, Tauwinkelova all’ambiente e Leone riconfermato ai servizi sociali e personale.

Due le new entry l’ex consigliere comunale Maria Iannone, neo assessore alla cultura, che subentra a Nora Noury, indicata da Antonio Valente (Noi con l’Italia) e Chiara Iadecola, nuovo assessore con delega alle attività produttive, al commercio e all’industria, su indicazione di Rosario Franchitto (Fratelli d’Italia).

Restano da sciogliere i nodi della componente leghista in seno alla maggioranza, per conoscere i loro nomi occorreranno ancora alcuni gior A loro dovrebbero andare gli assessorati alla polizia locale e sicurezza appartenuti a Carmelo Palombo, che sembrerebbe fuori dalla nuova Giunta.

30 aprile 2018 0

Patrigno 80enne uccide il figliastro con un coltello

Di redazionecassino1

MONTEROTONDO – Ieri sera, verso le 22,30, a Monterotondo, via A. Moro n. 16, un uomo di 56 anni è morto dopo essere stato accoltellato da un 80enne, suo patrigno, al termine di una lite. L’80enne si era recato a casa del “figliastro” per chiarire una vicenda di natura economica, relativa al pagamento di alcune utenze.

Nasce una lite tra i due, il 56enne dà una testata all’80enne che reagisce accoltellandolo con un coltello che si era portato dietro e si allontana. Inutili i soccorsi del 118, il 56 enne è morto sul colpo.

Intervengono i Carabinieri della Compagnia di Monterotondo che in poco tempo rintracciano l’80enne e lo arrestano con le accuse di omicidio e porto abusivo di arma; si trova ora agli arresti domiciliari

30 aprile 2018 0

Razzia di sigarette e Gratta&Vinci nella tabaccheria di Pontecorvo, malviventi Con Audi A6 seminano carabinieri e polizia

Di redazionecassino1

PONTECORVO –  Hanno assaltato una tabaccheria di Pontecorvo scardinadone l’ingresso con un piede di porco. L’incursione è avvenuta la notte scorsa e i malviventi, una volta all’interno, hanno fatto razzie di stecche di sigarette e gratta e vinci per un totale di circa 8.000 euro. I due si sono quindi dileguavano a bordo di una Audi A6 di colore grigio scuro.

Immediatamente diramate le ricerche, i carabinieri della locale compagnia hanno predisposto posti di controllo su tutto il territorio. Poco dopo l’Audi è stata intercettata dalla pattuglia radio mobile che l’ha inseguita ma la potenza della vettura dei malviventi era superiore a quella degli inseguitori che sono riusciti a dileguarsi imboccando l’A1 in direzione Napoli.

Successivamente una pattuglia della Polsole l’ha nuovamente intercettata giunta al casello di San Vittore del Lazio ha sfondava le barriere dilegunadosi sulla SS 430 in direzione Rocca d’Evandro.

30 aprile 2018 0

Nell’ultima di regular season Veroli regala una perla, superando la Pass Roma 85-82

Di redazionecassino1

Nell’ultima gara interna della regular season, la Pallacanestro Veroli 2016 regala ancora una “perla” superando in volata una delle big del campionato.

La Pass Roma, infatti, si presenta al PalaRifard di Casamari con l’obiettivo di raggiungere la terza posizione, per consolidare l’ottima classifica in questo girone promozione. Deve però fare i conti con una Pallacanestro Veroli 2016 in pieno “assetto” Playoff, che sforna una prestazione perfetta dal punto di vista del gioco e con ben cinque uomini in doppia cifra, frutto di un sistema di gioco molto dinamico che coinvolge esterni ed interni nel migliore dei modi. Nel corso di tutta la gara, la squadra di Coach Celani ha, infatti, saputo rimontare prima e sorpassare poi, anche grazie ad un’attenta difesa, capace di variare molto anche nel corso dello stesso quarto di gioco. Come nella gara con Bracciano, la spinta maggiore è arrivata da un terzo quarto perfetto, sia in attacco che in difesa. Coach Celani ancora una volta affida le redini del gioco a Mauti, ben coadiuvato dai lunghi Vinci (16 punti e 12 rimbalzi) e Frusone (11 punti e 11 rimbalzi). L’ottimo movimento di palla consente ai ciociari di sfruttare al meglio i fratelli Fiorini (37 punti in coppia) che garantiscono esperienza e qualità nell’attacco dei giallorossi, con Velocci e Celani (ottime percentuali al tiro per i due) chirurgici ad entrare nelle rotazioni. Per la Pallacanestro Veroli 2016 arriva l’ennesima vittoria al sapore di playoff: un successo giunto grazie ad una ottima gestione di una gara sempre in bilico a dimostrazione dell’elevato tasso di esperienza della formazione di Coach Celani. La gara termina con il risultato di 85-82 per i giallorossi. Domenica 6 maggio, la Pallacanestro Veroli 2016 andrà in trasferta a Vigna Pia, gara utile per definire la griglia Playoff, che si preannunciano molto competitivi ed in cui la Pallacanestro Veroli 2016 potrà dire la sua contro ogni avversario.

PALLACANESTRO VEROLI 2016 85 – PASS ROMA 82 Tabellini: Fiorini M. 21, Fiorini G. 16, Mauti 2, Vinci 16, Velocci 11, Igliozzi n.e., Lella n.e., Frusone 11, Lauretti n.e., Celani D. 8. All. Celani G.
30 aprile 2018 0

Gara 1 Quarti di finale Playoff: la Virtus Cassino batte Olimpia Matera e si porta su 1-0

Di redazionecassino1

Un match al cardiopalma, divertente ed appassionante come gli addetti ai lavori avevano ampiamente preannunciato, quella andato in scena al PalaVirtus valevole per Gara 1 dei Quarti di finale Playoff tra la BPC Virtus Cassino e Olimpia Matera.

Ad aggiudicarsi il primo atto della sfida, sono proprio i lupi virtussini, che con la pazienza e la temperanza delle grandi squadre, hanno saputo archiviare in maniera eccellente la pratica lucana.

Si inizia con i soliti quintetti titolari per entrambe le formazioni: Panzini, Del Testa, Carrizo, Cena e Bagnoli da una parte, Dimarco, Terenzi, Migliori, Battistini, Ravazzani dall’altra.

La partita inizia con una penetrazione nel pitturato del capitano rossoblù Maurizio Del Testa ad aprire le danze, a cui risponde subito il playmaker ospite Dimarco in layup nell’area. Nel primo quarto regna l’equilibrio: dapprima la Virtus cerca di distanziare l’avversario, raggiungendo al 5’ con un tiro da oltre l’arco dei sei e settantacinque sempre di Del Testa servito ottimamente da Lorenzo Panzini, l’11-6, per poi farsi recuperare e sorpassare dalla squadra ospite grazie ad un superbo Battistini (8 punti nel solo primo quarto per l’ala-grande in maglia blu, ndc). È 18-20 il risultato al suono della prima sirena, in favore dell’Olimpia.

Vettese nel mini-intervallo scuote i suoi, e all’inizio della seconda frazione i lupi rossoblù entrano in campo decisamente con un’altra determinazione.

Bagnoli domina nel pitturato, Cena entra in partita e i tiri di Petrucci trovano quasi sempre il fondo della retina. È 26-13 il parziale del secondo quarto, e sono di conseguenza 11, le lunghezze di vantaggio con il quale la squadra padrona di casa va all’intervallo lungo.

Dagli spogliatoi, Matera esce con la voglia di rientrare nel match, arrivando fino al meno 8 del 25’, passivo che costringe Vettese a chiamare time-out.

Cassino trova in Bagnoli la sua ancora di salvezza sui tiri sbagliati e riesce così a tenere a distanza di sicurezza l’avversario. Al 29’ prima i due punti di Carrizo e poi la tripla di Terenzi, suggellano il 60-50 con cui si va al riposo prima dell’ultima frazione di gioco.

La Virtus, nel quarto periodo, prende il largo, Carrizo segna in post-basso, Petrucci dall’angolo realizza da tre punti e si arriva così a toccare il +15 al 32’. Matera non ci sta, e Cozzoli prova a suonare la carica sostenuto dall’MVP-ospite Migliori (20 punti per lui al termine della gara, ndc). Lo sforzo però dei due non basta, e al 35’ Cassino rimane sempre in vantaggio di 16 punti. Al 38’ le “V” benedettine toccano il massimo vantaggio con due punti nel pitturato di Cena (+20, ndc), e lo staff tecnico cassinate allora, alla prima pausa, coglie l’occasione per cambiare tutti i suoi uomini cardine, riuscendo a trovare nel finale di gara anche minuti per la sua panchina. Sul finale, è Banach che con due punti sancisce l’82-65 con il quale si conclude il match.

“Siamo 0-0” commenta un cauto Leonardo Manzari, DS della formazione benedettina, nel post-partita.

“Ho già avvertito i ragazzi di mantenere i nervi saldi e di non farsi prendere dall’entusiasmo perchè non abbiamo fatto praticamente niente. Devo fare però i complimenti a tutti, perchè abbiamo fatto sembrare a tratti semplice, una partita che in realtà era complicatissima. Matera è una signora-squadra, ha grandi giocatori e soprattutto atleti di grande esperienza, e c’è voluta una meravigliosa prestazione difensiva per portare il ‘foglio rosa’ a casa. Abbiamo tenuto una squadra che si aggira sugli 80 punti di media a partita, a quota 65, e devo fare di conseguenza i complimenti anche al mio staff tecnico che ha preparato in maniera impeccabile la gara. Adesso, però, concentrazione alta e testa a Gara 2, perchè giovedì a Matera ci aspetta un’altra battaglia, e i lucani vorranno sicuramente riportare la serie qui in casa nostra”.

“Sapevamo tutti benissimo quanto Matera fosse una squadra ostica” analizza nel post-partita l’ala piccola cassinate, Niccolò Petrucci.

“Abbiamo giocato in maniera impeccabile, superato un approccio alla partita non dei migliori, mettendo da parte il nostro ego, come ci aveva chiesto il coach, e facendo prevalere il nostro obiettivo comune: la vittoria. Ci aspetta adesso una gara in casa di una compagine che tra le sue mura ha una tradizione importante e sul quale tutti hanno fatto fatica anche in regular season a fare punti. Sarà fondamentale preparla bene come abbiamo fatto questa settimana e rimanere con i piedi per terra, perchè ancora non abbiamo conquistato niente. La nostra post-season è appena iniziata”.

Prossimo appuntamento, dunque, per la formazione cassinate, giovedì 3 maggio per gara 2 al PalaSassi di Matera.

 

30 aprile 2018 0

La NB Sora 2000 vince con la Virtus Fondi e si salva

Di redazionecassino1

Sora completa l’impresa battendo il Fondi, con il punteggio finale di 78-87, conquistando così una meritata salvezza.

La NB Sora 2000 completa l’impresa battendo la Virtus Fondi, con il punteggio finale di 78-87, conquistando così una meritata salvezza. Il +9 finale è frutto di una gara attenta dove una magistrale prova difensiva ha fatto la differenza. Tra i biancocelesti l’ottima prova del collettivo, che ha permesso di conquistare la terza vittoria nelle ultime quattro gare, è stata impreziosita dai 19 punti di Berardi ed i 18 di Ambrosino e Vona, senza dimenticare i vari Bulatovic, Stirpe, Di Prospero , Radonjic,, Favari Santucci, Castellucci e Alonzi.

Inizio gara tutto ad appannaggio dei padroni di casa che si portavano nel giro di un paio di minuti sullo 5-2, grazie alla maggiore aggressività difensiva, ma la reazione biancoceleste volsca non si faceva attendere e con un ottimo Vona e Ambrosino e le loro tre triple, lo svantaggio al 9′ veniva completamente ribaltato (24-29). Il Fondi provava a cambiare le carte in tavola affidandosi alla tripla di Lauri, in chiusura di quarto (27-29 al 10’).

In apertura di secondo periodo nove punti della coppia Stirpe-Bulatovic lanciavano Sorasul +9 (29-38 al 13′) ma i padroni di casa non mollavano di un centimetro e anche grazie ad un buon Romano e Di Manno rimanevano agganciati alla partita (39-47 al 18′), dimostrando di voler vendere cara la pelle. La terza tripla di Di Manno riportavano a tre i possessi di vantaggio della Virtus Fondi (44-47 al 19′) impattando subito dopo con i canestri di Romano(47-47) che però non poteva concedersi passaggi a vuoti, perchè puniti regolarmente dai ragazzi di coach Ortenzi, con la tripla di Berardi sempre sul pezzo, andando negli spogliatoi, sul riposo lungo, sul punteggio di 47-50.

Al ritorno in campo dopo la pausa lunga si arriva al pareggio locale per poi avere la reazione ospite con Bulatovic e Berardi, permettendo all’NB Sora di allungare nuovamente (51-57 al 22’). Fondi trovava in Refini la sua ancora di salvezza (54-59 al 24’), mentre in attacco, gli ospiti trovavano con facilità la via del canestro. Padroni di casa, che nel frattempo avevano abbassato le percentuali al tiro, dando il via alla supremazia ospite con Ambrosino Vona e Berardi. Ed era proprio la sequenza dei canestri del biancoceleste ciociaro a fissare il +11 (63-74 al 28’30). Vantaggio mantenuto praticamente inalterato fino al 30′ chiuso sul 65-76.

Negli ultimi 10′ bisognava aspettare più di due giri di lancette prima di vedere un canestro. Era Gianluca Stirpe il primo a muovere il punteggio grazie ad un tiro in sospensione (65-78). Per il primo canestro dei padroni di casa bisognava aspettare invece altri tre minuti grazie ad un viaggio in lunetta concluso con un 1 su 2 di Defreitas (66-78).

Il peso della posta in palio raffreddava le mani ed il gioco ne risentiva. Due fiammate di Stirpe e Ambrosinoi, che nel giro di un minuto segnava due volte dalla distanza, (76-84 al 37′) dando con il +8, il vantaggio sorano. Romano provava a tenere viva la partita (78-85 al 38′) ma Fondi non ne aveva più. Sora alzando ancora di più l’intensità difensiva costringeva alla resa i tirreni, fino al +9 (78-87) di fine gara che stava a significare salvezza… una meritata salvezza.

Oasi di Kufra Fondi 78 – N.B. Sora 2000 87

Parziali: 27-29 / 20-21 / 18-26 / 13-11

Oasi di Kufra Fondi: Refini E. 2, Romano 16, Spagnuolo n.e., Refini G. 18, Lauri 3, Avallone 9, Di Manno 15, Defreitas 15, Centra n.e.; Coach: Di Fazio

N.B. Sora 2000: Santucci 0, Stirpe 10, Favari 0, Castellucci 0, Alonzi 0, Di Prospero 9, Radonjic 0, Berardi 19, Vona 18, Bulatovic 13, Ambrosino 18; Coach: Ortenzi. Ass Berardi.

30 aprile 2018 0

Ricercato in Albania, 34enne arrestato sull’A1 a Cassino

Di admin

CASSINO – Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nel corso di servizi di vigilanza in ambito autostradale, ferma un’utilitaria, con il solo conducente a bordo.

Dal controllo documentale, effettuato attraverso i canali della Sala Operativa Internazionale della Direzione Centrale di Polizia Criminale, emerge  che l’uomo, un 34enne albanese, risulta essere ricercato in banca dati dell’Interpol, poiché destinatario di mandato di arresto europeo  ai fini estradizionali verso l’Albania per il reato di lesione. Dopo la conferma dello SCIP – Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia della Criminalpol – gli agenti hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione ed avviato le procedure per l’estradizione.

Il 34enne è  stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino, a disposizione del Presidente della Corte di Appello di Roma.

30 aprile 2018 0

La puntura di Ultimo… a Francia, Germania e Inghilterra

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Francia, Germania e Gran Bretagna avvisano Trump: nessun dazio americano sulle merci europee o l’ Europa si difenderà. Rimane da capire chi gli ha detto di poter rappresentare anche l’Italia, la Spagna, la Polonia ed altre 21 nazioni. La Gran Bretagna poi ha pure le valige in mano….”

Ultimo