Giorno: 26 aprile 2018

26 aprile 2018 0

Tutto pronto per la sesta edizione del rally Terra di Argil,

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

POFI – Ancora qualche giorno per iscriversi alla gara, ed inizierà il conto alla rovescia per la manifestazione della piccola città dei fiori della provincia di Frosinone. Quest’anno, la competizione promossa con passione dallo staff della Rally Game staccherà il cartellino della sesta edizione. Una crescita di anno in anno, quella del rally pofano, da semplice ronde, oggi è un rally nazionale con validità per il campionato regionale rally.

Il giorno 30 aprile, scadranno i termini per iscriversi al rally, ad oggi sono vari gli equipaggi che hanno dato adesione per partecipare alla seconda gara  della stagione 2018 in provincia di Frosinone. La Rally Game, quest’anno  ha mantenuto la formula “ dei due giorni” con le due  prove il sabato sera nei pressi del centro cittadino  di Pofi, poi domenica nove i tratti in programmi con tre prove da ripetere tre volte.

Confermate i tratti nei comuni di Pofi  denominato “ Le Fontane “ di chilometri 6,600 metri e di Castro Dei Volsci  “ Ezio Palombi” di circa sette chilometri. A questi, si aggiunge la novità, il tratto cronometrato di Arnara “ Le Sterpare” di circa 6 chilometri. Proprio con l’ingresso di quest’ultima ps  la gara assumerà il memorial di altri due rallysti Benedetto D’Avelli e Giuseppe Roma.

Tra gli iscritti figurano l’emiliano Marco Cappi, il veneto Lino Acco ed una folta schiera di piloti ciociari,  non sono esclusi altri equipaggi da fuori regione con le R5. Confermato il secondo trofeo Argil  associato ai vincitori delle varie classi, oltre che la lotteria abbinata alla gara.

26 aprile 2018 0

Cadavere rinvenuto nell’Aniene, si tratta di un uomo ma ancora da identificare

Di admin

ROMA – Il corpo senza vita di un uomo è stato ritrovato questa mattina nel fiume Aniene altezza di ponte Delle Valli, sulla sponda sinistra.

Alle 11.30 circa due squadre dei vigili del fuoco di Roma dei nucleo sommozzatori e una squadra di terra della sede Nomentano del comando dei vigili del fuoco di Roma erano sul posto e hanno recuperato la salma di un uomo di media età.

Poco si conosce di luio ma si ipotizzi si tratti di un uomo di nazionalità rumena. Recuperata la persona e stata consegnata agli organi competenti sul posto.

26 aprile 2018 0

Per due volte in due giorni fermato e denunciato ricettatore a Cassino

Di admin

CASSINO – Lo scorso fine settimana, operatori appartenenti alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino nel tratto compreso tra il Km.672 e 674 della A/1 territorio comune di  Cassino, procedevano a distanza di due giorni al fermo  rispettivamente di una Fiat Panda con due persone  a bordo ed  una Ford Fiesta  con solo una persona .

In entrambi i casi quale autista, vi era D.S.G di anni 38 nato e residente nel napoletano, ed il biglietto di entrata autostradale era sempre il casello di Orte.

Poiché dalla banca dati risultava che il fermato avesse svariati precedenti di Polizia oltre che l’obbligo di dimora nel comune di Afragola, si decideva di procedere alla perquisizione dei veicoli.

Infatti all’interno dell’abitacolo e nel vano portabagagli di entrambe le autovetture, veniva rinvenuta merce del tipo alimentare come formaggi, bottiglie di liquore nonché cosmetici, batterie, colla ecc. risultata poi provento di vari furti presso supermercati nelle zone limitrofe ad Orte.

Gli agenti chiedevano contezza circa la provenienza della merce trasportata e poiché sia D.S.G. che la trasportata della Fiat Panda P.A. nata a Napoli di anni 26, non ne giustificavano il possesso, e ritenendo quindi che la merce fosse di illecita provenienza, venivano denunciati per ricettazione alla competente A.G .

Il valore totale della merce sequestrata ammontava a 5.000 euro.

26 aprile 2018 0

Bici Scuola 2018 ad Atina, gli agenti della stradale incontrano 120 studenti della Media

Di admin

ATINA – Questa mattina il personale della Sezione Polizia Stradale di Frosinone è intervenuto presso l’Istituto Comprensivo di Atina (FR) dove, alla presenza di circa 120 studenti della Scuola Media si è svolto un incontro nell’ambito del progetto “BICI SCUOLA 2018”.

L’evento è stato inserito alla conclusione di una serie di lezioni pratiche e didattiche volte all’avvicinamento tra il mondo delle biciclette e il loro regolare utilizzo da parte dei giovani.

La Polizia Stradale, sempre sensibile a svolgere ogni attività diretta all’educazione e sicurezza stradale ha fornito le nozioni necessarie per l’utilizzo dei velocipedi in maniera corretta, sui vari dispositivi di sicurezza in uso sulle bici e sui comportamenti pericolosi e da evitare nella circolazione su strada che, troppo spesso, sfociano nel verificarsi di incidenti stradali.

Il personale della Sezione Polizia Stradale di Frosinone, dopo la presentazione di alcuni filmati, ha sensibilizzato la platea degli studenti sull’osservanza delle norme del Codice della Strada come primo strumento di tutela per i ciclisti.

Comportamenti di guida sbagliati e pericolosi, anche in bicicletta possono provocare eventi negativi, mentre semplici accortezze, anche se non obbligatorie come l’uso del caschetto da ciclista o le “bretelle fluorescenti” per rendersi più visibili danno agli utenti della strada la possibilità di circolare con più sicurezza.

Gli operatori della Polizia Stradale al termine della manifestazione hanno risposto alle domande rivolte dagli studenti ed dagli insegnanti sui vari argomenti trattati e sulla base anche di esperienze fatte durante l’utilizzo delle loro biciclette.

Per concludere, l’impegno della Polizia Stradale è sempre volto a fornire il proprio contributo in tali manifestazioni in quanto si è consapevole che: viaggiare in sicurezza, con prudenza e tranquillità devono costituire il bagaglio che ogni utente della strada deve portare sempre al seguito in ogni spostamento.

26 aprile 2018 0

AUDIO/2 – Azzerata la giunta a Cassino, D’Alessandro: “7 giorni, o si fa come dico io o si torna a casa”

Di admin

CASSINO – (continua)  La situazione debitoria di Cassino analizzata dal sindaco D’alessandro che oggi ha azzerato la giunta “E’ – dice – una spada di Damocle sulla città, non su questa amministrazione perché il dissesto non è targato D’Alessandro. D’Alessandro ha le palle per dichiarare il dissesto, ma certo non sarà lui a doverselo imputare o ascrivere. E’ con questo devo avere a che fare perché io ho intenzione di governare questa città con coraggio, anche il coraggio di dichiarare il default se serve. Chi ha voglia di aiutare Cassino faccia un passo avanti; i gruppi consiliari facciano un passo avanti verso Cassino perché, signori, altrimenti io torno al mio lavoro. Non ho nessuna difficoltà a farlo, proprio perché sono un uomo e capace, quel lavoro io l’ho meritato. Non mi è stato regalato da nessuno. Ne mi è stato dato per successione diretta. L’ho conquistato arrivando 39esimo su 2mila candidati, selezionati con concorso pubblico”.

LE ELEZIONI  LE HO VINTE IO

“Ricordando che se siamo qua ad amministrare è perché le elezioni le ho vinte io. I voti al di sopra delle liste li ho presi io, perché al ballottaggio ci sono andato io e io ho vinto il ballottaggio”.

SETTE GIORNI PER TROVARE NUOVA GIUNTA, ALTRIMENTI “AMEN”

“Allora mi prendo con i gruppi consiliari sette giorni di tempo per definire quali possono essere i nuovi membri della giunta. Se in questi giorni gli equilibri non si trovano, decido io, e la mia decisione non va bene, amen, si torna a casa. Competenza e presenza, queste le caratteristiche che devono avere gli assessori perché questo è un lavoro serio, non è uno scherzo”.

(fine)

Leggi precedente

26 aprile 2018 0

Riaperta la biblioteca a Piedimonte S.G, prima giornata della cultura

Di redazione

È stata riaperta oggi la biblioteca comunale di Piedimonte San Germano. Uno spazio dove tutti potranno liberamente e gratuitamente consultare o chiedere in prestito dei volumi, assistiti da un addetto, e usufruire anche della luminosa e spaziosa sala lettura. La biblioteca si trova nei locali della struttura polivalente di via Decorato ed è aperta tre volte a settimana. La riapertura della biblioteca coincide a Piedimonte con la prima giornata della cultura. Proprio oggi, infatti, prima del taglio del nastro, c’è stato un convegno tutto dedicato all’importanza della lettura, della cultura e dei libri durante il quale sono stati coinvolti i ragazzi delle scuole medie che hanno raccontato la propria esperienza con la lettura. È stato per l’occasione presentato anche il libro “il regalo dell’Olmo” di un ex bibliotecario provinciale, Antonio Camilli. Un volume che è stato illustrato anche agli alunni delle scuole medie per riflettere sull’importanza degli alberi e del rispetto della natura. Hanno preso parte all’incontro la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Piedimonte, la professoressa Maria Rosaria Graziani, il dottor Mario Bellini, endocrinologo, docente di informatica biomedica presso Uniclam ed ex assessore alla cultura, poi gli amministratori comunali Leonardo Capuano, Marialisa Tomassi, Vincenza De Bernardis e Nunzio Di Palma, il sindaco di Gioacchino Ferdinandi e il sindaco di Aquino Libero Mazzaroppi. Presenti anche l’ex assessore Mario D’Alessandro, il comandante della polizia municipale Antonio De Luca, Elio Solla e delegazioni di alcune associazioni locali. Ha moderato il dibattito Natalia Costa.

26 aprile 2018 0

AUDIO/1 – Azzerata la giunta a Cassino, D’Alessandro: “Segreterie di partito fuori dal palazzo”

Di admin

CASSINO –  “Ero contrario all’azzeramento dell’esecutivo di questo comune però alla luce di un’intervista che è stata rilasciata ieri, da quello che è il mio vice sindaco stavolta sono io che vado avanti e faccio mia la richiesta di annullamento della giunta”.

Lo ha detto il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro in una conferenza stampa sfogo mostrando i decreti di revoca di quelli che sono ormai i suoi ex assessori. “La Giunta da oggi è azzerata – dice D’Alessandro e ne spiega i motivi –  Sono stato insultato per la questione relativa alla trasparenza. Però, visto che mi si accusa di non essere trasparente… questa è la famosa lista della spesa, che io ho cestinato. Io nasco uomo e morirò uomo e questa (dice sventolando quella che lui ha chiamato lista della spesa – ndr) è figlia di un tipo di cultura che non mi apparterrà mai, e chi ha quel tipo di cultura se ne deve fare una ragione”.

ASSESSORI NON DEVONO ESSERE TURISTI PER CASO

“La giunta iniziale nata da accordo politico, perché io i patti li mantengo. Ma la mia missione è quella di governare la città dandole una giunta onorevole e soprattutto composta da uomini e donne disposte anche a rinunciare; così come ho fatto io che ho rinunciato al mio lavoro per fare H 24 l’assessore in questo Comune e come h 24 faccio il sindaco. Gli assessori sono miei delegati e non mi possono portare solo problemi. E’ ovvio che io non sia contentissimo della giunta che ho; non si può venire qua a fare i turisti per caso o per sempre e non ci si può permettere di venire a dirmi che io non sono trasparente. Perché io non sono uno specchio ma una lastra di vetro; lo specchio riflette, la lastra di vetro ti fa vedere quello che c’è dietro”.

SEGRETERIE DI PARTITO FUORI DAL PALAZZO

“Sia ben chiaro che darò il giusto peso politico a tutti i gruppi consiliari ma con una raccomandazione: non accetto ne diktat ne imposizioni. Mi deve essere fornita rosa di nomi di alto profilo, ne parlerò con i gruppi consiliari e si deciderà su persone che ci mettano la faccia insieme ai consiglieri comunali che la faccia già ce la stanno mettendo in consiglio comunale. Per cui fuori da queste logiche, le segreterie di partito provinciali e territoriali”.

I PROBLEMI DELLA CITTA’

“Nel momento in cui valuto quello che mi si sta lasciando: i  problemi dei 35 ausiliari, i problemi della città che sono difficili da risolvere, nel momento in cui io tutti i giorni mi devo confrontare con questo (mostra le carte) che è l’elenco di ciò che non è stato pagato in questo comune, perché quando parlo di default non parlo di “al lupo al lupo”, parlo di una sentenza che se non viene firmata una transazione è esecutiva, la sentenza cogenium che sono 700 euro solo di capitale, la sentenza Turriziani, (che risale al) 1996, stavo disegnando la mia tesi all’epoca, di un 1,7 milioni di euro, sentenza Sibba, 400 mila euro, sentenza Matassa 300mila euro, Acea su depurazione che non l’ho non pagata io; all’epoca mia madre e mio padre pagavano le bollette. Non l’ho non pagata io. Poi le parcelle professionali di cui non c’è la copertura; facciamo una differenza tra quelle di cui è prevista una copertura perché previsto interno del budget di quel lavoro: se il lavoro vale dieci, sarà previsto lo 0,5 per parcelle professionali così come è previsto dalla legge, quella parcella sta all’interno del lavoro ed è coperto; questa è roba non coperta. Enel energia – continua ad elencare – 610 mila euro, sentenza corte dei conti sui diritti dell’uomo, la causa Acqua Campania” e fa lunga lista di transazioni.

(1 – continua)

articolo successivo

 

26 aprile 2018 0

D’Alessandro azzera la Giunta: “Ognuno avrà il giusto peso politico, ma non accetto diktat”

Di redazionecassino1

CASSINO –  Terremoto politico a piazza De Gasperi, questa mattina il sindaco D’Alessandro ha convocato una conferenza stampa d’urgenza per annunciare l’azzeramento della Giunta.

Da tempo si registravano malumori in seno alla compagine di governo della Città Martire. I rumors davano sempre più aspri i contrasti poliici fra i banchi della maggioranza, tanto che, questa mattina, hanno indotto il Primo Cittadino a fare chiarezza.

“Non è mia natura snaturare l’uomo. Ero contrario ad azzerare l’esecutivo – ha esordito D’Alessandro –  ma, appena esco da qui, revoco gli assessori. La giunta non c’è più”. Poi ha aggiunto: “Nasco uomo e morirò uomo. Questa è la lista della spesa che mi hanno dato. Questo è un tipo di cultura che non mi appartiene”.”Ovvio che io non sia contentissimo della giunta che ho avuto. Non si può venire qui a fare i turisti per caso o i turisti per sempre. Sono un uomo trasparente. Darò il peso politico giusto a tutti, ma non accetto diktat”.

Parole durissime del sindaco verso la sua maggioranza che conferma i malumori e le lotte interne che hanno caratterizzato negli ultimi tempi la maggioranza che sosteneva il Primo Cittadino.

26 aprile 2018 0

Si schianta con lo scooter contro un tasso, 17enne di Alvito in gravi condizioni

Di admin

ALVITO – Era in sella al suo ciclomotore e stava percorrendo la strada provinciale 237 nel territorio di Alvito quando, all’improvviso, un tasso gli è comparso davanti.

Il 17enne nato in Francia ma residente a Gallinaro non ha potuto evitare l’impatto con l’animale selvatico che è rimasto ucciso.

Il giovane, invece, soccorso dagli operatori del 118, è stato trasportato d’urgenza all’Umberto I di Roma in codice Rosso. Sul posto i carabinieri della stazione di Alvito e i carabinieri Forestali che hanno recuperato la carcassa dell’animale.

26 aprile 2018 0

Furto al centro commerciale Carrefour di Frosinone, rubati telefonini

Di admin

FROSINONE – Si indaga sul furto avvenuto questa notte nel centro commerciale Carrefour di Frosinone. A lanciare l’allarme è stato questa mattina il personale di sicurezza del centro commerciale.

I soliti ignoti malfattori sono entrati entrati da una finestra della zona di carico e scarico merce. Una volta all’interno hanno arraffato circa 25 telefonini di marca Apple e Wico prima di allontanarsi.

Il valore della refurtiva è ancora da quantificare seppure coperto da assicurazione. Del caso se ne stanno occupando gli uomini del colonnello Fabio Cagnazzo, comandante provinciale dei  carabinieri di Frosinone.