Caso Deiulemar: risparmiatori sollevati grazie ai soldi congelati in una banca di Malta

Caso Deiulemar: risparmiatori sollevati grazie ai soldi congelati in una banca di Malta

12 aprile 2018 0 Di admin

ATTUALITA’ – Purtroppo, gli investimenti sbagliati sono un vero e proprio problema e questo vale anche per coloro i quali credevano di aver messo a riparo i loro risparmi, investendo nella Deiulemar ritrovandosi poi con un nulla di fatto in mano! Una situazione che, in un primo momento, sembrava irrisolvibile: i soldi, stando allo stato delle cose, erano spariti e non c’era nulla da fare.

Nei giorni scorsi, però, una buona notizia per gli investitori interessati dalla situazione. È stato fatto il primo, decisivo passo per il recupero della metà dei soldi che sono stati tolti agli ignari obbligazionisti e, nello specifico, sono stati sequestrati ben 363 milioni di una banca con sede sull’isola di Malta.

Dopo il crac dell’impresa navale Deiulemar, infatti, il Tribunale di Torre Annunziata ha stabilito il congelamento della somma di cui sopra. Tutti fondi della azienda in questione, che ora verranno utilizzati per risarcire, almeno in parte, i risparmiatori che avevano creduto in questa realtà e avevano investito delle somme anche importanti di denaro!

Sono tantissimi gli investitori che avevano dato credito a questa società e che poi, con il fallimento dell’azienda di navigazione, si sono ritrovati a perdere delle cifre anche importanti. Tutti soldi che gli armatori pensavano di aver occultato in questa banca di Malta e che, invece, sono stati trovati e congelati, per essere ridati agli investitori ormai disperati. Nel complesso, la somma persa è pari a circa il doppio di quella recuperata, ma questo è di certo un buon inizio! La richiesta di sequestro è partita dagli avvocati della curatela fallimentare della società di fatto, nata per volere dei giudici dopo la constatazione che i sette armatori coinvolti avevano truffato ben 13mila creditori.

Questa triste storia, che è solo una delle tante che in questi anni abbiamo letto sui giornali, porta con sé un grande insegnamento. Ci insegna che gli investimenti vanno sempre portati avanti con oculatezza, in qualsiasi caso e qualsiasi sia la cifra da impegnare in una attività di questo tipo. Anche se si investono somme non enormi, i rischi ci sono sempre e, pertanto, è utile ponderarli al meglio. A tal proposito, quindi, è sempre utile seguire quelli che sono i consigli e le dritte degli esperti del settore, che saranno in grado di indirizzare ogni investitore verso l’operazione migliore per le proprie esigenze. Una apposita sezione completa di Affarimiei.biz è dedicata a questo tema molto importante: come investire, dove farlo, quanto impegnare e così via. Queste sono le domande che ci si deve porre per non rischiare di ritrovarsi in una situazione come quella in cui sono incappati i poveri investitori della Deiulemar. Del resto, in molti casi si tratta dei risparmi di una vita, che si spera di far fruttare il più possibile. Proprio per questo motivo è importante ponderare bene sia il tipo di investimento, scegliendo quello più sicuro o quello più redditizio in base alle proprie esigenze, sia la modalità. I consigli e le dritte degli esperti sono sempre utili al fine di avere uno sguardo più ampio e focalizzato sulla questione, in modo da non farsi ammaliare da investimenti troppo pericolosi che, alla fine dei conti, potrebbero risultare letali come quello di cui si parla in questo specifico caso. Si tratta di una realtà delicata, perché ci sono in ballo delle cifre di denaro ed è per questo che andare con i piedi di piombo è importante, così come lo è anche l’investire e il farlo nella giusta maniera, così che i soldi risparmiati vadano a fruttare qualcosa senza rimanere sotto il materasso, metaforicamente parlando o meno!