Giorno: 7 maggio 2018

7 maggio 2018 0

Frosinone, maltrattamenti in famiglia: la Polizia denuncia 47enne.

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

FROSINONE – Un’altra triste storia di maltrattamenti in famiglia: lei, la vittima dell’ira furiosa del marito violento.

Interviene prontamente la Squadra Volante, dopo la segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113 della Questura: l’uomo, un 47enne del capoluogo, viene deferito all’Autorità Giudiziaria.

Come da protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) è stata stilata anche la checklist che consente di monitorare le situazioni  di “disagio” con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenza reiterata.

La Polizia di Stato, da sempre impegnata in campagne di sensibilizzazione – “Questo non è amore”- invita   le donne vittime di violenza  sia fisica che psicologica, a denunciare.

 

 

 

 

 

7 maggio 2018 0

Basket: Veroli perde l’ultima di regular season contro Vigna Pia, ma si qualifica per i play-off

Di redazionecassino1

Si chiude con una sconfitta la regular season della Pallacanestro Veroli 2016 sul campo del Vigna Pia al termine di una gara dal punteggio molto alto, 100-94. Risultato indolore per i ciociari che, già matematicamente qualificati, attendevano la griglia playoff che li vede accoppiati al primo turno con le Stelle Marine Ostia nella semifinale. La Pallacanestro Veroli 2016 arriva a Roma senza due pezzi da novanta come Fiorini M. e Velocci – squalificati per due giornate dopo il finale concitato della gara con il Pass Roma – ed il gioco ne risente molto, anche perché nel corso della gara si registra l’infortunio alla spalla per Vinci che complica le speranze playoff dei ciociari, ridotti (almeno per gara 1) a rotazioni al minimo stagionale. Vigna Pia gestisce la gara per tre quarti, allungando fin dall’inizio con +16 fatto registrare al termine della prima frazione. Tuttavia, nonostante le difficoltà della gara odierna, il carattere della Pallacanestro Veroli 2016 permette la clamorosa rimonta, grazie all’esperienza di Mauti e Fiorini G., oltre alla presenza, fisica di Frusone, con un parziale da 25-41, che non basta però a rimettere in piedi una sfida nata male. I romani rispondono e riescono a preservare il vantaggio. La Pallacanestro Veroli 2016 in vista dei playoff evita al primo turno lo scontro con Albano e finisce nella parte di tabellone opposta rispetto alla Fortitudo Roma perciò si giocherà la promozione con le Stelle Marine al primo turno e poi (eventualmente) con la vincente di Pass-Ciampino.

La Gara 1 sul campo dei lidensi, però, dovrà essere affrontata senza M. Fiorini e Velocci, senza calcolare la probabilissima assenza di Vinci che potrebbe aver chiuso anzitempo la sua stagione. In virtù dei risultati dell’ultima giornata, le Stelle Marine chiudono al secondo posto mentre il Pass scavalca Albano; tre squadre a pari punti subito dietro, Scuba Frosinone, Nova Bk Ciampino e Pallacanestro Veroli 2016, situazione di parità anche nella classifica avulsa, decide pertanto il quoziente canestri nei confronti diretti che premia Frosinone (5°), poi Ciampino (6°) e Veroli (7°). La Carver, sconfitta dal Pass, chiude invece 8°.

Prossimo appuntamento quindi, domenica 13 Maggio sul campo dei lidensi e, giovedì 17 Maggio alle 20.00 presso la tensostruttura di Casamari.

 

VIGNA PIA 100 – PALLACANESTRO VEROLI 2016 94

Tabellini: Fiorini G. 24, Frusone 18, Mauti 20, Celani D. 14, Vinci 8, Iannarilli 10, Lella, Igliozzi, Lauretti. All. Celani G.

 

 

7 maggio 2018 0

Diventa infermiere, fisioterapista o assistente farmacia in Romania e accedi subito al mondo del lavoro

Di admin

ATTUALITÁ – La concreta possibilità di realizzarsi a livello lavorativo passa purtroppo sempre per piccoli grandi ostacoli. Tuttavia ci possono essere delle opportunità che lasciano spazio ad una bella iniezione di fiducia e di ottimismo, soprattutto dopo aver iniziato un percorso di studi che consente immediatamente di lavorare. Ed oggi intendiamo presentarvi un progetto davvero interessante, parliamo dei nuovo corsi di UniversitaRomania.Eu. Nel dettaglio: in Romania possono essere intrapresi i corsi di studio in scienze infermieristiche, fisioterapia e assistente tecnico di farmacia. Si tratta di corsi di durata triennale per i quali non è previsto il test di ingresso per l’ammissione e che consentono di entrare immediatamente nel mondo del lavoro. Il passaggio è semplice e ve lo illustriamo: durante il triennio di formazione si possono effettuare degli stage in Europa, per esempio in Francia ed in Belgio, ma non solo. L’arricchimento formativo passa dunque per l’inserimento in un contesto lavorativo reale, a contatto diretto con il vasto panorama del settore. Una vera e propria esperienza professionale, dunque,  in grado di mettere lo studente in una condizione di piena ricerca di grandi possibilità, una vetrina ed insieme una formazione di livello pratico che segue quella teorica. Per coloro che invece scelgano di studiare scienze infermieristiche la possibilità di lavorare subito dopo la conclusione del percorso si trasforma in un vero e proprio contratto di lavoro presso strutture sanitarie in Germania.  Per i neo infermieri viene erogato anche un corso di lingua tedesca come azione propedeutica all’assunzione. A ciò si aggiunge l’importante possibilità di ottenere anche un alloggio per alcuni mesi. Da non sottovalutare poi l’aspetto della retribuzione che è in linea con il modello tedesco e si aggira tra i 2500 a 4000 euro. Una proposta che non può che incuriosire quanti sono alla ricerca di un lavoro nell’ambito delle professioni sanitarie e che spesso si lasciano prendere dalle inibizioni dell’incertezza. Cerchiamo di capire adesso come si articola il percorso di studi per le professioni sanitarie di cui abbiamo parlato. Innanzitutto bisogna essere in possesso del diploma di scuola media superiore per iscriversi ai corsi in Romania. Contattando UniversitaRomania.Eu verranno chiariti tutti i dubbi relativi agli aspetti burocratici e gli esperti consulenti sapranno spiegarvi tutti i passaggi per iniziare questo percorso. Inoltre, nota da tenere fortemente in considerazione, per gli studenti italiani è previsto un piano di inserimento che prevede la collaborazione di un interprete di lingua italiana durante le ore di lezione. Anche i libri di testo utilizzati sono integrati da testi in lingua italiana e a ciò si aggiunge la possibilità di seguire un corso in lingua rumena. Infine le presenze minime sono di otto settimane per anno scolastico e a tal fine è stato studiato un sistema di comunicazione a distanza per arricchire il percorso percorso di preparazione, senza che lo studente debba trasferirsi in maniera definitiva in Romania.

Al termine del corso triennale è agevolmente percorribile la via del riconoscimento in Italia dei titoli conseguiti. Un passaggio automatico per la qualifica di infermiere;  la possibilità di scegliere di fare una prova di esame o un tirocinio presso una struttura ospedaliera come stabilito dal Ministero della Salute, invece, per fisioterapista e assistente tecnico di farmacia. Per coloro che intendano saperne di più, possono contattare UniversitaRomania.Eu, tenendo presente che proprio tra breve tempo, ovvero il 30 giugno 2018, scade il termine per iscriversi ai corsi di scienze infermieristiche, fisioterapia e assistente tecnico di farmacia. Pronti a scoprire di più sulla formazione professionale in Romania?

Approfondisci l’argomento: collegamento alla pagina con i dettagli sui corsi

7 maggio 2018 0

Violenza tra le mura domestiche a Frosinone, denunciato 47enne

Di admin

FROSINONE – Un’altra triste storia di maltrattamenti in famiglia: lei, la vittima dell’ira furiosa del marito violento. Interviene prontamente la Squadra Volante, dopo la segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113 della Questura: l’uomo, un 47enne del capoluogo, viene deferito all’Autorità Giudiziaria. Come da protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite) è stata stilata anche la checklist che consente di monitorare le situazioni di “disagio” con l’obiettivo di tenerle costantemente sotto controllo e procedere all’arresto nei casi di violenza reiterata. La Polizia di Stato, da sempre impegnata in campagne di sensibilizzazione – “Questo non è amore”- invita le donne vittime di violenza sia fisica che psicologica, a denunciare.

7 maggio 2018 0

Una Virtus Cassino da favola elimina Matera e vola in semifinale

Di redazionecassino1

Una Virtus Cassino con questo cuore, con questo ardore, con questa determinazione rimarrà scolpita nel cuore e nella mente dei tifosi rrossoblù che alla fine di gara 3, di questo quarto di finale di playoff 2018, tabellone D, saltavano ebbri di gioia in un canto ritmato insieme ai protagonisti di questa incredibile partita nel PalaVirtus cassinate.

Una Virtus Cassino, targata Banca popolare del Cassinate, che per la terza volta consecutiva, approda alle semifinali di playoff.

E questo certifica, laddove ce ne fosse ancora bisogno, come il sodalizio roossoblù sia stabilmente entrato nel novero delle formazioni che ogni anno lottano al vertice della serie cadetta del palcoscenico nazionale dello sport della palla a spicchi.

Dunque la banda Vettese approda alle semifinali della post season 2018 dopo aver sconfitto in gara tre l’Olimpia Matera per 93 a 74, ma quanta sofferenza, specialmente dopo le prime due frazioni di gioco allorquando i lucani chiudevano avanti nel punteggio di ben 10 lunghezze.

Ma gli dei del basket non avevano ancora smesso di regalare suspense agli spettatori di questa splendida contesa.

Infatti è stata una partita assolutamente speculare a gara 2 nell’andamento del punteggio, con chi rincorre in grado di raggiungere l’avversario e batterlo.

Matera dunque scappa via nei primi due quarti di gioco, Cassino accusa il colpo ma , dobbiamo sottolinearlo, non va KO, ha la capacità di restare aggrappata al match, chiude sotto di 10 lunghezze la seconda frazione di gioco e poi con un capolavoro tattico, tecnico ed emotivo sbalordisce il Pala Virtus posto all’ombra dell’Abbazia.

Sì perché a fronte di un 39 a 49 con cui il tabellone dell’impianto cassinate certificava la chiusura dei primi 20 minuti di gioco, le ultime due frazioni di gioco si sono chiuse con un eloquente parziale di 54 a 25 per le “V” rossoblù. E a differenza dei primi due quarti di gara 2 che la Virtus Cassino aveva chiuso in vantaggio di 18 lunghezze, 50 a 32 , stavolta lo schiaffo è stato più forte.

Matera è stata letteralmente spazzata via dalla verve atletica, dalla energia tecnica e dagli aggiustamenti tattici operati da coach Luca Vettese nell’intervallo.

+ 29, è una mostruosità , in due quarti di play off.

Cassino infatti al rientro dagli spogliatoi della pausa lunga è un’altra squadra. Non più quella con le spalle al muro, come spiegherà poi in sala stampa il DS delle “V” rossoblù , Leonardo Manzari, non più quella con la paralisi mentale che ipnotizza e stordisce e ti fa sembrare impossibile anche la più semplice delle soluzioni.

La BPC è vestita di nuovo.

La Virtus subisce sì è vero il primo canestro di Battistini, ma poi diviene un mix di furia agonistica e perizia balistica. Trascinata da un immenso Lorenzo Panzini e da uno straordinario, ca va sans dire, Manuel Carrizo, pian piano si impadronisce del match.

In soli cinque minuti effettivi di gioco passa dal meno 12 al + 5.

E’ una bomba del play cassinate Lorenzo Panzini su assist del solito Enzo Cena , lo specialista delle cose giuste, a fissare il punteggio sul 60 a 55.

Ma Matera non sa più come arginare Bagnoli e compagni. E stavolta a differenza di quanto era accaduto in gara due, giovedì scorso , nel catino del Pala Sassi , i tifosi rossoblù assistono all’impresa della rimontona.

Cassino , in un crescendo rossiniano, allunga il gap e chiude la terza frazione di gioco avanti di 9 lunghezze , 71 a 62. Insomma il parziale è di quelli tosti da digerire per i materani, 32 a 13.

All’inizio della quarta frazione di gioco gli ospiti provano immediatamente a rimettersi in linea di galleggiamento con un gioco da tre punti di Battistini, indomito tra i suoi, che subisce fallo da Matteo Bini. 72-66 .

Ma sull’altro fronte è lo stesso Matteo Bini a farsi perdonare. Piazza la bomba del nuovo +9 e fa letteralmente esplodere di gioia il pubblico virtussino. 75-66.

A questo punto ci pensa lui, Lorenzo Panzini, a trovare la tripla del + 12. 78-66.

D’ora in poi il punteggio, meglio il divario tra i due team non scenderà mai più, fino alla sirena dei 40 minuti di gioco, sotto la doppia cifra.

La BPC amministra e non dilapida il vantaggio come in gara due, anche perché la lezione è stata recepita dai ragazzi di Vettese.

Carrizo detta i ritmi di gioco e smista assist a go go con Bagnoli che cattura rimbalzi e conclude la gara con l’ennesima doppia/doppia, 22 punti e ben 13 rimbalzi di cui sei offensivi per una valutazione finale di 33.

Manuel Carrizo invece mette a segno ben 21 preziosissimi punti e serve 5 assist per i compagni. Ma realizza il 100% ai tiri liberi e soprattutto regala certezze ai compagni in fase di gestione del gioco.

In serata arriva la notizia cha Recanati ha perso in casa per mano della LUISS Roma.

I romani dunque portano a casa la qualificazione alla semifinale del tabellone D di questi playoff ed affronteranno proprio la BPC Virtus Cassino.

I cassinati godranno del fattore campo, per cui gara 1 di semifinale si disputerà a Cassino, domenica 13 maggio , p.v. , palla due alle ore 18.

BPC Virtus Cassino – Olimpia Matera 93-74

Gara 3

Parziali 20-26, 19-23, 32-13, 22-12

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 22 (9/14, 0/0), Manuel Carrizo 21 (6/8, 0/2), Lorenzo Panzini 13 (2/3, 3/8), Niccolò Petrucci 13 (1/1, 3/7), Enzo Cena 10 (2/4, 2/5), Matteo Bini 8 (1/2, 2/4), Maurizio Del Testa 6 (1/4, 1/2), Fabrizio De Ninno 0 (0/0, 0/1), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 37 10 + 27 (Simone Bagnoli 13) – Assist: 14 (Manuel Carrizo 5)

All. Vettese Ass. Incelli

Olimpia Matera: Battistini 24 (10/15, 0/2), Migliori 21 (4/12, 1/3), Ochoa 11 (4/4, 0/2), Terenzi 5 (1/5, 1/1), Di Marco 5 (1/3, 1/2), Ravazzani 4 (2/3, 0/0), Pasqualini 2 (1/1, 0/0), Marra 2 (1/3, 0/1), Varaschin 0 (0/2, 0/0), Lopane 0 (0/1, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 17 – Rimbalzi: 29 6 + 23 (Ravazzani 9) – Assist: 10 (Di Marco 5)

All. Putignano

MVP Bagnoli

7 maggio 2018 0

La puntura di Ultimo… agli ultimi 3 o 4 sindaci di Cassino

Di admin

LA PUNTURA DI ULTIMO – “Il comune di Cassino non potrà più evitare il dissesto finanziario. Come ha fatto uno dei comuni più ricchi della provincia di Frosinone a finire in questa situazione? Bisognerebbe chiederlo agli ultimi tre o quattro sindaci. Ma dovrebbe chiederglielo un magistrato”.

Ultimo